6
aprile

GREY’S ANATOMY AL MATTINO DI ITALIA1. MA CHE FINE HANNO FATTO UGLY BETTY, DEXTER, HEROES?

Hanno appassionato milioni di telespettatori in tutto il mondo. Hanno scritto la storia della serialità televisiva. Eppure Mediaset ha scelto, da qualche mese, per le prime stagioni di Friends ed Er Medici in prima linea collocazioni di palinsesto penalizzanti  relegandole, per la gioia di pochi, alle 8.40 del mattino su Italia1 e alle 12 su Rete4. Non paghi di ciò, sta per subire lo stesso trattamento Grey’s Anatomy: le storie e gli amori di Meredith Grey tra le corsie del Seattle Grace Hospital, ritornano, infatti, dalla prima stagione, sulla rete giovane del gruppo di Cologno alle 10.30 di questa mattina, martedì 6 aprile, per sostituire Polpette e Jekyll non presenti più in palinsesto.

Una scelta che potrà far felici i (pochi) telespettatori del mattino ma che, a nostro avviso, sottovaluta le potenzialità di un telefilm che, malgrado i numerosi passaggi satellitari e digitali, avrebbe potuto fare bene in slot più prestigiosi. La riproposizione di Grey’s Anatomy costringe Rete 4, tra l’altro, a sospendere, a pochi episodi dalla fine, la seconda serie del sopraccitato ER. Al posto delle avventure del Pronto soccorso più famoso troveremo così le repliche di Distretto di Polizia, con la speranza che lo share sia superiore al 5% registrato dal medical targato NBC. Un risultato, quello di ER, che potrebbe sembrare negativo ma che racchiude una singolarità.

Il medical drama, infatti, è uno dei pochi programmi della terza rete del Biscione in cui la percentuale degli over 55 all’ascolto è inferiore a quella dei giovani. D’altronde è bene rammentare che la serie con George Clooney era partita in seconda serata, lo scorso autunno su Italia 1, registrando ottimi ascolti, pari o superiori al Chiambretti Night. Ascolti positivi che non ne hanno impedito la mortificazione nella mattinata da nano share di Rete4 con il pubblico costretto a vedere scene di sangue, amputazioni d’urgenza ed interventi a cuore aperto ad ora di pranzo.

I bistrattamenti delle serie storiche non rappresentano un caso isolato, sulle “follie telefilmiche” in casa Mediaset si potrebbero consumare fiumi d’inchiostro. Ad esempio ci si potrebbe chiedere che fine abbiano fatto  telefilm cult come Ugly Betty, Dexter, Heroes letteralmente spariti dai palinsesti di Italia1. Ma questa è un’altra storia, per la gioia di Sky e di Mediaset Premium, of course.



Articoli che potrebbero interessarti


Serata Medical Italia1 (Dr. House e Grey's Anatomy)
SERATA MEDICAL: DR. HOUSE RITORNA SU ITALIA1 E FA FUORI IL DOTTOR CLOONEY


Grey's Anatomy  mattina Italia1
LA ‘TRAVAGLIATA’ MATTINA DI ITALIA1: FUORI I FACTUAL, TORNANO UNA MAMMA PER AMICA E GREY’S ANATOMY


friends
Friends with money


Sarah-Paulson
Serie tv news: Il Trono di Spade 7, True Detective, Lucifer, Feud, The Knick, Bones e Grey’s Anatomy

4 Commenti dei lettori »

1. marco82 ha scritto:

6 aprile 2010 alle 11:18

tanto heroes ormai i fan la serie la seguono su internet



2. Playrom ha scritto:

6 aprile 2010 alle 12:22

correggo marco82

tanto ormai I TELEFILM i fan li seguono via internet…tranne quelli che hanno sky che hanno FOX che è il miglior canale italiano per quanto riguarda la tv made in amercia…lost il giorno dopo la trasmissione americana sinceramente deve essere bellissimo poterlo godere legalemten….



3. Mattia Buonocore ha scritto:

6 aprile 2010 alle 13:53

@Playrom, marco 82 ma secondo voi sono cose tollerabili, e chi non ha internet (o se la guardia di finanza fa indagini :D) o sky?



4. Elena ha scritto:

6 aprile 2010 alle 19:54

Sono contenta che alla mattina sia tornato Friends. Ricordo che l’anno scorso Italia 1 aveva riproposto Friends alle ore 11:45 facendolo sparire dopo solo una ventina di episodi per sostituirlo con “Più forte ragazzi” altro telefilm super replicato.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.