Silvio Berlusconi



14
gennaio

DM LIVE24: 14 GENNAIO 2012. LA BIANCHETTI E IL BERLUSCA, PIROSO SI TOGLIE DALLE BALLE, LA CORRIDA E’ MORTA CON PREGADIO

Diario della Televisione Italiana del 14 Gennaio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Bianchetti e il Berlusca

elfman ha scritto alle 00:37

E’ una cosa di mercoledì ma volevo comunque dirvela. All’Italia sul Due si parlava dello stile del nuovo governo e in particolare di Monti. A un certo punto la Bianchetti per dire che il nuovo premier è molto più credibile del precedente se ne esce così: “un dato è sicuramente evidente: non c’è più qualcuno con la bandana e i capelli tinti”. E partono applauso del pubblico e risatina. Strano perchè io ancora la ricordavo quando a domenica in si indignava per una battutina del mago Silvan su Berlusconi. E invece ne è passato di tempo…

  • Piroso fuori dalle balle

giovanni ha scritto alle 01:18

Antonello Piroso si toglie dalle balle: Durante “ahi Piroso” rivolgendosi (con ironia) a Fulvio Abbate, il conduttore esclama: “(…) Lei non sa ma ormai ci hanno tagliato tutto, fondi, cose,… non possiamo più trasmettere niente, sempre a togliere togliere togliere a toliere a togliere…sino a che uno si toglie dalle balle!!”. Rai 2 sembra sempre più vicina.

  • La Corrida e’ morta

pippo ha scritto alle 15:37

“La Corrida è morta col Maestro Pregadio”. (Gerry Scotti su twitter)




20
novembre

#308 – I 6 GIORNI CHE HANNO CAMBIATO L’ITALIA: SU SKY UNO HD IL RACCONTO DELL’APOCALISSE (POLITICA)

Mario Monti, Silvio Berlusconi... per chi suona la campana

Il racconto dell’apocalisse in presa diretta, con le voci dei protagonisti e le scene più emblematiche del finimondo (politico). Saranno questi i contenuti di #308 – I 6 giorni che hanno cambiato l’Italia, l’esclusivo instant doc che verrà trasmesso questa sera su Sky Uno HD. Il reportage, realizzato da un gruppo di giovani autori e videomaker, ripercorrerà le recenti giornate di crisi sottoforma di diario. Il risultato sarà un mosaico suggestivo, capace di proporre in 30 minuti (e senza filtri) le notizie dello spread alle stelle, i commenti dei comuni cittadini e dei media internazionali alle dimissioni di Silvio Berlusconi e all’avvento del divino Mario Monti.

La storia dei “sei giorni che hanno cambiato l’Italia” inizierà da un ‘tweet’ del vicedirettore di Libero Franco Bechis, che annunciava agli internauti: “ora ho notizie certe. Berlusconi si dimette“. Da lì, le voci sul tracollo politico dell’ex premier si sarebbero rincorse all’impazzata, fino ad una effettiva conferma: Silviuccio molla! Dai Palazzi del potere alla strada, gli autori dell’instant doc di Sky Uno HD hanno catturato con una telecamera i momenti più significativi di quella che in molti hanno definito come la fine di un’epoca caratterizzata dalla presenza assoluta del Cavaliere.

Le riprese sono state realizzate giorno per giorno e contemporaneamente montate, con un lavoro sperimentale e allo stesso tempo innovativo, caratterizzato dal racconto della cronaca in tempo reale. Tale aspetto ha inciso molto sullo stile della narrazione, asciutto e immediato, scelto come leitmotiv del documentario. Così, lo sguardo dei videomaker proverà ad intrecciarsi con quello dei telespettatori, che in parte conoscono i fatti raccontati (ma non i retroscena cronachistici).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


15
novembre

DM LIVE24: 15 NOVEMBRE 2011. LA SINCERITA’ DELLA CLERICI, IL FLOP DI ROSEMARY ALTEA DA MARIA CARMELA, IL CD DI BERLUSCONI

Diario della Televisione Italiana del 15 Novembre 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Antonella Clerici: sabato avrei seguito anche io Ballarò

Alessandro ha scritto alle 15:31

Antonella Clerici apre oggi La Prova del Cuoco ringranziando chi l’ha seguita sabato sera, poi si ferma e precisa: “Beh in realtà ci hanno visto in pochi ma pazienza! Sapete che io dico sempre quello che penso… e vi dico la verità: anch’io sabato sera avrei seguito Ballarò!”. W la sincerità.

  • Rosemary Altea fa flop

Alessandro ha scritto alle 17:59

Rosemary Altea dalla D’Urso ha fatto una pessima figura senza riuscire a mettersi in contatto con nessun angelo… Io a queste cose non c’ho mai creduto e, visto il risultato, continueró a farlo.

  • Il CD di Berlusconi

lauretta ha scritto alle 20:28

(ANSA) – Il ritardo nell’uscita del disco, prima annunciata per settembre, poi slittata a ottobre, aveva fatto notizia persino sui quotidiani internazionali, ma ora è sicuro: ‘Il vero amore’, quarto capitolo della collaborazione tra Mariano Apicella e Silvio Berlusconi, autore dei testi, sarà nei negozi dal 22 novembre.





14
novembre

DM LIVE24: 14 NOVEMBRE 2011. IL GF CENSURA, L’AMICIZIA INTIMA NON SI SMENTISCE, LA NUOVA POSIZIONE DI SILVIO (DI-MISSIONARIO)

Diario della Televisione Italiana del 14 Novembre 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • GF censura Kiran

paolaok ha scritto alle 10:4o

Non che sia chissà quale news ma al Gf continua la censura su Kirian in comunità… Staccano e inquadrano il giardino ad ogni accenno.

  • Filippo Pongiluppi fuori dalla casa per accertamenti

lauretta ha scritto alle 14:39

Il gieffino Filippo ieri, in seguito ad un malore, è uscito temporaneamente dal gioco per accertamenti.

  • Amicizia intima non si smentisce

lauretta ha scritto alle 16:35

A Domenica cinque Parpiglia precisa: “Noi la scorsa domenica abbiamo parlato di un’amicizia intima tra Luca Di Tolla e Valerio PIno. E la frase “amicizia intima” non può essere smentita”.

  • Il DI-MISSIONARIO, la nuova posizione di Silvio


13
novembre

EDITORIALE DI MINZOLINI: LE CONTESTAZIONI A BERLUSCONI SONO STATE RIPROVEVOLI

Augusto Minzolini, Tg1

Le manifestazioni di piazza che hanno accolto le dimissioni di Silvio Berlusconi come un nuovo 25 aprile sono state “riprovevoli“, una “brutta pagina” nella storia dell’Italia. Lo ha affermato questa sera il direttore del Tg1 Augusto Minzolini, in un editoriale andato in onda nell’edizione delle 20 del suo notiziario. Pochi minuti prima il Cavaliere aveva divulgato un videomessaggio nel quale si diceva rattristato dai fischi e dagli insulti che gli erano stati rivolti ieri dalla folla esagitata di piazza del Quirinale (leggi qui).

È legittimo manifestare su tutto e su chiunque, ma le 2000 persone che ieri hanno lanciato monetine e gridato hanno messo in scena il rito tribale del capro espiatorio che non ha nulla a che vedere con la democrazia” ha detto il responsabile del Tg1.

Il giornalista ha poi proseguito con tono indignato, affermando che tanta violenza verbale non sarebbe giustificata da nessuna ragione.





13
novembre

SILVIO BERLUSCONI: “L’ITALIA E’ IL PAESE CHE AMO, NON MI ARRENDO”. IN TV IL VIDEOMESSAGGIO DEL CAV

Silvio Berlusconi, videomessaggio

Il lupo perde il pelo, la poltrona, ma non il vizo. All’indomani dalle dimissioni da Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi è tornato in tv con un videomessaggio rivolto agli italiani. Poco fa, in diretta, il Cavaliere ha spiegato cosa è accaduto nei giorni scorsi, definendo un gesto di responsabilità l’aver consegnato il suo incarico istituzionale nelle mani del Presidente della Repubblica. A quasi diciotto anni dalla sua discesa in campo, avvenuta proprio con un discorso televisivo, stasera Berlusconi è tornato a rievocare le celeberrime parole con le quali entrò in politica: “L’Italia è il Paese che amo…” ha ripetuto poco fa.

Da allora sono cambiate tante cose, e oggi la sua parabola appare inesorabilmente calante. “Non mi arrenderò” ha tuttavia rassicurato il premier dimissionato, smentendo così le voci che lo davano stecchito e consegnato alla Storia con la pesante disfatta di ieri.

Mi sono dimesso per senso di responsabilità e dello Stato, per evitare all’Italia un nuovo attacco della speculazione finanziaria, senza mai essere stato sfiduciato dal Parlamento alla Camera e al Senato dove abbiamo al fiducia” ha detto in particolare Berlusconi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


13
novembre

BYE BYE SILVIO: IL PREMIER SI DIMETTE, IN TV VA IN ONDA IL BERLUSCONI SCIO’

Silvio Berlusconi, dimissioni

C’era una volta un re seduto sul sofà… Ora si è dimesso: non c’è più. Fine della storia. Il premier Silvio Berlusconi ha consegnato il suo incarico nelle mani del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dopo l’approvazione della legge di stabilità avvenuta ieri alla Camera. Si è conclusa così un’epoca che ha visto il Cavaliere al centro delle cronache politiche e mediatiche del Paese. Ora prendono il via le consultazioni al Quirinale, in vista della formazione di un governo tecnico guidato da Mario Monti. Al momento non si vota: il futuro ce lo decide la Casta. Ieri sera la tv ha trasmesso in diretta l’arrivo di Berlusconi al Colle per l’ultimo atto da premier. Ad accoglierlo, una folla urlante.

Il Tg La7 di Mentana ha raccontato la giornata politica sin dal primo pomeriggio, coi ritmi perennemente concitati che lo caratterizzano. Dal Mitraglietta, infatti, sembra sempre che il mondo debba finire da un momento all’altro: ussignùr, che ansia! Poi la linea è passata a  In Onda con Porro e Telese. Rainews24 ha svolto un egregio lavoro con collegamenti dalle piazze calde di Roma; anche Sky Tg24 e Tgcom 24 hanno seguito l’evolversi della situazione senza sosta. In serata è arrivato Ballarò, con uno speciale dedicato alle dimissioni del premier. Alla loro notifica ufficiale, riportata da Giovanni Floris, lo studio di Rai3 si è sciolto in un applauso da curva sud.

Più o meno, lo stesso clima registrato dalle telecamere tra la folla radunatasi davanti al Quirinale, dove in serata sono partiti cori festosi, caroselli e lanci di monete.”Non è detto che questo sia il sentimento di tutto il Paese” ha precisato Floris a commento delle immagini in diretta. Poi, il giornalista ha deposto sul (politicamente) defunto Cav la sua personale corona di fiori: una ghirlanda di servizi e di interventi intrecciati ad arte per raccontare al pubblico l’inesorabile tracollo del berlusconismo. A Ballarò è poi intervenuto il super ospite Tony Blair, che ha parlato della crisi economica elogiando la figura di Mario Monti.


8
novembre

BERLUSCONI KO: PRONTO ALLE DIMISSIONI. BALLARO’ GLI SUONA IL REQUIEM

Silvio Berlusconi

Game over. La festa è finita, stavolta per davvero. Il voto odierno espresso dalla Camera, con la maggioranza inchiodata a quota 308 consensi, ha inferto il colpo di grazia al moribondo Governo guidato da Silvio Berlusconi. Un epilogo che si aspettavano in molti, vista la situazione politica ed economica particolarmente compromessa delle ultime settimane. In serata il premier è salito al Colle e ha concordato col Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che si dimetterà dopo l’approvazione della legge di stabilità. Probabilmente l’ultimo atto da protagonista della sua vita politica. “A questo punto le elezioni anticipate sono più vicine” ha detto lo stesso Cavaliere intervenendo all’edizione delle 20 del Tg5. Con la conclusione forzata della legislatura, il Paese si ritrova di nuovo al bivio. E c’è chi festeggia in diretta tv “la fine di un’epoca.

Basta sintonizzarsi su Rai3 per capire che oggi la puntata di Ballarò va in onda a tempo samba. Il Berlusca è ko: allegria, compañeros! Per una strana ironia della sorte, tocca proprio alla trasmissione condotta da Giovanni Floris (una delle più odiate dal Cavaliere) raccontare agli italiani la disfatta del Governo. Sulla terza rete, il giornalista – tutto gongolante – analizza le fasi della crisi politica e intona il requiem del berlusconismo col sorrisetto sulle labbra. Trasmette le immagini della celeberrima “discesa in campo”, del contratto con gli italiani siglato a Porta a Porta, delle autoreferenziali telefonate del premier a Ballarò… In sottofondo l’emblematica colonna sonora de La Piovra.

Dopo uno scoppiettante monologo di Maurizio Crozza, la parola passa agli ospiti in studio: Sandro Bondi (Pdl), Enrico Letta (Pd), i giornalisti Lucia Annunziata, Ferruccio De Bortoli e Mario Sechi. “La colpa della crisi attuale è solo di Silvio Berlusconi o anche dell’intero Paese?” domanda Floris. E il dibattito si infiamma.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,