19
ottobre

JOVANOTTI SU RAI1 CON QUATTRO PRIME SERATE. PAROLA DI BIBI BALLANDI

Bibi Ballandi

Bibi Ballandi, produttore dei varietà di Rai1

Bibi Ballandi esce finalmente allo scoperto. Il produttore dei più importanti spettacoli per la nostra tv pubblica, colui che è passato indenne praticamente a qualsiasi dirigenza incassando sempre (da 9 anni) un contratto triennale in esclusiva, torna “sulla piazza” con una pacatissima intervista sul settimanale Panorama dopo anni di assoluto silenzio. Se Fiorello tornerà in Rai a distanza di quattro anni, e con lo stesso compenso, il merito è proprio di Bibi. Come il rilancio di Milly Carlucci e Giorgio Panariello nonché il successo di Ballando con le stelle e Ti lascio una canzone, le due creature a cui tiene maggiormente.

Romagnolo di nascita, cattolico convinto, Bibi Ballandi è forse uno dei pochi esterni a dichiarare amore assoluto per la Rai, nonchè per Lorenza Lei “che conosce l’azienda da 20 anni”. Uno che se può evita di lavorare con gli agenti, perché lui già rappresenta un secondo papà per gli artisti, ma con i quali comunque, ammette, c’è stima e rispetto reciproco (fu proprio lui a lanciare Beppe Caschetto in questo campo, segnalandogli una giovane Alessia Marcuzzi, tuttora nella sua scuderia). E se qualcuno gli fa un torto, sai che importa: “Sono cattolico” – dichiara – “quando ricevo uno schiaffo porgo davvero l’altra guancia”.

Un uomo Rai che non lavora in Rai, ma che insieme alla Rai ha condiviso successi e insuccessi. E con la quale si prepara a nuove sfide dopo questa travagliata garanzia autunnale (“bisogna fare e capire costa stia succedendo”), che l’ha visto ancora in prima linea con Antonella Clerici e a breve con Fiorello. Nuove sfide che coinvolgono due personaggi di primo livello, seppur in campi differenti: Jovanotti e Raffaella Carrà.

Del primo è proprio “pazzo”, conosce tutte le canzoni e data la sua capacità di parlare e trascinare il pubblico, un pubblico per giunta molto variegato, sarebbe perfetto per un one man show su Rai1. Il progetto ancora non è andato in porto a causa degli impegni del cantante, ma già se ne è parlato e dovrebbe comunque sbarcare sulla prima rete pubblica con quattro prime serate. Per quanto riguarda la Carrà invece la situazione pare un po’ più complicata. La conduttrice bolognese, ora impegnata nel Gran Concerto su Rai3 come autrice, “è ambita dai pubblicitari” ma, dichiara sempre Ballandi, “non ho ancora capito cosa vuole fare”.

Un pensiero va anche alla concorrenza: Geppi Cucciari e Victoria Cabello sono i talenti emergenti mentre MasterChef il programma più innovativo. “Faccio i complimenti a Giorgio Gori che lo produce”.

Un’uscita a sorpresa, quella di Ballandi sulla stampa, che conferma in sostanza, di essere non solo un grande produttore ma anche un gran signore.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Fiorello
Fiorello: «Ricomincio le trattative con la Rai. Notizie false dal gruppo Gedi, che fa capo al PD» (ma è il suo editore in radio)


Fiorello
Fiorello graffia sul ritorno in Rai: «17 mila euro ogni due minuti? Ne voglio almeno il doppio!»


Fiorello
Fiorello in Rai. Lo showman tratta per web, radio e tv (al posto di Fazio)


Fiorello - Raffaella Carra'
A Raccontare Comincia Tu: Raffaella Carrà debutta su Rai3 con Fiorello – Promo

12 Commenti dei lettori »

1. ANTONIO1972 ha scritto:

19 ottobre 2011 alle 12:50

pare che in rai abbiano capito allora che la loro strada per il varietà non passa per programmini come i raccomandati o me lo dicono tutti,ma attraverso questi show evento. certo,il rischio c’è,visto che jovanotti non è esattamente nel target di raiuno,come un gianni morandi,ma sotto il punto di vista di ciò che dovrebbe offrire una tv pubblica,mi pare molto in linea



2. amelia ha scritto:

19 ottobre 2011 alle 13:11

wow, divertente jovanotti in prima serata sulla rai,immagino si farà in primavera,che bello se si realizzerà,ho sempre sperato in un suo 1 man show e i tempi sono maturi x farglielo fare.



3. luke ha scritto:

19 ottobre 2011 alle 13:45

Ci manca soltanto che Jovanotti diventi conduttore!



4. WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto:

19 ottobre 2011 alle 13:48

io mi accontenterei di rivedere super raffa anche solo a carramba.
Il progetto con jovanotti sembra interessante ma ovviamente se andrà in onda, lo farà con l’uscita dell’album nuovo. quindi suppongo tra un anno esatto.



5. Nina ha scritto:

19 ottobre 2011 alle 14:31

Sai che divertimento con Jovanotti.



6. shameboy ha scritto:

19 ottobre 2011 alle 14:36

Vogliamo super Raffa altro che Jovanotti.



7. pippo ha scritto:

19 ottobre 2011 alle 15:02

jovanotti è un po’ troppo giovane per il target di rai1. se è andato male renato zero sui rai1 con il suo one man show, figuriamoci cherubini. non è stato molto gentile con la carrà, l’attuale dirigenza rai e lo stesso ballandi, hanno dimostrato di non meritarsi la storia della televisione italiana (altro che la definizione di facchinetti verso un giurato prima di star academy): raffaella carrà. meno male che c’è io canto che la invita ogni anno in giuria.



8. boop ha scritto:

19 ottobre 2011 alle 15:06

Due parole: THE-VOICE!



9. PeregoLibri ha scritto:

19 ottobre 2011 alle 16:02

Uno show tutto di Jovanotti? Non mi sembra male come idea, ma non so quanto possa attirare il pubblico di Rai 1. A livello di target lo vedrei meglio su Rai 2, ma non è detto che non possa andare bene anche sul primo canale. Chissà… invece la Carrà potrebbe tornare anche subito, e penso che un programma “inedito” per lei potrebbe essere comunque un’ottima idea.



10. Katya ha scritto:

19 ottobre 2011 alle 16:35

Speriamo che torni la Carrà. Ma fino che non vedo….



11. enzo ha scritto:

19 ottobre 2011 alle 17:22

Raffaella Carrà e Jovanotti insieme! (senza japino…)



12. Nicolò D'Agostino ha scritto:

21 ottobre 2011 alle 20:30

In un momento di crisi così profonda, in cui anche il Presidente del Consiglio dice che non ci sono soldi (figuriamoci gli italiani), la RAI, che chiuderà il bilancio di fine anno con 350 milioni di euro di debiti e che rischia di non poter pagare le tredicesime ai dipendenti, per 4 serate di lunedì con Fiorello, prende 11,9 milioni di euro e li butta dalla finestra ? Ma che facciamo, scherziamo !?! Invece di dare 5,6 milioni a Ballandi, un paio di milioni per costi esterni ed il rimanente, forse, a Fiorello, prende i 5 milioni di euro previsti di introiti per pubblicità, chiama gli attori in gioco e gli dice: signori dobbiamo fare le trasmissioni con i soli fondi della pubblicità perché la RAI ha solo debiti da darvi. Se ci stanno, ci stanno, se non ci stanno, si manda tutto a gambe all’aria. Così abbiamo risparmiato, per differenza, 6,9 milioni di euro e così “vissero tutti felici ed in parte scontenti”.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.