9
luglio

SCENE GAY TAGLIATE A LE REGOLE DEL DELITTO PERFETTO, ILARIA DALLATANA: “NESSUNA CENSURA MA ECCESSO DI PUDORE…”

I due amanti de Le Regole del Delitto perfetto

Dopo il polverone sollevatosi in rete, non si è fatta attendere la spiegazione di Ilaria Dallatana a proposito dei tagli alle scene d’amore gay presenti nel primo appuntamento su Rai2 con Le Regole del Delitto Perfetto. Queste le sue dichiarazioni che mirano a stemperare la vicenda:

“Non c’è stata nessuna censura, semplicemente un eccesso di pudore dovuto alla sensibilità individuale di chi si occupa di confezionare l’edizione delle serie per il prime time. Capisco l’irritazione, ma mi preme far notare che dopo anni e anni di serie esclusivamente poliziesche, Rai Due ha cominciato a proporre titoli di diverso contenuto, quali Le regole del delitto perfetto e Jane the Virgin, che tratta di maternità surrogata (non si parla propriamente di maternità surrogata nella serie, ndDM). Anche queste polemiche ci aiutano a prendere le giuste misure per il futuro. Come dimostrano anche le scelte fatte per i nuovi palinsesti, Rai2 sarà sempre più sensibile alla complessità del mondo contemporaneo”.

Scelte del genere, comunque, non andrebbero affidate alla sensibilità individuale quanto piuttosto dovrebbero rispondere a precise direttive. La puntata in “versione pudica” è visibile sul sito Rai cliccando qui. Forse è ora di postare la versione integrale.

Chissà se per Le Regole del Delitto Perfetto ci saranno repliche in daytime, così come accaduto con Jane The Virgin…



Articoli che potrebbero interessarti


Maria Pia Ammirati
Rai Cinema: Dallatana, Ammirati e Teodoli nuovi componenti del CdA. Confermati Del Brocco e Claudio


Michele Santoro
Rai, Michele Santoro: «Il 30% delle produzioni vada a case giovani e indipendenti». Dallatana è d’accordo. A parole


dallatana-rai2
Ilaria Dallatana: «A me piace il trash e siamo riusciti a portarne un po’ su Rai2»


Furore, nuovo studio
Furore torna su Rai2. Ilaria Dallatana: “Spazio ad una tv più sciolta e festosa. Gigi e Ross sono una scommessa prioritaria della rete”

23 Commenti dei lettori »

1. osservo ha scritto:

9 luglio 2016 alle 17:22

Chissà se la testa di questa zelante “sarta” salterà, come è saltata quella dell’anticipatore del capodanno.

Se la direttrice è così seccata della scelta individuale di una dipendente, venerdì prossimo dovrebbe rimandare in onda gli interi episodi di ieri sera, non di pomeriggio o in seconda serata come si fece per lo scandalo di “I segreti di Brokeback Mountain”.

Certo è che DUBITO che una singola dipendente abbia questo potere di taglia e cuci.



2. Travis ha scritto:

9 luglio 2016 alle 17:33

Polemica gratuita. Non so se abbiano fatto bene o no a non trasmettere quelle scene. A me danno fastidio indipendentemente dal tipo di coppia (etero o gay) soprattutto se sono gratuite. Che senso ha poi far fare ai personaggi dialoghi chiave proprio i queste scene?



3. marcodesantis ha scritto:

9 luglio 2016 alle 17:40

fanno fare queste scene ai personaggi principali forse perchè servono alla trama della storia…cmq a chi non piacciono possono sempre cambiare canale



4. osservo ha scritto:

9 luglio 2016 alle 17:48

Travis, parli sul serio?!

E’ per ragionamenti come questi, che qualcuno ha fatto la scelta di tagliare tali scene.



5. Drew ha scritto:

9 luglio 2016 alle 17:53

Io ancora non ho capito dove il sesso gratuito di queste scene, non c’è nudo, sono più che altro suggestive, sicuramente non ci sono le tante tette presenti in tante fiction nostrane anche targate rai, ma siccome quello è corpo femminile in un contesto etero va più che bene

Se determinate scene danno fastidio, c’è la libertà di cambiare canale o spegnere, non è che bisogna andare giù di forbici per forza per adattare un prodotto che è nato in una determinata maniera oppure uno sceneggiatore deve eliminare una cosa naturale e presente nella vita come il sesso

@ Travis scusa se mi permetto, ma non vedi di buon occhio le scene di sesso gratuite ma neanche quando in esse vengono messi dialoghi importanti, in pratica come si fa si sbaglia: se si eliminano le parti importanti per storia e personaggi diventano scene gratuite, se però ci si mettono questi elementi non va bene di nuovo?



6. Drew ha scritto:

9 luglio 2016 alle 17:55

La polemica poi non è affatto sterile visto che il pudore è venuto fuori solo nella scene omosessuale e nel 2016 può anche dare fastidio visto che di facciata siamo tutti tolleranti, aperti, poi però si fanno i distinguo
E il canone lo paga anche chi è omosessuale e chi vuole vedersi un prodotto nella sua interezza in modo legale



7. Dalila ha scritto:

9 luglio 2016 alle 17:59

Vabbè,tanto per rimanere in tema di sartoria,una pezza ce la deve pur mettere..ormai la frittata è stata fatta..adesso salta fuori il pudore..poi chiama in causa una dipendente..ma dai..



8. IvY ha scritto:

9 luglio 2016 alle 20:11

Pudore? Questo comunicato è ridicolo… avrebbe fatto meglio a starsi zitta… il pubblico non è stupido, si tratta di censura vera e propria, è inutile girarci intorno per cercare di salvare la faccia.



9. Alex ha scritto:

9 luglio 2016 alle 21:22

Dallatana? Ma per favore….



10. Travis ha scritto:

9 luglio 2016 alle 22:49

Io parlo per me. Quando nel bel mezzo di una storia, mettono una scena di sesso spinta (si intende quando i due imitano l’atto o si vedono nudità e sia fiction italiane che serie tv lo fanno) mi imbarazzo. Sfido chiunque a dire che tali scene servono alla trama o a capire meglio un personaggio. Un dialogo può essere inserito in qualsiasi altra scena, come anche una scena di intimità può essere fatta in altro modo. Sono gusti. Io questa serie non la guardo, ma ne vedo altre che fanno lo stesso e mi piacciono sempre meno proprio per questo motivo. Comunque se si vuole fare la polemica perchè la rai è omofoba mi pare che la si sia cavalcata a dovere. E sia la rai che la HTGWM ci guadagnano.



11. Dalila ha scritto:

9 luglio 2016 alle 23:32

Onestamente non credo che la Rai da questo polverone possa trarre alcun vantaggio.Che messaggio abbiamo lanciato oggi a tutti quei ragazzi e adolescenti(ma non solo)che vogliono fare coming out e temono di essere disprezzati,rifiutati e abbandonati da genitori,fratelli e amici?Li abbiamo incoraggiati?Senza pensare alla figura meschina che abbiamo fatto di fronte al mondo intero.È questo che vogliamo che passi di noi italiani?È questa la mentalità che vogliamo far arrivare di noi?



12. F@bry ha scritto:

9 luglio 2016 alle 23:45

Tramite la pagina Facebook Rai2 ha comunicato che domani andranno in onda nuovamente i tre episodi alle 21:05 senza censura

Questo quanto dichiarato dalla pagina:
” Un eccesso di pudore ci ha fatto sbagliare e ci scusiamo. Domani sera la versione originale di “Le regole del delitto perfetto” alle 21.05 su Rai2 “



13. Renato ha scritto:

10 luglio 2016 alle 00:22

Non ho seguito la puntata su Rai due avendo già visto le prime due stagioni su Fox, ma a quanto ho capito questa è stata l’unica scena tagliata… Beh a quanto pare questa dipendente così morigerata non deve essere stata presa da questo eccesso di pudore quando ha deciso di tenere la scena di sesso orale fra Annaliese e il suo amante…



14. Renato ha scritto:

10 luglio 2016 alle 00:22

Non ho seguito la puntata su Rai due avendo già visto le prime due stagioni su Fox, ma a quanto ho capito questa è stata l’unica scena tagliata… Beh a quanto pare questa dipendente così morigerata non deve essere stata presa da questo eccesso di pudore quando ha deciso di tenere la scena di s***o orale fra Annaliese e il suo amante…



15. Vanessa ha scritto:

10 luglio 2016 alle 01:12

Imbarazzante…la Rai non si smentisce mai….Comunque la serie è bellissima e invito chi non l’ha ancora vista a recuperarla…magari non su Rai2 però…



16. Patrick ha scritto:

10 luglio 2016 alle 04:36

Travis, semplice. Parliamo di serie AMERICANE, che parlano senza pudori e senza vergogna alcuna di quello che succede NORMALMENTE nella vita di tutti i giorni. Poi non si tratta davvero di nulla di che, non è un porno.
Magari in italia fossimo anche solo un decimo così avanti nel mostrare la realtà come accade in America.



17. darix ha scritto:

10 luglio 2016 alle 07:53

Ma la rai non si fa alcuno scrupolo, il pudore non c’è, quando vuole il canone pagato. Poi ci ritroviamo con le solite facce, quel prete in bicicletta che non viene mai stirato da un’auto, Antonella Tagliatella e compagnia varia. La rai non si preoccupi, i vecchi abitudinari telespettatori non guardano certi telefilm americani, si accontentano delle repliche delle repliche di Don Matteo!!! In confronto al resto del mondo siamo lontani anni luce



18. Luca ha scritto:

10 luglio 2016 alle 11:18

Pudore ?
Ma questa ignorante non conosce nemmeno il significato della parola pudore
Questa è una vera e propria censura
Si vergogni piuttosto e abbia LEI il pudore e la decenza di farsi da parte



19. Michele ha scritto:

10 luglio 2016 alle 13:16

La notizia ha suscitato un tale clamore da essere arrivata dall’altra parte dell’oceano. Dai produttori, autori, attori sino ai media in generale, tutti ne hanno parlato.
Con un danno d’immagine del genere per la Rai, il minimo sarebbe invitare la direttrice ad accomodarsi fuori dalla porta. In un paese normale così sarebbe andata, ma noi purtroppo non lo siamo.



20. ISABELLA ha scritto:

10 luglio 2016 alle 14:05

Pudore che guarda caso non c’è quando nei programmi di cronaca nera di insiste fino all’eccesso su certi casi di cronaca nera, con interviste ai parenti, vicini, amici, no in questi casi il pudore non c’è.
Io la puntata non l’ho vista dato che ho seguito le due serie su Sky ma la serie è’ piena di scene hot , funzionali peraltro a capire i personaggi e la storia e allora mi domando che faranno taglieranno tutte le scene hot che ci saranno? Se si allora perché hanno deciso di trasmetterla?



21. flaky ha scritto:

10 luglio 2016 alle 19:21

pudore?!? la pezza peggio del buco, quindi per la o il dipendente mandare in onda 5 minuti prima Viola Davis con uomo tra le gambe nel mentre di un amplesso orale va bene, ma due uomini che si baciano, si tolgono le camicie, vanno sul letto e stop no…. -.- ma vafffanc**o Ilaria e dipendente misteriosa/o !!! a parte che è innaturale che ci sia un o una dipendente atto ai tagli?!? ma dove siamo in una democrazia o in una dittatura che censura ciò che non le va giù??? se io non voglio vedere quelle scene cambio canale, anche se secondo moige e pubblicisti il telecomando non lo usiamo o non lo sappiamo usare… -.- concludendo io sono gay e ovviamente non mi dà fastidio, come non mi dà fastidio qualsiasi scena di nudo o sesso mimato sia di donna con donna, donna con uomo o ovviamente uomo con uomo; ma a quanto pare in rai e pieno di finti santi…
P.S.: faccio solo un esempio lampante di come la rai sia contorta menzognera e piena di omofobi: “Terra Ribelle” (in prima serata mandata tranquillamente con tette culi e sesso a gogo)



22. massimiliano ha scritto:

11 luglio 2016 alle 09:25

Voglio fare un commento, sperando di non offendere nessuno, se qualcuno si sentisse offeso chiedo fino da ora scusa. Come si può sentirsi imbarazzati di fronte a scene di sesso tra due persone, non importa il sesso dei due, ma rimanere indifferenti alle scene di violenza, di corpi straziati, di autopsie mostrate ormai quotidianamente da molti serial (CSI, CRIMINAL MIND, LAW AND ORDER SVU e tutti gli altri, ecc? Non comprendo davvero, credetemi ci ho provato, ma rimango allibito di fronte a chi si scandalizza di fronte ad un bacio, un rapporto sessuale consenziente d’amore interpretato da due attori in un film, una fiction o altro, si dice infastidito da queste scene e poi vede un corpo aperto su una tavola settoria e non rimane minimamente colpito. Allora è vero che la nostra educazione fin da piccoli crea questi TABU? Quindi quando inizieremo a far diventare tabù corpi macellati e inizieremo a gioire di due corpi che si amano? No perchè chi oggi si dice infastidito continuerà a crescere figli con gli stessi tabù, questo non è sano!



23. Luca ha scritto:

11 luglio 2016 alle 11:28

@ massimiliano
Bravo ,è perfetto quello che scrivi
Su Italia 1 per esempio alle 20,30 fanno vedere cadaveri squartati ,quindi in prima serata ed è a mio avviso raccapricciante
Ma siamo sicuri che sia sufficiente un bollino rosso per pulirci la coscienza nei confronti di milioni di minori davanti alla tv in quelle ore ?
L’ipocrisia di questa italietta sempre più schiava del moralismo vaticano mi fa ogni giorno sempre più schifo
E cosa dire di quella trasmissione su Dmax di qualche tempo fa dove un deficente faceva gare con cibo immensamente calorico ,vinceva quanto più si ingozzava ? Quella era da censurare!!!
Il sesso che è l’atto più naturale come dormire e mangiare viene sempre demonizzato da zelanti cattocomunisti per ossequio alla CEI
Schifo assoluto



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.