26
novembre

WILL ARNETT A DM: LA FAMA TI SUCCHIA L’ANIMA (VIDEO)

Will Arnett

Arrested Development, 30 Rock, The Millers. Will Arnett è uno dei volti più apprezzati della comedy a stelle e strisce e ora è sbarcato su Netflix. Arnett è, infatti, il doppiatore originale di Bojack Horseman, pungente cartone animato satirico che prende il nome dal cavallo protagonista dello show, e a febbraio sarà nel cast della novità Flaked. L’abbiamo incontrato per parlare dei prossimi impegni.

Intervista a Will Arnett – video

Will, com’è dare la voce ad un cavallo?

E’ una delle esperienze più gratificanti da quando faccio quello che faccio.

Il tuo personaggio ti è simpatico?

A tratti, sì. Ci sono cose di Bojack in cui mi posso identificare e che apprezzo, penso però che lui sia più triste di me.

E’ un personaggio particolare…

Lui è un attore, io sono un attore, lui era molto famoso, io non sono mai stato molto famoso, lui si è quasi ritirato, io non mi ritirerò almeno per i prossimi due anni… Ma ci sono cose che posso capire certamente.

Bojack Horseman è una metafora dello show business. Cosa pensi dei risvolti positivi e negativi della fama?

Io penso che ci siano dei lati positivi e dei lati negativi nella fama: è una gran cosa prenotare un tavolo al ristorante ma ci sono altre cose che ti “succhiano l’anima”. Quando sei molto famoso devi costantemente mantenere il tuo personaggio e dimostrarlo al mondo. E’ assurdo se guardi la cosa oggettivamente, la fama è una sorta di assurdità, perchè è senza significato. Mi piace anche l’idea che alle persone piace quello che faccio.

Se tu perdessi la fama…

Impossibile!

Se tu perdessi la fama parteciperesti ad un reality show?

Naturalmente… No!

Qual è il ruolo che hai interpretato sinora che più preferisci?

Probabilmente Arrested Devolpment, e anche se potremmo fare di più è stata un’esperienza divertente, tutti abbiamo amato lavorare sul programma.

Hai fatto tanti ruoli comici. Preferisci le comedy?

Sì e no. Nella mia prossima serie Netflix, chiamata Flaked, che uscirà a febbraio, ci sono più elementi drammatici di qualsiasi cosa abbia mai fatto. E mi è piaciuto farlo.

Ci sarà una nuova stagione di Arrested Devolpement – Ti Presento i Miei?

Speriamo di si, ne parliamo.

Com’è lavorare per Netflix?

Netflix è grande, sono molto molto generosi (ride, ndDM). Scherzi a parte, è fantastico perchè c’è maggiore libertà, ci chiedono di fare ciò che vogliamo.  Abbiamo delle linee guide, ma possiamo decidere con autonomia l’evolversi delle storie. Questo non accade mai nella tv tradizionale.

La tua battuta preferita di Bojack Horseman?

Tod. Vedrai e lo amerai.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Storie in Divisa - 3
Storie in divisa: i Carabinieri sotto l’occhio delle telecamere di Canale5 24 ore su 24. Intervista al Comandante Generale Tullio Del Sette – Video


MTV AWARDS - 6
MTV Awards 2017: le dichiarazioni di Francesco Gabbani, Michele Bravi, Elodie, Nina Zilli, Paola Turci, Gabry Ponte e Danti, Lele – Foto e Video


Stefano Accorsi
Stefano Accorsi: «In un certo senso con 1993 abbiamo fatto I Promessi Sposi del 2000. Mai incontrato Berlusconi ma ho sognato che era mio padre»


miriam leone 1993
Miriam Leone a DM: in 1993 mi spoglio, ma metto a nudo l’anima non il corpo – Video

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.