26
novembre

Sanremo 2021, Amadeus rivuole «tante donne» e chiama Jovanotti: «Con Fiorello può fare quello che vuole». Tra i Big «nessuna canzone parla di Covid, grazie a Dio»

Amadeus

Amadeus

Il Festival di Sanremo 2021 si farà. Le date scelte sono quelle dal 2 al 6 marzo; dovranno, però, essere confermate e tutto dipenderà dall’andamento dell’emergenza sanitaria in Italia nei prossimi mesi. La decisione finale – spiega Amadeus – sarà presa i primi di gennaio. Si valuterà attentamente la situazione Coronavirus e poi capiremo cosa fare. Certo è che il Teatro Ariston deserto rimane uno scenario impensabile:

“Questo è chiaro a tutti: azienda, sponsor, Comune. Speriamo solo di arrivare a marzo con la pandemia sotto controllo sapendo che bisognerà comunque riorganizzare tutto: teatro, sala stampa e città. La gente deve poter venire e stare tranquilla e sicura. Di sicuro né i cantanti né gli ospiti dovranno salire sul palco senza nessuno davanti. Magari su mille posti se ne potrebbero occupare quattrocento”

ribadisce Amadeus al Messaggero. Il suo bis con Fiorello vuole essere “una grande festa per celebrare la rinascita del mondo della musica” e al suo fianco conferma la volontà – come successo al Festival di quest’anno – di avere molte donne ogni sera (No alla mora e alla bionda. Sì a tante donne, dice) e di convincere soprattutto Jovanotti, che continua a ‘corteggiare’ da un anno:

“E’ un amico e come Fiorello può venire e fare quello che vuole. Ci siamo scambiati dei messaggi ma non ci siamo ancora sentiti”.

Mentre la scelta delle Nuove Proposte continua (questa sera l’ultima puntata su Rai 1 di AmaSanremo), il conduttore rivela che dai Big sono arrivate circa trecento canzoni (“Il triplo rispetto all’anno scorso”, spiega) e a quanto pare nessuna parla di Covid, grazie a Dio. Bocca cucita sui papabili nomi, che annuncerà nella serata del 17 dicembre in occasione della finale – in diretta su Rai 1 – di Sanremo Giovani. A completare il cast del 71° Sanremo sarà Nicola Savino, che dovrebbe tornare alla guida de L’AltroFestival su RaiPlay (“E’ andato bene, spero proprio di sì”, aggiunge Amadeus).



Articoli che potrebbero interessarti


Fiorello, Jovanotti
Sanremo 2021, Amadeus: «Lo faccio solo se ci saranno anche Jovanotti e Fiorello»


Matilda De Angelis 5
Matilda De Angelis valletta a Sanremo 2021


Amadeus
Sanremo 2021, ultimatum di Amadeus per il Festival: «O si fa al meglio o ci rivediamo nel 2022»


Amadeus
Sanremo 2021, Amadeus: «Sarà un Festival il più normale possibile». Sugli ospiti: «Sto pensando ad un’altra reunion»

4 Commenti dei lettori »

1. stefanor ha scritto:

27 novembre 2020 alle 11:12

Ciao a tutti, mi e’ capitato di leggere alcune liste dei possibili
partecipanti al festival, una sola parola dico A L L U C I N A N T E!!!
Piu’ che il festival di Sanremo questo sara’ IL FESTIVAL DEGLI SCONOSCIUTI DI ARICCIA!!!!! Stimavo abbastanza Amadeus anche
perche’ col suo programma aveva riportato in auge volti e soprattutto belle voci (ora o mai piu’), ma adesso sembra morso dalla tarantola da un giovanilismo senza capo ne’ coda, insomma dell’ipotetica lista di 20 nomi diciamo almeno una decina sarebbero sconosciuti al grande pubblico!!!!
Mi sembra di ricordare che il nostro non sia proprio un paese di giovani
(anzi e’ quello col tasso di anziani tra i piu’ alti!!!). in tutto cio’ qual’e’ la risposta’??? Ovviamente confezionare un festival fatto solo di giovani semisconosciuti, coerentemente!!!!! Sono molto deluso dall’atteggiamento e dalle scelte (almeno per il momento) di Amadeus, contento lui di rincorrere schiere giovanilistiche, trascurando totalmente quella che e’ la storia del festival dai nomi illustri…lo scorso anno il pubblico gli ha dato ragione unicamente perche’ c’era Fiorello, quest’anno rischia un…capitombolo!!!!
Non cerco certo Nilla Pizzi, e non ricorrendo al solito Baudo, dal punto di vista musicale di gran lunga ha fatto meglio Conti e lo stesso Morandi, in tutti i sensi!!!!!! Chiudo con una considerazione sulle cosiddette ”quote rosa” del Festival, vale per tutti una sola cantante per dirla tutta su quanto a volte la partecipazione femminile in gara sia importante per un festival: per me l’interpretazione di Tosca ed il brano ”ho amato tutto” hanno illuminato da sole il palcoscenico…”meditate, gente, meditate”!!!! P.S. se il festival quest’anno sara’ composto da gente come quella di cui sento parlare, sara’ la prima volta che non lo vedro’!!!!!



2. Gian ha scritto:

27 novembre 2020 alle 13:35

Sono sconosciuti perché sei un boomer



3. stefanor ha scritto:

27 novembre 2020 alle 13:51

e tu sei un ignorante, nel senso che ignori il mondo musicale italiano di tutti i tempi, complimenti!!!!!



4. stefanor ha scritto:

27 novembre 2020 alle 14:07

tu invece sei un ignorante in senso musicale, ignori
tutto il panorama musicale di tutti i tempi! tu
sei fortemente LACUNOSO



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.