tgr



8
maggio

Pagelle TV della Settimana (29-04/5-05/2019). Promossa la sfida del sabato sera. Bocciati Cristian Imparato e Mark Caltagirone

Gomorra 4

Gomorra 4

Promossi

9 alla combattutissima sfida del sabato sera. Ballando con le Stelle e Amici svettano in quella che è la serata per eccellenza della nostra televisione: Rai1 e Canale 5 nella lunga notte del sabato superano abbondantemente il 40% di share. E anche se Milly Carlucci è riuscita ad agguantare con regolarità la leadership, il competitor è vicinissimo.




5
maggio

Tgr, servizio sui nostalgici di Mussolini: caporedattore Emilia Romagna si dimette

TgR Emilia Romagna

Le polemiche per il servizio della TgR Emilia Romagna sulla manifestazione dei nostalgici di Mussolini a Predappio hanno avuto concrete conseguenze. Il capo redattore della Tgr Emilia-Romagna, Antonio Farnè, ha infatti rimesso il proprio mandato. La decisione del giornalista è stata accolta dal direttore della testata Alessandro Casarin, come riferisce un comunicato di Viale Mazzini.


29
aprile

TgR, servizio sui nostalgici di Mussolini a Predappio. La direzione si dissocia dopo le polemiche

TgR Emilia Romagna, servizio da Predappio

Saluti romani, elogi a Benito Mussolini, testimonianze relative al Ventennio. Ha suscitato polemiche il servizio trasmesso ieri sera dalla dell’Emilia Romagna sul raduno tenutosi a Predappio in occasione dell’anniversario della morte del Duce. Il filmato, trasmesso nell’edizione delle 19.30, ha innescato critiche (qualcuno ha parlato di “apologia di fascismo”) e provocato, all’indomani, una presa di distanze da parte della direzione della testata regionale Rai.





15
marzo

Rai, Salini boccia l’informazione: troppo dispendiosa, poco efficiente. Solo la TgR costa 141 milioni l’anno

Fabrizio Salini

L’informazione Rai è affetta da criticità che vanno riformate. L’AD del servizio pubblico, Fabrizio Salini, ne è convinto e non lo ha mai nascosto. Nel piano industriale da lui stesso architettato e approvato nei giorni scorsi dal CdA, il top manager ha infatti inserito un progetto di cambiamento del settore news, che – stando a quanto trapela – andrà a razionalizzare le risorse giornalistiche e ad agire conseguentemente sui costi. L’obiettivo del dirigente è di riuscire nell’impresa che fallì ad Antonio Campo Dall’Orto.


16
marzo

TGR UMBRIA: I SERVIZI NON PARTONO PER UN PROBLEMA TECNICO. MA IL CONDUTTORE NON MOLLA (VIDEO)

Rosario Carello, TgR Umbria

I quattro minuti meno desiderabili per un conduttore tv li ha vissuti domenica scorsa (13 marzo) Rosario Carello. Durante l’edizione del TgR Umbria da lui presentata, il giornalista ha dovuto fare i conti con un problema tecnico che ha impedito la messa in onda di tutti i servizi in scaletta. L’anchorman ha mantenuto eroicamente la calma ed ha provato a sdrammatizzare. Ma dei filmati manco l’ombra. Così, alla fine, si è visto costretto a chiudere il notiziario con largo anticipo: “siamo in una condizione davvero molto spiacevole” ha ammesso.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





22
luglio

RAI, L’INFORMAZIONE PRONTA A CAMBIARE. ACCORPAMENTI TRA LE TESTATE: I CDR DICONO NO

Mario Orfeo e Luigi Gubitosi

Accorpamenti e ottimizzazione delle risorse: i punti chiave della “riforma” dell’informazione Rai verranno presentati ufficialmente nel CdA di giovedì prossimo, 24 luglio. Il giorno prima, però, il Consiglio si riunirà in via informale per sondare il terreno e gli umori su quello che si annuncia un passaggio fondamentale per il futuro del servizio pubblico. Stavolta il DG Luigi Gubitosi ci metterà la faccia, più del solito. L’ammodernamento dell’apparato giornalistico, infatti, è un cavallo di battaglia che il top manager porta avanti sin dal suo arrivo a Viale Mazzini.

Ispirata dall’interventismo del nuovo corso renziano in Rai, la riforma prevede una manovra diretta sulle testate giornalistiche, con una riduzione dei direttori e dei vice. Stando alle indiscrezioni, sarebbe anche allo studio l’eliminazione delle edizioni brevi dei notiziari e l’annullamento di ogni sovrapposizione giornalistica in palinsesto. L’idea è quella di affidare ad ogni testata una mission ben precisa, con l’obiettivo di razionalizzare le risorse ed offrire allo stesso tempo un servizio completo in base alle varie esigenze informative del pubblico Rai.

Rai, riforma informazione: Rainews ingloba il TgR?

Secondo quanto trapela alla vigilia, in base al nuovo piano il Tg1 potrebbe inglobare Rai Parlamento, così da mantenere e rafforzare il suo carattere istituzionale. Il Tg2 potrebbe specializzarsi sull’approfondimento, il Tg3 sull’informazione regionale e internazionale. Dopo le polemiche sui presunti sprechi delle sedi regionali, per il TgR si potrebbe invece prospettare un‘integrazione con Rainews. La testata allnews attualmente diretta da Monica Maggioni diventerebbe così la più grande del servizio pubblico. La riforma è ambiziosa, per certi versi copernicana, e proprio per questo non sono mancati i pareri negativi al riguardo.

Rai, riforma informazione: polemici i CdR

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


18
ottobre

TGR RAI: VINCENZO MORGANTE E’ IL NUOVO DIRETTORE

Logo del Tg Regione

Cambio al vertice della Testata Giornalistica Regionale (Tgr) della Rai. Alla guida di quella che è la più grande redazione giornalistica d’Europa arriva Vincenzo Morgante, fino a ieri responsabile della redazione Rai di Palermo. Il suo nome è stato proposto dal direttore generale di Viale Mazzini, Luigi Gubitosi, al Cda della Rai, che nella giornata di ieri l’ha votato all’unanimità. Morgante, che è riuscito ad avere la meglio sull’altro candidato, Massimo Milone (ex Tgr Campania ora a capo di Rai Vaticano), subentra ad Alessandro Casarin, dimessosi per ragioni personali lo scorso mese di settembre.

La nomina di Morgante, alla guida del Tgr, è stata prontamente salutata dal comitato di redazione del Tgr Sicilia con un lungo comunicato nel quale si sottolineano le doti professionali e il rigore morale del giornalista.

“La nomina di Vincenzo Morgante a Direttore della Testata giornalistica regionale Rai è il riconoscimento più importante che l’azienda ha voluto dare al lavoro svolto in oltre dieci anni dalla nostra redazione e alle capacità di chi l’ha guidata con impegno, rigore morale e professionalità. Vincenzo Morgante come caporedattore della Tgr Sicilia è stato una presenza costante e coerente nei momenti delle emergenze e nel lavoro di ogni giorno. Sotto la sua guida la redazione è stata chiamata ad affrontare grandi eventi come le cattura dei più pericolosi latitanti di mafia, le emergenze dell’immigrazione, i disastri idrogeologici che hanno provocato distruzione e morte in tanti comuni, ma ha anche saputo raccontare cambiamenti storici del costume e della cultura della nostra regione, dalla rivoluzione antiracket avviata dai giovani di Addio Pizzo all’opera di moralizzazione dentro la pubblica amministrazione senza dimenticare i nuovi traguardi sportivi raggiunti nelle varie discipline in Sicilia. Sempre con equilibrio, con capacità di dare ascolto e parola a tutti, con una particolare attenzione – ancora maggiore da quando è iniziata la stagione di crisi economica – agli ultimi, ai senza lavoro, alle periferie. Sempre con grande senso di responsabilità, con dedizione e capacità di sacrificio per sopperire, spesso, alla mancanza di risorse e di mezzi tecnici”.

Il Cdr del Tgr Sicilia si è inoltre augurato di poter presto contare su un nuovo direttore altrettanto autorevole.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


6
maggio

TGR RAI: MUORE SUICIDA IL VICEDIRETTORE PAOLO PETRUCCIOLI

Paolo Petruccioli

Televideo piange per Paolo Petruccioli”. La pagina 160 di Televideo – sommario delle Culture” – è dedicata lui, il giornalista professionista che si è tolto la vita questa mattina e che per un lungo periodo di tempo è stato vicedirettore di Televideo.

Petruccioli, classe 1956, giornalista professionista dal 1986, già vicedirettore, oltre che di Televideo, di Raisport, di Radio1 e delle Relazioni Esterne, oggi lavorava come vicedirettore del TgrRai. Il drammatico gesto è avvenuto questa mattina. Petruccioli si è gettato da una finestra al quarto piano di Via Borgo Sant’Angelo 23, a Roma, negli uffici della Redazione.

Pare che nei minuti precedenti al suicidio avesse spedito una mail alla moglie per spiegare i motivi della sua decisione irreversibile. Petruccioli, lavorava per la televisione di Stato dal 1982, e in questo periodo coordinava le redazioni di Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Umbria e Liguria.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »