8
marzo

THE VOICE OF ITALY CI PIACE! TROIANO UN PO MENO.

i quattro coach cantano Viva la Vida

In uno degli studi più belli che la Rai abbia sfoggiato negli ultimi tempi, sulle note di Viva la Vida dei Coldplay intonata dai quattro coach, inizia, finalmente, The Voice of Italy, il talent show condotto da Fabio Troiano e trainato da un battage pubblicitario così imponente da far tremare Pino il Pinguino. L’inizio è forte e d’impatto, il montaggio c’è (ma potrebbe essere più raffinato e veloce) e il meccanismo delle Blind Audition non fa una piega.

L’atmosfera che si respira è sì tensiva, ma allo stesso tempo complice: i quattro giudici si divertono, si consultano e cercano di rintracciare i componenti migliori per la propria squadra, ognuno seguendo un differente stile e una differente ispirazione. Il livello delle esibizioni è alto, l’Avetik di turno è solo un lontano ricordo, ma un po’ sconcerta e delude che alcune delle voci più belle della serata, come quella di Martina Liscaio e la sua personale versione di One day, finiscano con il triste esito delle spalle girate dei quattro coach.

Il punto di forza resta comunque uno. Fabio Troiano? Decisamente no, non ci ha entusiasmato. Il riferimento è alla giuria, dove non sono mancate le sorprese. L’inossidabile Raffaella Carrà è tornata ad accendere, anzi ad accendersi sul piccolo schermo con carisma, sguardo vigile, immancabile risata e… guanti di pelle in stile Karl Lagerfeld.

Rivelazione assoluta resta Piero Pelù. Telegenico e graffiante, il cantante dei Litfiba si è distinto per l’ottimo equilibrio, quasi inaspettato per un artista che non ha mai amato particolarmente il mezzo televisivo. Un po’ deludente Noemi, spesso un po’ troppo indecisa sui giovani concorrenti: che sia timore reverenziale nei confronti dei colleghi?

Apprezzabile, poi, il percorso del Maestro Cocciante: un grande professionista emozionato e divertito, ma decisamente meno imbalsamato di Fabio Troiano. La sua voglia di mettersi in gioco e di abbandonare la composizione per mettere al servizio la sua esperienza in un nuovo esperimento come quello di The Voice, lo svecchia e lo rinvigorisce.

Si è partiti col piede giusto e il programma sembra aver trovato, anche in Italia, una formula vincente con buona pace di X Factor. Si sa, la perfezione non esiste e anche The Voice meriterebbe una revisione soprattutto in merito ai tempi morti e alle reazioni dei parenti dei candidati dietro le quinte, spesso eccessivamente melense e tediose. La qualità e il livello del programma continuerà a trovare riscontro nel pubblico chiamato a una difficile scelta in un giovedì sera particolarmente agguerrito? Certo, se fosse andato in onda mercoledì, The Voice non avrebbe patito “un’ansia da prestazione” così intensa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


Annalisa Bruchi
Rai2, novità 2018: torna il talk politico, nuovo show per Luca e Paolo con Mia Ceran. Albano a The Voice


Festival di Sanremo
RAI: ECCO I PROGRAMMI PIÙ COSTOSI DEL 2016. CI SONO SANREMO, IL CAPODANNO, LAURA E PAOLA


Idols
BOOM! RAI 2 CANCELLA THE VOICE. ARRIVA ITALIAN IDOL


Alejandro Jano Fuentes
ALEJANDRO JANO FUENTES DI THE VOICE MESSICO E’ STATO UCCISO

26 Commenti dei lettori »

1. dany ha scritto:

8 marzo 2013 alle 11:08

bellissimo THE VOICE…..mitica RAFFA………..



2. and ha scritto:

8 marzo 2013 alle 11:12

a me è piaciuto però mi chiedo: una volta composte le squadre con i relativi giudici, come si noterà la differenza da x factor?



3. Thomas Tonini ha scritto:

8 marzo 2013 alle 11:15

@and: si noterà, dopo le audition si passerà alle battle. Leggi un po’ qua http://www.davidemaggio.it/archives/71741/the-voice-stasera-il-debutto



4. aladino ha scritto:

8 marzo 2013 alle 11:16

Io ho trovato i 4 giudici ben equilibrati e la Raffa nazionale adattissima al ruolo e soprattutto molto più “moderna” rispetto a tante altre sue colleghe giovani.
Noemi come sempre con una carica esplosiva che spruzza da tutti i pori!!!
Speriamo bene nelle prossime pun tate e… “Che Dio gli aiuti”!!!!



5. ale88 ha scritto:

8 marzo 2013 alle 11:22

“con buona pace di X factor”… ma anche di Maria.



6. tinina ha scritto:

8 marzo 2013 alle 11:46

Questa prima puntata mi è piaciuta moltissimo: mi sono piaciuti soprattutto Pelù e la mitica Raffa entrambi una spanna sopra gli altri due, che, comunque, sono andati benissimo. Troiano totalmente inutile!



7. johli8 ha scritto:

8 marzo 2013 alle 11:54

Io alla conduzione o avrei messo Carolina di Domenico e Federico russo! 2 RAGAZZI che sono nati su mtv hanno sempre fatt programmi musicali e di musica e aritisti ne capiscono qlcs!



8. Dario Manili ha scritto:

8 marzo 2013 alle 11:54

Lunga vita a The Voice!!!!

Una differenza con gli altri talent è sicuramente quella di essere meno litigioso di X Factor, Amici e compagnia bella.



9. Nina ha scritto:

8 marzo 2013 alle 11:57

Bravo Mario Manca a sottolineare le insopportabili scenette dei parenti.



10. Conte Dracula ha scritto:

8 marzo 2013 alle 12:06

a me non è piaciuto



11. Pedro85 ha scritto:

8 marzo 2013 alle 12:26

Bel format in più momento mi è venuta la pelle d’oca soprattutto nella tensione del “si gira o non si gira”…il pubblico l’ha premiato col 12,5% di share…speriamo continui a premiarlo



12. Federica ha scritto:

8 marzo 2013 alle 13:04

Bel programma!!!! All’inizio l’ho guardato perchè al giovedì non c’è mai nulla che mi interessi,ma poi mi sono appassionata!!!!! Sugli scudi la Raffa e Pelù,due miti !!!!!!!



13. farinadicocco ha scritto:

8 marzo 2013 alle 14:03

Io ho guardato un po’ all’inizio ma poi mi sono stufata. Finali troppo uguali tra i concorrenti, gran complimenti a tutti da parte dei giudici. Non so..non mi ha entusiasmato. Troiano credo sia più bravo come attore, non credo sia questo il suo ruolo.



14. Marco89 ha scritto:

8 marzo 2013 alle 14:06

Promosso assolutamente! Io Troiano non l’ ho calcolato, per il momento il conduttore non serve ma già non mi piace come attore quindi il resto vien da se.
Pelù è stato ottimo e si è preso anche dei concorrenti che non credevo scegliesse. La Carrà ci sta benissimo e anche Noemi si è data, la credevo più timida e impacciata; Cocciante si è rifatto verso la fine, mi è comunque simpatico. Speriamo che gli ascolti tengano, in ogni caso spostarlo al mercoledì è la scelta più giusta.
Il meccasismo di queste prime puntate è ottimo, il fatto che si girano e vedono il cantante che canta o quando aspettano la fine per premere è veramente forte! E la buona alchimia tra i giudici potrebbe far bene al programma anche nelle fasi live!



15. iki ha scritto:

8 marzo 2013 alle 14:16

La formula del programma è decisamente promossa ma i concorrenti lasciano molto a desiderare.Beh per quanto riguarda Troiano voglio aspettare il live in PT



16. fabio ha scritto:

8 marzo 2013 alle 14:20

dopo 10 minuti ho cambiato canale e sono andato su fox crime… che due palle sti programmi sempre uguali… e poi la carrà, a 70 anni, vestita con gonna in pelle e stivali è a dir poco ridicola… ma guardarsi allo specchio o, meglio ancora, farsi consigliare no?



17. Luca11 ha scritto:

8 marzo 2013 alle 14:22

Premetto dicendo che la versione italiana mi piace molto meno di quella americana ed inglese… (al contrario di X Factor). E premetto anche che preferisco il secondo show…
Il meccanismo è bellissimo e anche successivamente la battleè carina.. L’unica cisa che critico è Cocciante, per me non ha i tempi da talent e li trovo noioso… Piacevolissima sorpresa Pelù!!! Bene anche Noemi e Carrà, Troiano non mi piace ma per ora è ingiudicabile. All’inizio il conduttore non serve…
Inizio molto professionale però anche molto piú noioso dei provini di x factor..
Vedremo in Live… ;)



18. Luca11 ha scritto:

8 marzo 2013 alle 14:28

Cmq io per aumentare pubblico lo metterei in replica di pomeriggio, come fecero per Pechino Express… Dai che un buco si trova…



19. Groove ha scritto:

8 marzo 2013 alle 15:01

Bellissimo programma,Grande Raffaella ma assolutamente inutile Troiano. Pelù è quello che ho odiato di più in assoluto…veramente insopportabile! è un peccato però che un programma come questo abbia contro una concorrenza interna…la Suora ha tolto un sacco di pubblico a Rai 2,infatti se andate a vedere le curve auditel vi rendete conto che The Voice è cresciuto tantissimo proprio quando è finita la Suora diventando il programma leader. In un altro giorno potrebbe sfondare e fare anche 5 milioni di telespettatori secondo me.Da spostare immediatamente o il mercoledì o il venerdì



20. Andrea ha scritto:

8 marzo 2013 alle 15:01

Come dice qualcuno il presentatore per me è ancora un po’ presto per poterlo giudicare definitivamente, è un bel figliolo ma per il momento non mi piace nel suo ruolo.
Si dà troppo spazio ai commenti dei parenti (anche dal punto di vista sonoro, durante le esibizioni) e le telecamere vanno troppo spesso a sottolineare le lacrime dei concorrenti. Questa cosa dovrebbe già essere passata di moda da un pezzo.
Commenti sonori: il brano in apertura è stato gestito malissimo, le voci si sentivano a malapena. Oltretutto mi è parso di sentire un certo uso di autotune per alcune esibizioni. Non servirebbe.

Il programma è ancora all’inizio, ma mi aspettavo un po’ di più dai giudici. Cocciante mi ha sorpreso in positivo.
Hanno preso alcuni cantanti che non erano questo granché e questo mi ha invogliato a fare un po’ di zapping.
Questa è la fase su cui dovrebbero puntare di più considerando che i live sono solitamente un po’ deboli (vedere gli ascolti nello UK).

Ah, dimenticavo, ottima l’idea di non far vedere neanche a noi alcuni cantanti!



21. Gah! ha scritto:

8 marzo 2013 alle 16:05

Io mi sono diviso tra Che Dio ci aiuti 2 e The Voice of Italy ieri: The Voice of Italy mi e’ piaciuto molto,i coach tutti straordinari primi fra tutti Raffaella Carrà e Riccardo Cocciante. Il conduttore conta poco o nulla nelle Blind Audition quindi…
E’ partito molto bene: ma il successo continuerà avendo contro Che bella giornata,il film italiano che ha sbancato i botteghini più di qualunque altro??? E continuerà con l’avanzare di Che Dio ci aiuti 2???



22. marcko ha scritto:

8 marzo 2013 alle 16:17

la formula è lenta, ma gradevole, anke se non mi è piaciuto l’eccessivo buonismo dei giudici, sempre a giustificarsi quando nn pigiavano x qualkuno..
a parer mio si sente molto la mancanza di almeno un giudice “cattivo”
diciamo ke se esistesse una “alessandra celentano” prof di canto in quel contesto sarebbe perfetta.



23. liberopensiero ha scritto:

8 marzo 2013 alle 19:16

Lento,noioso,troppo uguale ad altri programmi tranne che per la boiata della seduta di spalle.Salvo solo Noemi,i giudici dovevano essere tutti della nuova generazione.Ma la Carrà sentiva tutta questa necessità di riciclarsi alla sua età come giurata di talent?a me fa tristezza,la stessa che ho provato quando Baudo è andato alle iene.E poi vestita da ggiovane con la pancera di pelle ottiene l’effetto contrario come quando parla con la vocina da bimba o l’accento finto inglese.Nonostante la pubblicità assillante ha fatto poco più di Santoro,il film sul cinque l’avevano già visto in tanti,dopo l’effetto novità prevedo un grosso calo.



24. sister ramone ha scritto:

8 marzo 2013 alle 19:24

ne ho visto un pezzo e lo vedrò ancora, molto divertente.



25. Emy ha scritto:

8 marzo 2013 alle 21:50

Non c’e che dire!! Programma ben riuscito al di sopra delle mie aspettative!!Pensavo infatti ad uno Star Academy bis!Grande Raffa,stile ed entusiasmo eccezionali!!C’avrà pure 70 anni ma ha una grinta da ventenne!!!Pelù simpatico,grande grinta anche lui e gran senso dell’umorismo.Carina,sorridente,spontanea e divertita (si vede che le piace ciò che fa)Noemi e meno impacciata del previsto!!Cocciante un po’ timido ma anche lui con una gran voglia di mettersi in gioco!!Troiano non pervenuto:pessima la sua mise…sembrava un impiegato del catasto vestitosi al buio!!!



26. Laura ha scritto:

9 marzo 2013 alle 03:14

Visto! mi è piaciuto e aspetto la prossima puntata.
Non credevo ma i giudici mi sono sembrati convincenti tutti e tre. Carrà e Cocciante saranno avanti negli anni ma a guardare i giovani artisti che scalano le classifiche oggi non vedo tutta questa qualità, esperienza e carisma che potessero giustificarne il ruolo di coach, quindi bene per i “tre vecchietti” Carrà, Cocciante e Pelù! Per le ragioni prima citate avevo qualche perplessità su Noemi, ma in fondo lei, tra i vari fuoriusciti dai talent, è quella che può vantare più esperienze e collaborazioni, quindi magari può funzionare bene come coach, aspetto di vedere!
Pecca di questa giuria è forse l’eccessivo buonismo: non è possibile che siano tutti stratosferici, anche quelli che non prendono. Un pò di sana cattiveria ci vuole.
Mi è piaciuto il meccanismo delle audizioni al buio, la media dei cantanti è alta, del resto alle blind audition partecipano solo i migliori selezionati, e lo preferisco: farà anche ridere, ma il fenomeno da baraccone sbattuto in tv come alla Corrida o a Italia’s Got Talent mi intristisce parecchio.
Da eliminare assolutamente i parenti, non se ne sente il bisogno!
Mi associo anche io a chi chiede di spostare il tutto ad un altro giorno, magari al venerdì, serata in cui non c’è davvero nulla!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.