23
marzo

Piersilvio Berlusconi: “A Mediaset le fiction Rai non funzionerebbero. I canali hanno una loro anima, sull’8 Fiorello fa l’1.5%. Il 20 sarà una mini generalista”

piersilvio berlusconi

Piersilvio Berlusconi

Con il rinnovo contrattuale di Paolo Bonolis, Mediaset punta di prepotenza sull’intrattenimento. Per la fiction, invece, si aprirà un nuovo ciclo. Piersilvio Berlusconi appare consapevole del delicato momento in cui versa la serialità del Biscione e per tali ragioni il cambiamento è già in atto. L’occasione per parlarne è proprio l’incontro per l’ufficializzazione del rinnovo con Bonolis.

Il vicepresidente Mediaset cita l’alto tasso di insuccesso dei nuovi prodotti sulla televisione americana, pari all’85%, rimarcando altresì quanto non sia semplice intercettare il pubblico di Canale 5 rispetto a quello di Rai1.

Per questo motivo a poco servirebbe scippare una fiction alla Rai:

Loro hanno una tradizione molto forte e una fedeltà di pubblico molto forte [...] Le fiction della Rai da noi non funzionerebbero. Non dico che non funzionerebbero in assoluto, farebbero notevolmente meno di quello che fanno sulla Rai. Sembra assurdo ma i canali hanno una loro anima, una loro forza, grazie a Dio. Vedete la differenza di numeri tra Canale 5, Italia1 e il resto del mondo, con tutto il rispetto l’8, il 9 e quant’altro… Fiorello fa l’1.5%, Striscia è sopra il 20 tutte le sere. Ci sarà anche una grande differenza di contenuto ma Fiorello è Fiorello [...] Il brand canale vale moltissimo”.

Nemmeno la strada delle coproduzioni con l’estero sembra essere quelle vincente:

Quelle cose tipo ‘facciamo la coproduzione europea sia con la Francia, sia con la Germania, sia con la Spagna’  il 99% delle volte non piacciono a nessuno: né agli italiani, né ai francesi, né agli spagnoli. Questa è una delle cose, per esempio, che avevamo iniziato a discutere con Vivendi ma… non c’è stato bisogno (ride, ndDM)“.

Se quest’ultimo punto non fa una piega ed è riscontrato dai fatti, sulle prime affermazioni ci sentiamo di aggiungere qualche nota. Mediaset paga sì un determinato tipo di pubblico e un contesto competitivo cambiato ma anche una strategia che negli ultimi anni l’ha portata ad adagiarsi sugli allori replicando filoni già conosciuti. La Rai, complici i successi pregressi che hanno formato lo zoccolo duro, ha saputo anche sparigliare le carte innescando un circolo virtuoso.

Il canale 20 sarà una mini generalista

A margine della conferenza stampa sul rinnovo biennale di Paolo Bonolis, Piersilvio Berlusconi parla anche del canale 20 ribadendo l’esistenza dell’accordo anche se “siamo in attesa di tutta una serie di verifiche“. E poi precisa:

“I tempi dovrebbero essere brevi, spero e penso brevi, ma da lì a dire quando lanceremo un’altra rete è un altro discorso. Probabilmente un po’ di tempo ci vorrà“.

Sui contenuti, pur precisando che si tratta di una discussione prematura, afferma:

“Stiamo parlando in linea di massima di una mini generalista. Bisogna capire se con più produzioni, più diritti, più maschile, più femminile, più giovane, siamo in quell’ambito lì”.

Inoltre, Berlusconi jr non manca di esprimere soddisfazione per la raccolta pubblicitaria in crescita:

“Prevediamo una raccolta in crescita [...] il mercato è complicato [...] Mediaset farà meglio del mercato e, con tutta la concorrenza che c’è, non è scontato. E’ il segno di come ci siamo mossi bene negli ultimi anni creando questo sistema che ci ha reso più forti, più stabili”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


PIER SILVIO BERLUSCONI
Piersilvio Berlusconi: “Posso dire che il canale 20 è nostro”


Piersilvio Berlusconi
Mediaset: perdita di 294,5 milioni nel 2016. Berlusconi: «Senza il caso Vivendi saremmo in pareggio»


Piersilvio Berlusconi
MEDIASET, VIVENDI HA IL 25,75%. PIERSILVIO BERLUSCONI: NON ARRETRIAMO DI UN PASSO


pier-silvio-berlusconi
MEDIASET: PIERSILVIO BERLUSCONI NUOVO AMMINISTRATORE DELEGATO

11 Commenti dei lettori »

1. Luca ha scritto:

23 marzo 2017 alle 17:59

Traduzione
I nostri telespettatori appartengono quasi tutti ad una fascia di : donne di mezza età con bassa scolarizzazione
Dunque continueremo a fare fiction per questo target con la Arcuri,Garko e gente del genere
Onore ,rispetto,orgoglio, battaglia e sentimento ,segreto e povertà
Insomma : fiction di infima qualità
…contenti loro…
Poi però non si lamentino



2. RoXy ha scritto:

23 marzo 2017 alle 18:05

Meglio lasciar perdere le fiction e i film, e puntare tutto su grandi show, varietà e reality. E poi, perchè finanziare quelle mezze cartucce di attoruncoli italiani che son tutti di sinistra, incluse le nuove “leve” come Argentero e Ambra Angiolini, che sono costretti a fare i sinistroidi, poracci, per farsi accettare da quell’ambiente!

La Extended Version dell’Isola dovrebbe essere portata a due ore, tra l’altro oggi è stata inguardabile, piena zeppa di pubblicità.

Il progetto Music di Bonolis è un flop anunciato, così come il Senso Della Vita su Italia 1. Spero cambino rotta. Ottimo il ritorno di Ciao Darwin e Scherzi A Parte con Bonolis. Avrei gradito anche Beato Tra Le Donne con Bonolis, ma evidentemente lui ha ambizioni strambe forse troppo influenzato (negativamente) dal suo terribile autore calvo.

La Perego a Canale 5 potrebbe fregare il posto alla Panicucci, chissà come sta in questo momento la Panicucci…



3. Mattia Buonocore ha scritto:

23 marzo 2017 alle 18:08

@Luca anche il filone Onore e Rispetto si è esaurito.



4. Luca ha scritto:

23 marzo 2017 alle 18:22

@ Mattia
Io qualche idea ce l’avrei
Ferocia e bontà
essere o avere
Guerra e armistizio
Luce e tenebre
sentimento e infedeltà
amore e crudeltà
…………………………

Importante propinare la coppia Garko e Arcuri fino al 2050
Ultima fiction della coppia nel 2052 :
dentiera e piorrea
ahahahaha



5. selene ha scritto:

23 marzo 2017 alle 21:43

peste e colera
rabbia e malaria
pure male non ci starebbe…
ahahahahah
luca mi hai fatto divertire.



6. Luca (S) ha scritto:

23 marzo 2017 alle 21:59

ma anzichè dare più risalto a canali allo sbaraglio come La5 e Italia 2 pensano ad un nuovo canale 20? non è uno spreco di risorse? perchè frammentarsi così tanto?



7. Michele87 ha scritto:

23 marzo 2017 alle 22:13

Berlusconi continua ostinatamente a negare l’evidenza, a non vedere la realtà, un po come quando il padre diceva che la crisi non c’era ed i ristoranti erano pieni…. BAH contento lui di aver trasformato Canale 5 da rete indirizzata a tutti a rete indirizzata esclusivamente alle casalinghe di Voghera e di continuare a produrre fiction insulse che fanno l’8% e si fanno battere pure da TV8.



8. sameoldstory ha scritto:

24 marzo 2017 alle 08:37

canale 5 è diventata la rete 4 di vent’anni fa, se i canali hanno un’anima la sua l’ha venduta da tempo affidandosi a d’urso, segreto, garko e altra roba che magari sul breve dà risultato ma ammazza il brand.

Poi spendere per creare un nuovo canale quando la 5, italia 2 e mediaset extra hanno palinsesti pieni di riempitivi e propongono la stessa roba da anni è al di là del bene e del male. Pensino a valorizzare i canali esistenti che vegetano da tempo (e specie la 5 e mediaset extra avrebbero un potenziale enorme).



9. LeoNandoSpern ha scritto:

24 marzo 2017 alle 10:22

Si fanno battere da TV8 ma si permette comunque di dire che quel canale non mette sufficientemente in risalto il talento di Fiorello..



10. Nimo ha scritto:

24 marzo 2017 alle 12:43

Sì ma neanche le loro fiction funzionano! Pure sulla rai flopperebbero.

Per favore non confondiamo Il Segreto, che è una soap di qualità, con le infime fiction di Garko e Arcuri!



11. Luca ha scritto:

26 marzo 2017 alle 16:43

Poco fa la D’Urso a Domenica Live ha presentato Rocco Siffredi e la sua famiglia con queste parole urlanti :
Vi presento la mia famiglia preferitaaaaa!!!!
Ma questa è fuori come un terrazzo
La famiglia preferita ?
Una famiglia dove il marito porta in casa centinaia di donne per scoXare 24 ore su 24 ?
Ben inteso,non è un discorso moralistico ,Siffredi ha la mia stima,ma arrivare in una trasmissione della domenica per famiglie a fare l’elegia della famiglia di Siffredi ce ne passa….
Poi Piersilvio non si lamenti che la sua rete che dovrebbe essere l’ammiraglia sta diventando …la Concordia di Schettino



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.