11
febbraio

SIANI A SANREMO 2015: “COL RAGAZZINO SOLO UNO SCHERZO. NON ERA UN ATTORE DEL MIO FILM”. CONTI: “UNA GAFFE”

Siani e bambino grasso - Sanremo 2015

Siani e bambino grasso - Da twitter di Sanremo 2015

Fosse stato il monologo del secolo, la battuta sul ragazzino obeso sarebbe passata in cavalleria. Ma in una performance che ha lasciato parecchio a desiderare, ecco che la sparata di Alessandro Siani a pochi istanti dall’ingresso all’Ariston ha tenuto (e sta tenendo) banco.

Intervistato questa mattina da Radio 105, l’attore partenopeo ha innanzitutto smentito chi sosteneva che il bambino fosse uno dei protagonisti del suo ultimo film, “Si accettano miracoli”.

“No, non era un attore”, ha detto a Tony Severo e Rosario Pellecchia. “Quando sono entrato in sala ho visto un bambino che teneva lo stesso volto simpatico del bambino protagonista del mio ultimo film. Con lui mi è venuto da scherzare con il sentimento goliardico che c’era anche nel mio film”.

L’uscita non è piaciuta nemmeno a Carlo Conti. In conferenza stampa, il conduttore l’ha definita una “gaffe”, ricordando come abbia tenuto immediatamente a sottolineare che si trattasse di una battuta scherzosa:

“Può capitare che prendi in giro il violinista, la signora, mi è capitato durante questi 20 anni di carriera”, ha proseguito Siani. “Il pubblico deve decidere se la battuta è bella, è bello accettare i suggerimenti da parte del pubblico perché la comicità è soggettiva. Grande rispetto per il bambino che è un bambino intelligente, abbiamo poi fatto una foto insieme”.

Il comico ha comunque ribadito che la decisione di devolvere l’intero cachet agli ospedali Santobono e Gaslini fosse precedente l’esibizione: “Lo scopo è un’ambulanza per il Santobono e una macchina per le trasfusioni al Gaslini”.

Festival di Sanremo 2015: Siano sfotte bambino grasso, poi foto riparatrice

Campione d’incassi al cinema, impalpabile in tv. E’ il destino di Alessandro Siani, che per l’ennesima volta non entusiasma il pubblico in una performance sul piccolo schermo.

Primo comico ospite al Festival di Sanremo, l’attore napoletano rompe il ghiaccio scherzando (viva la fantasia) sull’anagrafe della platea. “Ma stiamo pagando il canone o l’Inps?”. Nulla rispetto alla battuta che arriva qualche istante dopo, ai danni di un bambino sovrappeso seduto in prima fila: Ci entri nella poltrona? Da lontano mi sembravi una comitiva”.

Sui social scatta l’insurrezione. Siani viene demolito, proprio mentre il suo monologo prosegue tra ovvietà e sparate prevedibili sul colorito di Carlo Conti.

“E’ l’unico programma in cui non c’è Salvini. Se fosse qui né io né te ci saremmo. Io sono napoletano, tu sei un immigrato e poi sei troppo abbronzato. Obama in confronto a te è una mozzarella di Mondragone. E pure Emma non l’avrebbe chiamata, perché si chiama Marrone. E nemmeno Charlize Theron, perché di cognome fa ‘terron’”.

Seguono altre invettive contro la corruzione, fino alla standing-ovation ‘telefonata’ con l’omaggio a Pino Daniele.

Uscito di scena, l’ufficio stampa del Festival fiuta il vento e corre ai ripari, postando sul profilo Twitter la foto di Siani col bambino deriso precedentemente. Caso chiuso o situazione peggiorata?

La riabilitazione definitiva arriva comunque in diretta da parte di Conti:

“Non dovrei dirlo, ma lo dico: Siani ha devoluto il suo cachet a due ospedali”.

>>> AL BANO E ROMINA FINALMENTE INSIEME

>>> COME E DOVE SI VOTA (A PAGAMENTO)

>>> I TESTI DELLE CANZONI

>>> GLI ASCOLTI DELLE PRIME SERATE DAL 2000 AD OGGI

>>> LE ULTIME NOTIZIE DA SANREMO



Articoli che potrebbero interessarti


alessandro siano festival di sanremo 2015
FESTIVAL DI SANREMO 2015, OSPITI COMICI: TORNANO LUCA E PAOLO. CI SONO ANCHE PINTUS E SIANI


Maradona e Siani - Tre Volte 10
Tre Volte 10: lo spettacolo con Maradona sbarca sul Nove


C'è posta per te
2015 IN TV, UN ANNO DI SUCCESSI (PRIMA PARTE)


Marco Liorni, Paola Perego, Salvo Sottile (da Instagram)
PALINSESTI RAI AUTUNNO 2015. RAI 1 PEREGOCENTRICA: PAOLA A DOMENICA IN (CON SOTTILE), NE IL DONO (CON LIORNI) E IN COSI’ LONTANI COSI’ VICINI (CON ALBANO)

33 Commenti dei lettori »

1. Belulla ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 00:53

Calma….il bimbo….è uno dei protagonisti del suo film “si accettano Miracoli”………..e di battute con il bimbo ne fa delle altre….su dai!!!!!



2. kalinda ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 01:03

è l’unica battuta che ha fatto ridere…e lo dice una grassa.



3. Loryx93 ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 01:14

Caro Massimo Falcioni Prima di Sbattere In “Prima” Pagina un Titolo del Genere Bisognava Informarsi…

Sarebbe Giusto Rettificare che il Bambino era Nel Suo Film “Si Accettano Miracoli”
E poi le cose offensive sono altre …

Si Vedeva un Metro che l’aveva detto con Simpatia.



4. Debby86 ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 01:31

Noi abbiamo riso alle lacrime con il mitico Siani. =) E’ un grandeee!!! Voi giornalisti siete solo capaci di criticare chiunque, VERGOGNATEVIII!!! E poi Siani dà tutto in beneficenza, cosa che fa nessun altro, quindi doppiamente bravo!



5. Giuseppe ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 01:39

Siani nel monologo mi ha deluso molto, battute trite e ritrite, la fiera delle banalità, ma non è che avessi altre aspettative, per quanto riguarda il bambino è l’unica battuta che mi ha fatto sorridere, un fuori programma divertente e ed era chiaro che avesse fatto quelle battute con simpatia e non con intento di irridere il bambino, ho trovato invece indelicato scrivere “Siani e il bambino grasso di Sanremo”.



6. filippo ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 08:46

Io quando parlava capivo alcune parole, altre no… il monologo non poteva sforzarsi di farlo in italiano? Il Festival lo guardano anche quelli del nord…
Bisio è un comico, Crozza è un comico… Siani…. ???



7. Filippo B. ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 09:07

Cosa c’entra se il bambino fa parte del cast del suo ultimo film? ma vi rendete conto che si è dato un esempio di bullismo (finto, a quanto vedo) in eurovisione? Ci rendiamo conto che SanRemo è l’evento mediatico più seguito d’Italia? Ci rendiamo conto che ogni giorno ci sono migliaia di bambini derisi o insultati da bambini e da adulti (ignoranti) che trovano simpatiche certe battute e certi epiteti? Ma per favore!



8. Laura ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 09:13

Il problema di Siani secondo me non è tanto la battuta poco felice ma è che non è un comico, probabilmente é ben sponsorizzato e per questo ce lo ritroviamo sempre tra i piedi …..eppure di comici con gli attributi ne abbiamo ,la scelta sarebbe ampia . Insignificante e battute come ha detto Giuseppe sopra trite e ritrite.



9. Andrea ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 10:03

Francamente, noia a parte, l’unica cosa che ho trovato volgare è stata quella precisazione fatta da Carlo Conti.



10. livia guglielmi ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 10:41

Ecco, come volevasi dimostrare, la solita tempesta moralista (web) nel bicchiere! Io non sapevo che il bambino facesse parte del cast di un film di Siani, dove probabilmente è stato scelto proprio perchè pacioso e florido. I suoi familiari l’hanno prestato allo schemo e allo scherzo. Quindi di cosa ci si indigna?



11. livia guglielmi ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 10:43

@filippo, Crozza è un satiro, Bisio un attore



12. filippo ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 10:49

@livia guglielmi
Hai ragione…. ma almeno loro due fanno ridere…
Siani il massimo che può fare è ‘Made in Sud’ su Rai2



13. livia guglielmi ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 11:17

@filippo, io made in sud nn l’ho mai visto, non posso giudicare, ne sa più lei. :D



14. fill ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 14:07

Siani a me non piace, ma se il bambino era in prima fila e, cosa a me sconosciuta, fa parte del cast del suo film, potrebbero anche essersi accordati prima. infatti non si leggono reclami da parte dei familiari, ma solo twettatori isterici.
certo la didascalia della foto di questo articolo e’ di gran lunga offensiva e, questa si, la trovo anche molto irrispettosa. Siani e il bambino grasso…:(



15. Laura B. ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 14:20

A me invece il monologo di Siani è piaciuto, vi dovete rendere conto che Sanremo non è Ballarò, c’è differenza tra comicità e satira. Carlo Conti ha voluto fare un Sanremo senza polemiche, il più pulito e adatto possibile alle famiglie. Quindi Siani con la sua comicità all’italiana va benissimo. Il pubblico in sala si è divertito e ha applaudito spesso. Io mi sono divertita perchè sono battute che fanno ridere e si passa mezz’ora in allegria. La satira impegnata lasciamola per gli altri giorni insieme alle polemiche. Poi c’è chi dice che non capisce le battute per qualche parola napoletana che capiscono anche in Germania, ma dai!



16. Raf ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 15:26

Leggo tanti commenti indegni su A.Siani,nn è comico,ha deriso il bambino,nn si capisce na parola…se siete + bravi andateci a voi a Sanremo!-detto questo,nn capisco come mai uno che ha tutti sti difetti fa sempre i pienoni al cinema!Ieri,aggiungo che bambino a parte è piaciuto poco pure a me,ma Siani è una delle poche cose belle che ha il belpaese,Pensateci….



17. Nina ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 15:32

Siani in crisi di originalità, insomma ancora con l’altezza di Brunetta!



18. Filippo B. ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 15:42

Ah, ha confermato pure che il bambino non faceva parte del cast del suo film? ahhahaha! molto bene! bravissimo Siani a prendere per i fondelli un bambino in eurovisione, finchè c’è gente che si diverte con quello…complimenti. E non si tratta di essere troppo seriosi, si tratta di avere rispetto sia di un bambino, sia di quelle persone che magari grasse lo sono per patologie!



19. Peppe93 ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 15:48

Ha fatto una pessima figura Siani niente da aggiungere.



20. marco ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 15:53

QUESTO E’ PAGATO DA CHI PAGA IL CANONE , NON ME NE FREGA UN C…. SE LUI HA DEVOLUTO , COMUNQUE SAREBBE UN COMICO , A ME A FATTO PENA. E MI FERMO QUI AVREI MOLTO ALTRO, TIPO CHE DEVE DIRE AL FILM BENVENUTI AL SUD ALTRIMENTI ERA ANCORA UNO SCONOSCIUTO



21. marco ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 15:56

MA IO MI DOMANDO DOVE E LA RAI … GLI ALTI DIRIGENTI STRAPAGATI… PER INVITARE CERTA GENTE PER 10 MINUTI FORSE E PAGARLI…..OOOOOO ANDATE A CASA TUTTI….



22. livia guglielmi ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 15:59

@filippo, bisognerebbe evitare in generale di scherzare sulle debolezze altrui, dal palco, in video e fuori dal teatro, ma quanta ipocrisia! Continuo a sostenerlo, perchè i commenti del popolo degli indignati da ieri sera sono peggio della battuta di Siani in se stessa. Sul comico non sono piovute solo critiche ai contenuti modesti del monologo e alla gaffe in questione, ma offese personali e insulti spesso a sfondo razzista perchè napoletano, offendendo di rimando tutti i napoletani. Guardare la pagliuzza negli occhi dell’altro, non avendo spesso i requisiti nemmeno per quello, è lo sport più praticato in rete. Gli indignati poco degni, sono un partito in crescita.



23. Filippo B. ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 16:11

@livia, io personalmente non ho visto queste offese verso Siani, ma ho notato solo aspre critiche, che trovo siano più che adeguate ad un intervento abbastanza grave. Perchè lo ritengo grave? perchè è come mandare uno spot pro bullismo rispetto a chi non rientra nella “normalità”. I bambini spesso, giusto perchè bimbi, non hanno l’intelligenza di percepire come una “gaffe” sia stato un errore da insabbiare, ma al contrario, trovano spesso divertente riprendere la battuta “comica” o l’atteggiamento perchè l’hanno visto in tv, causando poca ilarità e troppi problemi al soggetto preso di mira.
Se gli indignati sono stati moltissimi, forse è il caso di scendere dalle nuvole ed ammettere che Siani non è stato degno di un palco come quello dell’Ariston. E con lui, tanti altri comici non lo sono. Quelli sì che sono un partito in crescita!



24. pedro ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 16:46

“L’uscita non è piaciuta nemmeno a Carlo Conti.”

Beh, neanche a me è piaciuta. E vi dico una cosa. Se questa battuta vi fa ridere allora siamo messi male. È stata una gaffe (una metedura de pata sarebbe la parola giusta in spagnolo).
Questo comico ha sbagliato davanti a milioni di persone. Non è niente di che. Facciamo tutti degli errori nella nostra vita. Il bello della vita è che nessuno è perfetto. L’importante è che questo comico chieda scusa al ragazzo (se non l’ha ancora fatto) e che riconosca il suo errore. Una foto carina e due bel sorrisini non basta.



25. Daniela ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 18:08

Siani è uno dei pochi comici decenti rimasti. E’ vero, ieri il monologo aveva alcune battute già sentite da tempo, ma è un attore, le sa interpretare bene. Ipocrisie a parte, purtroppo la satira delle volte può far storcere il naso, perché la differenza con la volgarità è labile, soprattutto tenendo conto della diversità di opinioni della gente.
Una domanda a Laura che dice “eppure di comici con gli attributi ne abbiamo ,la scelta sarebbe ampia”.. ehm… cioè??!! non vorrei contraddirti, ma io attualmente di comici non ne vedo in giro.. se per te Panariello, Boldi, Pieraccioni sono comici..ah beh! Almeno Siani una risata la strappa.



26. Giuseppe ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 18:43

Sicuramente Siani ha fatto una gaffe, l’intento non era però quello di umiliare il bambino, però è stato infelice.
Ribadisco però che col monologo ha fatto di peggio, molto peggio, battute sull’abbronzatura di Carlo Conti, altezza di Brunetta e Salerno Reggio Calabria nel 2015 non si dovrebbero più sentire, banalità a non finire, senza parlare della chiosa finale sull’amore in cui sembrava un Fabio Volo andato a male, e credo non debba aggiungere altro.

x Daniela: associare la parola satira a Siani è una bestemmia, Siani è un cabarettista, anche di basso livello a parer mio, come anche gli altri citati, come la maggior parte dei comici che imperversano in tv, Corrado Guzzanti fa satira, Daniele Luttazzi fa satira, Crozza invece è un paraculo.



27. liberopensiero ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 19:53

Fosse stato Bisio o qualsiasi comico padano avrebbero tutti lodato la sottile ironia. D’accordo la battuta e’infelice ma si capisce che non c’e’stata cattiveria. Ricordiamoci che siamo il paese che concede per liberta’di espressione a politici strapagati di dare dell’orango a una collega di colore e nessuno si straccia le vesti.. Ah gia’Calderoli e’lombardo hanno l’esclusiva ma finiamola!



28. Giuseppe ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 22:17

x liberopensiero: cosa c’entra parlare di padania o di lega, non è una questione campanilistica, Siani è stato pessimo, orribile, e lo dico io da napoletano.



29. liberopensiero ha scritto:

11 febbraio 2015 alle 22:34

Giuseppe,perche’in rete, se sbaglia un napoletano iniziano valanghe di insulti a sfondo razzista, tipici dei leghisti nonostante Salvini per opportunismo recita la parte del pentito. E poi da parte degli stessi utenti che pochi giorni fa negavano l’olocausto, che giustificano il femminicidio etc… Ok, sono d’accordo sulla battuta infelice ma andiamo avanti.



30. francesco ha scritto:

12 febbraio 2015 alle 00:15

Cambia qualcosa che il bambino faccia parte del suo film? Le battute sui problemi fisici altrui sono deplorevoli e veramente di bassa lega; lo sono ancor di più quando si tratta di un bambino.
Essere deriso in diretta nazionale a Sanremo non è il massimo; qualcuno dirà: è solo una battuta, non bisogna accanirsi sul comico, non bisogna fare i moralisti, ma secondo me con quellE battute ha fatto parlare il lato più meschino delle persone che senza filtri dicono ciò che pensano, ossia che era veramente grasso e quindi un facile bersaglio.
Scommetto che le persone obese a casa si sono immedesimate in quel bambino: qualcuno avrà sorriso, qualcun altro ci sarà rimasto male, qualcun altro ci sarà abituato, ma il fatto che un comico già prima di salire sul palco cerchi risate facili deridendo un bambino che di sicuro avrà già i suoi problemi per via dell’obesità, lo trovo disgustoso; cercavo il termine più adatto e disgustoso calza a pennello per la/e battuta/e di Siani



31. Giuseppe ha scritto:

16 febbraio 2015 alle 17:29

La RAI TELEVISIONE DI STATO DOVREBBE ALLONTANARE DALLA tv PERSONAGGI COME SIANI CHE PER FARE ASCOLTI PRENDONO IN GIRO UN BAMBINO OBESO E DELLE PERSONE ANZIANE.
Prendere in giro un bambino obeso avanti a milioni di persone in Eurovisione (NON E’ IL BAMBINO DEL SUO ULTIMO FILM come molti vogliono far credere) , non fa altro che rendere vano un lavoro assiduo contro il BULLISMO nelle scuole e nella società.
L’ultimo ORRORE è stato contro un BAMBINO OBESO di PIANURA che ad un’autolavaggio è stato prima preso in giro da ventenni e poi con “ti gonfiamo come una palla” lo hanno aggredito usando una pistola ad aria compressa infilandogliola ne retto tanto da dargli rischiare di morire. I medici dopo 7 ore di sala operatoria gli hanno asportato il colon e la vita di questo bambino è cambiata per sempre!!!!
Le battute di questo “comico” si basano su vecchie BARZELLETTE che ripete a distanza di tempo e sul DERIDERE la GENTE con dei problemi fisici come anche i BAMBINI OBESI ed gli ANZIANI.
La RAI HA MANDATO A CASA persone per molto meno.
Ora vedremo quale provvedimento faranno visto che RAI Servizio Pubblico dovrebbe EDUCARE e DARE IL BUON ESEMPIO.
Poi, dire che darà tutto beneficenza non ci interessa!
Si fa BENEFICENZA senza dirlo ai giornali ed in TV per pubblicità, come faceva il Grande ALBERTO SORDI, che tutti pensavano fosse un tirchio, ed invece LO FACEVA DI NASCOSTO.



32. ASSURDO! ha scritto:

18 febbraio 2015 alle 16:14

Stasera la RAI, come PUNIZIONE A CHI PAGA IL CANONE RAI, manderà in onda un Film di questo “comico” su RAI UNO!!!!
Gli Italiani facciano capire alla RAI che sta sbagliando NON GUARDANDO STASERA IL FILM, perché questo è l’unico modo per farsi sentire, visto che in RAI continuano a difenderlo (è indifendibile) e “portare” sempre le stesse persone, anche se in TV dicono solo vecchie barzellette ed offendono i bambini (Bullismo) e le persone con dei problemi fisici ect.



33. Enzo ha scritto:

20 febbraio 2015 alle 13:43

Gli Italiani hanno cominciato a capire che Siani (Alessandro Esposito) solo perché di Napoli non può minimamente paragonarsi ai grandissimi ARTISTI che ci hanno fatto conoscere nel mondo come Massimo Troisi, Totò, Peppino De Filippo ed altri oggi come Salemme.
Nonostante la numerosa pubblicità sulle reti RAI e sui social network (specie sui social di Made in sud con il Cast, ricordiamo che il Tam tunnel è anche di Siani), ci si a spettava uno share più alto del 17.97% per il Principe abusivo ma è evidente che l’idea di Siani a Sanremo di prendere in giro un bambino obeso e dei pensionati (la sua caratteristica è raccontare barzellette e prendere in giro le persone con problemi fisici) abbia pesato sul risultato di un film vedibile solo per la presenza di Cristian De Sica e una Serena Autieri in grandissima forma. Per qualche momento mi è sembrato di rivedere i siparietti tra la mitica Lollo e il padre.
Si dirà che ha vinto ma in realtà non è cosi!
Con Benvenuti al Sud nel 2013 con Bisio su Canale 5 gli ascolti sono stati i più alti 21,05%, nonostante la presenza di un competitor come Che Dio ci aiuti 2 con ascolti tra il 19,82% di share, primo episodio, e ed il 21,01% di share, il secondo episodio.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.