28
gennaio

Pagelle TV della Settimana (20-26/01/2020). Promossi i Me contro Te e Jennifer Aniston. Bocciati Barbara Alberti e la ’svista’ di Porta a Porta

Jennifer Aniston

Jennifer Aniston

Promossi

9 ai Me Contro Te. Si dice che i giovani non guardino la tv e che preferiscano internet, senza mai chiedersi il perchè, dando per scontato, forse, che si tratti solo di motivazioni tecnologiche e di fruibilità. Si trascurano però i contenuti: cosa è stato creato dalla tv italiana negli ultimi 15 anni per i giovanissimi? I Me Contro Te hanno avuto l’occasione su internet di farsi da soli, rivolgendosi ad un target trascurato con un’offerta mirata, basata su ironia, semplicità e pulizia. Risultato tangibile della loro affermazione sono i quasi 8,5 milioni di incasso al botteghino, nelle prime due settimane, del film Me Contro Te – La Vendetta del Signor S.

8 a Jennifer Aniston. Dalla finzione alla realtà. Reduce dalla vittoria ai Sag Awards come migliore attrice per l’interpretazione della conduttrice del fittizio The Morning Show, Jennifer approda al timone di una puntata del The Ellen DeGeneres Show. Se la cava egregiamente puntando su ironia – talvolta pungente – e autoironia; molto riuscito lo sketch in cui sorprende i visitatori sul set originale di Friends.

7 a Emanuela Aureli. Ha scelto di essere il Pavone de Il Cantante Mascherato per splendere, per essere quello che nella sua vita non è mai stata. La comica è sempre stata un passo indietro, quasi timorosa, pur avendo capacità almeno pari a colleghi “da copertina”.

6 a Bianca Guaccero. Mentre si prepara al ritorno nel sabato sera di Rai1 con Una Storia da Cantare ed è chiamata a fronteggiare una stagione fiacca di Detto Fatto, l’attrice e conduttrice pugliese medita di approdare su Tv8 con un programma del mattino. Ci pensi bene e soprattutto cerchi di ottenere garanzie.

Bocciati

5 a Barbara Alberti, già insofferente nei confronti del Grande Fratello Vip. Che una come lei voglia uscire perchè non riesce a nominare i compagni ci suona alquanto strano. Più facile che sia sopraggiunto il timore di apparire in un modo che non le piace.

4 all’eliminazione rimandata a Il Cantante Mascherato. Milly Carlucci rimanda all’inizio della prossima puntata la più volte annunciata seconda eliminazione e la motivazione addotta – ossia la mancanza di tempo – sembra debole alla luce dello svolgimento dei minuti finali della trasmissione.

3 al promo di Porta a Porta dominato da Salvini, in onda nell’intervallo della partita di Coppa Italia su Rai1. In tempi di par condicio super scrupolose, anche se si tratta di una svista, è un passo falso (qui maggiori informazioni).

2 al duetto sanremese tra Elettra Lamborghini e Myss Keta. Non ne facciamo una questione artistica bensì di opportunità: la cantante con la maschera è parte del cast fisso de L’Altro Festival.

1 a Mario Luigi Favoloso. Live – Non è la D’Urso dà spazio all’uomo le cui ultime vicende sanno di farsa studiata a tavolino e anche se così non fosse non avrebbe certo meritato tanta visibilità. Ricordiamo che, tra le altre cose, è stato accusato da Nina Moric di violenza.



Articoli che potrebbero interessarti


Amadeus - finale Sanremo 2020
Sanremo 2020, le pagelle finali


Festival di Sanremo 2020
Sanremo 2020, le pagelle della terza serata


Sanremo 2020 (Twitter @SanremoRai)
Sanremo 2020, le pagelle della prima serata


amadeus-donne-festival-di-sanremo-2020-1280x720
Pagelle TV della Settimana (13-19/01/20). Promossi Zalone e La Pupa e il Secchione. Bocciate le polemiche sul sessismo di Amadeus

1 Commento dei lettori »

1. maria cristina giongo ha scritto:

30 gennaio 2020 alle 11:47

Concordo su quanto letto più sopra sui programmi bocciati: ” Mario Luigi Favoloso. Live – Non è la D’Urso dà spazio all’uomo le cui ultime vicende sanno di farsa studiata a tavolino e anche se così non fosse non avrebbe certo meritato tanta visibilità. Ricordiamo che, tra le altre cose, è stato accusato da Nina Moric di violenza” Si è dato spazio a questa “sparizione” che lui stesso ha chiarito non essere stata tale, anche per intere puntate di Pomeriggio 5, forse per replicare la telenovela del misterioso Mark Caltagirone di Pamela Prati & Company. Ma gli ascolti non hanno premiato questa ennesima “bufala”. Il resto lo dovrà stabilire il tribunale. Di certo non un programma di intrattenimento con ospiti tipo il Ken Umano che si è fatto trasformare in Barby, e gossip vari; perchè la violenza, se mai c’è stata, se sarà appurata, è un argomento serio. Da trattare nelle sedi adatte. Quindi, BOCCIATO a pieni voti. Soprattutto da parte degli ascolti di italiani intelligenti, che per fortuna ci sono ancora.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.