9
febbraio

RAI, SVELATI I COMPENSI DELLE STAR E I COSTI DEI PROGRAMMI: ECCO LE CIFRE. VIALE MAZZINI ANNUNCIA AZIONI LEGALI

Carlo Conti, Antonella Clerici

Carlo Conti prende 130mila euro a serata per condurre Sanremo. Antonella Clerici, invece, intasca 3 milioni di euro in due anni. E Santoro? E’ costato 2,7 milioni di euro a Viale Mazzini. Ma su La Stampa ci sono anche Bruno Vespa, Flavio Insinna, Fabrizio Frizzi. Un documento riservato e reso pubblico dal quotidiano torinese svelerebbe i compensi dei conduttori del servizio pubblico, ma anche le spese sottoscritte dal DG Campo Dall’Orto per format e servizi. Una fuoriuscita di notizie clamorosa, che ha provocato una durissima e comprensibile reazione della Rai.

In merito alla fuga di notizie, e alla pubblicazione su un quotidiano, di documenti riservati contenenti informazioni sensibili sulla gestione aziendale, ad uso interno e del Cda, Rai presenterà un esposto alla Procura della Repubblica di Roma affinché possano essere con urgenza accertate le responsabilità nella diffusione e nella pubblicazione di documenti” si legge in una nota di Viale Mazzini in cui si parla anche di “azioni che procurano un danno significativo all’azienda chiamata ad operare in un mercato concorrenziale“. “Per questa ragione, Rai si impegna a tutelare in ogni sede e con ogni mezzo il proprio patrimonio aziendale e la propria reputazione

Quelle cifre, infatti, sarebbero dovute rimanere segrete, a disposizione soltanto dei componenti del CdA. Ma in un modo o nell’altro sono finite a tutta pagina. La Stampa, in particolare, svela che nel secondo semestre del 2016 il direttore generale Campo Dall’Orto avrebbe firmato 129 contratti per 340 milioni di euro tra cachet dei conduttori, acquisto di format, produzioni di fiction e programmi e appalti.

Rai, i compensi dei conduttori – Quanto guadagnano le star

Il capitolo sui compensi dei conduttori è succulento. Secondo quanto riportato dal quotidiano torinese, tra i contratti Rai più ricchi ci sono quelli di Antonella Clerici: 3 milioni di euro lordi in due anni (1,5 l’anno). Flavio Insinna le si avvicina: per lui 1 milione e 420 mila euro l’anno. Lucia Annunziata non se la cava affatto male: il triennale siglato con la giornalista vale 1 milione e 380 mila euro. Per il ritorno di Michele Santoro, la Rai ha versato alla società Zerostudios spa 2 milioni e 700 mila euro (comprensivi anche della produzione dei suoi show). Il compenso di Piero Angela ammonta invece a 1 milione e 800 mila euro: 1 milione 565 mila per il periodo 1 settembre 2013 – 31 agosto 2016, più altri 235 mila fino al 31 agosto 2017 compresa la partecipazione del conduttore alla “realizzazione di collane di dvd di carattere scientifico e storico”.

In alcuni casi, i contratti firmati dal DG prevedono anche integrazioni e bonus d’eccezione. Bruno Vespa – scrive ancora La Stampa – nel secondo semestre 2016 ha incassato un milione di euro per prestazioni eccedenti rispetto al contratto base da 1 milione e 800 mila euro. Michele Guardì ha ottenuto 586.184 euro di prestazioni extra in un anno. 181 mila euro in più anche a Fabrizio Frizzi per prestazioni non previste dal contratto base e 313 mila a Massimo Giletti che pure parte da un minimo garantito di circa 500mila euro lordi l’anno.

Contratto in esclusiva e a sei zeri anche per Carlo Conti, compresi i famigerati 650mila euro di Sanremo. Per il conduttore toscano, ’solo’ 60.500 euro di prestazioni extra per una settimana a inizio giugno, cifra da la Rai ha però trattenuto 14 mila euro “per la partecipazione del collaboratore al programma Amici”.

Rai, quanto costano i programmi

Ma le notizie fuoriuscite da Viale Mazzini riguardano pure le spese per i format. Anche qui ci limitiamo a riportare quanto si apprende da organi di stampa. Per la stagione 2016/2017 – si legge – 5,6 milioni di euro sono stati versati a Magnolia per l’acquisto del format ed il pagamento per l’appalto parziale de L’Eredità. 4,8 milioni l’incasso di Magnolia per Pechino Express. Endemol Shine ha incassato 2,96 milioni per la quinta edizione di Detto fatto, 2,01 milioni per Tale e quale show, 2 milioni e 58 mila per Music Quiz, 1 milione e 785 mila per Boss in incognito.

Per Nemo, nessuno escluso a Fremantlemedia sono andati 4,18 milioni di euro per il format e l’appalto parziale. Per licenza format e appalto parziale dello show di Roberto Bolle, La mia Danza libera, il produttore Bibi Ballandi ha ottenuto 1 milione e 300 mila euro, 2 milioni e 170 mila euro per Stasera casa Mika. Per l’acquisto dei diritti di ripresa e di utilizzazione di NemicAmatissima, 2 milioni e 300 mila euro sono andati alla Arcobaleno tre srl.

Riportiamo le cifre trapelate per dovere di cronaca, dal momento che – viste l’eccezionalità di tale fuga di notizie e la reazione della Rai – la vicenda sembra destinata a non esaurirsi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Massimo Giletti
RAI, ECCO I COMPENSI DELLE STAR. FAZIO MILIONARIO, GIANNINI PIU’ RICCO DI GILETTI


Antonella Clerici -
Rai: le star sono escluse dal tetto compensi


Cda-Rai
Rai, il CdA conferma il tetto agli stipendi delle star. 44 i personaggi interessati


Antonio Campo Dall'Orto, Monica Maggioni
Rai, tetto stipendi: quer pasticciaccio brutto de Viale Mazzini

7 Commenti dei lettori »

1. Filippo ha scritto:

9 febbraio 2017 alle 18:20

A Santoro 2,7 milioni??? Ragazzi sveglia!! Gente, qui bisogna svegliarsi! col cavolo che pago il canone, dobbiamo dare TUTTI la disdetta.



2. Tv80e90 ha scritto:

9 febbraio 2017 alle 22:52

Quali informazioni segrete la Rai anche nostra , per colpa di queste cifre non fanno i programmi come si deve.



3. silvia ha scritto:

10 febbraio 2017 alle 05:58

dico semplicemente che è una vergogna stipendiare con cifre a molti zeri presentatori, comici……..un piero angela che dovrebbe essere a riposo((((80 anni suonati)))) e che guadagna ancora certe cifre, una clerici, un conti, un santoro(!) ecc, ma che faranno mai per essere pagati così????? non ci venite a dire che ci sono “”ritorni”" in pubblicità ecc. sono cifre che ci offendono e ci fanno arrabbbbbbiare tantissimo,,,,,v e r g o g n a,,,,,,,,,,,ti credo che queste notizie non dovevano uscire



4. Sergio ha scritto:

10 febbraio 2017 alle 09:46

VERGONIAAAA!!11!! Condividi se sei indignathoo!!!!!11



5. ale88 ha scritto:

10 febbraio 2017 alle 11:11

@ Sergio
Io sono indignato dal tuo italiano…



6. marco ha scritto:

10 febbraio 2017 alle 13:50

Ma cosa parlate… Cosa vi lamentate ipocriti… Pagate e tacete… Vorrei vedere quanti di voi non stanno guardando quella cagata chiamata Sanremo…siete buoni solo a lamentarvi nascosti dietro al telefonino… Pagate il canone e tacete… Io sono pronto ad ogni confronto…



7. enzo ha scritto:

16 febbraio 2017 alle 12:47

Cioè costa più music quiz o pechino che tale e quale che fa il triplo di ascolti???? Io credevo andasse in base agli ascolti … Comunque quanti soldi … Uno schiaffo alla gente “normale” poi conti se ne esce co 100 mila€ “ma mi faccia il piacere” cit.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.