Spot



6
novembre

BELEN RODRIGUEZ ED EMMA MARRONE: AVVERSARIE (PURE) PER SPOT

Belen Rodriguez nello spot della WeChat

Messaggiare, inviare memo vocali e foto istantanee con l’amica o il ragazzo di turno sta diventando una vera e propria moda e, se non riusciamo a decidere quale vestito acquistare e non resistiamo al desiderio di rivelare quando transitiamo in ascensore, ecco che le chat sono pronte a scendere in campo. Peccato che, le due nuove dirette concorrenti di WhatsApp (che rimane la nostra preferita!), WeChat e Line, abbiano “casualmente” deciso di adottare due testimonial che hanno ben altro in comune che l’irrefrenabile voglia di digitare e di fotografare. Parliamo di Belen Rodriguez ed Emma Marrone.

Se Emma si preoccupava di far sentire il suo concerto live alla migliore amica e di postare le foto degli outfit più terribili che Enzo Miccio e Carla Gozzi si sarebbero mai trovati a giudicare, Belen, dal canto suo, non riesce a fare dieci metri senza comunicare la sua posizione alla collega e senza rischiare che un giovane cameriere sbatta contro le sue curve rovesciandole il vassoio che porta con sé. Unite da un comune denominatore, passato e presente, chiamato Stefano De Martino, Belen ed Emma continuano a pestarsi (involontariamente) i piedi a vicenda e poco importa se di mezzo ci siano fiori d’arancio o applicazioni scaricabili da smartphone e tablet: i loro destini sono indissolubilmente legati e i media sembrano fare di tutto affinché questo loro legame non si sciolga.

Che poi, quanto interessa davvero al pubblico la rivalità fra le due e quanti noteranno la presenza di entrambe per pubblicizzare un prodotto non uguale, ma decisamente simile? Noi cerchiamo di non porci il problema, ma allo stesso tempo non possiamo non notare le differenze abissali fra Emma e Belen nel loro modo di approcciarsi allo spot. Mentre Emma, timida e goffa, è in cerca di approvazione, che sia per la canzone appena intonata o il vestito appena indossato, Belen, altèra e avvolta da un succintissimo vestito, fa la sua passerella con estrema tranquillità, ben sapendo di essere la più desiderata della pubblicità e, naturalmente, degli utenti di WeChat.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




16
ottobre

MISS ITALIA 2013: LA7 ANNUNCIA UN’EDIZIONE DIVERSA E GHINI PARLA DI TALENT. PARTITI I PROMO

Miss Italia 2103 - Massimo Ghini e Cesare Bocci

Massimo Ghini e Cesare Bocci

In molti si saranno stancati di sentir parlare di  Miss Italia 2013. Sono mesi e mesi, infatti, che se ne discute e con tutti i colpi di scena, i voltafaccia, i tradimenti e gli appelli accorati che si sono susseguiti, la trama globale si è fatta ben più sfiancante di quella di un romanzo d’appendice. Ma per altri, per coloro che al concorso sono affezionati e mal gradivano il possibile destino nefasto, ora che il finale si avvicina, l’attenzione si rinnova.

Miss Italia 2013 su La7 – il promo scanzonato

Non sarà agli inizi di settembre com’è stato per tanti anni, ma Miss Italia sbarca ancora una volta in tv e domenica 27 ottobre 2013, alle ore 20:40, in diretta da Jesolo potremo assistere alla finale che porterà all’elezione della nuova rappresentante della bellezza nostrana. Già il fatto che si tratta di un’unica serata e che a trasmetterla sarà La7 è una grande novità. Non solo questo, però, lascia lo spiraglio per una rivoluzione globale della kermesse.

Miss Italia 2013: Massimo Ghini parla di “talent”, Cesare Bocci vuol fare da valletto

Gli spot lanciati dalla rete di Urbano Cairo hanno abbandonato il clima della celebrazione e dell’evento, a cui la Rai ci aveva abituati da sempre, per lasciare spazio ad un teatrino messo in atto dai tre conduttori: Massimo Ghini, serioso e preciso, fa le prove per la diretta insieme ad un Cesare Bocci goliardico ed esibizionista, tanto da aver rinchiuso la povera Francesca Chillemi in camerino per non permetterle di prendersi la scena. I tre attori, che non sono avvezzi alla conduzione (almeno quella tradizionale), sembrerebbero un azzardo, chissà, però, che non sia quello che serva dopo anni di serate tutte uguali e promesse di innovazione mai mantenute. A Tv Sorrisi e Canzoni, Massimo Ghini ha annunciato che per Miss Italia ci sarà la svolta “talent”.


16
ottobre

SERVIZIO PUBBLICO: MICHELE SANTORO ANNUNCIA IL RITIRO DEI PROMO ‘SHOCK’

Michele Santoro

La ghigliottina, un calcio in culo, una bella schioppettata in fronte: avanti popolo, alla riscossa! Del resto, se il fine giustifica i mezzi, perché non reagire duramente contro i politici furbacchioni? Da queste parti eravamo stati i primi a sollevare perplessità sulle dichiarazioni pronunciate da alcuni passanti negli spot di Servizio Pubblico, il programma di Michele Santoro in onda dal 25 ottobre su La7. “Loro rubano, tu che fai?” domandava nel video (clicca qui per vederlo) la giornalista Giulia Innocenzi, ricevendo risposte abbastanza esplicite. Forse pure troppo.

Una signora, ad esempio, auspicava una ghigliottina in piazza Venezia e “ad ogni testa tagliata mi bevo un bicchiere di champagne“. Olè. E’ questo il racconto del Paese reale che Servizio Pubblico intende offrire? Ci domandavamo. Contattato dal Corriere sulla polemica che ne è scaturita, Michele Santoro ha spiegato:

Non siamo noi a dire certe cose, noi ci siamo limitati a registrare. In ogni caso, il promo è già stato ritirato dalla programmazione

Dunque, la rabbia popolare non verrà più sponsorizzata in tv (almeno in quel modo). E pensare che il povero Santoro si era solo limitato a raccogliere delle dichiarazioni, a fare il cronista insomma.





4
settembre

VITTORIO SGARBI NUOVO TESTIMONIAL DI ALFONSO LUIGI MARRA (VIDEO)

Vittorio Sgarbi

Dopo “lo strategismo sentimentale” denunciato da una rigida Manuela Arcuri e le grazie in bella vista di Sara Tommasi, l’avvocato e filosofo Alfonso Luigi Marra ha deciso di puntare su un volto nuovo per promuovere le sue ultime fatiche letterarie: parliamo di Vittorio Sgarbi che scende in campo come testimonial per quattro dei dodici libri scritti dall’ex compagno della soubrette umbra.

Il critico d’arte più polemico della tv si prepara, quindi, a riassumere in 30 secondi il Marra-pensiero che ha pianificato un grande lancio promozionale in Rai.

“Sono libri di un’importanza e una verità incomprimibili. Sono la nuova cultura e non conoscerli è la nuova ignoranza.

Parole del nuovo testimonial di Marra nello spot già visibile in rete (per vederlo clicca dopo il salto). Intanto lo scrittore avrebbe deciso di intentare una causa legale a Youtube colpevole, a suo dire, di falsificare i numeri dei “mi piace” e “non mi piace” sulla sua pagina. Verità o demagogia?


26
agosto

FIORELLO SPOSO PER SPOT: LE POLEMICHE IN RETE

Fiorello

Atmosfera retrò che rievoca i film muti degli anni venti, una chiesa gremita da un’orda di invitati e un elegantissimo Fiorello dinanzi all’altare a giurare amore eterno ad una misteriosa sposa coperta da uno spesso velo. E’ questo il nuovo teaser che circola in tv e che sancisce la nuova collaborazione fra il noto showman e l’operatore di telefonia Wind.

Fiorello parteciperà agli spot della compagnia telefonica fino a Natale, quando poi l’azienda tornerà ad essere rappresentata dal trio comico di Aldo, Giovanni e Giacomo. Per Wind “Fiorello è il testimonial ideale perché trasforma lo spot in intrattenimento”. Il conduttore de Il più grande spettacolo dopo il week end – già testimonial Infostrada (compagnia appartenente allo stesso gruppo) – per molti sembra aver fatto un passo falso, piegandosi alle leggi dell’offerta e della visibilità. Il popolo di twitter, social network ampiamente sponsorizzato dal conduttore siciliano, ha così espresso il suo dissenso.

Da quelli che minacciano di correre al primo point dell’azienda telefonica concorrente, a chi si dimostra deluso per le scelte troppo commerciali dello showman (che in tv, invece, si dosa con parsimonia), le polemiche vengono fomentate dalla trasmissione intermittente del brand che sta facendo capolino in tutte le reti negli orari di punta. La campagna pubblicitaria inaugurata recentemente in tv avrà il successo sperato o continuerà a trovare l’ostilità di quanti vedono Fiorello troppo incline al mercato?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





8
agosto

DM LIVE24: 8 AGOSTO 2012. SIMPATICO UNO DUE DI SALERNO E MUCCITELLI, QUELLI CHE… LO SPOT, I SONDAGGI DI SALVINI

Diario della Televisione Italiana del 8 Agosto 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Uno due a 1 Mattina

Phaeton ha scritto alle 10:47

A UnoMattina Vitabella, Luca Salerno: “Dobbiamo dare la linea a Vira” (la precedente conduttrice, ndDM). Subito si corregge:” scusate ad Ingrid”. La sua collega non deve averla presa molto bene infatti al momento di dare lei la linea dice ridendo: “c’è GERARDO che aspetta!”.

  • Quelli che… lo spot!

Reuccio ha scritto alle 18:04

Ma lo spot di Quelli che il calcio della nuova stagione vuole essere ironico vero? Spero di sì!

  • I sondaggi estivi di Matteo Salvini


7
agosto

IL MINISTRO CONTRO LO SPOT DI ALDO GIOVANNI E GIACOMO: “MI FA GIRARE LE SCATOLE”

Aldo Giovanni e Giacomo

Aldo Giovanni e Giacomo non fanno ridere il Ministro per le Politiche agricole Mario Catania. Il responsabile del dicastero si è infuriato con i tre popolari comici per i contenuti del loro ultimo spot pubblicitario, realizzato per una nota compagnia telefonica. Inutile girarci attorno o prenderla alla larga: la scenetta dei ruspanti “villici” alle prese con l’uomo di città, in onda in queste settimane, non gli è proprio piaciuta. Così, Catania ha sentito il bisogno di esternare il proprio disappunto.

Mi fa davvero girare le scatole quello spot pubblicitario di una compagnia telefonica che sta passando in questi giorni, perchè purtroppo vedo con fastidio che continua ad esistere lo stereotipo dell’agricoltore come soggetto marginale

ha dichiarato il Ministro. Dunque, a suo parere, lo sketcht rappresenterebbe il mondo rurale in modo offensivo. E pensare che la pubblicità interpretata dai tre comici sembra proprio puntare sulla caricatura per sdrammatizzare quegli elementi che, nell’immaginario comune, sono erroneamente legati alla vita di città e a quella di campagna. Dicasi comicità. Ma niente da fare:

Non capisco come si possa concepire soltanto una roba del genere. In questo Paese c’è stata una sottocultura dell’industrializzazione e dell’urbanizzazione molto pesante e marcata…

ha aggiunto Catania, polemizzando.


7
febbraio

SUPER BOWL DA RECORD: 111.3 MILIONI DI SPETTATORI. L’ASCOLTO PIU’ ALTO MAI REGISTRATO IN AMERICA. ECCO I MIGLIORI SPOT TRASMESSI

Eli Manning dei New York Giants, vincitori del Super Bowl 2012

Con un risultato finale di 21 a 17, i New York Giants si sono aggiudicati domenica sera la 46esima edizione del Super Bowl battendo i New England Patriots con un touchdown dell’ultimo minuto. Stessa storia del 2008, data del loro precedente incontro, ma questa volta il teatro del grande evento è stato il Lucas Oil Stadium di Indianapolis. I New York Giants si aggiudicano così il quarto titolo del Super Bowl nella loro storia. Vittoria personale anche per il quarterback Eli Manning che ha la meglio su Tom Brady dei New England Patriots sposato dal 2009 con la modella brasiliana Gisele Bündchen.

Dopo l’attesa per l’esito del match, l’attesa per gli ascolti. I dati aggiornati ma non ancora definitivi parlano di un nuovo record: con 111.3 milioni di telespettatori, il Super Bowl 2012 è il più seguito di sempre e l’ascolto più alto mai registrato nella storia della tv americana. Lo share è arrivato al 71% e il rating a 47, il dato più alto dal 1983 ad oggi. E’ record anche per l’halftime show di Madonna, seguito da ben 114 milioni di americani (l’anno scorso per i Black Eyed Peas furono 110.3 milioni). Con questo gigantesco traino, la premiere della seconda edizione di The Voice non poteva che fare il pieno di ascolti con ben 37.6 milioni di telespettatori.

Ma il Super Bowl è anche spettacolo e in questo senso la protagonista è stata Madonna. Alla cantante è stato affidato lo show dell’intervallo, dodici minuti in cui la Ciccone ha dominato la scena tra scenografie imponenti, giochi di luce e un medley dei suoi brani rigorosamente in playback, per poi sparire dietro un getto di fumo e lasciare sul campo la scritta “World Peace”. Unico intoppo della performance, quello della rapper M.I.A. che ha mostrato il dito medio alle telecamere e ai milioni di telespettatori che seguivano l’evento. Le scuse di NBC e NFL non sono comunque tardate ad arrivare.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,