5
maggio

Tgr, servizio sui nostalgici di Mussolini: caporedattore Emilia Romagna si dimette

TgR Emilia Romagna

Le polemiche per il servizio della TgR Emilia Romagna sulla manifestazione dei nostalgici di Mussolini a Predappio hanno avuto concrete conseguenze. Il capo redattore della Tgr Emilia-Romagna, Antonio Farnè, ha infatti rimesso il proprio mandato. La decisione del giornalista è stata accolta dal direttore della testata Alessandro Casarin, come riferisce un comunicato di Viale Mazzini.

Casarin – che aveva subito preso le distanze dai contenuti del filmato sulla commemorazione di Predappio – ha affidato l’interim della Redazione Emilia Romagna a Ines Maggiolini, già capo redattore Tgr Lombardia, attualmente Vice Direttrice Tgr con delega sulle redazioni Emilia Romagna e Sardegna, oltre che responsabile delle Rubriche Tgr.

Nei prossimi giorni – comunica la Rai – l’Azienda avvierà le procedure per l’attivazione del Job Posting per individuare il nuovo Responsabile della Redazione emiliano-romagnola. Dopo aver rimesso l’incarico, Antonio Farnè resta ora a disposizione del Direttore Alessandro Casarin per una nuova mansione nell’ambito della Tgr.

Non poteva passare liscia la messa in onda del servizio sul raduno dei nostalgici di Mussolini, avvenuta il 28 aprile nell’edizione delle 19.30 e seguita da severe critiche. Il primo a gridare allo scandalo era stato il deputato Pd Michele Anzaldi, che -esagerando- aveva parlato addirittura di “apologia di fascismo“. L’AD Rai Fabrizio Salini era intervenuto in prima persona sul caso aprendo un’indagine interna. E Alberto Barachini, Presidente della Vigilanza, aveva annunciato che avrebbe chiesto al top manager un resoconto delle verifiche attivate.

La Rai -scrive Il Fatto- aveva avviato a quel punto un procedimento disciplinare nei confronti di Antonio Farnè, che aveva cinque giorni di tempo per fornire la sua versione dei fatti. Il giornalista, ieri, ha però deciso di lasciare l’incarico.



Articoli che potrebbero interessarti


TgR Emilia Romagna, servizio da Predappio
TgR, servizio sui nostalgici di Mussolini a Predappio. La direzione si dissocia dopo le polemiche


Fabrizio Salini
Rai, Salini boccia l’informazione: troppo dispendiosa, poco efficiente. Solo la TgR costa 141 milioni l’anno


Bruno Vespa e Lucia Panigalli - Porta a Porta
Bruno Vespa, procedimento disciplinare per l’intervista a Lucia Panigalli. L’ad Rai Salini: «Condivido la contrarietà, faremo chiarezza sulla vicenda»


Milo Infante
Rai, Salini nomina i project leader e sblocca i vicedirettori di Rai1. Tra loro, Milo Infante e Franco Di Mare

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.