2
maggio

CONCERTO 1° MAGGIO: PRESERVATIVO COME OSTIA. E’ POLEMICA (VIDEO)

Concerto 1 maggio

Polemica e (s)concerto per un preservativo mostrato ieri in diretta tv. Il condom in questione è finito, tutto bello sigillato, sul palco del Concerto del 1 maggio a Roma, dove è stato esibito come fosse un’ostia. Il gesto dissacrante è stato compiuto dal frontman dei Management Dolore Post Operatorio, il quale prima della propria esibizione ha inscenato una sorta di irriguardosa messa laica davanti alla folla e alle telecamere.

Prendete e usatene tutti” ha detto il ragazzo, mostrando il preservativo che teneva tra le mani e svelando da sotto il cappuccio una chierica da frate realizzata per l’occasione. Poffarbacco, che ardire: questo sì che è un anticonformista coi fiocchi. Uno da Concertone. Dopodiché, ecco l’imperdibile esecuzione del brano “Pornobisogno”… A completamento della performance, poco più tardi il cantante si è calato i pantaloni davanti alla folla, mostrando un si bemolle calante. Tuttavia quest’ultima ‘marachella’ è avvenuta fuori onda, dettaglio che qualcuno ha voluto interpretare come una censura. In ogni caso, la sceneggiata era già stata compiuta. L’offesa pure.

Mi dissocio duramente per la violenza e la scorrettezza che perseguiremo anche per vie legali, confermando ancora una volta che laddove gli artisti non sanno autoregolamentarsi, per quanto ci riguarda, non sono degli artisti in linea con lo spirito del concertone ha denunciato Marco Godano, organizzatore dell’evento di Piazza San Giovanni, riferendosi alla provocazione dei Management Dolore Post Operatorio.

Sottolineo inoltre come questi atteggiamenti stridano con i temi culturali, artistici e sociali che questo palco rappresenta” ha aggiunto Godano. Intanto le polemiche divampano, ed ora alcuni si aspettano che anche la Rai prenda posizione e stigmatizzi quel gesto sicuramente fuori luogo e ritenuto da molti offensivo.

L’episodio è stato solo uno dei tanti momenti che hanno costellato il Concertone di ieri, un evento ormai eroso dal tempo (ha senso occupare un canale del servizio pubblico con 9 ore di diretta?) e sorretto da una conduzione, quella di Geppi Cucciari, apparsa a dir poco sotto tono. Giusto per restare in tema musicale.



Articoli che potrebbero interessarti


Valeria Marini mortadella
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (29/05-5/05/2013). PROMOSSI BEAUTIFUL E AHS ASYLUM. BOCCIATI CONCERTONE E LE DEFEZIONI DI UN MEDICO IN FAMIGLIA


Geppi Cucciari - Concerto 1 Maggio 2013
CONCERTO 1° MAGGIO: INIZIO SCONTATO DI GEPPI CUCCIARI


geppi-cucciari
CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO 2013: ANCHE GLI ELIO E SILVESTRI SUL PALCO CON GEPPI CUCCIARI


Flavio Insinna
#Cartabianca: Flavio Insinna e Geppi Cucciari nel cast della nuova edizione

38 Commenti dei lettori »

1. Nina ha scritto:

2 maggio 2013 alle 11:47

Dici bene Marco, un grande anticonformista, uno con gli attributi. A proposito chissà se lo sa che il gesto di mostrare le parti intime appartiene alla preistoria del rock?



2. marco leardi ha scritto:

2 maggio 2013 alle 12:27

Sicuramente appartiene alla preistoria della scala evolutiva. Laddove potremmo collocare il nostro sedicente artistoide..



3. fabulous ha scritto:

2 maggio 2013 alle 12:46

trovo sempre positivo fare propaganda al preservativo. meglio questo che malati di aids e altro,che fanno vite orribili tra le sofferenze,in letti di ospedale



4. Michele ha scritto:

2 maggio 2013 alle 13:26

I cattolici si sono offesi? ECCHISENEFREGA!!!!!!!! siamo in uno stato LAICO dove non esiste nessuna religione ufficiale ma solo maggioritaria, l’Inquisizione (per fortuna) è finita da un pezzo: sarà stato di cattivo gusto ma comunque è giusto promuovere l’uso del condom soprattutto tra i giovani; sapessero i cattolici quanto offendono ogni giorno la dignita altrui: omosessuali, divorziati, donne che abortiscono, atei ed agnostici fortuna che Nosferatu XVI si è dimesso, ora quello di adesso è molto meglio (anche se a confronto del Dracula della Baviera sarebbe parso meglio persino Stalin)



5. raffa ha scritto:

2 maggio 2013 alle 13:30

soldi che potevano essere spesi meglio!



6. Vince! ha scritto:

2 maggio 2013 alle 13:39

Il concertone è chiaramente in crisi.
Basti pensare, per dirla alla Elio, che i “pesci grossi” di ieri sera in altre annate erano “avannotti” relegati nelle primissime ore del pomeriggio.
Almeno grazie a questo signor nessuno che ha fatto inalberare qualche baciapile spogliandosi e soprattutto mostrando l’ostia-preservativo (nel 2013???!!!) se n’è parlato un po’.

Ma sono convinto che anche le reazioni al gesto provocatorio saranno poche e annoiate.



7. Nina ha scritto:

2 maggio 2013 alle 13:53

Michele: già che eroe vero? Ma va… Sullo stesso piano le offese all’ex Papa, wow che coraggio. Penso abbia ragione Vince, queste cose ormai suscitano noia.



8. Marco89 ha scritto:

2 maggio 2013 alle 14:11

Sarà anche un gesto anticonformista. La festa dei lavoratori ormai è diventata un raduno politico, che peccato.
Io non difendo i cattolici che sono i primi censori, detto questo non perchè spesso offendono o mancano di rispetto, bisogna mancar di rispetto verso loro. Si dev’ essere superiori.
Per me è stato un gesto volgare, punto, indipendentemente da come la si pensi, e lo dice uno che vorrebbe più laicità in questo stato, ma non è così che si raggiungono obiettivi e scopi. Basta vedere la Bonino, non è mai ricorsa a scioperi o a gesti sciatti…e porta comunque avanti le sue battaglie.
Il preservativo andrebbe usato di più, concordo, ma non è questo il modo di fare.
ps: che peccato mischiare la musica ( arte) con la politica.



9. Marco89 ha scritto:

2 maggio 2013 alle 14:18

Tra l’ altro l’ ex Papa, se posso permettermi ( pur io non credendo come i cattolici) ha avuto due p***e grandi così, su tanti fronti. Quindi offendere lui è veramente inutile.



10. Marco89 ha scritto:

2 maggio 2013 alle 14:19

Scusa Michele, ma sai chi è Stalin? No perchè perlomeno il Papa che tanto disprezzi hai la certezza che non ti possa far sparire dalla faccia della terra…è un paragone fuori dal mondo, veramente.



11. marco leardi ha scritto:

2 maggio 2013 alle 16:31

@Marco89. Condivido il tuo commento 9. Ratzinger è (stato) immenso, su tanti fronti.

@Michele. L’Italia è un paese talmente laico e libero da permettere all’idiota di turno di provocare ed offendere chi ha una sensibilità religiosa. Un conto è la promozione del preservativo (condivisibile), un altro sono le gravi offese su una rete tv pubblica. Il nostro artistoide dovrebbe esibirsi in Russia, ad esempio, dove gli riserverebbero un trattamento adeguato.



12. Dasmix ha scritto:

2 maggio 2013 alle 16:35

E fatevel ‘na risat! – Cit. Virginia Pascale Raffaele



13. Andrew ha scritto:

2 maggio 2013 alle 16:36

Ehm… La cosa si fa un pò tragicomica!
Non hanno fatto più andare Fabri Fibra per una questione davvero assurdo e poi si tengono personaggi del genere! Complimenti vivissimi agli organizzatori!!
Qui il discorso non penso sia sul voler “pubblicizzare” l’uso del preservativo, ma sul modo in cui viene fatto!
Io sono molto lontano al mondo della chiesa ecc, però non vedo perchè non si può scherzare su omosessuali, altre religioni, persone di altre nazioni ma sulla chiesa cattolica sì, e se qualcuno ci rimane male è pure bigotto!
Allora il discorso o vale per tutti o per nessuno! Tornando al caso in oggetto, in questo evento ormai vengono chiamati gruppi e cantanti che nel 90% dei casi si credono Dei scesi in terra!.. Ecco, anche meno! Ma ben gli sta agli organizzatori! Un evento che dovrebbe riunire tutti i lavoratori è praticamente diventato una tribuna politica…



14. Nina ha scritto:

2 maggio 2013 alle 17:00

Su Fabri Fibra (scusate l’OT) qualche giorno fa ho letto un pezzo di una sindacalista che diceva che non era adatto perchè in una sua canzone dice, più o meno, “Ti uccido, mia o di nessun altro” e che questa canzone è come uno spot per gli omicidi di compagne, mogli, fidanzate. Ma si può?



15. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 18:28

Il concetto è giusto,i modi sbagliati.Tutto il mio rispetto/ammirazione,per i missionari,ma non si può non insegnare,alla popolazioni africane l’uso del condom,è da fanatici.Ed è anche criminale.



16. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 19:33

Giusto stigmatizzare il gesto,ma la politica c’entra poco,non stiamo parlando dei Sex Pistols,non ha senso citare Stalin o la Russia,o meglio ne avrebbe quanto citare,le dittature militari di destra cilene e argentine.Ratzinger,è stato sicuramente alla fine un grande imprenditore ,con un ‘abile operazione di marketing cui è seguito un successore di forte impatto sulle masse,ha saputo rilanciare l’azienda Vaticano S.p.a in piena crisi.Avercene tra i laici e tra i politici.



17. Marco Leardi ha scritto:

2 maggio 2013 alle 19:57

@liberopensiero. Potresti evitare di trarre delle conclusioni che travisano il pensiero altrui? Grazie. Il riferimento alla Russia non era politico né dispregiativo. Anzi, era quasi un apprezzamento: per certi aspetti, da quelle parti sembrano più evoluti di noi.
Ridurre il luminoso pontificato di Ratziger e l’elezione del suo successore ad una “abile operazione di marketing” è una semplificazione che rasenta il ridicolo. Siamo seri.



18. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 20:08

Marco Leardi,hai talmente travisato che non era rivolto a te,rispetta anche chi nel Pontificato e nella Chiesa,in genere intesa come potere che opprime il paese(la legge 40 è solo uno degli esempi)non ci vede niente di luminoso.Io sono serissimo,comincia tu che pontifichi contro un ragazzotto con poco sale in zucca.



19. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 20:21

E poi quelle frasi da anziani nei bus…sembrano più evoluti di noi…a parte che celano del razzismo,nemmeno celato,hai presente la Norvegia o la Svezia?quelli sono esempi di vero laicismo.Cerca di essere serio qualche volta.



20. Marco Leardi ha scritto:

2 maggio 2013 alle 20:46

@liberopensiero. Rispetto, ci mancherebbe. Ma le semplificazioni mi danno sui nervi, le banalità pure. Dunque, inutile proseguire. Non ho bisogno di qualcuno che parafrasi i miei commenti.



21. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 20:58

Ah,beh,anche a me,infatti ogni anno come il panettone a Natale,arriva il post di Leardi,contro il primo maggio.C’è poco da parafrasare.Invidio tanto il fatto che hai la certezza di reputare come banale o ridicolo,tutto ciò che è distante dal tuo pensiero,come vedi io non ci riesco,reputo importante qualsiasi parere tanto da replicare.Chi vuol capire,ha letto come mi hai trattato.Comunque senza volerlo dire che i miei pensieri sono semplificazioni è per me un complimento,infatti è una grande dote rendere semplice ciò che non lo è,si vivrebbe meglio.



22. Davide Maggio ha scritto:

2 maggio 2013 alle 20:59

liberopensiero: è la stessa, identica cosa che fai tu nei confronti di chi non la pensa come te.



23. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:09

Davide ,non credo che Marco,abbia bisogno dell’avvocato difensore.Il mio commento non era rivolto a lui,ma a una frase di Michele,di cui condivido il pensiero,ma che aveva fatto un paragone sbagliato.Al mio pensiero,Leardi si è scagliato con un’aggressività eccessiva,mostrando la sua intolleranza,è un vizio che hai anche tu del resto,ecco perchè ti chiami in causa,lo fate quando siete a corto di argomenti.



24. Davide Maggio ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:10

liberopensiero: infatti è proprio a me che danno fastidio certi commenti. Ovvero quelli con i quali si accusa qualcun altro di una determinata cosa ma si ha lo stesso identico atteggiamento di chi si critica.



25. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:19

Davide,quello che dici è fuori luogo,al contrario di altri sono molto critico verso me stesso,questa volta non ho avuto nessun atteggiamento eccessivo,per di più,non era nemmeno rivolto a Marco,ma niente ormai tu hai questo preconcetto nei miei confronti,e non posso farci nulla,mi dispiace solo quando vedo persone così rigide nell’incassellare il prossimo.



26. Davide Maggio ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:21

liberopensiero: è ciò che fai sempre, purtroppo. Ma va bene tutto, l’importante è non accusare gli altri quando si fa la stessa cosa.



27. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:27

Davide è davvero fastidioso,quando si viene accusati di qualcosa,che non ci appartiene o non è vera.Del resto questa è casa tua,se sono ospite non gradito,per qualsiasi ragione,non hai che da dirlo,tolgo il disturbo senza rancore.Ma di essere aggredito,senza motivo,o meglio per il solo motivo che non piace ciò che scrivo,non mi va.



28. Davide Maggio ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:28

liberopensiero: aggredisci tu stesso. Qual è il commento ‘incriminato’ di Marco?



29. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:34

Serve a qualcosa?tanto ho torto a priori,comunque il 17,



30. Davide Maggio ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:45

Non ci trovo niente di offensivo.



31. Marco Leardi ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:51

@liberopensiero. Ma quale aggressione, non fare la vittima. E pensare che di solito sei proprio tu ad attaccare briga con chi non la pensa alla tua maniera.
Nel commento citato ho solo precisato la mia posizione, facendoti notare quella che – a mio parere – è una grezza semplificazione: come si può parlare di “abile operazione di marketing” riguardo ad un avvicendamento complesso, sul quale nemmeno i più attenti vaticanisti hanno espresso una parola definitiva?



32. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:52

Certo non avevo dubbi,quindi se scrivo che i tuoi post sono ridicoli,o che sei una persona “poco seria”non lo trovi offensivo.Buono a sapersi,ovviamente sono io quello che aggredisce,per difendersi.Siete incredibili.



33. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:57

Sono molto grezzo,Marco e me ne vanto.Adesso vado a ruttare in pace,vi saluto e vi lascio alle vostre dotte elucubrazioni.Beati voi con le certezze in tasca,che vi spalleggiate così bene.



34. Marco Leardi ha scritto:

2 maggio 2013 alle 21:58

liberopensiero: non ho mai usato quelle espressioni. Mai.



35. liberopensiero ha scritto:

2 maggio 2013 alle 22:04

Marco,guarda,al contrario di quello che puoi pensare io trovo sia onorevole tornare sui propri passi,sarò di vecchio stampo,ma se mi dici sii serio,per me è una grande offesa,peggio di altre,alle quali magari non replico,non faccio la vittima,non si può piacere a tutti,vale anche per te,io rispetto il tuo lavoro,se ti do fastidio,non farti problemi a dirmelo,anziché dirmi che non sono serio nelle cose che dico.



36. Andrea L ha scritto:

3 maggio 2013 alle 08:25

Mah, secondo me lo si critica troppo per la questione ostia (a mio avviso creativa e diverntente) e troppo poco su quella “pantalone calato” (mossa stupidotta e senza alcun senso).

Francamente non veco cosa ci sia da condannare, è stata una scenetta, volutamente provocativa, con un messaggio importante. Ma si sa, la Chiesa è allergica al lattice…

Per quanto riguarda i due attuali papi sinceramente io non vedo grosse differenze tra l’uno e l’altro, mi pare rappresentino esattamente la stessa cosa. Solo che i media tendono a dipingerli in maniera differente.



37. Norat ha scritto:

3 maggio 2013 alle 12:08

Marco, più che in Russia, gli suggerirei di andarlo a fare in Yemen.
A me non risulta che questo signore sia stato in qualche modo perseguito, al limite se la vedrà con gli organizzatori se questi si sentiranno in qualche modo danneggiati.
Però in Italia, quando si toccano certi argomenti come la religione cattolica, c’è sempre un esercito di persone sugli scudi, pronto a parlare di bigotti, baciapile, stato laico, costituzione e via dicendo, salvo poi indignarsi quando un Calderoli qualsiasi gira con una maglietta di pessimo gusto. Davvero il massimo della sensatezza. Cosa c’è di male a dirsi infastiditi da questo gesto scusate? Non vi ha infastidito? Buon per voi, nemmano a me ha fatto sto grande effetto , solo un po di pena, ma non vedo che male ci sia nel contrario.



38. MONICA ha scritto:

14 maggio 2013 alle 16:12

Sesso lo facciamo tutti, se c’è qualcuno che si scandalizza per un preservativo, siamo messi molto male!!! Decisamente male!!!
Si deve usare, ciò che preoccupa è che in rai tempo fa durante la giornata mondiale contro l’AIDS non si poteva nominare nei vari programmi radio e tv. Pazzesco e allucinante. Il problema è che di gente bacchettona e ignorante ne esiste parecchia, come quelli che non sanno rispettare le opinioni altrui offendendoli: sono la stessa identica cosa, alla larga da certa gente è pericolosissima!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.