7
luglio

Palinsesti Rai 2023/2024: la presentazione in diretta. 30 nuovi programmi, De Luca scatenato su Berlinguer e Corona (“un cammelliere yemenita!”). Sergio: “Non ho mai detto che la politica non entra nella mia stanza. Ma non condiziona le mie scelte”

Presentazione Rai

E venne il giorno dei Palinsesti Rai. Dopo tanto parlare, è giunta l’ora per il management della tv pubblica, guidato dall’amministratore delegato Roberto Sergio e dalla Presidente Marinella Soldi, di illustrare  la programmazione della stagione 2023/2024, con focus sul prossimo autunno. DavideMaggio.it è negli studi Rai di Napoli per seguire l’evento stampa riportando in tempo reale tutte le dichiarazioni e le novità di Rai1, Rai2, Rai3 e di tutte le altre reti.

Palinsesti Rai 2023/2024 – la presentazione in diretta

Ore 12.01 – Con un ritardo di appena un minuto, inizia la presentazione. Viene fatto salire sul palco il Sindaco di Napoli, Manfredi: “Benvenuta alla Rai (…) Sessant’anni di un’amicizia profonda tra il centro di produzione Rai e la città (…) Avere qui la presentazione dei palinsesti è per noi un riconoscimento importante, la città è vicina alla Rai…”.

De Luca vs Bianca Berlinguer e Mauro Corona

De Luca sul palco della presentazione

12.05  – Arriva il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca: “La Rai è una presenza insostituibile nella società (…) Abbiamo avuto in questi anni un rapporto di collaborazione molto intenso, gran parte delle produzioni vostre hanno goduto un contributo. A partire da L’Amica Geniale, Mare Fuori… Abbiamo dato una mano perchè crediamo nella vostra missione”. L’uomo auspica una ristrutturazione del centro: “Ma dobbiamo muoverci perchè i soldi volano”. Poi la stoccata a Bianca Berlinguer e a Mauro Corona: “Una doglianza, ho visto che se ne va la Berlinguer dalla Rai, pensare di non poter vedere quel Neanderthal, quel troglodita, che si presentava vestivo come un capraio afghano, un cammelliere yemenita… Sto male a vedere che non vedremo più quell’immagine di eleganza… Avete tirato una sola a Mediaset con la Berlinguer!”.

12.10 – Antonio Parlati, direttore centro di produzione Rai di Napoli, ringrazia chi ha reso possibile questa giornata.

12.14 – Filmato “emozionale” ad introdurre i palinsesti. Si vedono immagini tratte da fiction e programmi. “Dietro una storia c’è sempre una storia… La nostra vita è un filo invisibile tra presente e passato”. Nel frattempo dalla cartella stampa, oltre alle varie conferme, si evincono il ritorno della Guaccero su Rai2, il tandem Collegio-Caserma alla domenica sera, lo speciale natalizio di Citofonare Rai2 in prima serata.

Gli interventi di Marinella Soldi e Roberto Sergio

12.25 – Prende la parola la presidente Marinella Soldi. “Vorrei parlare del come facciamo il nostro lavoro (…) Il nostro approccio è responsabile, trasparente, coraggioso, innovativo, sancito anche dal contratto di servizio di cui tanto si è parlato negli ultimi tempi”. Sottolinea che questo si traduce in qualità che differenzia la Rai dagli altri operatori, che possono anche ignorare determinati valori. Dice che così facendo la Rai è in sintonia con lo zeitgeist. Parla anche del lavoro fatto dalla Rai sul fronte sostenibilità. Un traguardo futuro è un Sanremo sostenibile. Sull’Intelligenza Artificiale dice che democratizzerà i contenuti: “da un lato è una minaccia… dall’altro è un’opportunità se saremo in grado di conquistare la fiducia degli utenti in un mercato frastornante e frastornato”.

12.32 – Salgono sul palco l’amministratore delegato Roberto Sergio, Elena Capparelli, Gianpaolo Tagliavia, Stefano Coletta. Sergio inizia dai ringraziamenti e annuncia che ci saranno 30 nuovi programmi. “Saremo ancora più pluralisti”. Napoli avrà più prodotto rispetto a quello che aveva prima.  Per il Prix Italia, stanno girando un prodotto con personaggi come Clementino in cui si racconta la musica come viatico per uscire dal disagio.

12.42 – Stefano Coletta, direttore Rai Distribuzione, dice che la differenza tra servizio pubblico e tv commerciale è la corda emozionale. Sottolinea che questa è la prima vera stagione fatta totalmente per generi. Saluta tutti i direttori di genere.

Palinsesti Rai1

12.47 – Coletta inizia a parlare dei contenuti partendo da Rai1.  “Rai1 è la rete della famiglia, che accompagna tutte le età, deve essere davvero credibile, multigenere, inclusiva, espressione massima del servizio pubblico (…) E’ ancora leader, ad oggi ha una media del 21.2% in prime time e del 19.2% nelle 24 ore”. Al mattino “prima novità” dopo TgUnoMattina, UnoMattina – come DM anticipato – inizia alle 8.35 con la new entry Daniela Ferolla e Massimiliano Ossini. Poi ci sono la “belva” Eleonora Daniele e Antonella Clerici. Dopo il tg1, c’è una “ritornanza” Caterina Balivo. Condurrà La Volta Buona. Sarà accompagnata da una “compagnia di giro” di personaggi che il direttore Angelo Mellone sta definendo. Torna Il Paradiso delle Signore con un “plot interessante”.  Subito dopo “il marchio di grandissimo successo che è Vita in Diretta”. Nel preserale Reazione a Catena sarà in onda per tutto l’autunno. In access si parte da Affari Tuoi, che sarà trasmesso fino a Sanremo.

12.53 – Coletta continua parlando delle prime serate. La serata della domenica sarà la serata dei melò e del genere medical: tornano Cuori e Lea e i Suoi Figli. Il lunedì sarà la serata del crime con Imma Tataranni, I Bastardi di Pizzofalcone e la novità Il Metodo Fenoglio. Il martedì ancora fiction con una particolare attenzione alla cronaca: Circeo e Elisa Claps. Il mercoledì sarà multigenere e si aprirà con Arena Suzuki. Poi Alberto Angela condurrà Ulisse. Il giovedì sarà dedicato alle fiction più forti: Blanca e Un Professore. Il venerdì e il sabato saranno dedicati al “grande intrattenimento”: staffetta Tale e Quale e The Voice Kids al venerdì, speciali Reazione a Catena e Ballando con le Stelle al sabato.

12.58 – Confermato 5 Minuti con Bruno Vespa che riprenderà anche Porta a Porta. In seconda serata ci saranno anche Speciale TG1, TV7,  e al lunedì Storie di Sera, con Eleonora Daniele, e la novità Ventunesimo Secolo con Francesco Giorgino.

12.59 – Nel weekend tornano Domenica In, Da Noi a Ruota Libera e il racconto del territorio. “Avremo un’esplosione di Linee, non le sto a dire tutte perchè vi addormenterete”. Saluta i nuovi conduttori di Linea Verde Life (Monica Caradonna e Elisa Isoardi) e Linea Verde (Livio Beshir e Peppone).

Rai2

13.02 – Si parla di Rai2. Alla domenica ci sarà Il Collegio, con una classe del 2001, e a seguire La Caserma. Al lunedì ancora intrattenimento ma con un sottotesto comico: Veramente Falso, con Max Giusti, Liberi Tutti (con Bianca Guaccero, Gemelli di Guidonia, Peppe Iodice), il game The Floor con 100 anonimi concorrenti (in realtà la cartella stampa lo indica al martedì, ndDM, al lunedì il terzo programma comico di Ale e Franz). Il martedì è la serata dell’”intrattenimento cult” con Belve (“interviste taglienti e un po’ coatte” e Boomerissima. Il mercoledì sarà interamente dedicata alla fiction (Coletta dice che è la prima volta ma non è così) con The Reunion, Noi Siamo Leggenda, Mare Fuori 4 in arrivo e altri titoli importanti che hanno la missione di catturare target meno classici. Altre serate: documentari di cronaca, serie internazionali, film.

13.06 – In seconda serata al lunedì ci sarà Luisella Costamagna con Tango. E poi, al giovedi, Monica Setta con Generazione Z. In daytime “Mellone riporta il daiting che non vedevamo dai tempi di Agenzia Matrimoniale (?, ndDM)”, il titolo è Mi Presento ai Tuoi condotto da Lorena Bianchetti.

Rai3

13.08 – Roberto Inciocchi è il nuovo conduttore di Agorà che sarà seguito da Restart in versione quotidiana. Confermato il resto del daytime (Coletta non si ricorda il nome di Emanuele Biggi di Geo) con una novità: una sorta di game itinerante Il Palio dei Paesi. Alla conduzione Angela Rafanelli. In access tornano Via dei Matti N0, Nuovi Eroi. In prima serata Il Provinciale aprirà la serata della domenica poi arriverà Report che partirà prima delle 21. Al lunedì Presa Diretta e da fine ottobre Botta e Risposta (titolo provvisorio) con Nunzia De Girolamo. Il martedì è “in via di definizione, ci siamo presi il tempo per fare le nostre valutazione anche di marketing per capire chi potrà sostituire Bianca Berlinguer”. Al mercoledì Chi l’ha visto, il resto delle serate saranno occupate da film e documentari. Alla domenica, in seconda serata staffetta, tra Fialdini, con Fame D’Amore, e Barbareschi.

13.14 – Coletta aveva dimenticato daytime di Rai2 che comunque resta confermato.

Fiorello

13.16 – Roberto Sergio dice che Fiorello non è presente nei palinsesti perchè “c’è voglia di continuare ma c’è il tema di Via Asiago (…) Con il mio staff, cercheremo di ragionare con i condomini di Via Asiago che consenta a Fiorello di riprendere a novembre“.

Raiplay

13.18 – Elena Capparelli sottolinea la leadership di Raiplay con una quota del 35%. Ad ottobre la fiction Eppure Cadiamo Felici con protagonista una sedicenne. Tra le novità internazionali You and Me. Spazio anche a una raccolta di Frank Capra. Valerio Lundini farà dei reportage. Spazio a una docuserie sul carcere minorile di Milano. Ci saranno anche Listen To Me e il ritorni di Confusi, I Mestieri di Mirko di Conferenza Stampa. Viva Rai2 è stato il titolo di maggior successo. Hello Kitty e Pinocchio and Friends saranno i titoli di punta kids.

13.28 – Gianpaolo Tagliavia di RaiPubblicità sottolinea che la Rai, con la tv lineare, copre l’86% della popolazione (90% se si aggiunge Raiplay, questo significa che un milione di persone che guardano solo attraverso l’online). Esprime soddisfazione per l’andamento della brand integration.

13.33 – Viene ricordato con un applauso Pierfrancesco Forleo, il dirigente recentemente scomparso. E’ anche grazie a lui che la Rai si è assicurata le Olimpiadi. Parte un filmato sulle Olimpiadi.

Le dimenticanze di Coletta

13.36 – Coletta precisa che in un quarto d’ora non poteva spiegare tutto. Ricapitola tutto Rai2, partendo dai programmi radio, poi I Fatti Vostri con Tiberio Timperi e la nuova striscia di Filippo Facci. Coletta aveva dimenticato anche il ritorno di Pino Insegno con Il Mercante in Fiera e l’appuntamento con Citofonare Rai2. Alla domenica di Rai2 nuovo contenitore Rai Sport Live. “Ho dimenticato anche alcune creature che sono nate con me” e cita le seconde serate di Alessandro Cattelan e Stefano De Martino. Aveva dimenticato anche Monica Maggioni nella domenica pomeriggio, Serena Bortone in access nei weekend e la novità del sabato Tasmania con Camila Raznovich.

Le domande

13.41 – Iniziano le domande dei giornalisti. Sergio su Berlinguer: “L’ho incontrata sabato scorso, mi ha detto che da tempo si sentiva un po’ a disagio e che avrebbe voluto fare anche una striscia quotidiana. Tutto questo non era possibile”. Miss Italia non è in palinsesto e “non ne ho mai sentito parlare” taglia corto l’AD.

13.43 – Sergio: “Giletti intanto è contrattualizzato con La7, non abbiamo avuto ancora occasione di parlare di nulla. Non escludo che in futuro possa essere una persona adatta all’azienda”.

13.45 – Rispondendo ad una domanda sul calo d’ascolti della fiction, Maria Pia Ammirati si dice soddisfatta: “Siamo leader per quantità e qualità (…) Scricchiolii non ne vedo”. Afferma poi che quello che perdono col lineare, è guadagnato sul non lineare.

13.47 – Sergio su Fabio Fazio: “Ha scelto di andarsene prima del mio arrivo, l’ha fatto sulla base di rapporti pregressi che non si erano definiti. Non ho potuto fare altro che prenderne altro”. E’ convinto che Report farà i numeri e poi “a noi interessa avere la serata. Abbiamo rafforzato Rai2″. Valuteranno poi come incrementare la natalità, così come previsto dal contratto di servizio.

13.50 – I centri di produzione Rai hanno un +12% di occupazione. Paolo Corsini, direttore approfondimento, parla di Rai3, un tempo Telekabul: “La sua identità è  l’informazione, il faro è il pluralismo, come previsto dal contratto di servizio (…) Bisogna far sì che l’informazione torni a dare gli strumenti per capire il presente”. Cita che Salvo Sottile e altri programmi avranno spazio nel 2024.

13.56 – Sergio spiega che hanno deciso di non partecipare all’asta per la partita in chiaro della Serie A per una questione di costi. Jacopo Volpi, direttore sport, dice che suo compito è ridare dignità al canale Rai Sport. Rai trasmetterà 31 partite degli Europei e 331 ore di Olimpiadi.

14.01 – Sergio non si riconosce nei titoli dei giornali che parlano di “fine di TeleKabul”. Non pensa che questa Rai abbia una connotazione di destra. Su Sanremo: “Ho contestato un atto specifico ossia l’atto sessuale simulato in prima fila (…) Sul tema della multa tutti insieme dovremmo lavorare per dare una giusta risposta ad Agcom…”. I giornalisti potrebbero tornare nella Sala Stampa dell’Ariston.

14.06 – Giampaolo Rossi, direttore Generale Rai, viene interpellato sulla possibilità di tornare alle direzioni di rete: “Credo che questa esplosione di contenuti è figlia di questa rivoluzione, abbiamo riportato al centro i prodotti (…) Invadere in qualche modo il campo delle piattaforme e non essere invasi”. Dice che il claim “Di Tutto, di Tutti” spiega molto il significato di questa rivoluzione.

14.16 – Sergio sul reperimento delle risorse da parte della Rai: “Noi non crediamo che il canone in bolletta sia così da escludere, l’importante è che si definiscono dei valori congrui con l’attività che deve esser fatta (…) Non abbiamo contezza dell’assenza del canone in bolletta nel 2024 (…)”. Sottolinea che su 90 euro di canone, 74 arrivano alla Rai. Con quella differenza di 16 euro potrebbero fare degli investimenti a livelli tecnologico.

14.18 – Sergio torna a parlare di Berlinguer: “La Rai ha un vincolo che è quello di un tetto (compensi). Questo è un tema”. Non crede che le polemiche tra Bianca e Di Mare o quelle per le ospitate su La7 di volti Rai siano la motivazione reale dell’addio: “Cedo che volesse respirare un’aria nuova, avere più spazio, glielo auguriamo pur non vincendo la serata che ci auguriamo di vincere”.

14.22 – Corsini dice che si devono fare degli innesti che arricchiscono l’offerta per allargare quel target. Cita l’esempio di Giuliano Ferrara in passato. Su un approfondimento al giovedì: “un tempo era di Rai2, ora valuteremo se occuparlo anche su Rai3″. Monica Maggioni farà In Mezz’Ora della durata di mezz’ora, con un’intervista, e poi avrà un altro spazio di un’ora in cui racconterà il mondo con reportage e ospiti in studio.

14.24 – Rocco Schiavone non è stato cancellato. Rossi: “Rai3 non è più TeleKabul ma anche i brand possono usurarsi. La sua non è più una connotazione culturale ma per generi. Esattamente come Rai2 è la rete del grande intrattenimento. La nuova narrazione è un senso coerente con cui i telespettatori troveranno i generi”.

14.29 – Per Sergio, una grande maggioranza politica il canone in bolletta è un buon modo per evitare che tutti gli italiani paghino una tassa.  Sergio: “Io non ho mai detto che la politica non entra nella mia stanza. Ma non mi condiziona minimamente nelle mie scelte”.

14.33 – Rossi sottolinea che la Rai produce di più con minori risorse rispetto a ciò che avviene nel resto d’Europa.

14.34 – Roberto Bolle non andrà in onda il primo gennaio. Si sta lavorando ad una nuova data.

14.35 – Marcello Ciannamea parla dell’eventualità Barbara D’Urso a Ballando: Non mi risulta, sono rumors”.

14.36 – Sergio: “Non credo che Pino Insegno sia il primo, unico o ultimo conduttore che parteciperà o abbia partecipato ad eventi politici. E’ chiaro che in Rai abbiamo delle policy e le applicheremo per evitare strumentalizzazioni (…) Non è un elemento che ci possa far decidere delle conduzioni”.

14.38 – Sergio ancora su Fiorello: “Rosario sostiene che quel programma possa vivere esclusivamente con quelle modalità e in quel contesto. E’ ovvio che potremmo offrirgli tutti gli studi, ma il successo è l’aver inventato un programma sull’asfalto (…) E’ il dna di quel programma o è così o non può essere quel programma. Io non so se avranno successo le mie doti di mediazione, anch’io se fossi un condomino mi farei dei problemi”. Dice che i prezzi degli immobili quando il programma finirà potrebbero salire!

14.41 – Sergio dice i papabili nomi per il post Berlinguer, come la Giandotti, Gomez o Costamagna, non sono nomi usciti da noi. “La scelta che abbiamo fatto è affidarci al marketing (…) Non sappiamo neanche con certezza se la Berlinguer sarà in onda quella sera (in realtà Mediaset l’ha annunciata al martedì, ndDM). Mi auguro che nella prima decade di agosto possiate avere il nome”.

14.45 – Sergio: “Non sono qui per tenere la poltrona a Rossi ma nemmeno sono una persona attaccata alla poltrona”.

14.45 – La conferenza è finita.

 

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


presentazione palinsesti rai
Palinsesti Rai 2022/2023: la presentazione il 28 giugno


palinsesti rai
Presentazione Palinsesti Rai 2019/2020 in diretta. Fiorello su Raiplay con 18 show live. Nel 2020 nuovi progetti per Ventura, Clerici, Fazio, Carlucci


rai-fiera-milano-portello
Rai: presentazione palinsesti il 9 luglio


ACanzonissima_27_1171971_Sordi_tuca_20240115172135.mxf_1.1.1 copia
La Nostra Raffaella: la Rai ricorda la Carrà con un documentario tardivo e prodotto esternamente (!)

1 Commento dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

7 luglio 2023 alle 13:15

E Miss Italia e Fiorello ?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.