27
settembre

Vigilanza Rai: approvata la risoluzione contro il conflitto d’interessi degli agenti delle star. Ecco cosa prevede

Roberto Fico, Vigilanza Rai

Stop al conflitto di interessi degli agenti delle star in Rai. A Viale Mazzini cambia tutto. Nel pomeriggio di oggi, la Commissione di Vigilanza ha infatti dato il via libera alla risoluzione che mira ad impedire un eventuale conflitto d’interessi tra l’azienda del servizio pubblico e gli agenti che gestiscono artisti e conduttori che lavorano per la stessa Rai. La risoluzione è stata approvata all’unanimità, anche se non tutti i commissari erano presenti. Ecco cosa prevede il documento approvato oggi.

Come spiegato e sintetizzato su Facebook dal Presidente della Vigilanza Rai, Roberto Fico, i punti principali della risoluzione sono i seguenti:

1) Stop ai conflitti d’interessi – Non si potrà affidare la produzione di programmi a società controllate o collegate ad agenti che rappresentino artisti presenti negli stessi programmi. Il divieto vale anche nel caso che la società di produzione faccia capo allo stesso artista. Non si potranno, inoltre, contrattualizzare nello stesso programma più di tre artisti rappresentati dallo stesso manager.

2) Trasparenza nei rapporti agenti/Rai – La Rai renderà noto sul proprio sito l’ammontare delle parcelle degli agenti.

3) Conflitti d’interessi e produzioni cinematografiche – La Rai non potrà co-produrre film con società di cui siano titolari agenti che rappresentino artisti legati alla tv pubblica da rapporti contrattuali in essere.

4) Sostegno ai produttori indipendenti e giovani autori – La Rai dovrà riservare una quota di investimenti alle produzioni cinematografiche indipendenti e dedicare maggiore attenzione ai giovani autori attraverso una apposita struttura aziendale.

5) Format – la Rai dovrà individuare criteri per accertare l’originalità dei format, impedendo che i format esterni vengano utilizzati in modo surrettizio per incrementare i compensi di artisti, conduttori e giornalisti.

Finalmente le cose in Rai cambieranno, perché regolamentando l’attività dei manager dello spettacolo ci sarà più trasparenza nelle trattative e apertura nell’ambito delle produzioni e dell’ideazione dei palinsesti. Verrà così superato il blocco di potere che in questi anni ha fatto il bello e il cattivo tempo. Sappiamo bene che quando ci sono opacità e conflitti d’interessi, si avvantaggiano sempre le stesse persone, mortificando i talenti e la crescita anche di tanti giovani

ha affermato lo stesso Fico, che in tempi non sospetti si era speso in prima persona per sostenere il testo originario depositato dal relatore Michele Anzaldi il 5 luglio scorso ed approvato oggi. A quel testo, ora il deputato Pd ha aggiunto anche una premessa nella quale la Commissione auspica l’intervento legislativo del governo sulla materia, con una norma che regoli il settore televisivo nel suo complesso.

Tale istanza pare sia stata già valutata a Palazzo Chigi, ed infatti – stando a quanto riporta Repubblica – un disegno di legge al riguardo sarà presentato in Consiglio dei ministri già a ottobre, su iniziativa del ministero dello Sviluppo Economico. A differenza del testo approvato in Vigilanza, il disegno di legge allo studio del Ministro Calenda e del Sottosegretario Giacomelli riguarderà tutte le emittenti, anche per evitare asimmetrie tra la Rai ed i suoi competitor.

Secondo Repubblica, il disegno di legge conterrà anche delle sanzioni per evitare che un agente possa affidare a delle figure di comodo il ruolo di produttore di programmi, con il solo obiettivo di aggirare le norme contro il conflitto d’interessi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Mario Orfeo
Mario Orfeo in Vigilanza Rai: «Nel 2018 possibile perdita da 100 milioni. Giletti a La7? Scelta legittima. Costava più dei suoi ricavi»


Fabio Fazio
Vigilanza Rai: documento contro il conflitto d’interessi di agenti delle star e artisti-produttori. Fazio avvisato


Roberto Fico
Vigilanza Rai, Fico: «Superare i conflitti di interesse degli agenti delle star»


Roberto-Fico
VIGILANZA RAI, ROBERTO FICO: TETTO AGLI STIPENDI ANCHE PER LE STAR

2 Commenti dei lettori »

1. RoXy ha scritto:

27 settembre 2017 alle 19:05

Wow, quindi in base al pt 1 chiudono il programma di Fazio-so?



2. Luca ha scritto:

27 settembre 2017 alle 19:29

Figuriamoci
Non cambierà nulla
i pidioti si arrampicheranno sugli specchi per tenersi un servo sciocco come fazio(so)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.