Vincitori



15
giugno

53° MONTECARLO TELEVISION FESTIVAL: I VINCITORI. ITALIA FUORI DAL PODIO DELLE SERIE TV, PREMI A BREAKING BAD E BEAUTIFUL

Monte-Carlo Television Festival

È terminata ieri sera a Monaco con la consegna dei Golden Nymph Awards al Grimaldi Forum la 53^ edizione del Monte-Carlo Television Festival. Un’edizione che ha visto trionfare l’Ungheria con il film tv Aglaja. Il tv movie, ispirato alla biografia di Aglaja Veteranyi, scrittrice rumena proveniente da una famiglia di artisti circensi morta suicida nel 2002, ha, infatti, portato a casa ben quattro premi.

Sul fronte delle serie tv, a trionfare per la categoria Comedy sono state Modern Family e Fresh Meat, mentre tra i drama hanno avuto la meglio Breaking Bad e Borgen III. Premi per gli ottimi ascolti sono andati invece a The Mentalist, The Big Bang Theory e, per la categoria soap, all’inossidabile Beautiful. Niente da fare per l’Italia, presente in gara con la miniserie Rai Altri Tempi, prodotta dalla 11 Marzo Film.

Il nostro Paese non è però rimasto a bocca asciutta, portandosi a casa lo speciale premio intitolato al Principe Ranieri III grazie al documentario diretto da Marco Preti e prodotto dalla SD Cinematografica, Sulle Tracce dei Ghiacciai: Missione in Caucaso (On The Trails Of The Glaciers: Mission To Caucasus)

Di seguito la lista completa dei vincitori.




15
giugno

DAVID DI DONATELLO 2013: TRIONFANO TORNATORE E MASTANDREA, STECCANO LILLO E GREG

David di Donatello

Si è svolta ieri sera – 14 giugno – agli Studi Dear in Roma la cerimonia di consegna dei David di Donatello 2013, il premio cinematografico finalmente tornato in prima serata così da dare maggiore rilievo e attenzione al nostro cinema. Certo, l’evento non ha mai catalizzato l’attenzione mediatica quanto fa normalmente il Premio Oscar americano, ma per gli addetti ai lavori ha sempre il suo valore.

Molti gli ospiti, chiamati a premiare i vincitori, per prima un’emozionatissima Elena Sofia Ricci che ha aperto le danze consegnando la prima statuetta, quella come Miglior attore non protagonista a Valerio Mastandrea. Che poco dopo ha preso un secondo premio, stavolta come attore protagonista, da Inés Sastre. E ancora Carlo Verdone, Asia Argento, Rocco Papaleo, Enrico Brignano, Gabriella Pession (ubiqua: era anche su Rai 2 con Crossing Lines), Max Gazzé e poi Roberto Benigni, giunto insieme a Nicola Piovani per ritirare il premio speciale vinto da Vincenzo Cerami e che, come facilmente ipotizzabile, ha tenuto banco per parecchi minuti con un monologo dei suoi.

In una cornice di feste ed emozioni, la conduzione stentata e senza la minima spontaneità di Lillo e Greg ha regalato lo stesso brivido di un pezzo di gesso passato sopra una lavagna: battute scritte e scontate, nessuna capacità di improvvisazione tanto da restare muti e imbarazzati davanti alle battute di Brignano perché non c’era il gobbo a suggerire la risposta. E poi Inés Sastre che diventa Sartre, come il filosofo. Paradossalmente la poco simpatica battuta di Asia Argento, che arrivando sul palco li ha apostrofati “buffoni”, non sembrava campata per aria. Nulla di sorprendente, lo avevamo immaginato, ma non possiamo non chiederci nuovamente perché affidarsi a Lillo e Greg per un evento di rilievo che per rilanciarsi in prima serata aveva bisogno di professionisti (e in giro ce ne sono tanti) capaci di padroneggiare il palco e far parlare i media. I due comici infatti, oltre a non essere popolarissimi tra il pubblico di Rai1, non hanno mai dimostrato particolari abilità nella conduzione. Non stupiscono dunque i fallimentari dati d’ascolto (per maggiori info clicca qui).

Quantomeno, il ritmo di premiazione è stato veloce non inciampando in tempi morti, eccezion fatta per i momenti di indecisione dei conduttori. Ecco, a seguire, tutti i vincitori dei David di Donatello 2013.


13
marzo

PREMIO TV 2013: TUTTI I VINCITORI. MESSA IN ONDA: 27 MARZO

Premio TV 2013

Premio TV 2013

Habemus Papam Franciscum, ergo Praemium tv MMXIII non habemus.

Lo sapevamo! Se fosse stato eletto il nuovo Papa, gli Oscar Tv sarebbero stati rinviati nonostante lo spettacolo sia, mentre scriviamo, in corso di registrazione.

Per evitarvi la straziante attesa (il programma verrà trasmesso mercoledì 27 marzo), ecco i vincitori della 53esima edizione, ovvero i 10 programmi scelti dall’Accademia all’interno della top 20 decretata dalla Giuria del Premio. Il premio principale, da scegliere tra i 10 premiati, ovvero quello al Miglior Programma dell’Anno, verrà decretato dal pubblico tramite televoto durante la messa in onda del programma. I risultati, impossibili da comunicare in diretta a causa della differita, saranno annunciati nel corso del TG1 della notte, immediatamente successivo alla trasmissione.

Ah, prima di procedere ringraziamo la Nibbio Eventi – società produttrice dello show -  per quella che, a nostro parere, è stata una pessima accoglienza al Teatro Ariston.

63^ Festival di Sanremo – Rai 1
Avanti un Altro – Canale 5
Domenica In… l’Arena – Rai 1
Italia’s Got Talent – Canale 5
Le Iene Show – Italia 1
L’Eredità – Rai 1
Striscia la Notizia – Canale 5
Tale e Quale Show – Rai 1
Tv Talk – Rai 3/Educational
X Factor – Skyuno

Personaggio Femminile: Luciana Littizzetto
Personaggio Maschile: Fabio Fazio
Personaggio Rivelazione: Virginia Raffaele
Miglior Fiction: Volare
Miglior TG: Tg La7
Evento Straordinario Tv dell’Anno: La più bella del Mondo
Oscar Speciale: Concerto per l’Emilia

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





25
febbraio

OSCAR 2013: TUTTI I VINCITORI E IL NOIOSO SPECIALE DI SKY CINEMA

Ben Affleck

La notte degli Oscar è stata lunghissima e noi l’abbiamo seguita tutta nell’altrettanto lunghissima maratona che Sky Cinema Oscar ha dedicato alla manifestazione. Prima di segnalarvi i nomi dei vincitori dell’ambita statuetta, spenderemmo però due parole su come Sky ha scelto di celebrare questa serata. La conclusione è che sarebbe stato meglio per tutti collegarsi e trasmettere in diretta red carpet e cerimonia piutttosto che costringere lo spettatore a guardare inutili ‘commenti a corredo’. Il trio composto da Francesco Castelnuovo, Gianni Canova e Selvaggia Lucarelli, in collegamento da uno studio triste come il set di Marcellino Pane e Vino, era male assortito come il gelato al cioccolato che fa da contorno alla fiorentina.

Fondamentalmente non si è compreso fino in fondo il motivo per cui fossero lì. Non c’è stata critica, se non qualche commento superficiale o pronostico da bar sport, non c’è stato approfondimento, non c’è stata ironia, solo continui collegamenti con Hollywood Boulevard e con i presentatori americani, che mandavano in onda servizi e interviste e gli immancabili spazi pubblicitari. La Lucarelli che di solito siamo abituati a vedere simpatica e brillante era imbalsamata su una sedia con un ipad in grembo a leggere tweet e sondaggi, intimorita da un Gianni Canova che è certamente un grande critico ma nei confronti dell’ironia e della leggerezza, ha lo stesso istinto killer che Dexter ha nei confronti dei criminali. Francesco Castelnuovo, dal cui taglio di capelli da paggetto, ahinoi, non riusciamo a prescindere, ha provato a essere simpatico. Lo ricorderemo per aver commentato il suo tweet preferito “oscar, pizza e birra gelata” aggiungendo che mancava “il rutto libero di fantozziana memoria”. Non ridete troppo, eh.

Insomma, o si toglie l’audio americano e i commentatori italiani commentano direttamente la serata che si svolge sia sul red carpet che all’interno del teatro, lasciando spazio alla lingua originale quando ce n’è bisogno oppure si lascia andare tutto in lingua originale perchè nemmeno con gli effetti speciali degli Studios una interprete può diventare una e trina, riuscendo a tradurre simultaneamente lo scambio di battute delle presentatrici sul red carpet e le risposte degli intervistati senza infastidire lo spettatore con l’inevitabile tono stenografico. A questo punto, finito il “taglia e cuci” degno dell’Oscar per i migliori costumi, vi segnaliamo qui di seguito, categoria per categoria, i vincitori della statuetta, che segneremo in grassetto all’interno delle nominations.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


16
febbraio

I VINCITORI DI SANREMO

Emma Marrone - Sanremo 2012

L’ultima è stata Emma Marrone, la prima in assoluto Nilla Pizzi. Parliamo, ovviamente, dei vincitori del Festival di Sanremo e chissà se anche quest’anno a trionfare sarà una donna come nella prima edizione che risale al 1951 e quella dell’anno scorso. Come non notare nell’albo d’oro del festival della canzone italiana che negli ultimi anni i cantanti usciti dai talent show, in particolare quello di Maria De Filippi, l’abbiano fatta da padroni: nel 2009 è Marco Marta a vincere, seguito l’anno successivo da Valerio Scanu e come detto nel 2012 da Emma, promossa direttore artistico al prossimo serale di Amici.

Tra i concorrenti in gara quest’anno solamente Simone Cristicchi ha avuto l’onore di vincere la kermesse, nel 2007 con il brano “Ti regalerò una rosa”. Cristicchi riuscirà a fare il bis? Ecco tutti i vincitori della storia del Festival, una storia lunga 63 edizioni.

1951: Nilla Pizzi – Grazie dei fiori
1952: Nilla Pizzi – Vola colomba
1953: Carla Boni e Flo Sandon’s – Viale d’autunno
1954: Giorgio Consolini e Gino Latilla – Tutte le mamme
1955: Claudio Villa e Tullio Pane – Buongiorno tristezza
1956: Franca Raimondi – Aprite le finestre
1957: Claudio Villa e Nunzio Gallo – Corde della mia chitarra
1958: Domenico Modugno e Johnny Dorelli – Nel blu dipinto di blu
1959: Domenico Modugno e Johnny Dorelli – Piove (Ciao ciao bambina)

1960: Tony Dallara e Renato Rascel – Romantica
1961: Betty Curtis e Luciano Tajoli – Al di là
1962: Domenico Modugno e Claudio Villa -  Addio… addio
1963: Tony Renis ed Emilio Pericoli – Uno per tutte
1964: Gigliola Cinquetti e Patricia Carli – Non ho l’età (Per amarti)
1965: Bobby Solo e New Christy Minstrels – Se piangi se ridi
1966: Domenico Modugno e Gigliola Cinquetti – Dio come ti amo
1967: Claudio Villa e Iva Zanicchi – Non pensare a me
1968: Sergio Endrigo e Roberto Carlos Braga – Canzone per te
1969: Bobby Solo e Iva Zanicchi – Zingara

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





14
gennaio

GOLDEN GLOBES 2013: I VINCITORI

Golden Globe 2013

Si è conclusa alle 5 di stamattina la cerimonia di premiazione dei Golden Globe Awards 2013. Avendo passata la notte a commentarla in diretta, vi toccherà leggere qui il resoconto completo della serata. Beh, si. E’ un pò lungo, ma, a nostra difesa, sappiate che sono state tre ore di trasmissione serrata. A un certo punto, ci sono quasi mancati i lunghi silenzi alla Celentano. Quasi.

D’accordo. Vi facciamo qualche rivelazione. The Big Bang Theory non ha vinto. Però, se può consolarvi, avrebbe vinto. Se avessero aperto un televoto dall’Italia. Che noi con quelli ce la intendiamo. Jodie Foster ha ricevuto il premio alla carriera e ha un ex “partner in love” da ringraziare. Che sia un uomo o una donna non ci importa più di tanto. Partner in love… è semplicemente romantico. E asessuato. Comunque, se siete in una fase meno romantica della nostra e volete il gossip, c’è sempre il resoconto di cui sopra pronto da leggere!

Tina Fey e Amy Poehler hanno confermato le aspettative. Ironiche e dissacranti nei loro interventi, peraltro brevi e pochi. Ebbene si, le conduttrici a supporto dello show e non viceversa. Homeland – Caccia alla spia ha confermato i pronostici della vigilia e vinto tutto. Miglior attore, Damian Lewis, miglior attrice, Claire Danes e migliore serie drama.

Di seguito tutte le nomination con i vincitori evidenziati in grassetto corsivo. Perchè non è divertente sapere chi ha vinto senza sapere chi è stato battuto!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


14
gennaio

GOLDEN GLOBE 2013: LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE IN DIRETTA WEB SU DM

Golden Globe 2013

Computer carico, atmosfera da red carpet creata e decoder pronto a sintonizzarsi sul canale 109 di Sky. Mancano poco più di due ore – si comincia alle 2 di stanotte – alla settantesima cerimonia di premiazione dei Golden Globe Awards, i riconoscimenti assegnati ai migliori prodotti televisivi e cinematografici dell’anno appena concluso. Le nomination, che potete leggere qui, sono state annunciate lo scorso 13 dicembre.

Padrone di casa al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills saranno Tina Fey e Amy Poehler, brillanti rappresentanti della televisione statunitense.  Pronti a scoprire e a commentare con noi i premi assegnati dai 90 giornalisti dell’HFPA?

AFFILATE LE TASTIERE

I GOLDEN GLOBE SONO LIVE SU DM DALL’1.30

ore 1:00 comincia il collegamento. Le star stanno scendendo dalle limousine e presto percoreranno il red carpet che li porterà verso il Beverly Hilton Hotel dove si terrà la cerimonia di premiazione.

ore 1:15 arrivano le due conduttrici Tina Fey e Amy Poehler, emozionate ma pronte ad affrontare la serata con  il loro stile di attrici brillanti e irriverenti.

ore 2:00 in diretta al salone del Beverly Hilton Hotel… welcome alla cerimonia di premiazione dei settantesimi Golden Globe Awards. “Solo ai Golden Globe gli sfigati della tv si trovano fianco a fianco con le star del cinema“, esordisce Amy Poehler, sul palco insieme a Tina Fey.

ore 2:15 Inizio scoppiettante delle due conduttrici, che coinvolgono gli ospiti in sala e no nelle loro battute pungenti. “Meryl Streep è a casa con l’influenza. E pare la interpreti benissimo“.

ore 2:20 Bradley Cooper e Kate Hudson danno inizio alle premiazioni. Si parte dal miglior attore non protagonista in un film. And the Golden Globe goes to… Christoph Waltz per Djano Unchained, il film di Quentin Tarantino. Ringraziamenti di rito per lui.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


15
novembre

PECHINO EXPRESS: I VINCITORI SONO DEBORA VILLA E ALESSANDRO SAMPAOLI

Debora Villa e Alessandro Sampaoli

Dopo una combattutissima finale fra l’estenuante scalata della Grande Muraglia Cinese, l’assaggio di alcune rinomate prelibatezze del posto come scorpioni e cavallette fritte e un nugolo di prove nel cuore di Pechino, Pechino Express ha finalmente i suoi vincitori: la coppia degli “Attori” Debora Villa e Alessandro Sampaoli, che ha battuto il duo dei Ballerini, composto da Andres Gil e Anastasia Kuzmina, secondi classificati.

Dalla città di Haidian fino a Piazza Tienanmen, la tenacia e la resistenza della coppia dapprima eliminata dal gioco e poi “resuscitata” dal Gange è riuscita, con successo, ad aggiudicarsi il titolo di campioni e il premio in gettoni d’oro di 20.000 euro devoluto a Medici Senza Frontiere. Dopo la sentita eliminazione della coppia “Zio e Nipote” Costantino Della Gherardesca e Barù, vincitori morali di questa avventura per l’ironia e la sagacia dimostrate, la puntata finale ha visto i quattro finalisti sono più agguerriti che mai.

Stremati dalla stanchezza e da una serratissima corsa contro il tempo, dopo aver seguito passo passo le indicazioni degli indizi reperiti e ricomposto il messaggio celato dietro alle stampe di sei magliette ‘conquistate’ nel corso della puntata, i finalisti hanno messo fine al reality itinerante di Rai 2 al Temple of Heaven, sotto lo sguardo vigile di Emanuele Filiberto.