25
agosto

Miss Italia: aneddoti, curiosità e scandali del celebre concorso di bellezza | 1990 – 2017

Rosangela Bessi (Miss Italia 1990) e Pina Siracusa (Miss Coraggio)

Rosangela Bessi (Miss Italia 1990) e Pina Siracusa (Miss Coraggio)

Secondo ed ultimo appuntamento con la storia di Miss Italia, il concorso di bellezza che nei suoi 78 anni di vita non ha risparmiato al pubblico emozioni e divertimento, ma anche scandali e polemiche. Dopo aver raccontato gli aneddoti legati ai primi 4 decenni del concorso, scopriamo le curiosità legate alla manifestazione dagli anni ’90 ad oggi.

1991 – Miss Coraggio

La vincitrice di Miss Italia 1991 è Martina Colombari, che con i suoi 16 anni è la più giovane fra tutte le finaliste. Grande attenzione dai media viene però riservata a Pina Siracusa, una ragazza di Mazzarino (Sicilia) che ebbe il coraggio di denunciare i 15 ragazzi che nel giorno di pasquetta del 1988 la violentarono ripetutamente. La ragazza, ospite del concorso viene premiata con la speciale fascia di Miss Coraggio.

Da La Repubblica dell’8 settembre 1991

Le lacrime di Pina Siracusa, la ragazza di Mazzarino che fu violentata da 15 uomini e trovò il coraggio per denunciarli, premiata al concorso con la fascia di “Miss Coraggio”, si abbandona in un angolo del palazzo dei congressi a una crisi di pianto e singhiozza: “Voglio quei soldi. Datemi quei soldi che mi avevate promesso. Non ho una lira”. Allude, spiega Mirigliani, al compenso promessole da un settimanale popolare per il suo memoriale in esclusiva: “Se non glieli danno loro, glieli do io, quei soldi”, assicura Mirigliani alla stampa. Oltre che senza una lira, Pina Siracusa è completamente sola, dopo che anche i genitori l’hanno definitivamente ripudiata: “Che vergogna vedere Pina in tv. Non la vogliamo, quella svergognata stavolta ci ha davvero offesi – hanno fatto sapere da Caltanissetta il padre Gaetano e la madre Concetta – dopo il fattaccio abbiamo cercato di farle capire che la stavano strumentalizzando. Ma lei invece ci ha ricambiato con insulti e parolacce. Non deve presentarsi a casa, quella svergognata. Ha preferito andare al concorso di Miss Italia piuttosto che cambiare vita, come più volte l’ abbiamo pregata di fare. Adesso basta”. Quando si dice che sui genitori puoi sempre contare.

1993 – Arianna David rischia la squalifica

Arianna David, 20 anni, è la più bella d’Italia. Poco dopo l’annuncio si scopre che ha già lavorato in tv e il suo titolo vacilla per alcuni giorni, per poi essere riconfermato.

Da La Repubblica del 14 settembre 1993

La notizia è ancora ufficiosa ma appare ormai certa, anche se non sarà confermata prima di domani: con ogni probabilità la Miss Italia in carica, “congelata” per dieci giorni, conserverà il suo titolo. Niente squalifica, dunque, niente rinuncia obbligata allo scettro della più bella, fugata la prospettiva – incubo di primo autunno – di dover ripetere le finali del concorso (di nuovo Frizzi?) ed eleggere una miss bis. Arianna David, reginetta modello Barbie che di italico non ha nulla, può dormire sonni tranquilli: l’ aver fatto la comparsa in tivù al “Gioco dell’oca” e la valletta di fila nello show “Acqua calda” non mette a repentaglio la sua coroncina di latta e il suo status di super miss nazional-popolare scelta fra le ragazze della porta accanto. Veramente insulsi, di nessun peso, sono stati giudicati dall’avvocato dell’organizzazione i passaggi televisivi della premiata ventenne romana.

1994 – La miss fedele

Alessandra Meloni, 21 anni, di Cagliari è stata incoronata Miss Italia 1994. La ragazza sarda passerà alla storia per essere stata una delle pochissime miss a non aver lasciato il fidanzato durante l’anno da “reginetta di bellezza”.

1995 – Arriva la lotteria

Vince la futura attrice Anna Valle. Per la prima ed unica volta il concorso è abbinato ad una Lotteria Nazionale. Ai primi sei biglietti corrispondono le prime sei concorrenti scelte tra le 60 finaliste nella serata conclusiva del 2 settembre. Sui biglietti appare la miss in carica Alessandra Meloni.

1996 – Denny Mendez divide pubblico e giuria

Denny Mendez, 18 anni, vince il titolo di Miss Italia 1996. È la prima Miss Italia nera. Al momento dell’elezione non mancano i fischi in sala e le critiche da parte della giuria. Bob Krieger, fotografo e giurato è stato espulso perché ha fatto capire che lui la Mendez non la considera italiana per via del colore della pelle (“Se vengo a scegliere Miss Italia devo scegliere una che la rappresenta. A me non interessa eleggere miss solidarietà o miss pietà”). Esclusa dalla giuria anche Alba Parietti. Questo il comunicato del Patron Enzo Mirigliani.

“In seguito alle sue dichiarazioni alla stampa, a proposito della concorrente Denny Mendez. È stato quindi deciso che la signora Parietti non possa esercitare il ruolo di componente della giuria, tantomeno quello di madrina di tutte le ragazze del concorso”.

In serata la Parietti viene riammessa in giuria.

1997 – L’edizione più fortunata

L’edizione del 1997, vinta da Claudia Trieste, si rivela particolarmente fortunata. Tra le concorrenti in gara figurano infatti diverse ragazze destinate ad avere popolarità e successo. Annalisa Minetti (Miss Lombardia) intraprende la carriera da cantante e vince l’anno successivo il Festival di Sanremo, Christiane Filangieri (Miss Campania) diventa un’attrice di fiction, Elisabetta Gregoraci (Miss Calabria) approda in tv, Caterina Murino (Miss Sardegna) diventa un’attrice nota anche all’estero, Mara Carfagna (Miss Primo dell’Anno), dopo una lunga parentesi televisiva, approda alla politica arrivando a ricoprire anche il ruolo di Ministro. Silvia Toffanin (Ragazza Sasch Top Model Domani Veneto) e Vincenza Cacace (Miss Deborah Campania) proseguono la carriera in tv, mentre Roberta Floris (Miss Azira Ragazza in Gambissime Sardegna), dopo alcune esperienze nelle tv locali della Sardegna, si afferma come giornalista.

1999 – Il caso Salvatico

Manila Nazzaro vince il titolo di Miss Italia. La ragazza, incoronata da Alberto Sordi, già tre anni prima aveva partecipato alla kermesse senza successo. Al terzo posto arriva Caterina Balivo, destinata a diventare un popolare volto televisivo. Niente da fare invece per la superfavorita Donatella Salvatico. La ragazza rimane coinvolta in uno spiacevole episodio. La tanto citata numero 22 viene esclusa tra lo stupore del pubblico nella selezione delle ultime 24 ragazze. Poco dopo ci si accorge di un errore nei conteggi dei voti ed un imbarazzato Fabrizio Frizzi è costretto ad annunciare che una ragazza è entrata per sbaglio nella rosa delle 24 finaliste al posto di un’altra. Si decide di non eliminare la ragazza erroneamente inserita in finale, ma di portare il numero delle ragazze a 25. Al momento della presentazione delle finaliste, ci si rende conto che la ragazza riammessa è proprio la Salvatico. Urla e fischi fanno tremare il Palazzetto di Salsomaggiore. Queste le dichiarazioni di Donatella Salvatico a La Nuova Sardegna del 7 settembre 1999.

“Come mi sono sentita quando i fischi del pubblico hanno accolto il mio ingresso potete immaginarlo. Ero terrorizzata ma allo stesso tempo fiera di essere stata scelta. Sono riuscita a mantenere il sorriso mentre mi massacravano. Sicuramente in quella condizione non potevo certo diventare io Miss Italia 1999, ma va bene lo stesso. Tutte queste polemiche, il fatto che sono finita sui giornali, e il motivo per cui voi giornalisti mi continuate a cercare sottolineano comunque una cosa: non sono passata inosservata. E questo è un grosso risultato”.

2000 – La finale slitta a causa della tragedia di Soverato

Tania Zamparo è eletta Miss Italia. L’edizione è tristemente segnata dalla tragedia di Soverato. In segno di rispetto per le vittime dell’alluvione, la serata finale, prevista per il 10 settembre, viene fatta slittare di ventiquattr’ore. Durante le serate non mancano le contestazioni. La miss in gara Giovanna Arco, contesta in diretta le domande proposte alle partecipanti dal conduttore Fabrizio Frizzi, da lei considerate da quoziente intellettivo zero.

2002 – Il direttore di Rai1 Fabrizio Del Noce critica il concorso

Eleonora Pedron è la nuova Miss Italia. L’edizione del concorso viene pesantemente criticata dall’allora direttore di Rai1 Fabrizio Del Noce che dichiara alla stampa di essersi annoiato: “Soprattutto durante la prima serata. È stata una recita di buonismo, queste ragazze mi sembrano veramente molto imbeccate. Ma è mai possibile che tutte quante abbiano soltanto “Dio, patria e famiglia”? E la scuola, soprattutto la scuola. Non si è ancora arrivati alla botanica ma ci siamo vicini. Cento ragazze tutte belle, che si vogliono tutte bene e non importa chi vincerà perché tanto loro vogliono fare altro: no, questa formula va cambiata.

2007 – Scintille tra Loretta Goggi e Mike Bongiorno

L’edizione vinta da Silvia Battisti viene ricordata per la litigata tra i conduttori Loretta Goggi e Mike Bongiorno sotto gli occhi increduli del novantenne patron Enzo Mirigliani. Motivo del contendere: una questione di scaletta non rispettata.

Da La Repubblica del 25 settembre 2007

“Pensavo di entrare con te, e presentare insieme Miss Italia, invece hai fatto il collegamento con Fiorello, che volevo salutare pure io“. Voce stizzita, vistosamente agitata, così la Goggi fa il suo ingresso sul palco, dopo un’apertura a sorpresa con Fiorello che, da Bergamo (dove faceva tappa col suo show Volevo fare il ballerino) fa l’in bocca al lupo a Mike. “Me ne vado – esclama la conduttrice – non pensavo di arrivare dopo mezzora di spettacolo, ma stiamo scherzando…”. Bongiorno è stupefatto. E smarrito. Si chiede “che fare” in diretta, mentre la Goggi esce di scena e, come una furia, continua a ripetere “ma stiamo scherzando, stiamo scherzando…”. “Alle prove hai cambiato la scaletta mille volte – lo accusa la Goggi – e poi mi hai fatto aspettare per il collegamento con Fiorello. Non si fa così, non si fa così”. Panico dietro le quinte. Le urla si sentono da fuori. Volano parole grosse. E’ sceneggiata. Dopo la lite, durante una provvidenziale pausa pubblicità si cerca di riportare tutto alla normalità. Si torna in diretta. Riecco Mike, che annuncia la presentazione delle ragazze in gara: era stata affidata alla Goggi però, vista la sua assenza, avrebbe tentato di svolgerla lui. Finalmente, la conduttrice torna sul palco. “Umilmente ricomincio”, dice. Canta un brano previsto dalla scaletta, bruscamente modificata con la sua uscita di scena. A quanto si apprende, la Goggi ha deciso di rientrare dopo un colloquio con Del Noce e con Patrizia Mirigliani. Accolta dagli applausi del pubblico, al quale manda baci, commenta: “Stasera mi sento proprio come queste ragazze, sto ricominciando tutto daccapo. Noi donne siamo tutte un po’ Cenerentole…”. Ma la frecciata a Mike non se la risparmia: “Mi hai trattato come Edy Campagnoli, la tua valletta muta, e non è giusto, domani entro io per prima e ti chiamo in scena dopo venti minuti”. Insomma, un remake di Casa Vianello. Col rischio, però, che questa volta sia il pubblico a commentare “che noia, che barba, che noia…”.

2009 – La “gaffe” di Milly Carlucci

Miss Italia 2009 è Maria Perrusi. Durante la prima serata, i cui tempi si allungano in maniera imbarazzante, vengono assegnati i primi quattro titoli del concorso. La fascia più importante, quella di Miss Moda Italia, va a Federica Sperlinga. Una fascia arrivata a tardissima ora, intorno alle due di notte, e dopo l’errore commesso dalla conduttrice Milly Carlucci, che aveva proclamato vincitrice un’altra ragazza, Mirella Sessa. Alla base di tale errore, come sottolineato dalla stessa Carlucci in diretta, il foglio stilato dagli autori del programma con su scritti i risultati in maniera poco chiara (qui la recensione della serata).

2015 – Miss in guerra

L’edizione del 2015 viene vinta dalla diciottenne Alice Sabatini. Nella parte finale della serata, condotta per il secondo anno consecutivo da Simona Ventura, le ultime tre concorrenti in gara rispondono a una serie di domande per dar loro modo di esprimersi e svelare una parte di sé. Claudio Amendola, uno dei tre giurati insieme a Joe Bastianich e Vladimir Luxuria, chiede alle ragazze in quale epoca avrebbero voluto vivere. Alice Sabatini risponde prontamente: “Vorrei essere nata nel 1942, per vivere la Seconda Guerra Mondiale. Sui libri ci sono pagine e pagine, io volevo viverla per davvero, poi essendo donna non avrei nemmeno dovuto fare il militare”. Parole che fanno scendere il gelo nel palazzetto dello sport di Jesolo e scatenano l’ironia del pubblico sui social (qui la recensione della serata)

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


30 Maria Malandrucco Miss Italia 2017
Miss Italia 2017: tutte le finaliste – Foto


Stefania Sandrelli
Miss Italia: aneddoti, curiosità, e scandali del celebre concorso di bellezza | 1946 – 1990


Alice Rachele Arlanch è Miss Italia 2017
Alice Rachele Arlanch è Miss Italia 2017


Miss Basilicata 2017 - Noemi Lapolla
Miss Italia 2017: il concorso non è ancora iniziato, le gaffe sì. Ecco gli strafalcioni delle ragazze in gara

2 Commenti dei lettori »

1. trucidatus ha scritto:

26 agosto 2017 alle 15:51

Molti degli aneddoti menzionati in quest’articolo li ricordo benissimo,ma,vorrei soffermarmi,se mi è permesso,su uno in particolare,che non è stato citato dall’autore del suddetto articolo e risale all’edizione del 1995: venne eletta Miss Italia la numero 22,Anna Valle,ma si scoprì che il pubblico,tramite televoto,aveva preferito la numero 14,Cristina Massetti,ma le votazioni della giuria,sommate a quelle degli spettatori da casa,stravolsero completamente il risultato,facendo finire quest’ultima al terzo posto;non ci fu nulla di rilevante ai fini della gara,poichè si era svolta con regolarità,ma,questo accadimento,all’epoca,fu riportato da molti giornali e suscitò qualche polemica,che poi non ebbe seguito,nei giorni immediatamente successivi alla fine del concorso e,in conseguenza a questo,per alcune delle edizioni successive venne istituita la fascia di “Miss Televoto”,assegnata,per l’appunto alla concorrente più votata dai telespettatori,che,tra l’altro,ricordo in particolare quando,nel 1999,fu assegnata alla concorrente numero 8,Elisa Pelatti,la quale,fu un fatto abbastanza curioso,una volta arrivata tra le 6 finaliste implorò più volte il pubblico da casa di non votarla;in realtà successe esattamente l’opposto,ma,anche in questo caso,i voti della giuria furono determinanti e venne eletta “Miss Italia 1999″ la numero 17,Manila Nazzaro.



2. Salvatore Cau ha scritto:

26 agosto 2017 alle 20:13

@trucidatus

Grazie, non ricordavo l’episodio del 1995, mentre ricordo bene la “povera” Pelatti che, dopo aver implorato il pubblico di non votarla, non solo arrivò seconda, ma al momento della proclamazione venne travolta dalla altre ragazze cadendo rovinosamente per terra. :D



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.