George Clooney



21
maggio

Catch 22: George Clooney dirige (ed interpreta) una serie tv ambientata nell’Italia della Seconda Guerra Mondiale

Catch 22 - George Clooney

Catch 22 - George Clooney

Stasera alle 21.15 arriva su Sky Atlantic una nuova serie tv ambientata e girata nel nostro paese: si intitola Catch 22 e porterà il pubblico indietro nel tempo, durante la Seconda Guerra Mondiale, per raccontare i paradossi della guerra e la storia di un giovane aviatore, disposto a fingersi malato di mente pur di non dover più rischiare la vita.




23
maggio

Catch 22: la nuova serie di George Clooney parla italiano. Nel cast Giancarlo Giannini

George Clooney

Parla italiano Catch 22. La nuova produzione internazionale di Sky sarà ambientata anche nel Belpaese e potrà contare su un attore di spicco del panorama nostrano. Nel cast, infatti, c’è Giancarlo Giannini che interpreterà Marcello, proprietario di una casa d’appuntamenti, uomo un tempo molto bello e ancora decisamente piacente, sebbene con qualche anno in più. La serie in sei episodi è basata sull’omonimo romanzo antimilitarista del 1961 scritto da Joseph Heller (noto in Italia con il titolo di Comma 22), uno dei classici della letteratura americana del XX secolo e vero e proprio romanzo di formazione.


3
dicembre

DM LIVE24: 3 DICEMBRE 2014. L’ISOLA DEI FAMOSI ALLO STUDIO 20 DI COLOGNO CON LA REGIA DI CENCI, PRIMO CIAK PER CLOONEY IN DOWNTON ABBEY

Isola dei Famosi 10 - Canale 5

Isola dei Famosi 10 - Canale 5

Isola allo studio 20 di Cologno Monzese

Qualcuno pensava che la conduzione potesse determinare uno spostamento della produzione a Roma. Invece no, l’Isola dei Famosi rimarrà a Milano ed è già in allestimento lo studio scelto per la decima edizione del reality: il 20 di Cologno Monzese. Scelto anche il regista: Roberto Cenci.

Donwton Abbey: primo ciak per George Clooney

Downton Abbey: primo ciak di George Clooney sul set della serie in onda su Retequattro, in prima tv assoluta, da giovedì 11 dicembre, in prima serata.

Dopo l’arrivo di Shirley MacLaine e la partecipazione di Paul Giamatti tocca a Clooney, in occasione dello speciale natalizio in onda in Gran Bretagna il prossimo 25 dicembre, arricchire il cast della pluripremiata serie inglese.

La 4° stagione, inedita per l’Italia, della serie ideata dal Premio Oscar Julian Fellowes, con i nuovi episodi entra negli Anni ’20: la Guerra è finita e arrivano il jazz, le auto per tutti e il cinema sonoro. Ad Highclere Castle giungeranno anche altri personaggi:





16
settembre

DOWNTON ABBEY 5: GEORGE CLOONEY PRESENTE IN UN CAMEO

George Clooney

E’ ufficiale. George Clooney apparirà in un cameo nello speciale natalizio della quinta attesissima stagione di Downton Abbey, al via in Gran Bretagna da domenica 21 settembre sul network ITV. La produzione della serie non ha però voluto svelare dettagli sul personaggio interpretato dall’attore di Hollywood, limitandosi a dichiarare che l’intero compenso di Clooney sarà devoluto a Text Santa, la campagna di raccolta fondi di ITV legata a sei associazioni umanitarie inglesi.

Le trattative sarebbero avvenute in segreto, e tutti i membri del cast e della troupe avrebbero giurato la massima segretezza. Tutti o quasi, visto che il The Guardian, ha annunciato che George, grande fan della serie britannica, nonchè amico di Hugh Bonneville, protagonista di Downton Abbey nel ruolo di Robert Crawley, dovrebbe interpretare la parte di un americano giunto in Inghilterra come invitato a un matrimonio, per poi diventare amico del patriarca di casa Crawley.

La partecipazione di Clooney, presto sposo a Venezia, rappresenta un nuovo “sbarco” hollywoodiano in quel di Downton, dopo l’arrivo di Shirley MacLaine nel cast della terza stagione, e la partecipazione speciale di Paul Giamatti nel quarto capitolo della saga, la cui messa in onda in Italia è prevista per dicembre sempre su Rete4. Il Premio Oscar Julian Fellowes, autore della serie-fenomeno – ospite al Festival della letteratura di Mantova – ha presentato così la quarta stagione:

“È la stagione che segna la fine dell’inizio. Siamo nel pieno degli Anni ‘20: cambiano i desideri dei giovani, cambia la musica, arrivano i film, le auto, i trasporti… anche se non sarà tutto rose e fiori, soprattutto downstairs”

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


12
febbraio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (3-9/02/2014). PROMOSSO IL BOSS DELLE CERIMONIE, BOCCIATI I RUMORS SUL DAYTIME RAI E I SEGRETI DI BORGO LARICI

george clooney che tempo che fa

Che tempo che fa

9 a Jay Leno. In Italia non è conosciuto quanto l’ormai ex rivale Letterman, ma al di là dell’Oceano è una vera e propria istituzione. Dopo oltre 20 anni, Leno ha detto (forzatamente) addio al suo Tonight Show chiudendo un lungo capitolo di storia della tv a stelle e strisce.

8 a Il Boss delle Cerimonie. Real Time dice arrivederci alla saga di Don Antonio Polese che ha registrato picchi d’ascolto record, superiori al 4% di share, attirando un vespaio di polemiche. Ci sono i campani delusi che non si riconoscono nelle appariscenti usanze dei propri concittadini e si affrettano a prenderne le distanze e c’è chi invece critica in toto il programma. In realtà Il Boss delle Cerimonie è un semplice racconto di quel che spesso accade a Napoli e dintorni, quando c’è di mezzo una festa, e non ha la pretesa di rappresentare l’intera popolazione vesuviana. I detrattori napoletani dovrebbero guardarsi intorno e prendersi meno sul serio, anche perché tra tutte le etichette negative affibbiate ai partenopei questa è  la più innocua.

7 al breve ma “intenso” siparietto Luciana Littizzetto – George Clooney, andato in scena domenica a Che Tempo Che Fa. Li avremmo visti bene all’Ariston.

6 all’intervista che Andrea Vianello ha rilasciato al Fatto Quotidiano. Il direttore rivendica le sue sperimentazioni, anche quelle andate male. Del resto, solo chi osa si becca le critiche. Tuttavia – se la memoria non ci inganna – nessuna “innovazione” portata avanti finora ha pagato in termini d’ascolti (nemmeno Sconosciuti e Gazebo di cui si dice fiero).





9
febbraio

DMLIVE24: 9 FEBBRAIO 2014. CARLO CONTI PAPA’ – CLOONEY, DAMON E DUJARDIN A CHE TEMPO CHE FA

Clooney - Damon - Monuments

Clooney - Damon - Monuments Man

Il DM Live 24 è un post pubblicato ogni giorno (a mezzanotte circa) nel quale, tramite i commenti, vengono raccolte in tempo reale le segnalazioni degli utenti su qualunque programma in onda e, più in generale, in relazione a qualsivoglia notizia televisivamente rilevante. I più interessanti verranno pubblicati nel DM Live 24 del giorno successivo.

Carlo Conti è diventato papà

Principessa_Vespa ha scritto alle 12:55

Firenze, 8 febbraio 2014 – Carlo Conti e la moglie Francesca Vaccaro sono diventati genitori. Fiocco azzurro in casa Conti: è nato il piccolo Matteo, alla clinica Villa Donatello a Firenze. Grande gioia per la famiglia e per i tantissimi fan del presentatore televisivo. Che conta estimatori anche tra i nostri lettori. La mamma e il piccolo godono di ottima salute. Il conduttore tra l’altro de “I Migliori anni” e “Tale e quale show” apre dunque con la moglie una nuova bellissima pagina della sua vita. (Fonte: La Nazione)

Clooney, Damon e Dujardin a Che Tempo Che Fa

Puntata speciale di Che tempo che fa che ospita tre premi Oscar, tre stelle di prima grandezza del cinema mondiale: George Clooney, Matt Damon e Jean Dujardin; Clooney è per la quinta volta dietro la macchina da presa con Monuments Man, presentato  alla 64° edizione del Festival del Cinema di Berlino, nelle sale dal 13 febbraio, di cui è sceneggiatore e interprete con Matt Damon e Jean Dujardin, Premio Oscar 2012 come Miglior attore protagonista in The Artist di Michel Hazanavicius.

Lo storico dell’arte, Flavio Caroli introduce l’argomento del film incentrato sulla storia di quel gruppo di militari statunitensi che, negli ultimi mesi della II Guerra Mondiale, tentarono di salvare migliaia di opere d’arte dalla furia nazista.


25
giugno

DMLIVE24: 25 GIUGNO 2013. LA VILLA DI CLOONEY ‘PROTETTA’, LOREDANA ERRORE NON INVITATA AL MUSIC SUMMER FESTIVAL

Loredana Errore

Loredana Errore

>>> Dal Diario di ieri…

  • Villa di Clooney protetta!

pollon87 ha scritto alle 16:04

Ore 16.00 su Canale5 – ricordate la villa di Clooney in Italia sul Lago di Como? La D’Urso annuncia che è vietato sostare davanti a quella villa perchè l’amministrazione comunale non vuole che sia lesa la privacy del celebre attore: dal punto di vista formale si tratta di una ordinanza comunale per tutelare l’ordine pubblico, ovvero per evitare la ressa davanti a quella villa. L’inviata sul posto (Ilaria Dalle Palle) si muove continuamente perchè non può stare ferma: la D’Urso quindi le chiede se Clonney è in casa, l’inviata risponde di sì perche secondo gli abitanti del paese quando ci sono le tende abbassate vuol dire che l’attore è presente. A questo punto l’inviata legge il testo dell’ordinanza comunale e la D’Urso provoca le risate del pubblico dicendo “la multa di 1033 euro te la paghi tu se non ti sposti da lì”, quindi l’inviata scappa via.

  • Loredana Errore non invitata al Music Summer Festival

Alessandro ha scritto alle 17:18


17
giugno

DMLIVE24: 17 GIUGNO 2013. NIGELLA LAWSON ‘STRANGOLATA’, MEGATRASLOCHI SU DMAX, OMAGGIO A CLOONEY SU IRIS

Nigella Lawson e Charles Saatchi (Sunday People)

Nigella Lawson e Charles Saatchi (Sunday People)

>>> Dal Diario di ieri…

  • Nigella Lawson ’strangolata’

tinina ha scritto alle 16:38

LONDRA – In Italia il nome di Nigella Lawson è associato all’omonima trasmissione sul canale Real Time. La chef, popolare conduttrice inglese, è finita sulla copertina del Sunday People, ma stavolta pentole e fornelli non c’entrano. Nella foto Nigella ha una mano stretta al collo e il volto contratto in una smorfia di paura. A stringere la morsa è il marito, Charles Saatchi. La scena della lite, avvenuta in pubblico in un ristorante all’aperto di Londra, è stata catturata da un fotografo che ha immortalato l’intera sequenza. Alla fine Nigella, che è sposata da 12 anni con Charles, si è allontanata in lacrime.
Intanto sul web scoppia la protesta: perché nessuno è intervenuto a fermare la violenza? (Fonte Leggo.it)

  • Megastraslochi su Dmax

Dal 17 giugno, dal lunedì al venerdì alle 18:40 su DMAX (Canale 52 digitale terrestre e canale 28 di TivùSat) arriva un team di traslocatori fenomenali con la nuova serie  “MEGATRASLOCHI”. Spostare case, navi, treni e persino intere città attraversando terra e mare è il loro mestiere: il coraggioso gruppo di traslocatori in ogni puntata riceve un delicato compito da portare a termine. Dopo aver valutato, attraverso immagini realizzate grazie alla computer grafica, i possibili ostacoli nello spostamento delle strutture, il team sceglie il proprio metodo e inizia le operazioni del complicato trasloco.

Una nuova torre di controllo del traffico aereo nell’aeroporto di Heathrow costruita nel posto sbagliato, un faro posto su una scogliera che sta franando, una casa da spostare attraverso un lago ghiacciato e il difficile trasporto di una locomotiva di 100 tonnellate dal Sudafrica verso la Scozia percorrendo oltre 11 mila chilometri, sono solo alcune delle incredibili imprese che attendono il team.

  • Omaggio a George Clooney su Iris

Con l’omaggio al doppio premio Oscar George Clooney, dal 17 giugno, in prima e seconda serata, su Iris – prosegue il classico appuntamento del lunedì con la rassegna “Actor’s Studio”. La retrospettiva apre con “Three Kings”.

Nella missione di rubare dei lingotti d’oro sottratti al Kuwait da Saddam Hussein, Clooney guida i tre soldati Mark Wahlberg, Ice Cube e Spike Jonze. Accolta dai critici americani come una delle pellicole più interessanti e innovative del 1999 (a tratti vicina al capolavoro di Robert Altman, “M.A.S.H”), l’opera sconvolse l’opinione pubblica per le dichiarazioni del regista David O. Russell (“Il lato positivo”), che ammise di aver ‘usato’ un cadavere per essere il più possibile realistico. Cia, informazioni top secret, tradimenti e ricatti, come accade nell’odierno “Datagate”: un’America spaventosa ma divertente, invece, quella raccontata dai fratelli Coen in “Burn After Reading-A prova di spia”. La travolgente spy story in salsa comica proposta in seconda serata è una satira corale dove Clooney, Brad Pitt, Frances McDormand e John Malkovich incarnano macchiette perfette. I Coen ridicolizzano servizi segreti e falsi miti della modernità: uno fra tutti, l’ossessione per l’eterna giovinezza.