20
maggio

CUORE A SINISTRA, PORTAFOGLI A DESTRA: TUTTI CONTRO SANTORO.

Che Michele Santoro - nonostante il cognome - non fosse un santo lo sapevamo tutti, ma che dimostrasse l’interesse “pubblico” con una buonuscita “personale” da mamma Rai di svariati milioni di euro, questo ci era del tutto oscuro.

Vi avevamo lasciato ieri con alcune anticipazioni circa il futuro di Santoro che, uscirà dalla porta principale della Rai, per rientrare dalla porta di servizio, idealmente rappresentata dalla terza rete nazionale. I partiti politici, anche quelli filo-santoriani, ma soprattutto il web, si sono scagliati prepotentemente contro il giornalista. E sulla carta stampata non solo i quotidiani berlusconiani. La Velina Rossa ad esempio, agenzia d’informazione vicina al PD, lo ha attaccato così: “Cosa racconteranno i vari Santoro nelle ultime puntate della trasmissione a un pubblico che credeva in loro e che forse li aveva presi per gli ultimi idealisti della politica? E la Rai spende per fare un favore al premier?”. L’UDC ha parlato di “violazione del portafoglio dei contribuenti” e Santoro si è difeso esclamando: Ho agito come sempre nell’interesse del pubblico. Nonostante la stima reciproca mai nascosta tra l’ex pm di Mani Pulite e l’ex euro-parlamentare, anche L’Italia dei valori ha espresso la propria delusione nei confronti di un comportamento irriguardoso.

Il suo braccio destro, Marco Travaglio invece, come un fedele Sancio Panza, non ha abbandonato il Don Chisciotte della politica italiana, dichiarando: “Non sono arrabiato con Michele. Non sono sua moglie, non devo sapere tutto sulla sua vita”. Della serie “ognuno è artefice del proprio destino ed è libero di fare le scelte che reputa più idonee per sé e per la sua vita”. I fan su Facebook sono amareggiati: “Ha tradito”, “Non ha fatto bene”. Ma avrà fatto bene a mettere in discussione la sua reputazione in cambio di denaro pubblico e per lo sfizio di produrre documentari? E intanto sempre oggi si discuterà circa il futuro di Paolo Ruffini, spostato momentaneamente a Rai Educational e in procinto di essere reintegrato a capo della sua Raitre. Chissà se il “nuovo” direttore sarà felice di trovare nella sua squadra l’irrequieto Michele Santoro. Staremo a vedere.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Michele Santoro
MICHELE SANTORO: LA RAI DI RENZI E CAMPO DALL’ORTO HA CHIUSO IL DIALOGO CON ME. E’ PEGGIO PER CERTI VERSI DI QUANDO C’ERA BERLUSCONI


Carlo Freccero, Michele Santoro
CARLO FRECCERO VORREBBE SANTORO IN RAI. E SE IL TELESOGNO SI AVVERASSE?


lilli gruber
LA7 LIBERA I BIG VERSO LA RAI?


Mauro Masi
MAURO MASI: SANTORO DG RAI? MANDASSE IL SUO CURRICULUM COSI’ CI FACCIAMO QUATTRO RISATE

18 Commenti dei lettori »

1. ANGELO ha scritto:

20 maggio 2010 alle 15:03

MA I “COMUNISTI” NON DIVIDONO TUTTO IN PARTI UGUALI?



2. sepese ha scritto:

20 maggio 2010 alle 15:29

Tutti si scandalizzano perchè Santoro ha accettato quella cifra ( e posso essere d’accordo con loro), ma come mai nessuno si scandalizza perchè a Santoro questi soldi sono stati offerti?Come mai non fa scandalo affatto che si arrivi a pagare un giornalista milioni di euro afinchè NON VADA più in onda?Questo per voi è normale?Per me proprio no.



3. Davide Maggio ha scritto:

20 maggio 2010 alle 15:32

@ sepese: beh, non ribaltiamo la frittata pero’ :D



4. ANGELO ha scritto:

20 maggio 2010 alle 15:38

BRAVO DAVIDE, EH



5. sepese ha scritto:

20 maggio 2010 alle 15:51

@ Davide
non ribalto la frittata,una cosa non esclude l’altra.(tra l’altro vorrei premettere che non ho mai digerito Santoro).
Quindi, premettendo che a Santoro va tutto il mio biasimo (considerando anche che non è la prima volta che si lascia tentare dai soldi), per te è giusto è normale che si paghi così tanto un giornalista affinchè si tolga di mezzo?un giornalista che tra l’altro conduce una trasmissione con ascolti eccellenti?Dimmi, secondo te è giusto?



6. sepese ha scritto:

20 maggio 2010 alle 15:59

Tra l’altro politicamente è anche una mossa stupida: dieci a zero che Santoro in meno di un anno ce lo ritroviamo su Sky, dove avrà piena libertà di mandare in onda ciò che vuole e di invitare chi vuole, anche i personaggi più invisi,considerando l’odio che divide per motivi economici Murdoch da Berlusconi. Quindi Santoro avrà la possibilità di lanciare bordate in totale anarchia,e in più con i milioni di euro in tasca. Che bella Italia



7. Pape Satan ha scritto:

20 maggio 2010 alle 16:22

Ma scusate, da quando
quelli di sinistra
rifiutano i soldi

Mah

basisco



8. fragolina ha scritto:

20 maggio 2010 alle 16:31

sono daccordo con sepese e trovo scandaloso che si paghi (tra l’altro una rete “pubblica”) così tanto una persona/giornalista proprio per farlo smettere di mostrare “l’altra faccia” del governo e del Paese,ma è ancora più deludente che Santoro abbia accettato la proposta….fossero persone “bisognose” che a fatica arrivano a fine mese avrei pensato che i giochi di potere hanno vinto sulle debolezze umane,ma persone/personaggi che guadagnano in poco tempo quanto la retribuzione annua di molte persone oggi,sinceramente trovo deprimente l’aver ceduto i propri ideali per intascare tanti ma tanti soldini….che amarezza…..



9. Davide Maggio ha scritto:

20 maggio 2010 alle 17:16

@ fragolina: la vera amarezza – se le cose stessero come dici tu – e’ che di fronte ai soldi non si riesca a dire di NO. Soprattutto quando ti lagni dalla mattina alla sera che non ti fanno lavorare. Quindi… non facciamo gli ipocriti.

@ sepese: appunto!



10. fragolina ha scritto:

20 maggio 2010 alle 17:32

Davide infatti è quello che ho detto!L’amarezza sta proprio in questo,cioè il non saper dire di no di fronte ai soldi e il fatto che lo facciano persone che di soldi non hanno assoltamente un bisogno “estremo”(per capirci,come già detto arrivano tranquillamente alla fine del mese) è ancora più deprimente.Santoro l’ho sempre stimato come professionista e sono stata spesso dalla sua parte,ma oggi mi ha un pò delusa..



11. Pape Satan ha scritto:

20 maggio 2010 alle 19:48

Qui mi sa
che davvero qualcuno è convinto che San Toro
è una specie di Che Guevara de noantri

a lui di cambiare l’Itaglia
non importa assolutamente NULLA.

Alla fine del mese c’arriva, eccome!
E gli altri? S’arrangino.

Ti danno soldi? Li prendi e amen.
Lo farebbe chiunque.
(Voglio proprio vedere chi non lo farebbe)

Piuttosto chiediamoci perchè la Rai (mica telecannuccia)
sta, di fatto, pagando Santoro
perchè la smetta con Annozero.

Un po’ come se Mediaset pagasse Bonolis
per non fare “Ciao Darwin”
(“fai troppo successo, via, via, prendi i soldi e scappa”)

Stiamo diventando la Repubblica del Cile,
ma a noi interessa
dove sta il portafoglio e dove sta il cuore
del giornalista di turno

machissene…



12. lauretta ha scritto:

20 maggio 2010 alle 20:13

tutto ha un prezzo é questo il punto! E non esiste ne fede politica, ne ideale che tenga…e soprattutto Santoro è sempre stato il primo ad approfittarne!!



13. SaraLurker ha scritto:

20 maggio 2010 alle 23:59

Io sono più basita di Pape:

mi offrono fior di soldi per cessare un rapporto di lavoro e non li devo accettare?

Quello fa il suo lavoro mica va lì gratis per l’onor di patria.

Stiamo parlando di tv, di dipendenti della tv.

Chi pensate che sia Santoro? Uno che lavora per la gloria?
Intasca i suoi soldi come chiunque altro.

Invece c’è proprio da chiedersi perchè la Rai sia disposta non solo a pagare tutti quei soldi per liberarsi di lui, ma soprattutto perchè voglia chiudere uno dei programmi che produce più ascolti su rai2.
Questa è follia.
Qui dimentichiamo il concetto che per essere un paese democratico deve esserci spazio per tutte le parti. Altrimenti una voce sola, di qualunque partito sia, perde del tutto di veridicità.

Poi vorrei gentilmente riflettere sulla parola “comunista”.

Ma qualcuno si è accorto che in questo paese i comunisti non esistono più da qualche decennio???
Io non so voi, ma l’ultimo comunista di cui ho menzione è Berlinguer.

Ogni volta che qualcuno dice qualcosa contro la parte politica che ci governa adesso automaticamente è uno sporco comunista.

Io non sono comunista, detesto questo governo e la maggioranza. Mi piace Fini ma non sono di destra.
E quindi?
Esistessero ancora quei piccoli partiti liberali che hanno tanto voluto far scomparire, forse potrei identificarmi con loro.
Qui si cerca di dare un voto alle persone perchè ormai la fede politica in italia non esiste più.

Qualche giorno fa il nostro presidente del consiglio ha detto che nel nostro paese c’è troppa libertà di stampa. (e come disse celentano a suo tempo siamo veramente bassi nella classifica della libertà di parola).
Io comincerei ad aver paura di quello che succede in questo paese.

Evidentemente non solo la storia non insegna nulla, ma quello che succede nei paesi sudamericani evidentemente vi sembra solo fiction.



14. Pape Satan ha scritto:

21 maggio 2010 alle 00:50

Saralurker

Ci sarebbe Bertinotti tra gli ultimi comunisti (famosi)

Ma Fini sta rimontando alla grande.
Roba che quello degli Inti Illimani

pare Almirante.



15. fragolina ha scritto:

21 maggio 2010 alle 02:40

SaraLurker e Pape Satan anch’io ho pensato questo e vi condivido in tutto,la mia delusione verso Santoro è dettata dal fatto che si ok ti offrono i soldi e che fai sei scemo a non prenderli?!?!ma più che altro perchè il suo ruolo era fondamentale,cioè non è solo un giornalista,ma una voce importante e autorevole “dell’altra” informazione,quello che ti permette di vedere le cose per come sono o cmq sotto un’altra prospettiva,che almeno crea dibattito,discussione,analisi e ben lontana da quelle favolette tanto care ai vari “adepti” sparsi nelle reti tv e comunicate a reti unificate.Se va a Sky ed è più libero di parlare a me non importa,perchè per quanto io posso continuare a sentirlo,ma la maggior parte, che per vari motivi non ha il satellitare, non può e quindi già questo è un grande fallimento,perchè sono proprio queste persone che vanno avanti vivendo in una realtà ovattata e servita a uso e consumo solo dei potenti.Quindi per me Santoro doveva continuare a lottare,a dare “fastidio” e per usare una sua citazione “a continuare a farla fuori dal vaso” perchè solo così permetteva di dare voce a tutti quelli che vorrebbero dire tutte queste cose ,ma che neanche in radio le trasmetterebbero mai (arrivati a questo punto…)Quindi assurdo l’atteggiamento rai,che è comunque dettato dalla abominevole manipolazione dell’informazione,ma amarezza anche per Santoro perchè avrei voluto non cedesse mai (che poi perchè?!?Per soldi?!?) e continuasse a “lottare” per un’informazione libera almeno quei tanti(pochi per la questura!!!) che seguivano Annozero avrebbero avuto un motivo serio per pagare il canone rai.



16. Pape Satan ha scritto:

21 maggio 2010 alle 11:17

fragolina

Abbiamo quello che meritiamo

Dopo aver sentito per anni
parlare di
programma vergognoso mandato in onda coi soldi di tutti
(falso, si autofinanzia)

Come se tutti avessimo dimenticato
un dirigente rai dire:”fosse per me non andrebbe in onda”

oggi infatti, i soldi di tutti
sono stati investiti per far tacere voci scomode
e quindi per beghe altrui

a destra e a sinistra, eh…

Vabbè ma la colpa è di Santoro, si sa.



17. lillina ha scritto:

21 maggio 2010 alle 14:43

Ecco là un mito, un vessillo, un portabandiera di idee di uguaglianza, coerenza, chiarezza, pulizia ecc. ecc. che se ne va nell’interesse del pubblico dice lui, nell’interesse del suo privato dico io, dopo tanti predicozzi i rimbambimenti teorici eccoci nella pratica realtà di un megacompensone e ti saluto e ciao!!! Meditate gente meditate….



18. SaraLurker ha scritto:

22 maggio 2010 alle 00:57

@lillina: ma scusa che dovrebbe fare santoro?
andarsene senza prendere i soldi?
restare a tutti i costi se lo licenziano?

che cosa pretendete alla fine?

intanto fino a ieri sera non aveva firmato l’accordo…..



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.