8
maggio

Pagelle TV della Settimana (29-04/5-05/2019). Promossa la sfida del sabato sera. Bocciati Cristian Imparato e Mark Caltagirone

Gomorra 4

Gomorra 4

Promossi

9 alla combattutissima sfida del sabato sera. Ballando con le Stelle e Amici svettano in quella che è la serata per eccellenza della nostra televisione: Rai1 e Canale 5 nella lunga notte del sabato superano abbondantemente il 40% di share. E anche se Milly Carlucci è riuscita ad agguantare con regolarità la leadership, il competitor è vicinissimo.

8 ai 30 di Chi l’ha Visto?. La trasmissione inaugurata da Donatella Raffai ha aperto un’epoca ed ha saputo negli anni riproporsi fedele a se stessa coltivando sia uno zoccolo duro di affezionati sia attraendo nuovo pubblico. Quello che avremmo limitato è lo spazio dedicato ai casi di cronaca nera.

6 a Gomorra 4. Arrivata alla quarta stagione, la fiction di Sky Atlantic mostra segni di cedimento. A stonare è l’insieme, cambi di rotta, di situazioni e personaggi sin troppo repentini, un racconto sfilacciato che inizia ad accartocciarsi su se stesso auto alimentandosi. La scrittura dei singoli episodi è tuttavia ancora viva, resistono la tensione, il pathos e l’affezione per i protagonisti.

6 ad Ambra. Dopo le polemiche dello scorso anno per il maglione costoso indossato, quest’anno al Concertone l’ex Lolita di Non è la Rai indossa un maglione con i nomi dei sindacati. Provocazione evitabile.

Bocciati

5 al discorso di Paolo Bonolis in apertura di Ciao Darwin sull’incidente accaduto al concorrente Gabriele. Ci saremmo aspettati qualcosa di diverso rispetto a recriminazioni nei confronti delle notizie non ufficiali dei giornali, che nella maggior parte dei casi hanno soltanto riportato lo stato dei fatti e le parole del cugino del concorrente.

4 al servizio de Le Iene sulle donne italiane a caccia del Big Bamboo. Con toni leggeri, il programma di Italia1 racconta quello che è il fenomeno della prostituzione al maschile in Africa ribattezzato “turismo romantico”.

3 a Cristian Imparato. L’ex stellina di Io Canto lascia la casa del Grande Fratello al termine di un’esperienza che l’ha visto protagonista in negativo. Da un lato si è parlato di lui per le punturine, dall’altro per il suo insistere, in maniera fastidiosa e impudente, sull’omosessualità (presunta) di Michael Terlizzi. Se quest’ultimo ha un lato irrisolto, come sostiene Imparato, lo stesso ex baby prodigio non è da meno, avendo mostrato una certa irascibilità alzando la voce non appena gli si presentava l’occasione.

2 alla telefonata di Mark Caltagirone a Live – Non è la D’Urso. Quello che, in linea teorica, poteva rappresentare il momento della verità si traduce in un’ennesima beffa. La voce del futuro marito di Pamela Prati si sente male, forse è camuffata, lui è vago e anzichè mettere a tacere il mistero, lo acuisce.

1 al servizio della TGR sui nostalgici di Benito Mussolini. Siamo della stessa idea del presidente Foa, in ambito locale era lecito coprire la notizia, tuttavia si è ecceduto.



Articoli che potrebbero interessarti


Ciao Darwin rulli Genodrome
Incidente a Ciao Darwin: la Procura di Roma apre un’inchiesta e sequestra i rulli del Genodrome


Paolo Bonolis
Paolo Bonolis contro gli sforamenti di Striscia: «Ci sono i poteri forti. Possano ‘acciaccalli’»


Paolo Bonolis - Ciao Darwin 8
Ciao Darwin 8: Bonolis riparte dalla sfida «chic vs shock» con Enzo Miccio e Lisa Fusco


ornella vanoni
Pagelle TV della Settimana (28/01-03/02/2019). Promossi Albano e Ornella Vanoni. Bocciati Celentano e John Vitale

2 Commenti dei lettori »

1. R101 ha scritto:

8 maggio 2019 alle 23:42

Relativamente al voto 9… sarà anche vicino il competitor ma per ora Milly 👑!
Con buona pace di qualcuno!!!
🤣🤣🤣
😘😘😘



2. controcorr ha scritto:

8 maggio 2019 alle 23:59

finalmente.. qualcuno che da il giusto voto (3) a Cristian Imparato…e con la giusta motivazione…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.