Vincitori



13
gennaio

GOLDEN GLOBES 2014: I VINCITORI. TRIONFA LA GRANDE BELLEZZA DI SORRENTINO

Paolo Sorrentino

Dopo il red carpet, la pioggia di statuette. E’ da poco terminata la cerimonia di premiazione della 71^ edizione dei Golden Globes, la celebre kermesse che decreta i migliori film e programmi televisivi della stagione. La serata, trasmessa in diretta su SkyUno HD, ha regalato particolari emozioni anche al pubblico italiano, con una vittoria tricolore. La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino ha infatti trionfato nella sezione dedicata al miglior film straniero.

Ritirando il premio, il regista ha ringraziato l’Italia, “un Paese ben strano ma bellissimo“. Sempre nella categoria cinematografica, interessante il riconoscimento attribuito a Leonardo Di Caprio come miglior attore protagonista (film musicale/commedia) con  The Wolf of Wall Street. Frozen, di recente uscita nelle sale italiane, ha conquistato il premio come miglior film d’animazione, mentre 12 anni schiavo ha ottenuto il podio come miglior film drammatico.

Per quanto riguarda la sezione tv, premiato Breaking Bad come miglior serie drama. Il suo protagonista Bryan Cranston ha ricevuto la statuetta come miglior attore, mentre Robin Wright ha vinto per la sua interpretazione in House of Cards. Doppietta per la serie tv Brooklyn Nine-Nine, riconosciuta come miglior commedia e vincitrice con Andy Samberg, miglior attore protagonista. Bis di statuette anche per Dietro i candelabri, miglior miniserie e miglior attore, premio assegnato a Michael Douglas.

Golden Globe 2014: ecco tutti i vincitori

Ma ecco, nel dettaglio, tutti i vincitori della 71^ edizione dei Golden Globe 2014. Li abbiamo segnalati in grassetto, così che possiate confrontarli con i competitor della rispettiva categoria (dopo il salto):




23
novembre

ZECCHINO D’ORO 2013, EX AEQUO: VINCONO QUEL SECCHIONE DI LEONARDO E DUE NONNI INNAMORATI (TESTI E VIDEO)

Zecchino d'Oro 2013 (dalla pagina Facebook)

Si è conclusa questa sera la 56° edizione dello Zecchino d’Oro, che ha tenuto banco nei pomeriggi di Rai 1 e nelle prime serate di Rai Yoyo da martedì 19 novembre 2013. Un programma che ha ottenuto più che discreti risultati d’ascolto (oscillanti tra il 16 e il 17% di share) ed ha raggiunto un importante obiettivo nella sua gara di solidarietà: duecentomila euro raccolti per “Costruiamo Casa Ninna Mamma”, progetto finalizzato alla realizzazione di strutture di accoglienza e cura per mamme e bambini in Mozambico.

Zecchino d’Oro 2013: vincono Quel secchione di Leonardo e Due nonni innamorati

A trionfare nella finalissima e ad aggiudicarsi 193 voti della giuria formata da soli bambini ben due canzoni: Quel secchione di Leonardo, cantata da Jacopo Golin e Maria Cristina Gamarda, e Due nonni innamorati, cantata da Nayara Benzoni. Per la finale tutti i voti raccolti nelle scorse puntate, assegnati ogni giorno da una giuria diversa ma sempre composta da ex membri del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna, erano stati azzerati.

Ma grazie ad essi è stato possibile nella puntata in onda ieri – venerdì 22 novembre – assegnare lo Zecchino d’Argento, conquistato sempre da Jacopo Golin e Maria Cristina Gamarda con Quel secchione di Leonardo, che ogni giorno è stata la canzone più votata. Per la prima volta, poi, è stata premiata la canzone più votata sul web ovvero Il verbivoro di Giacomo Pedini, che si è aggiudicata il primo Zecchino Social.

56° edizione dello Zecchino d’Oro: testi e video delle due canzoni vincitrici


19
novembre

EUTELSAT TV AWARDS 2013: TRA I VINCITORI ANCHE RAI E SKY ITALIA

I vincitori degli Eutelsat Tv Awards 2013

Lo scorso venerdì 15 novembre si è svolta al Molino Stucky Hilton di Venezia la sedicesima edizione degli Eutelsat TV Awards, i premi dedicati alla televisione tematica via satellite. Una “notte dei satelliti” nella quale soltanto 14 canali, tra gli oltre 100 selezionati dalla giuria, hanno meritato l’ambitissima Gea, statuetta icona dell’eccellenza televisiva. La serata condotta da Kate Silverton, giornalista e reporter inglese, ha visto protagonista anche la tv italiana con ben tre riconoscimenti. Sky Arte, in gara nella categoria Culture/Documentaries, ha trionfato sulla concorrenza di Turchia (IZ TV) e Giappone (NHK World), con la seguente motivazione della giuria:

“Un nuovo canale che ha ulteriormente innalzato l’offerta di contenuti per un Paese il cui patrimonio culturale è già altissimo.”

Successo anche per Mussolini il cadavere vivente di Rai Storia, vincitore nella categoria Best Programme. Il documentario di Rai Storia – che ripercorre la storia della Repubblica Sociale Italiana e la vita quotidiana di Benito Mussolini e Clara Petacci, attraverso le lettere scritte dal dittatore e dall’amante, durante i seicento giorni di Salò, lette ed interpretate in video da Michele Placido e Maya Sansa – ha conquistato la giuria grazie alla curata realizzazione. Grande soddisfazione per il premio è stata espressa dal direttore di Rai Educational Silvia Calandrelli:

“Siamo onorati e orgogliosi per l’assegnazione di questo premio ad un programma di Rai Storia in questa manifestazione di grande prestigio. Il riconoscimento a “Mussolini, il cadavere vivente”, già entrato quest’anno nelle nomination come finalista agli Impact Media Awards di New York e al Banff World Media Festival, è un premio alla qualità della proposta del servizio pubblico e all’impegno quotidiano dell’azienda su progetti di grande qualità.”





14
novembre

TALE E QUALE SHOW 3: VINCE ATTILIO FONTANA. ECCO I MAGNIFICI SETTE CHE ACCEDONO AL TORNEO

Attilio Fontana imita Lucio Battisti

Quando abbiamo saputo che la nona puntata di Tale e Quale Show avrebbe sfornato i sette nomi che scenderanno in campo al Torneo che inizierà venerdì 22 novembre, non ci aspettavamo certo grande sorprese, ma neanche la ridondanza più eclatante che il varietà è riuscito sapientemente a schivare in queste otto puntate. Ciascuno dei dieci concorrenti ha scelto il suo cavallo di battaglia, riproponendo pedissequamente l’esibizione già proposta al pubblico: stessa canzone, stesso costume e persino stessi commenti della giuria. Alla fine, “i magnifici sette” di quest’edizione, scelti per sfidare i big delle prime edizioni (Serena Autieri, Paolo Conticini e Giò Di Tonno) dalla settimana prossima, sono: Attilio Fontana (primo posto, VINCITORE DELL’EDIZIONE) Kaspar Capparoni (secondo posto), Amadeus (terzo posto, sintomo che l’effetto Fiorello ha funzionato), Fabrizio Frizzi (meritatissimo quarto posto), Clizia Fornasier (quinto posto), Roberta Lanfranchi (sesto posto) e, infine, Silvia Salemi (settimo posto).

Vada per Chiara Noschese (ultimo posto) e Riccardo Fogli (nono classificato), ma l’ottava posizione di Fiordaliso, una delle artiste più duttili e in gamba di quest’anno, e la sua conseguente esclusione avrebbero creato uno scandalo per fortuna sventato dalla rinuncia di Capparoni al Torneo, per precedenti impegni di fiction che non avevano tenuto conto del prolungamento di Tale e Quale di altre due puntate. Per il resto la puntata è filata liscia, ma senza stupire: d’altronde la formula del “Best of” sarebbe perfetta per un telespettatore occasionale, ma sarebbe letale per un telespettatore abituale, “costretto” a rivedere tutte le performance dei dieci artisti del talent. Persino la mission impossible di Gabriele Cirilli ritorna sui suoi passi riproponendo l’Orietta Berti già imitata.

Le imitazioni dei concorrenti si sono rivelate, per la maggior parte dei casi, vincenti, ma alquanto scontate. E se Fabrizio Frizzi ha proposto Pelù, Capparoni Domenico Modugno, Fontana Lucio Battisti, Silvia Salemi Adele, Fogli Branduardi, Amadeus Sandy Marton e Roberta Lanfranchi Giorgia, un po’ hanno stupito le scelte delle restanti protagoniste. La Noschese che sceglie Rita Pavone e non Arisa, Clizia Fornasier che opta per Kate Bush e non per Annie Lennox e Fiordaliso che veste i panni di Loredana Bertè preferendola alla trasgressiva Tina Turner. La serata ha anche riconosciuto i Premi Speciali di quest’edizione, una magra consolazione per i concorrenti in gara.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


10
novembre

MTV #EMA2013: ECCO TUTTI I VINCITORI. MILEY CYRUS SESSO DROGA E ROCK AND ROLL (FOTO)

MTV EMA 2013 VINCITORI

Miley Cyrus (Getty Images)

C’è equilibrio nei verdetti degli MTV EMA 2013. Nessuna star – eccetto Eminem che però ha portato a casa un riconoscimento speciale – si è aggiudicata più di un premio nel corso della serata appena conclusasi allo Ziggo Dome di Amsterdam (clicca qui per vedere cosa è successo durante la diretta). I premi più importanti vanno a Bruno Mars, che con la sua Locked Out Of Heaven si aggiudica il riconoscimento come miglior canzone (best song), a Justin Bieber (best male) e a Katy Perry (best female). Quest’ultima, in particolare, si è resa protagonista di una spettacolare performance sulle note di Unconditionally. La reginetta del pop è apparsa appesa ad un filo a 10 metri da terra con decine di ballerini scalpitanti sotto la sua enorme gonna. Il vestito di Katy a poco a poco è diventato un body ricoperto di specchi che rifletteva le migliaia di luci a led utilizzate per illuminare lo Ziggo Dome (sotto le foto).

MTV EMA 2013: Miley Cyrus si accende una canna!

Altra grande protagonista della serata è stata Miley Cyrus che ha aperto lo show introducendo a suo modo (una nana le ha palpato il sedere) il conduttore RedFoo ed è tornata poi sul palco altre due volte. L’ex Hannah Montana ha cantato Wrecking Ball senza ballare e con indosso un body bianco sgambatissimo, ma è per l’ultima apparizione che siamo sicuri Miley farà parlare di sè. Nel ritirare il premio per il Best Video (qui il video che ha vinto in cui Miley è nuda), infatti, Miley si è accesa una canna ed è uscita.

MTV EMA 2013: foto della serata (MTV / Getty Images)

MTV EMA 2013: le foto del red carpet con Lapo Elkann e lo spacco “alla Belen” di Iggy Azalea

MTV EMA 2013 vincitori: a bocca asciutta Justin Timberlake e Marco Mengoni

Nell’elenco dei vincitori degli MTV EMA 2013 spicca l’assenza di Justin Timberlake: il cantante e attore statunitense poteva contare su ben cinque nomination. Come pronosticato, resta a bocca asciutta Marco Mengoni, in lizza per il Worldwide Act. Da segnalare però che a battere il trionfatore dell’ultimo Festival di Sanremo non sono stati nè i blasonati One Direction e nemmeno Justin Bieber bensì un’artista cinese (李宇春 Chris Le). One Direction hanno invece vinto per la prima volta nella categoria Best Pop agli MTV EMA.

Di seguito ecco tutti i vincitori.

MTV EMA 2013 | Vincitori

BEST SONG
Bruno Mars – “Locked Out Of Heaven”

BEST VIDEO
Miley Cyrus – “Wrecking Ball”

BEST NEW
Macklemore & Ryan Lewis

BEST FEMALE
Katy Perry

BEST MALE
Justin Bieber

BEST POP
One Direction

BEST LIVE
Beyoncé

BEST HIP HOP
Eminem

BEST ROCK
Green Day





10
novembre

MTV #EMA2013 IN DIRETTA DA AMSTERDAM SU DM. APRE MILEY CYRUS, DI BRUNO MARS LA MIGLIOR CANZONE

Mtv Ema 2013

Miley Cyrus (getty images)

Il momento è arrivato. Stiamo per scoprire quali saranno i “migliori” artisti e la migliore canzone dell’anno musicale appena trascorso sulla scena europea. E soprattutto stiamo per assistere a esibizioni che si preannunciano spettacolari, confezionate ad hoc da star della canzone mondiale, pronte ad entrare nella storia della musica live. Calcheranno l’imponente palcoscenico dello Ziggo Dome di Amsterdam, tra gli altri, la reginetta del pop Katy Perry, la “scandalosa” Miley Cyrus, il nuovo sex symbol Robin Thicke e le rivelazioni Icona Pop.

A partire dalle 21 potrete seguire l’evento in diretta in lingua inglese su MTV (per la versione sottotitolata bisognerà attendere mercoledì 13 novembre alle 23) e su DM, giunto nella capitale olandese per raccontarvi in tempo reale il più grande evento musicale del Vecchio Continente. A condurre, l’eccentrico RedFoo dei LMFAO, supportanto dai tanti presenter (tra cui Jared Leto e direttamente da Breaking Bad RJ Mitte) chiamati ad annunciare i vincitori di categoria.

Infine, una piccola curiosità: tra i vip presenti ad Amsterdam c’è anche Lapo Elkann.

#MTVEMA 2013, red carpet, backstage e serata (MTV / Getty Images)

MTV EMA 2013 – le quote dei Bookmakers

MTV EMA 2013 – Mengoni in nomination

MTV EMA 2013 – gli Ospiti

MTV EMA 2013 – le nomination

Segui gli #EMA2013 con DavideMaggio.it. Tieniti aggiornato con i nostri social

Instagram | Facebook | Twitter | Tumblr | Youtube | Google +

MTV EMA 2013 IN DIRETTA…

.

Ore 20.00: è in corso la messa in onda del red carpet degli EMA 2013. Alle 21, la diretta…

MTV EMA 2013 in diretta: apre Miley Cyrus

Ore 21: è Miley Cyrus ad iniziare lo show. La cantante esce da un “ascensore astronave” e comincia a cantare We Can’t Stop per poi annunciare RedFoo, il quale non perde tempo e rimane in mutande.

Ore 21.06: è la volta di Robin Thicke che scalda lo Ziggo Dome con la sua hit Blurred Lines, seguita da I feel good.

MTV EMA 2013 in diretta: Locked Out of Heaven di Bruno Mars è la Best Song

Ore 21:11: Si inizia subito con la categoria Best Song. Il trionfatore è Bruno Mars, con la sua Locked Out Of Heaven, che ritira il premio senza dilungarsi con i ringraziamenti di rito.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


9
novembre

MTV #EMA2013: CI SARA’ ANCHE EMINEM. I BOOKMAKERS PUNTANO SU ONE DIRECTION E TIMBERLAKE

MTV EMA 2013 vincitori scommesse

MTV EMA 2013 (getty images)

Il conto alla rovescia è iniziato. Mancano poco più di 24 ore all’inizio degli Mtv European Music Awards 2013. L’evento musicale del vecchio Continente per eccellenza  si terrà domani – 10 novembre 2013 – allo Ziggo Dome di Amsterdam (dove DM sarà presente per voi) al cospetto di un nutrito parterre di star (per maggiori info clicca qui), al quale proprio in queste ore si è aggiunta l’ennesima personalità di spicco. Parliamo di Eminem che riceverà il Global Icon Award.

Mtv EMA 2013: il toto vincitori degli scommettitori

Come ogni premio che si rispetti, non potevano mancare i pronostici degli scommettitori. Il bookmaker britannico Stanleybet ha reso noti i propri pronostici sui favoriti alla vittoria per le cinque categorie principali degli Mtv EMA 2013: “Best Song”, “Best Pop”, “Best Female”, “Best Male” e “Best Video”.

Mtv EMA 2013 Best Song: per i bookmakers vince Get Lucky

Favorita dai bookmakers inglesi come Best Song è “Get Lucky”, ultimo ballatissimo successo dei Duft Punk offerto in testa a 2.25. Il duo parigino se la dovrà giocare con la super hit di Rihanna “Diamonds”, che segue a quota 3.50. Bancato a 4.50 è il singolo più controverso e chiacchierato dell’anno, quel “Blurred Lines” del cattivo del rap Robin Thicke; stessa quota per l’orecchiabile “Locked Out of Heaven” di Bruno Mars. Ben poche possibilità (12.0) per “Thrift Shop”, tormentone estivo del rapper statunitense Macklemore.

Mtv EMA 2013 Best Pop: vincono i One Direction?


4
novembre

PECHINO EXPRESS 2: VINCONO GLI SPORTIVI ROSOLINO E MADDALONI

Pechino Express 2 - Gli Sportivi vincono

Il viaggio partito lo scorso 8 settembre 2013 da Hanoi, nel Vietnam, è stato lungo, difficile e faticoso per le nove coppie che si sono sfidate nelle dieci tappe della seconda edizione di Pechino Express. Scalate, gare di alta resistenza fisica, colazione a base di tarantole fritte, esercizi di logica e soprattutto capacità di adattarsi alla realtà locale sono state solo alcune delle sfide che Ariadna Romero, Francesca Fioretti, Massimiliano Rosolino, Alessandra Sensini, Marco Maddaloni, Massimo Ciavarro, Paolo Ciavarro, Daniela del Secco D’Aragona, Gregory Jayasena Sangapala Arachchinge Don, Corinne Clery, Angelo Costabile, Alessio Sakara, Stefano Venturini, Niccolò Centioni, Micol Olivieri, Daniel Moreno Mendoza, Laura Caratelli, Giovanni Teodori e Costantino “Costia” Teodori hanno dovuto affrontare per arrivare in Thailandia e raggiungere l’obiettivo Bangkok.

Pechino Express 2: i vincitori sono gli Sportivi, seconde le Modelle

Le tre coppie arrivate sul podio si sono sfidate questa sera nella finalissima che ha consacrato i campioni di Pechino Express 2: gli Sportivi Rosolino e Maddaloni hanno vinto meritatamente raccogliendo l’eredità degli attori Alessandro Sampaoli e Debora Villa che trionfarono nella prima edizione del programma. La loro avventura è stata lineare fin dall’inizio e sempre segnata da successi, anche se la formazione iniziale composta da Rosolino e Alessandra Sensini, definiti in origine gli Olimpionici, è stata modificata in corso d’opera per cause di forza maggiore: la campionessa di windsurf si infortunò e Maddaloni arrivò a sostituirla. Leali, concentrati e coraggiosi, i due scugnizzi napoletani hanno dimostrato che vincere qualche volta è un’attitudine.

Al secondo posto si sono classificate Ariadna e Francesca, le Modelle che all’inizio piangevano per qualsiasi cosa e sembravano fragili e totalmente impreparate all’avventura e invece alla fine si sono rivelate due guerriere, che non hanno mai smesso di combattere sempre con il sorriso sulle labbra e cercando di non calpestare i piedi a nessuno. A parte l’attacco di panico della Romero dinanzi agli scarafaggi da mangiare, ovviamente. Le due, grandi amiche anche nella vita, fino alla scorsa tappa non avevano vinto nulla, ma sono poi riuscite a trionfare nella semifinale.