26
maggio

AMICI 2016: LE DICHIARAZIONI DI PIERSILVIO BERLUSCONI E GIANCARLO SCHERI

Amici 2016 - Finale

All’indomani della finale della quindicesima edizione di Amici (clicca qui per la cronaca minuto per minuto) che ha decretato la vittoria di Sergio Sylvestre, ecco le dichiarazioni di Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5 che si dice molto soddisfatto anche di questa stagione. Nessun accenno alla sedicesima edizione (forse perchè la De Filippi è in fase di rinnovo contrattuale?).

“Amici non finisce mai di stupire ed emozionare. Maria De Filippi, con questa quindicesima edizione, è riuscita a superare se stessa: grandissimi ascolti, un’energia e uno spettacolo come raramente se ne sono visti in televisione. Il successo di ”Amici”, sempre nuovo nella formula e arricchito in chiave editoriale con grande sapienza, suggella l’incredibile stagione televisiva di Maria De Filippi. “Amici” ha regalato a Canale 5 una sequenza di risultati da primato, permettendo alla Rete di consolidare ulteriormente la leadership sul target commerciale 15-64 anni e aumentare il vantaggio, ormai abissale, rispetto agli altri attori della scena televisiva nazionale.

Ieri, la finalissima ha raccolto un ascolto record di 5.835.000 telespettatori, 29.2% di share, con picchi che hanno toccato 7.000.000 telespettatori e il 50% di share. Il momento dell’incoronazione del vincitore è stato seguito da un italiano su due davanti al televisore in quel momento. Questa quindicesima edizione di Amici, leader assoluta del prime time per 9 settimane consecutive, ha raccolto una media di 4.667.000 telespettatori e del 23.3% di share. Eclatanti i risultati anche tra i giovanissimi: share del 40% sul pubblico compreso tra 15-24 anni e del 35% tra i 15-34enni.

Amici non è solo il talent più longevo, più bello e più visto ma anche il più seguito sui social e sul web, a ulteriore conferma della capacità del programma di essere multipiattaforma e perfetto per la televisione moderna. Durante le dirette sono stati contati quasi 1.500.000 tweet e ogni settimana #Amici si è classificato argomento più discusso su Twitter. Numeri da record anche per il sito ufficiale della trasmissione con 40.000.000 di pagine viste e ancora una volta è la trasmissione serale più vista e rivista sulla piattaforma Mediaset on demand che attraverso WittyTv ha totalizzato l’incredibile risultato di oltre 17.000.000 di video-visualizzazioni.

Grazie e complimenti a Maria, al suo infinito talento, a Emma, Elisa, J-Ax e Nek, alla giuria tutta, a Giuliano Peparini, ai ragazzi delle due squadre, a Virginia Raffaele e, in generale, a tutto il cast artistico e alla squadra produttiva”.

Soddisfatto anche Piersilvio Berlusconi, vicepresidente e amministratore delegato Mediaset, che prima della finale ha fatto sapere:

“Amici non è un format internazionale, ma un prodotto nato in Italia grazie a Maria De Filippi che è stato il primo di questo genere, il talent, e che negli anni ha sfornato veramente tantissimi talenti. Poi Amici non è solo un grande spettacolo perché tutto è di altissimo livello dalla scena, alle coreografie, a tutto ciò che il pubblico riesce a vedere, ma ha anche il merito di rimettere al centro dell’attenzione la musica e il talento in particolare. Quindi è un prodotto di cui siamo veramente orgogliosi. Questa sera sarà una festa per Canale 5, una festa per tutti i ragazzi di Amici non solo per chi vincerà perché tutti hanno potuto inseguire il loro sogno e spero in una grandissima festa che la nostra televisione offre anche a tutto il nostro pubblico”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


maria de filippi discovery
MARIA DE FILIPPI: “IO A DISCOVERY? DIFFICILE NON PENSARCI MA DOVREI AVERE TUTTI GLI STRUMENTI”. SCHERI: “MARIA E’ NOSTRA”


Mediaset - Piersilvio Berlusconi, Fedele Confalonieri, Giuliano Andreani
Mediaset: ecco gli stipendi 2016 dei top manager. Berlusconi guadagna 1,4 milioni, Confalonieri 3,5


Piersilvio Berlusconi
Mediaset: perdita di 294,5 milioni nel 2016. Berlusconi: «Senza il caso Vivendi saremmo in pareggio»


garko onore e rispetto
Tonio spietato ne L’Onore e il Rispetto 5, l’ultimo capitolo. Gabriel Garko: “E’ la stagione che preferisco, ho lavorato con un mio mito, Bo Derek”

5 Commenti dei lettori »

1. RoXy ha scritto:

26 maggio 2016 alle 13:16

Scheri: “Un bel tacer non fu mai scritto”.



2. giacomo bartoluccio ha scritto:

26 maggio 2016 alle 14:07

Faccio mio questo passaggio provocatorio di Alberto Dandolo per Dagospia. La furba De Filippi che si è comprata l’approvazione di addetti ai lavori, radio e giornalisti per un talent snobbato fino a poco tempo fa

3) Ma la genuflessione, l’”appecoronamento” più eclatante ( e anche più comico) è stato quello di un nutritissimo gruppo di giornalisti che la Sanguinaria ha invitato nel ruolo di giuria di qualità. Maria è una professionista intelligente e ha capito, già da tempo, che bisognava assecondare la fame di video dei noti “giornalistoni”.
Ha intuito che doveva coccolare ed esaltare i loro ego. Farli apparire, parlare, rendere protagonisti del gioco. Far credere loro di essere dei veri influencer!

dopo tutte queste attenzioni con quale animo questa stampa criticherà, qualora lo ritenga opportuno, Maria o i suoi programmi? Troverà il coraggio di esercitare il suo diritto-dovere di critica nel momento in cui accetta tutte queste gentilezze e privilegi? Ah, saperlo…



3. mary ha scritto:

26 maggio 2016 alle 14:31

2 domande,so che la de filippi sta dietro l’organizzazione del coca cola summer festival, ci sarà anche quest’anno?spero di sì
altra curiosità, ma come mai il canale web si chiama witty tv?si è mai saputo che vuol dire witty?



4. IL MIO REALITY ha scritto:

26 maggio 2016 alle 15:28

Scheri e i dirigenti Mediaset scrivono e dicono cio’ che devono scrivere e dire, cercando tra le righe di lusingare – e trattenere – la De Filippi dalle sirene (pericolosissime) di Discovery (trattativa che se andasse in porto minerebbe gli equilibri televisivi italiani più di ogni altra acquisizione più o meno recente di artisti o di reti tv).
Amici è andato bene e piace, ma non si può certo dire che sia il più “bello” tra i talent (ora anche su concetti soggettivi come la “bellezza” di un programma televisivo, ci si arroga il diritto di soloneggiare ed esprimere giudizi nei comunicati stampa).
A mio avviso il più “bel” talent dal punto di vista tecnico, scenografico e scenico (va in diretta sempre!) resta l’X Factor targato Sky.
Non per niente, la De Filippi (che è – e resta – una mente televisiva di razza) ha mutuato parecchio dal talent di Freemantle (ingaggio di un direttore artistico ex coreografo come Peparini sulla falsariga del bravissimo Luca Tommassini, innesto di Morgan nel cast dei giudici, ampio spazio alla musica straniera e così via).
Detto questo, mi domando davvero cosa farebbero a Canale 5 se Maria De Filippi decidesse di passare a dirigere – armi e bagagli – il neonato canale 9, non è il caso (e qui mi rivolgo teoricamente alla dirigenza di Mediaset) di iniziare a investire su altri personaggi e linguaggi? Giusto per non rimanere un tantino “scoperti” qualora accadesse l’irreparabile per Mediaset…



5. IL MIO REALITY ha scritto:

26 maggio 2016 alle 15:28

Scheri e i dirigenti Mediaset scrivono e dicono cio’ che devono scrivere e dire, cercando tra le righe di lusingare – e trattenere – la De Filippi dalle sirene (pericolosissime) di Discovery (trattativa che se andasse in porto minerebbe gli equilibri televisivi italiani più di ogni altra acquisizione più o meno recente di artisti o di reti tv).
Amici è andato bene e piace, ma non si può certo dire che sia il più “bello” tra i talent (ora anche su concetti soggettivi come la “bellezza” di un programma televisivo, ci si arroga il diritto di soloneggiare ed esprimere giudizi nei comunicati stampa).
A mio avviso il più “bel” talent dal punto di vista tecnico, scenografico e scenico (va in diretta sempre!) resta l’X Factor targato Sky.
Non per niente, la De Filippi (che è – e resta – una mente televisiva di razza) ha mutuato parecchio dal talent di Freemantle (ingaggio di un direttore artistico ex coreografo come Peparini sulla falsariga del bravissimo Luca Tommassini, innesto di Morgan nel cast dei giudici, ampio spazio alla musica straniera e così via).
Detto questo, mi domando davvero cosa farebbero a Canale 5 se Maria De Filippi decidesse di passare a dirigere – armi e bagagli – il neonato canale 9, non è il caso (e qui mi rivolgo teoricamente alla dirigenza di Mediaset) di iniziare a investire su altri personaggi e linguaggi? Giusto per non rimanere un tantino “scoperti” qualora accadesse l’irreparabile per Mediaset…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.