6
giugno

Compensi conduttori Rai: ecco quanto guadagnano i volti dell’infotainment

Francesca Fialdini

Francesca Fialdini

I compensi dei conduttori Rai è un tema sempre caldo e appassionante, tale da animare gli umori di amici e nemici vari della politica. Ma quanto guadagnano i protagonisti delle principali trasmissioni in onda sulla tv di Stato? E, soprattutto, chi è che supera il fatidico tetto dei 240.000 euro a stagione imposto da Viale Mazzini per giornalisti e dirigenti?

Compensi conduttori Rai: ecco quanto guadagnano

Il Fatto Quotidiano ha ‘aperto’ il portafogli dei conduttori Rai, vicini al mondo dell’informazione, e fatto il punto sui loro compensi. Ecco tutte le indiscrezioni, a cominciare da Fabio Fazio, che con Che Tempo Che Fa percepisce oltre 2 milioni di euro annui, a cui si aggiungono i 10 che vanno alla sua società L’Officina Srl. Questo, almeno, accadeva fino al termine della stagione in corso; ora, con il passaggio a Rai 2 e una riduzione del numero di puntate, il compenso si ridurrà, pur restando ben oltre la soglia dei 240.000 euro.

Un altro pezzo da 90 è Bruno Vespa che, per il suo Porta a Porta, intasca 1 milione e 700.000 euro a stagione. Si aggira intorno al milione (950.000 euro), invece, Alberto Angela con le sue trasmissioni di divulgazione scientifica e culturale. Un’altra bella cifra, a sorpresa, è quella che andrebbe ad Enrico Lucci, che ha debuttato ieri sera su Rai 2 con Realiti: l’ex iena, stando al quotidiano, percepisce 500.000 euro.

Veniamo ora a coloro che ‘rispettano’ il tetto dei 240.000 euro annui, che è il compenso percepito da Gigi Marzullo, Bianca Berlinguer, Lucia Annunziata e Federica Sciarelli. Intorno a quella cifra, c’è Elisa Isoardi, che con La Prova del Cuoco ha dichiarato di guadagnare 260.000 euro lordi. Per Eleonora Daniele si parla di 1.200 euro a puntata. Differente è il compenso dei due conduttori de La Vita in Diretta: a Tiberio Timperi andrebbero 1.700 euro a puntata, a Francesca Fialdini 1.200. Attenendosi ai dati del Fatto, nel caso di Isoardi (si parla di 1.800 euro a puntata) e Timperi i conti non tornano: il compenso a puntata risulta eccessivamente alto rispetto al totale annuo. Dalle dichiarazioni della conduttrice del mezzogiorno si evince, infatti, che il suo compenso a puntata dovrebbe essere intorno ai 1.400 euro.

Via via, quelli sotto la soglia dei 200.000 euro annui, come Sigfrido Ranucci per la conduzione di Report (180.000), Franco Di Mare per UnoMattina e Duilio Gianmaria per Petrolio (entrambi intorno ai 180/190.000). Tra i 60 e i 70.000 a stagione è il compenso della giornalista di RaiSport e conduttrice de La Domenica Sportiva Giorgia Cardinaletti e della giornalista del Tg3 e conduttrice di Agorà Estate Monica Giandotti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


monica maggioni
CdA Rai: i compensi delle star supereranno il tetto dei 240mila euro. Via libera alle deroghe


Bruno Vespa
Bruno Vespa scrive al CdA Rai per il tetto-compensi: «Tra un Fazio che si occupa di Falcone e un Vespa che fa una puntata su Ballando, chi è l’artista e chi il giornalista?»


Rai
Rai, tetto stipendi: per il Governo «è sempre stato chiaro» che non riguardasse gli artisti. Dirlo subito, no?


Antonella Clerici -
Rai: le star sono escluse dal tetto compensi

3 Commenti dei lettori »

1. alena ha scritto:

7 giugno 2019 alle 16:20

è scandaloso che quello che un operaio (che si fa un mazzo così) guadagna in un mese, loro lo guadagnano (chiacchierando) in una trasmissione tv di un paio d’ore



2. Arsenio Lupin ha scritto:

8 giugno 2019 alle 10:39

Basta non seguirli più. Riferito a chi ha la macchinetta dell’auditel. Come dicevano i Simpson: “Non guardate i mostri” così non si alimenteranno più.



3. Zio Enzo ha scritto:

8 giugno 2019 alle 12:18

Alena hai ragione. Purtroppo non si può fare niente e sempre stato così



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.