11
giugno

Sequestrato il libro di Striscia su Baglioni. Indagati per diffamazione Ricci, Greggio, Iacchetti e il Mago Casanova: «Non abbiamo offeso nessuno. Manovra intimidatoria»

Antonio Ricci - Striscia la Notizia

Antonio Ricci - Striscia la Notizia

Striscia la Notizia avrebbe leso la reputazione di Claudio Baglioni e per tale ragione il libro del tg satirico “Tutti poeti con Claudio” è stato sequestrato su ordine del gip del Tribunale di Monza. L’inchiesta vede indagati Antonio Ricci, Ezio Greggio, Enzo Iacchetti e il Mago Casanova (Antonio Montanari). Patron, conduttori e inviato della trasmissione di Canale 5 sono accusati di aver ripetutamente definito il cantautore romano – in diversi servizi del 2019 – “con termini tali da farlo passare come un disonesto, che copia senza neppure dirlo”.

Il gip Gianluca Tenchio – riferisce Il Corriere della Sera – ha disposto il 9 maggio scorso il sequestro del libro per evitare “che il reato sia reiterato”, accogliendo la richiesta dei legali di Baglioni (avvocati Gabriele Minniti e Andrea Pietrolucci).

Quanto sostenuto dagli autori del libro e dal programma tv è in parte non veritiero, in parte frutto di manipolazione

spiega il giudice, affermando che non si può parlare di plagio poiché alcune parole usate dall’artista nelle sue canzoni e segnalate da Striscia come copiate apparterrebbero ad opere di autori morti da più di 70 anni, dunque non vi è alcun diritto d’autore e c’è invece la possibilità che tali opere vengano rappresentate, citate e rielaborate da chiunque. In altri casi si tratta di termini – si legge – “di uso talmente comune da far dubitare che godano del diritto d’autore”.

In “Tutti poeti con Claudio”, inoltre, viene riportata una parte di un’intervista che Baglioni rilasciò nel 2013, che il pm Vincenzo Fiorillo considera “parziale e manipolata”. La frase incriminata è “come forse ho rubato in altre occasioni, come tanti di noi”, estrapolata da un contesto ben più ampio per farlo passare “per uno che copia sistematicamente, senza mai dirlo”.

Gli accusati – scrive il gip – non possono appellarsi al diritto di satira perché presuppone che il fatto su cui si satireggia sia vero. Ma non solo: l’accostamento a Lurch (personaggio della Famiglia Addams) più volte fatto da Striscia, sbeffeggiando l’aspetto estetico di Baglioni, è considerato un attacco gratuito alla persona, dato il contesto complessivamente diffamatorio”. Nell’inchiesta viene sottolineato come Ricci, supportato dai suoi “assistiti” (Greggio, Iacchetti e il Mago), nel corso degli anni abbia manifestato un’autentica avversione verso Claudio Baglioni.

La difesa di Antonio Ricci

Antonio Ricci respinge le accuse, sostenendo che da parte di Claudio Baglioni ci sia una manovra intimidatoria nei confronti di Striscia la Notizia:

Noi non abbiamo offeso nessuno. Abbiamo raccolto e verificato le segnalazioni di spettatori e fan pentiti. I giudici stabiliranno se siamo nei limiti della satira. Per me si tratta di una manovra intimidatoria di Baglioni nei confronti di una libera trasmissione. E’ una questione di libertà. Tutto si può toccare, tranne il divino Baglioni? E no! La satira è essenziale nel viver civile. Tutto quello che c’è nel libro è vero. E poi non lo abbiamo accusato di plagio, ma più elegantemente di amnesia verso le fonti. Scrive nel 1957 Lec (scrittore polacco, ndr) ‘…ci sono zebre che starebbero anche in gabbia pur di passare per dei cavalli bianchi…’. Canta nel 1999 Baglioni ‘…viviamo come zebre e poi, rinchiusi dietro gli steccati, illusi di sembrare dei cavalli bianchi…’. Ma è evidente che non si tratta di un plagio. Baglioni le sue zebre le chiude dentro uno steccato, mica in una gabbia come quel banale di Lec”.

Claudio Baglioni

Claudio Baglioni



Articoli che potrebbero interessarti


Ricci Berlusconi
Antonio Ricci punge Pier Silvio Berlusconi: «Sostanziale differenza tra quello che teorizza e quello che manda in onda»


Striscia la notizia, Siani e Incontrada con le Veline
Striscia la Notizia, la conferenza stampa in diretta. Ricci: “Con Siani e Incontrada mi piace vincere facile. Abbiamo denunciato Diet Prada, il politicamente corretto mi offende nel profondo”


Massimo Boldi
Boldi VS Ricci, la controreplica di Cipollino a DM: «Antonio voleva dire che sono diventato scemo. Ma l’idea del tg satirico è mia, che mi smentisca»


Striscia la Notizie, Ficarra e Picone con le veline
Striscia la Notizia fa 33 anni. Antonio Ricci: «Saremo la voce dell’insofferenza» – Video

7 Commenti dei lettori »

1. Paolox ha scritto:

11 giugno 2022 alle 12:40

Un’altra guerra dei poveri.



2. giauz ha scritto:

11 giugno 2022 alle 13:20

parafrasando uno storico tormentone di Striscia: RIIIICCCIIII RIIICCIIIII EH NONONO!
Ricci, lo sanno tutti che odi Baglioni così, senza motivo, solo perché da adolescente non ti piacevano le sue canzoni!
Tutte queste offese contro Baglioni sono veramente gratuite, io voglio sapere cosa ti ha fatto di male. Posso capire i tuoi nemici storici Gad Lerner, Insinna, Boldrini, Lagioia ecc… ma Baglioni perché?



3. Marco Alagna ha scritto:

11 giugno 2022 alle 13:32

Che bello paracularsi dietro la satira quando Striscia è anche un programma con servizi di informazione allora se fosse solo satira levassero tutti i servizi di inchieste giornalistiche di truffatori, palpatori maghi e disservizi vari con consigli su come muoversi in caso di truffe che ci sono durante la trasmissione e facessero un programma alla Crozza.



4. Pianeta Urano ha scritto:

11 giugno 2022 alle 13:42

Spero vengano condannati. Ormai vivono cercando di infangare tutto e tutti pur di alzare di un punto percentuale il loro misero share.



5. Pat ha scritto:

11 giugno 2022 alle 17:26

Aggrapparsi dietro la satira (me lo vedo davvero Ricci, scrivere le sue battute, provarle allo specchio ed essere l’unico al mondo che ne ride) offendendo sul personale le persone? Eh no, troppo comodo. Greggio, Iacchetti e Casanova altro non sono che burattini che parlano tramite le sue parole, ma Ricci ormai è logorato dalla fama che non ha, stando in quei programmi stantii che chissà per quale ragione divina occupano spazi così pregiati del palinsesto di canale 5.

Mi auguro di cuore che paghi, e che paghi caro quello che ha fatto con Baglioni, solo così, perché gli sta sulle palle chissà per quale motivo. E che tutto torni indietro come un boomerang.



6. Mattior ha scritto:

11 giugno 2022 alle 19:07

Solo adesso è uscita la notizia? E’ dal 27 maggio che si sa, l’hanno detto Gerry e Michelle in quella puntata…… hanno pure detto che faranno comunque il secondo volume!



7. Rock ha scritto:

12 giugno 2022 alle 12:32

Ma ancora striscia fanno?? :O



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.