18
gennaio

IL TREDICESIMO APOSTOLO: ANTICIPAZIONI DELLA TERZA PUNTATA

Claudio Gioè in Il Tredicesimo Apostolo

Conclusa in sordina l’ultradecennale avventura di Distretto di Polizia, Pietro Valsecchi e la sua Taodue possono consolarsi con gli ottimi risultati d’ascolto ottenuti da Il Tredicesimo Apostolo. La nuova serie di Canale5, con protagonisti Claudio Gioè e Claudia Pandolfi, ha totalizzato, nel secondo appuntamento andato in onda mercoledì scorso, una media di 6.066.000 spettatori e uno share del 22.85%. Risultati in calo rispetto ai 7.103.000 telespettatori e al 27.21% di share ottenuti al debutto ma comunque più che buoni rispetto alla media delle altre produzioni in onda sulla rete ammiraglia Mediaset.

Complici gli episodi a finale aperto e le atmosfere ricche di suspense, Padre Gabriel e la psicologa Claudia Munari hanno raggruppato da subito un pubblico di fedelissimi, pronti a seguire anche questa sera le nuove misteriose avventure. Nel primo episodio, in un villaggio sperduto, una ragazzina torna dopo dieci anni uguale al giorno in cui scomparve. Il tempo per lei sembra non essere passato ma la sua presenza, invece di essere miracolosa, si accompagna a una serie di morti misteriose che hanno, evidentemente, a che fare col suo ritorno. E’ davvero Rachele? E perché é tornata?

Intanto, mentre Gabriel indaga sul segreto che avvolge il suo ritorno, Claudia decide di raggiungerlo nonostante la sua richiesta di rimanere distanti. E il suo aiuto si rivelerà ancora decisivo per la risoluzione del caso e per i loro destini…Claudia gli confida di avere iniziato a indagare sul suo passato: Gabriel in principio s’infuria, ma comprende, ora più che mai, quanto sia necessario venire a capo di ciò che ha rimosso. E, come a sottolineare questo fatto, a Roma, il maresciallo Marini, che Claudia aveva contattato perché presente la sera in cui morì la madre di Gabriel, perde la vita in modo insolito e inquietante.

Informazioni generali su Il Tredicesimo Apostolo

Trama, foto e personaggi de Il Tredicesimo Apostolo

Nel secondo episodio, la morte del Maresciallo Marini e il ritorno di Muster, che sprona Gabriel a indagare a fondo la natura del suo dono, portano Gabriel alla sofferta decisione di tornare alla villa in cui trascorse la sua infanzia e in cui perse la vita sua madre. Gabriel chiede a Claudia di accompagnarlo in questo difficile percorso, ma lei, sentendosi troppo coinvolta emotivamente, rifiuta. Ha infatti compreso di amarlo e di non potere quindi essere per lui un sostegno lucido e distaccato, pertanto ora è lei a prendere distanza da un amore impossibile e doloroso.

Gabriel pertanto affronterà assieme a Isaia il nuovo caso che gli viene affidato dalla Congregazione: in una cittadina sembrano verificarsi insoliti e inspiegabili incendi, e ogni indizio pare condurre a Nadja, una donna dal passato burrascoso e violento, sopravvissuta indenne alla guerra, fatta eccezione per una piccola macchia rossa sull’iride del suo occhio sinistro. Intanto, per Gabriel arriva il momento di recarsi da solo alla villa di famiglia. Nel frattempo, Demetrio incontra Claudia e la mette al corrente dei danni neurologici riportati da Gabriel dalla sera in cui cadde con sua madre dal tetto della villa: ogni forte emozione rischia di condurre Gabriel alla morte. Quelle parole gelano Claudia, che corre da Gabriel per non lasciarlo solo nel momento della verità.



Articoli che potrebbero interessarti


Nathalie Caldonazzo - Temptation Island Vip
Temptation Island Vip 2019, anticipazioni terza puntata: Nathalie Caldonazzo e Anna Pettinelli chiedono il falò anticipato


Jessica Battistello - Temptation Island 2019
Temptation Island 2019: Nunzia ed Arcangelo faranno pace durante il falò extra?


Lontano da Te - Alessandro Tiberi e Megan Montaner
Lontano da Te: anticipazioni ultima puntata di domenica 30 giugno 2019


Il Silenzio dell'Acqua - Giorgio Pasotti ed Ambra Angiolini
Il Silenzio dell’Acqua: anticipazioni ultima puntata di domenica 24 marzo 2019

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.