Serie TV



3
agosto

NON COLPEVOLE: DA STASERA, IN SECONDA SERATA SU RAI 1

Non colpevole

In un’estate in cui le repliche in tv abbondano come gli ombrelloni sulle spiagge, il mercoledì di Rai 1 tenta un’inversione di tendenza, puntando su appuntamenti inediti in prima e seconda serata. Se alle 21.20 continua il ciclo romantico di tv movie “Amori all’improvviso” (questa sera tocca a Flower girl, La ragazza dei fiori), a partire dalle 23 circa, prende il via una nuova serie tv ambientata in Svezia: “Non colpevole“.

Il protagonista principale della serie è Mikael Persbrandt, nel ruolo di un insegnante di diritto penale (il professor Markus Haglund) nel corso di specializzazione sulle condanne inflitte per errore e sulla revisione dei processi. Quando, però, l’ennesimo errore giudiziario porta alla scarcerazione di un assassino, lui decide che forse è molto meno pericoloso scrivere libri piuttosto che continuare la battaglia “universitaria” contro verdetti sbagliati e studiati a tavolino. Ma presto dovrà tornare sui suoi passi…

La serie, infatti, inizia proprio da un ultimatum lanciatogli da Caroline Gustavsson, la preside dell’Università (interpretata da Anja Lundqvist) che lo invita a tornare ad insegnare, pena la perdita dell’appartamento a lui affidato (che andrebbe di diritto ad un altro docente). Si fa convincere, forte di una passione per il suo lavoro mai smarrita, e ripredende così ad insegnare ed indagare, formando una vera e propria squadra con quattro studenti laureandi in legge del suo corso: Anna (interpretata da Helena Af Sandeberg), Fia (Sofia Ledarp), Belal (Francisco Sobrado) e Roger (Leonard Terfelt). Un nuovo in(d)izio, a partire dalla caccia alla verità sulla misteriosa morte di una donna, con tanto di condanna troppo “veloce” avvenuta sulla base di una presunta falsa testimonianza.




31
luglio

BABEL TV FA IL RAMADAN: DA DOMANI PROGRAMMAZIONE DEDICATA AL MESE SACRO ISLAMICO

La porta del quartiere (Bab al Hara)

Adesso anche la tv fa il Ramadan… Come cambiano i tempi. Da domani l’emittente satellitare Babel (canale 141 di Sky) inaugurerà infatti una programmazione speciale dedicata al mese di digiuno, preghiera e astinenza per i credenti musulmani, che quest’anno cade proprio in agosto. Il palinsesto, dedicato ai “nuovi italiani”, comprenderà alcune delle più significative serie tv del mondo arabo degli ultimi anni. Una scelta originale, che ricalca quella effettuata ogni anno dalle emittenti di molti paesi islamici. Il mese di Ramadan, infatti, è anche il momento di massimo share per le reti televisive della Mezzaluna, che in questo periodo trasmettono serie tv prodotte appositamente e mandate in onda in coincidenza con la rottura del digiuno.

Il vento del multiculturalismo ha portato questa abitudine anche da noi e così, per la prima volta nella storia della televisione italiana, Babel proporrà un palinsesto speciale con alcune delle più seguite serie tv del mondo arabo. Tutti i giorni, a partire da domani, alle 18.40 andrà in onda Speriamo che capiti anche a te (Oqba Lik), fiction che racconta la vita della trentenne Fatima Zohra, una donna contemporanea, colta e indipendente alla ricerca del principe azzurro. Dalle 19.10 Babel trasmetterà Fuggendo l’Occidente (Escaping the West), storia di una famiglia araba trasferitasi in Francia, tra volontà di integrazione e il desiderio di rispettare le tradizioni. A seguire, La porta del quartiere (Bab al Hara), una delle serie più famose al mondo, al fianco di Lost.

Durante il mese di agosto Babel trasmetterà anche programmi di intrattenimento come La Cucina di Choumicha, una specie di Cotto e mangiato in versione islamica che farà conoscere al pubblico italiano nuovi piatti e ricette. Con un palinsesto speciale dedicato al mese di Ramadan, l’emittente satellitare si rende ancor di più un polo televisivo di riferimento per quanti desiderano scoprire la ricca tradizione, le abitudini, la lingua di Paesi e culture che spesso vengono guardate con diffidenza proprio perché non le si conoscono affatto.


29
luglio

FRANCO NERO SARA’ LO ‘STRAUSS KAHN’ DI LAW & ORDER SPECIAL VICTIMS UNIT

Franco Nero come Strauss Kahn per Law & Order

Ultimamente il rapporto tra cronaca e televisione è diventato strettissimo, evidenza ormai sotto gli occhi di tutti. Non c’è scandalo o delitto che non conosca una tale rielaborazione catodica da passare inosservato anche al più disinteressato osservatore. In questo turbolento cortocircuito tra realtà e fiction poteva dunque l’incredibile vicenda del presunto stupro compiuto da Strauss Kahn non ispirare la serialità?

Non si tratta ancora di una vera e propria fiction sulla storia della camera d’albergo, ma forse è solo questione di mesi, giusto per avere qualche dettaglio in più. Il plot dello scandalo sessuale internazionale più grosso degli ultimi mesi però sembrerebbe aver ispirato i creatori di Law & Order che hanno chiesto a Franco Nero di calarsi nei panni di un politico accusato di stupro e ricattato proprio da una cameriera d’hotel.

Quando ho letto il copione ho subito capito che era la stessa storia di Strauss Kahn. Certo, il nome del personaggio è diverso, ma non potevano fare altrimenti. Diciamo che molto probabilmente hanno tratto ‘ispirazione’ da quanto accaduto all’ex direttore dell’Fmi’. Dichiarazioni a cui Franco Nero fa seguire la conferma che prenderà parte alle riprese.





29
luglio

LA PROFEZIA D’AVIGNONE: MISTERI E INTRIGHI IN SALSA FRANCESE DA STASERA SU CANALE 5

La Profezia d'Avignone

Thriller e mistery in arrivo nella prima serata di Canale 5. Prende il via questa sera alle 21,10 La profezia d’Avignone, ennesimo serial dal sapore esoterico nato sulla scia del successo internazionale ottenuto dal best seller Il codice da Vinci. La serie franco-svizzera andata in onda nel 2007 su France 2, e trasmessa in Italia dal canale Mya di Mediaset Premium 3 anni fa, basa il proprio soggetto sulla celebre leggenda legata all’elezione di Papa Giovanni XXII (5 settembre 1316). In tale occasione il neo-pontefice, che stabilì la sua residenza ad Avignone, sarebbe entrato in possesso di un prezioso documento in grado di prevedere gli eventi che avrebbero colpito l’umanità fino al 4400.

Dalla leggenda si arriva ai giorni nostri, quando, in una notte di luna piena, una sfera cade ai piedi di un guardiano notturno che di lì a breve muore in un incidente d’auto. Qualche giorno dopo alcuni pezzi delle mura del Palazzo gotico dei Papi ad Avignone crollano su Estelle Esperanza (Louise Monot), restauratrice e curatrice del museo papale, che viene salvata grazie all’intervento di Olivier Royal (Guillaume Cramoisan), operaio del cantiere archeologico del palazzo.

Il cedimento porta alla luce un rosone attraverso il quale un raggio luminoso permette la scoperta del tesoro di Papa Giovanni XXII. Il nonno di Estelle, Louis (François Perrot), interpreta la scoperta come l’inizio della rivelazione della “profezia di Avignone”, in grado di predire il futuro del mondo. Chi dovesse entrarne in possesso potrebbe governare il destino dell’umanità. Louis è convinto che sia sua nipote Estelle, l’eletta destinata a impugnare il futuro, ma sulle tracce della profezia c’è anche la terribile setta dei Fratelli di Giuda, guidati da un oscuro cancelliere.


25
luglio

COMIC-CON 2011: LE NOVITA’ DI GLEE, THE WALKING DEAD 2, DR. HOUSE, TERRA NOVA E ALCATRAZ

Comic-Con 2011: il cast di Glee

E’ calato ieri il sipario sull’edizione 2011 del Comic-Con, la convention che dal 1970 riunisce a San Diego gli appassionati di cinema, serie tv e fumetti. Per quattro giorni la città della California si riempie di persone di tutte le età, molti indossano gli abiti e i costumi dei loro personaggi preferiti e sopportano interminabili code pur di strappare un autografo ai protagonisti della serie che amano. La manifestazione è un anche un punto di incontro tra creatori, sceneggiatori e attori con il loro pubblico, per capire o alimentare le aspettative, sciogliere dubbi e smentire false voci.

Uno degli ultimi incontri che si è tenuto ieri pomeriggio ha visto protagonista il cast di Glee: a scatenare i fan è stato il rumors che circola da settimane riguardo all’uscita di Cory Monteith, Lea Michele e Chris Colfer dalla serie dopo la terza stagione (per maggiori info clicca qui). A questo proposito è intervenuto il co-creatore Brad Falchuk che ha voluto rassicurare i fan:

“Cory, Lea e Chris sono personaggi principali e si stanno per diplomare. Il fatto che si diplomino non vuol dire che lasceranno lo show. Se hai Lea Michele sotto contratto, non la puoi lasciare andare così. Vi garantisco che non lasceranno la serie dopo la terza stagione”.

Nell’incontro si è discusso della possibilità di uno spin-off di Glee: stando ad un’indiscrezione circolata sul web, i creatori della serie starebbero pensando ad uno spin-off con protagonisti Rachel e Kurt trasferiti a Broadway. L’ipotesi sembra essere stata già archiviata, secondo le parole di Brad Falchuck:

“Abbiamo esplorato quella possibilità, ma al momento non è nei nostri piani, penso che lasceremo perdere”.

Poche le anticipazioni sulla terza stagione: è stato detto che i personaggi verranno definiti con più precisione riguardo alla loro età e già dal primo episodio si capirà chi è in procinto di diplomarsi e chi invece è ancora una matricola. Si è parlato anche dell’abbandono di Chord Overstreet che nella seconda stagione ha interpretato il personaggio di Sam Evans:

“Per ragioni di cui è al corrente – ha detto Brad Falchuk – abbiamo deciso di non farlo diventare uno dei personaggi principali ma gli abbiamo chiesto di tornare per una parte della terza stagione. Lui ha rifiutato l’offerta e noi ne siamo dispiaciuti perché avevamo in mente delle storie per lui”.

Uno dei panel più affollati è stato quello di The Walking Dead, la serie rivelazione dell’ultima stagione che ha sconvolto San Diego con molti dei suoi fan travestiti da zombie. Saranno tredici gli episodi della seconda stagione, trasmessi in America dal 16 ottobre. Oltre ad uno spaventoso trailer, i membri del cast hanno parlato di sceneggiature ancora più intense e terrificanti. L’attore Jon Bernthal, che interpreta Shane Walsh, ha commentato:





22
luglio

HARD TIMES: IL “SUPER” NERD RJ TORNA SU MTV CON LA SECONDA STAGIONE

Hard Times - Tempi duri per RJ Berger

Avete presente il classico protagonista dei teen drama americani, dotati della forza di Clark Kent e con l’innata stoffa del leader? Ecco, Hard Times, la serie comica di Mtv ha messo sottosopra questo stereotipo con il personaggio di RJ Berger, il nerd per eccellenza, impopolare e bruttino, la vittima preferita dei bulli della scuola che lo tormentano con i loro pestaggi. E il suo migliore amico non è certo da meno: Miles Jenner, sessuomane ed obeso, perde la verginità andando a letto con la sua insegnante.

Nella prima stagione, RJ ha una passione segreta che si chiama Jenny Swanson ed è la classica cheerleader bionda dei licei americani, fidanzata con il bullo Max Owens che, sempre per il rovesciamento degli stereotipi, si scoprirà essere gay. La vita di RJ cambia radicalmente quando viene chiamato a sostituire uno dei giocatori della squadra di basket, sbaglia il canestro decisivo per la vittoria, perde i pantaloni e rimane come mamma l’ha fatto davanti al folto pubblico che assisteva al match.

Tutti i compagni del liceo possono così ammirare la sua dote nascosta, quel qualcosa che lo rende “super” e che lo riscatta dal suo essere imbranato: sono le dimensioni notevoli del suo pene che lo trasformano nel ragazzo più in vista della scuola e che faranno innamorare Jenny. Nell’ultimo episodio della prima stagione, RJ rinunciava al ballo con Jenny per correre dal suo vero amore, Lily, la ragazza ninfomane che dopo essere stata travolta da un autobus, è ricoverata in un letto d’ospedale e lì avrà finalmente la sua notte di sesso con RJ.


15
luglio

EMMY 2011, LE NOMINATIONS: MAD MEN, BOARDWALK EMPIRE E MODERN FAMILY I PIU’ NOMINATI.

Emmy 2011

Mad Men, Mad Men e ancora Mad Men. Passa il tempo, aumentano le stagioni ma la fortunata serie di AMC non accenna a mollare la presa e incassa anche quest’anno ben 19 nominations a fronte delle tredici statuette già portate a casa nelle ultime tre edizioni. E’ il primo “verdetto” della 63esima edizione degli Emmy Awards 2011, di cui sono stati annunciati ieri i nomi degli show in lista per la tanto ambita statuetta.

Esagerando potremmo dire che in Italia gli appassioni di Mad Men si contano sulle dita di una mano: trasmesse prima da Cult e FX sul satellite, poi da Rai4 sul digitale, le vicende dei pubblicitari di New York non hanno mai trovato spazio su una rete generalista per farsi ammirare dal grande pubblico. Stesso discorso per Boardwalk Empire, in onda su Sky Cinema dallo scorso gennaio, e premiato con ben 18 nominations.

Al terzo posto con 17 nominations spicca Modern Family, la serie targata Fox trasmessa in Italia da Fox Life e Cielo. Buon piazzamento anche per 30 Rock con 14 nominations, per la novità Game of Thrones della HBO che si aggiudica 13 nomination e per Glee a quota 12. Restano quasi a secco i grandi titoli come Grey’s Anatomy con 3 nominations, Dr. House con appena 2 nominations e poi Dexter, Desperate Housewives, Fringe e Community. 10 nominations, invece, per la miniserie The Kennedys (a fine agosto su La7) con Katie Holmes. Dopo il salto le nominations delle principali categorie.


15
luglio

MTV, PALINSESTO AUTUNNO 2011: GINNASTE E SPIT LE NOVITA’

Marracash

Musica, reality, documentari, serie tv e nuovi show: il palinsesto autunnale di Mtv Italia propone un’ampia offerta al giovane pubblico cui si rivolge, confermando come la rete, da semplice canale musicale, sia presto diventata un vero e proprio network in continua evoluzione. Mtv parla soprattutto alle nuove generazioni, ai cosiddetti Millenials, i ragazzi che di oggi, oltre a farne parte, sanno tutto. Ed è proprio per questo che a loro si ispira e dal loro modo di vivere ed informarsi trae spunto per una programmazione al passo coi tempi.

Cardine del canale, oltre alla musica, sono proprio le storie dei giovani, eroi o non eroi, ma tutti assoluti protagonisti. E’ il caso di “Ginnaste“, il docureality che entra nel mondo delle atlete, intente a raggiungere il sogno chiamato “Mondiali di Tokio 2011″. L’occhio della telecamera ci farà scoprire come le sette ginnaste della Nazionale Italiana si preparino con fatica alla manifestazione, senza trascurare lo studio e la vita di tutti i giorni. Sarà interessante scoprire come viaggia la mente di un’adolescente alle prese con alti e bassi che da sempre contraddistinguono la carriera di ogni sportivo.

Altra importante novità è “Spit“, il programma che dà spazio ai rappers italiani in erba, che a suon di rime racconteranno la loro vita, la loro storia e il mondo che, secondo loro, li accoglie. Al timone un pezzo da 90 del genere: Marracash. Altre storie e altri giovani saranno ancora protagonisti di “Mtv News“, la testata di Mtv Italia che torna in autunno per scoprire e far conoscere la realtà del mondo giovanile. Confermati per il 2012 “Il Testimone“, con protagonista ancora Pif, e “I Soliti Idioti“, gli irriverenti personaggi interpretati da Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio.