21
gennaio

Sanremo 2021, il Prefetto di Imperia: «Niente pubblico pagante o su inviti»

teatro Ariston Sanremo

Il Festival di Sanremo 2021non sarà un evento pubblico e questo è evidente“. Il Prefetto di Imperia Alberto Intini ha spento ogni entusiasmo: dopo un incontro preliminare avuto ieri con i vertici Rai sul piano sicurezza della prossima kermesse canora, l’autorità ha ribadito che – in base alle normative vigenti – all’Ariston non potrà entrare il pubblico come sempre avvenuto. Salvo stratagemmi alternativi (che la Rai sta già studiando), sarà un Festival senza platea. 

Il dpcm in vigore fino al prossimo 5 marzo non consente infatti spettacoli aperti al pubblico nei teatri e nei cinema anche all’aperto. E il Festival 2021 – che si svolgerà dal 2 al 6 marzo – verrà quindi colpito dalle restrizioni. In base alle regole, ha affermato il Prefetto, “non c’è alcuna ipotesi di presenza di pubblico né pagante, né su inviti“. Unica deroga possibile, quella della serata finale del 6 marzo che al momento non è interessata dalle norme.

È ancora tutto in itinere e prima di compiere valutazioni, bisognerà capire l’evolversi della situazione. L’unica cosa che mi sento di dire è che la norma è chiara e Sanremo non sarà un’eccezione

ha detto Intini, sottolineando come sia inutile – al momento – parlare di soluzioni che un domani potrebbero non essere percorribili. Sebbene siano dettate da una giusta osservanza delle norme vigenti, le parole del Prefetto innescano però un grande paradosso: la più importante manifestazione televisiva e musicale italiana rischia infatti di svolgersi senza pubblico mentre, ad oggi, esistono trasmissioni tv realizzate con la presenza di una platea.

Risulterebbe altresì paradossale l’eventuale assenza di un red carpet, visto che – come già accaduto in passato per le misure anti terrorismo – si potrebbero invece ottenere condizioni di sicurezza contingentando gli accessi. Ma anche su questo punto, la linea scelta dal Prefetto è quella delle restrizioni a tutto campo. “Il programma televisivo sarà tarato in base ai riverberi che può avere sulla città” ha infatti dichiarato Intini, alludendo proprio agli assembramenti nella Città dei Fiori.

La Rai, a quanto apprende l’Adnkronos, si atterrà alle disposizioni delle autorità competenti riguardo a ogni decisione relativa alla sicurezza. Non potendoci essere il pubblico in sala all’Ariston, considerato quanto stabilito dal prefetto di Imperia, l’azienda sarebbe già al lavoro su soluzioni alternative: si starebbe ad esempio valutando, sempre se autorizzati, di utilizzare dei figuranti contrattualizzati.

Quanto alla sala stampa – scrive Il Secolo XIX – i giornalisti accreditati dovrebbero essere non più di 70-80, ospitati al Palafiori o al Casinò, mentre ai fotografi sarebbe riservata la galleria del teatro. Tutte ipotesi da confermare, come si intuisce dal quadro assolutamente precario che emerge ad un mese e mezzo dall’inizio della kermesse.



Articoli che potrebbero interessarti


Irama
Sanremo 2021, positivo nello staff di Irama. Stop al cantante, sostituito da Noemi


Amadeus
Sanremo 2021, il protocollo Rai: mascherine, premi in un carrello, artisti senza codazzo


Amadeus, teatro Ariston
Sanremo 2021 covid-free: in attesa del Protocollo sanitario, già eseguiti 350 tamponi


Sanremo 2021, Ariston senza pubblico
Perché gli spettacoli a teatro di Comedy Central hanno il pubblico e Sanremo no?

2 Commenti dei lettori »

1. Luigi ha scritto:

21 gennaio 2021 alle 20:51

Secondo me, ci devono essere 2 soluzioni:
- E’ necessario registrare le prime 4 puntate del 71.m°Festival di Sanremo 2021,prima della messa in onda in TV,e poi il sabato la finale in diretta sulla prima rete (Raiuno);e questo era già successo in passato dal 1973 al 1980,quando già il Festival era in crisi a causa della perdita di qualità dovuta anche alle canzoni in gara in quei anni citati e da allora furono trasmessi solo la sintesi delle prime 2 serate di quell’evento,ma solo il sabato di quel giorno sempre in quei 7 anni lì,fu trasmesso la finale in diretta. E allora perchè non usare questo metodo anche nel 2021 visto che le restrizioni anti-covid non permettono il pubblico all’Ariston?
- Altra possibile soluzione,il rinvio del Festival ad Aprile 2021;quindi la Rai non ha altra scelta che questo unico metodo,se vuole invece le 5 serate in diretta con red carpet e pubblico a Sanremo.



2. Domenicus ha scritto:

22 gennaio 2021 alle 02:26

“esistono trasmissioni tv realizzate con la presenza di una platea.”

Sì, ma sono quasi tutte registrate o col pubblico non in studio ma con la platea da casa o in uno stanzino separato (come fa la D’Urso col suo gruppo d’ascolto di Live)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.