26
giugno

Adriana Volpe tuona di nuovo contro Freccero: «Una Rai 2 in ginocchio e non si fa niente»

Adriana Volpe

Adriana Volpe

“Forse è meglio stare in silenzio, altrimenti si perde il posto di lavoro”, scriveva pochi giorni fa su Instagram Adriana Volpe, dopo aver accusato apertamente Carlo Freccero di aver chiuso Mezzogiorno in Famiglia e ‘agevolato’ alcuni flop (leggi qui) su Rai 2. Ma la conduttrice non riesce a placare la sua ira e tuona di nuovo contro il direttore:

E vai con il valzer… aggiungiamo un altro 2,4% in prima serata! Una raidue in ginocchio e non si fa niente! Veramente il Cda è d’accordo nel chiudere un programma che per nove mesi ha fatto il 10/12% di share nel daytime? Buon lavoro Cda!”

ha rincarato su Twitter dopo la pubblicazione degli ascolti di ieri, dove è emerso il flop di Woodstock – Rita racconta, lo speciale in prime time voluto da Freccero in cui la Pavone ha celebrato i 50 anni della storica manifestazione musicale, seguito da appena 355.000 spettatori, che sono valsi alla rete il 2.4% di share.

A proposito di ascolti, Carlo Freccero nei giorni scorsi c’ha invece tenuto a ribadire che la sua Rai 2 è cresciuta in prima serata più delle altre reti e, soprattutto, ha riportato sul secondo canale i giovani:

“Mi preme sottolineare che Rai 2 è in assoluto la rete che cresce di più tra i primi 9 canali nella fascia 21.30 – 23.30. Nello specifico ha ottenuto il 6.46% di share, ovvero +0.83 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un dato incontrovertibile. Il lavoro fatto nei primi sei mesi ha centrato pienamente l’obbiettivo di riposizionare la rete nel panorama complessivo dell’offerta televisiva, incrementando l’audience del pubblico giovane.

Una precisazione alla quale la Volpe non ha esitato a controbattere, sempre via social:

“Sono felice che programmi come Il Collegio e The Voice of Italy, format ereditati dalle precedenti direzioni, abbiano portato una crescita sul target dei giovani. Purtroppo poi ci sono stati progetti propri che hanno conseguito risultati deludenti: il concerto di Guè Pequeno 1,5%, Realiti al 2,5%, Ziggy al 2,7%… Ma confido ancora che la Rete possa rialzarsi”.

Visualizza questo post su Instagram

Leggo quanto si scrive, anche a seguito di un mio post, e mi faccio ancora domande. Sono felice che programmi come il Collegio e The Voice of Italy , format ereditati dalle precedenti direzioni, abbiamo portato una crescita sul target dei giovani . Purtroppo poi ci sono stati progetti propri che hanno conseguito risultati deludenti : il concerto di Guè Pequeno 1,5 % , Realiti al 2,5% , Ziggy al 2,7%…. Ma confido ancora che la Rete possa rialzarsi. Rimangono però ancora senza risposta alcune domande per esempio : 1)è vero (come riportato da @ilfattoquotidianoit e poi ripreso da @davidemaggioit e da altri siti) che Enrico Lucci, per la conduzione di “Realiti”, ( se non sbaglio 6 puntate ) percepisca un compenso di 500.000 euro? Non si voleva il ridimensionamento degli stipendi e l’eliminazione degli sprechi di denaro pubblico? @movimento5stelle 2)E ancora: perchè chiudere un programma interno che, quanto ad ascolti, ha sempre conseguito lo share più alto del daytime e il doppio della media della rete? ( se poi pensiamo ai costi ,con due puntate di realiti si realizzano venti puntate di mezzogiorno in famiglia) 3)perchè preferire produzioni esterne essendo la Rai in grado di realizzarle al proprio interno grazie alle sue alte e indiscusse professionalità? E avrei ancora tanto altro da chiedere e da dire, ma facciamo un passo per volta…

Un post condiviso da adriana volpe (@adrianavolpereal) in data:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Adriana Volpe
Adriana Volpe contro la Rai2 di Freccero: «Ditemi che i dati d’ascolto non sono veri. Meglio stare in silenzio, altrimenti si perde il posto»


Adriana Volpe
Adriana Volpe: «Ho ricevuto una lettera di richiamo dalla Rai. Se non dovessi più lavorare, che messaggio darebbe?»


Mezzogiorno in famiglia
Mezzogiorno in Famiglia, Michele Guardì: «A presto, questo gruppo non si scioglierà». Fox: «Allora non ci chiudono?»


Enrico Lucci
Realiti, Enrico Lucci racconta l’Italia del selfie. Freccero: «Sfiderà la D’Urso, è lei la madrina del reality»

7 Commenti dei lettori »

1. vicky ha scritto:

26 giugno 2019 alle 20:43

Tuona ancora la rancorosa…..Fatela tornare questa signora ,lei salverà la RAI 2



2. vicky ha scritto:

26 giugno 2019 alle 20:44

Tuona ancora la rancorosa…..Fatela tornare questa signora ,lei salverà la RAI



3. sameoldstory ha scritto:

27 giugno 2019 alle 05:42

Nel merito però impossibile dargli torto… le scelte di Freccero sono un buco nell’acqua dopo l’altro



4. Paoletta ha scritto:

27 giugno 2019 alle 08:39

Infatti. Al di là delle simpatie/antipatie non si può darle torto nè su questa questione nè sulle intemperanze di Magalli nei suoi confronti. Si legge in molti comportamenti una volontà precisa di azzopparla, e francamente non capisco come un personaggio come lei, non poi così rilevante nella tv italiana, possa attrarre tanta attenzione negativa. Per esperienza, quando una persona viene messa alla berlina in modo così palese raramente è colpa sua. Probabilmente parla troppo e dice verità scomode, e questo a chi comanda non piace mai.



5. alena ha scritto:

27 giugno 2019 alle 14:15

Se era finito a dirigere Rai 4 un motivo c’era no



6. Gianni ha scritto:

27 giugno 2019 alle 17:18

Freccero puzza di radical chic come i mobili di casa Parodi dopo una serata tra amici.

Ma la Volpe rosica come non mai. E’ sempre stata una valletta. Ha trovato molto più spazio in tv di quanto meritasse. Tutto quello che ha saputo fare in tv è stato sorridere fissa e congelata dicendo quelle tre parole in croce che si usano in tv.

E ora rosica…rosica a non finire.

Per fortuna nelle ultime dichiarazioni almeno ha smesso di estendere il suo disappunto a tutto il genere femminile per buttarla sul femminismo.
Meno male. Almeno quello.



7. vicky ha scritto:

27 giugno 2019 alle 20:59

Gianni ha lavorato sempre e solo con Guardì e fa polemiche anche con le colleghe tipo Manila Nazzaro. E’ noiosa come non mai e non è nemmeno intelligente visto che critica anche i direttori …. se mai ci fosse stato stato un posticino…. Per quanto riguarda Freccero in passato ha collezionato tanti successi anche sul digitale. Magari ora è così ma ci sta ormai il pubblico è cosi variegato !!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.