6
aprile

LE IENE: GIULIO GOLIA SI FINGE UN IMMIGRATO TUNISINO E RISCHIA UNA FUCILATA

Immigrati in fuga dal centro di Manduria

Non è certo la prima volta che le Iene si cacciano nei guai ma Giulio Golia questa volta se l’è vista davvero brutta. L’emergenza immigrati è un tema caldo e attuale, e per raccontare in presa diretta la vita di migliaia di clandestini che da gennaio stanno affollando i centri di accoglienza del Sud Italia, l’inviato delle Iene si è finto un profugo tunisino. Come tanti altri immigrati veri in fuga dai centri di raccolta, Giulio Golia ha iniziato il viaggio della speranza verso nord partendo da Manduria, in Puglia, e proseguendo a piedi con pochi mezzi di fortuna.

Il servizio trasmesso nella puntata di questa sera testimonia le diverse reazioni della popolazione davanti al dramma dell’immigrazione. Tanti abitanti del posto gli offrono aiuto e solidarietà, fornendo cibo, acqua e qualche spicciolo. Quello che basta per tirare fino alla tappa successiva. Non tutti però si comportano allo stesso modo e Golia ha avuto modo di vivere in prima persona cosa può accadere quando la situazione degenera.

L’inviato di Italia 1 si è avvicinato ad una casa chiedendo un bicchiere d’acqua. L’ospitalità non è una dote di tutti: il proprietario l’ha accolto a suon di fucilate. Golia è riuscito a fuggire senza essere colpito mentre l’uomo stava ancora armando il fucile. Se a Golia è andata bene in fin dei conti, il suo attentatore potrebbe non essere l’unico in circolazione che pensa sia meglio farsi giustizia da soli.

Al centro della puntata delle Iene oltre all’emergenza immigrati, anche il fenomeno dilagante della prostituzione minorile. Molti clienti non si preoccupano di dover andare a letto con un’adolescente se non per i rischi legali a cui vanno incontro. Infine la iena Marco Furbini mostra i retroscena di Facebook, il social network completamente gratuito che vale un miliardo di dollari.



Articoli che potrebbero interessarti


Le Iene, Giuseppe Conte e Giulio Golia
Le Iene, il premier Conte spiazza l’inviato: «Stasera sono io l’intervistatore» – Video


le iene - conduttori del martedì
LE IENE PRESENTANO LE IENE AL MARTEDI. STASERA SERVIZIO SU BENIGNI E TORNA LA BRIGLIADORI


Le Iene Trip - Italia 2
LE IENE TRIP: SU ITALIA 2 I SERVIZI CULT E I PERSONAGGI PIU’ IRRIVERENTI DEI QUINDICI ANNI DELLE IENE


roma fontana di trevi
LE IENE SMASCHERANO I LADRI DI MONETINE DELLA FONTANA DI TREVI: GETTATO IN ACQUA L’INVIATO FILIPPO ROMA.

4 Commenti dei lettori »

1. FDv88 ha scritto:

6 aprile 2011 alle 23:38

Certo che mettersi a sparare perchè uno chiede un bicchiere d’acqua…dio mio come siamo ridotti!!!!!!!!!



2. mcooo ha scritto:

7 aprile 2011 alle 01:18

E’ stato un servizio OTTIMO…
un velo pietoso per quanto riguarda il “signore” col fucile.



3. michele86 ha scritto:

7 aprile 2011 alle 08:07

Spero ch quell’uomo col fucile venga indagato per tentato omicio, VERGOGNAAAA



4. claudia ha scritto:

7 aprile 2011 alle 11:47

Mi ha davvero commossa la comprensione, la solidarietà della maggior parte degli abitanti di Manduria… questa è l’Italia che mi rende orgogliosa di essere italiana! No comment sull’uomo armato, mi auguro che parta una denuncia… E quello che mi ferisce maggiormente è scoprire che quello non è un singolo pazzo, ma che esiste un nutrito gruppo di persone che gioiscono alla notizia del naufragio di un barcone di immigrati (ieri, 250 dispersi/morti)… Un amico mi ha segnalato il profilo Facebook di “Italia Fascista”, mi chiedo come possano permettere tutto questo.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.