Serie TV



3
settembre

LA 5: DOPO LA SOAP ALISA ARRIVA IL TEEN DRAMA CULT DAWSON’S CREEK

Dawson's Creek su La5

Questa è la storia di un ragazzo che sognava di fare il regista, che aveva Spielberg come mito, e della sua migliore amica ”la spilungona“ al di là del fiume. Una storia che ha appassionato milioni di giovani in tutto il mondo e che ora sta per tornare. Parliamo, per chi non avesse capito, di Dawson’s Creek, tra i più famosi teen drama del piccolo schermo.

La serie cult farà il suo ritorno in tv alle 14.05 da lunedì prossimo, non più su Italia1, ma su La 5; la neonata rete del gruppo Mediaset conferma così un’identità sfumata a metà tra Italia 1 e Canale 5. Sulla rete all digital Mediaset, Dawson’s Creek andrà in onda dalla prima stagione. Della serie delle troppe parole, dei dialogi su dialoghi, rivivremo, dunque, dal principio tutti i momenti più emozionanti.

Dal primo litigio Joey Dawson, ai tormenti di Jen, al tradimento della madre di Dawson fino al coming out di Jack; tutte trame, a distanza di anni, ancora ben impresse nei fedelissimi seguaci della serie. Ciò malgrado Dawson’s Creek non ha mai fatto registrare i picchi d’ascolto (se si esclude il finale di serie astutamente trasmesso in prime time) di altri teen drama ed il suo successo è stato sempre da daytime, anche in replica.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,




3
settembre

MERCY: Il MEDICAL DRAMA SULLE INFERMIERE FLOP NEGLI USA DA STASERA SU MYA

Mercy da stasera su Mya

È in arrivo questo venerdì alle 21 su Mya (in replica anche la domenica) Mercy, medical drama targato NBC. Il telefilm, che si compone di una sola serie di 22 episodi, racconta le vicende di tre infermiere che lavorano al Mercy Hospital a Jersey City, New Jersey. Mercy si presenta con l’intento di fornire un diverso punto di vista, poco trattato fino ad adesso nei medical drama, quello delle infermiere di reparto. La protagonista principale Veronica Flanagan Callahan (interpretata dall’attrice Taylor Schilling) è un’infermiera appena rientrata da una missione in Iraq: la sua vita all’interno del Mercy Hospital si complicherà ben presto con l’arrivo del dottor Chris Sands (James Tupper) con cui ha avuto in passato una relazione extra-coniugale dando del filo da torcere all’intenzione di rimettere in sesto il suo matrimonio con Mike Callahan con cui ha una storia d’amore fin dai tempi del liceo.

Le altre due colleghe sono Sonia Jimenez (Jaime Lee Kirchner) fresca di fidanzamento con un poliziotto e la neolaureata, piuttosto impreparata alla nuova mansione, Chloe Payne (Michelle Trachtenberg). L’attrice Taylor Schilling, ancora sconosciuta al grande pubblico, si dice sia stata fortemente voluta come protagonista della serie dopo un provino registrato e inviato su VHS che ha piacevolmente impressionato i produttori esecutivi. Jaime Lee Kirchner invece vanta un passato a Broadway, alcune apparizioni in film come Carlito’s way ma soprattutto la partecipazione come guest star in serie tv quali CSI, Dollhouse e Enemies.

Non ha bisogno di presentazioni Michelle Trachtenberg, indimenticabile Dawn Summers in Buffy l’Ammazzavampiri e amata-odiata Georgina Sparks, nemesi della bella Serena in Gossip Girl. Va segnalata anche una guest star d’eccezione come James Van Der Beek (più noto come Dawson dell’omonima serie tv) che comparirà per 10 episodi nel ruolo del dottore Joe Griggs. La serie ha debuttato nel settembre 2009 il mercoledì sera nello slot delle 20 e dopo essere stata, prima, confermata ad ottobre per l’intera stagione e, quindi, spostata ad aprile 2010, è stata cancellata alla fine della prima serie in seguito ai bassi ascolti subendo lo stesso triste destino dell’altro nuovo medical di NBC, Trauma.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


30
agosto

EMMY AWARDS 2010: VINCITORI E VINTI. A BOCCA ASCIUTTA LOST E HOUSE. DUE PREMI PER GLEE. MIGLIOR DRAMA E’ MAD MEN

Emmy Awards 2010 (Modern Family best comedy)

E anche per quest’anno è andata: la notte degli Emmy 2010 si è conclusa alle 5 del mattino (ora italiana). La manifestazione, che assegna gli Oscar Tv statunitensi, si è tenuta al Nokia Theatre di Los Angeles e, come in ogni “competizione” che si rispetti, non sono mancate sorprese, colpi di scena e premiazioni inaspettate: serie televisive amatissime in Italia (e non solo) come Lost (12 candidature) e House MD sono rimaste a bocca asciutta ed anche una sit-com come 30 Rock, che aveva spadroneggiato nelle precedenti edizioni, si è ritrovata a mani vuote al termine della manifestazione.

Tra momenti esilaranti, toccanti (ricordo musicale di attori e sceneggiatori recentemente scomparsi come Gary Coleman), celebrativi (il premio “Bob Hope” per l’impegno umanitario consegnato ad un emozionatissimo George Clooney e l’intermezzo musicale in ricordo di serie ormai concluse come Lost, 24 e Law and Order) e tante, troppe pause pubblicitarie sono state assegnate le celeberrime statuette.

In termini assoluti, i vincitori sono stati:

Modern Family della ABC come Migliore Comedy.

Mad Men,  in onda su AMC, come Miglior Drama.

Temple Gardin, trasmesso da HBO, tra i Film Tv.

The Pacific, anch’esso prodotto HBO, tra le Miniserie.





28
agosto

THE WALKING DEAD: CONTO ALLA ROVESCIA PER UNA DELLE SERIE PIU’ATTESE DELLA STAGIONE.

The Walking Dead (serie tv)

Un regista di qualità (Frank Darabont che ha diretto film come “Le ali della libertà” e “Il miglio verde”) e una serie a fumetti horror di successo, “uniti”  per un telefilm in grande stile,  lanciato (quasi in contemporanea) in 120 paesi per un audience potenziale di 250 milioni di spettatori. Numeri e impegno produttivo da kolossal, quelli previsti per “The Walking Dead“, trasposizione televisiva dell’omonimo fumetto (ma lo stesso Darabont ha annunciato che la serie tv introdurrà anche diversi personaggi inediti), in onda sul network americano AMC  dal 31 ottobre. Il primo episodio sarà, dunque, trasmesso la notte di Halloween, in piena Fearfest, rassegna horror della rete. In Italia la première è fissata per il 4 novembre, come vi avevamo già anticpato, su Fox, canale 110 del pacchetto SKY.

The Walking Dead, il cui trailer è già disponibile online, racconta in sei episodi la storia di un gruppo di sopravvissuti ad un invasione planetaria di zombie. A capo del gruppo, che procede di città in città alla ricerca di un posto sicuro in cui rifugiarsi, si trova l’ex poliziotto Frank Grimes (Andrew Lincoln), che dopo essersi risvegliato dal coma causato da un colpo di pistola, si mette alla ricerca della moglie Lori (interpretata da Sarah Wayne Callies, l’indimenticabile Sara di “Prison Break”) e del piccolo Carl (Chandler Riggs).

Non solo effetti speciali, momenti di alta tensione e zombie che escono fuori all’improvviso: ad un grande lavoro di trucco si affianca una sceneggiatura che focalizza l’attenzione sulla profondità dei personaggi e sulle dinamiche che si vengono a creare quando un gruppo di persone è costretto a vivere in circostanze di assedio quotidiano e di costante pericolo di morte. La morale è che non sarà per nulla facile determinare chi sarà il più malvagio tra gli zombie e i sopravvissuti che Grimes incontrerà nel suo viaggio.


5
giugno

ROYAL PAINS: ANCHE I RICCHI SI AMMALANO. DA DOMANI SU ITALIA1 DOPO DR HOUSE

Royal_pains

“Anche i ricchi si ammalano solo che hanno case più grandi” verrebbe da dire guardando Royal Pains, simpatica serie medical, in onda da domani sera su Italia1 alle 22.20. La serie, infatti, andrà in onda nell’infausta collocazione domenicale in accoppiata con i rimanenti sette episodi inediti della sesta stagione di Dr House.

Royal Pains, telefilm dal buon successo in patria, narra le vicende di un medico a domicilio per ricchi, mescolando humor e medicina. Un’idea, questa, che risulta godibile e che insieme all’atmosfera leggera, a tratti surreale, rende il prodotto un piacevolissimo passatempo estivo. E la bella stagione è protagonista attiva della serie, in quanto le vicende si svolgono sulle coste degli Hamptons, meta balneare preferita dall’élite  newyorkese, la stessa in cui il Grande Gatsby dava le sue sontuose feste. Un posto dove l’opulenza è tutto, dove “anche Dio farebbe una festa se lo facessero entrare” .

Al centro del racconto troviamo il dottor Hank (Mark Feuerstein), un incrocio tra il dottor Sheperd, per la leggera somiglianza, e MacGyver, vista una rocambolesca abilità nel risolvere le situazioni mediche, che viene catapultato per caso in mezzo al lusso e allo sfarzo degli Hamptons.





30
maggio

NUMB3RS: LA QUINTA E PENULTIMA STAGIONE DA STASERA SU RAIDUE

Numb3rs

Chissà cosa avrà pensato Giorgio Buscaglia quando ha saputo che gli upfronts CBS 2010/11 non prevedevano alcuni telefilm, preziosi tasselli nel mosaico seriale di Raidue. La prossima stagione televisiva a stelle e strisce  farà, infatti, a meno de La complicata vita di Christine, Ghost Whisperer, Cold Case e Numb3rs. Proprio quest’ultimo telefilm, terminato lo scorso 12 marzo, è stato il prescelto della rete 2 per dare il la, stasera in prime time, alla scorpacciata a base di serialità statunitense inedita prevista nell’estate di Raidue.

Da sottolineare che l’Italia avrà ancora un po’ di tempo prima di salutare definitivamente il matematico Charlie Eppes (David Krumholtz) e suo fratello Don (Rob Morrow), agente speciale dell’F.B.I.; quella che Raidue manda in onda da stasera, preceduta dall’ultimo episodio andato in onda lo scorso anno, è la penultima stagione, la quinta. Nei 23 episodi che la compongono assisteremo a nuovi casi risolti sempre applicando complesse equazioni ai comportamenti criminali. Inoltre, avremo modo di fare conoscenza con due nuove “guest”: la prima è il premio Oscar Keith Carradine, la seconda è Henry Winkler, meglio noto come Fonzie.

Numb3rs ci terrà compagnia per tutta l’estate, all’inizio di domenica e successivamente in collocazione infrasettimanale per esigenze di palinsesto legate ai mondiali di calcio. Ben prima della Fifa Worlf Cup, però, a rendere insidiosa la collocazione festiva ci sarà il “vecchio” House, su Italia1 da domenica prossima con gli episodi inediti rimanenti della sesta stagione.


9
maggio

THE PACIFIC: LA SECONDA GUERRA MONDIALE SECONDO HANKS E SPIELBERG DA STASERA SU SKY CINEMA1

The Pacific

7 anni di lavorazione, 138 attori e 26 mila comparse, 6 registi e sceneggiatori, 200 milioni di dollari, 10 puntate. Sono questi i numeri record di The Pacific, miniserie-evento ideata e prodotta da Tom Hanks, Steven Spielberg e Gary Goetzman, da stasera in onda su Sky Cinema1  (e Sky Cinema1 HD), in prime time.

A quasi 10 anni da ‘Band of Brothers’, che aveva raccontato il fronte europeo della Seconda Guerra Mondiale vincendo 6 Emmy, Spielberg, Hanks e Goetzman tornano sul tema per svelare un’altra, ma questa volta oscura, prospettiva di questa sanguinosa guerra: il fronte ‘orientale’ del conflitto, quello appunto del Pacifico. Per siffatta ragione i registi si sono basati sulle memorie di tre marines che sul Pacifico combatterono davvero: il primo è Eugene B. Sledge (interpretato da Joseph Mazzello), uno degli eroi di quel fronte della guerra, che, tornato a casa, scrisse ‘With the Old Breed’. L’altro è Robert Leckie (interpretato da James Badge Dale) autore di ‘Helmet for My Pillow’. E il terzo è John Basilone (interpretato da Jon Seda), sergente al fronte orientale, decimo figlio di una famiglia di immigrati italiani.

Attraverso i loro occhi vivremo dunque lo spaventoso conflitto combattutto contro l’esercito nipponico sullo sfondo di spiagge deserte e foreste pluviali. The Pacific e’ stata salutata dal consenso unanime della critica sia in America, in onda su Hbo, sia in Italia dove è stata favorevolmente accolta durante la proiezione in anteprima tenutasi al Telefilm Festival. Dalla visione del pilot, infatti, siamo rimasti letteralmente rapiti dal realismo e dalla forza delle immagini e dei racconti di un prodotto che non è una miniserie ma un grande film lungo 10 ore.


5
maggio

LA VITA SEGRETA DI UNA TEENAGER AMERICANA: TORNANO LE AVVENTURE DELLA BABY MAMMA AMY. SU MTV LA SECONDA STAGIONE DEL TEEN DRAMA

La vita segreta di una teenager americanaBaby mamme, amori adolescenziali, storie di provincia e rapporti familiari intricati: riparte stasera alle 21, su Mtv La vita segreta di una teenager americana. Il telefilm, giunto alla seconda stagione e firmato Brenda Hampton, già creatrice di Settimo Cielo, si promette nuovamente di appassionare gli adolescenti d’Italia, ogni mercoledi, raccontando le avventure dell’adolescente Amy Juergens (Shailene Woodley), ormai diventata mamma.

Il teen drama, che vanta orde di fans, in America è un vero cult in quanto tratta un tema molto attuale per la società americana, ossia le numerose gravidanze indesiderate delle adolescenti americane.  La serie, infatti, ambientata in California narra le vicende di una quindicenne rimasta incinta in una notte d’amore con il compagno di campo della banda musicale. Le vicende che ne susseguiranno saranno cosi intricate che il “pancione” passerà in secondo piano rispetto agli intrecci interpersonali. In questa seconda stagione al centro troveremo le difficoltà di Amy alle prese con il difficile e nuovo mestiere di mamma.

Nel primo episodio intitolato “Il grande giorno“, Anne, la madre di Amy, scopre di essere incinta, ma non sa se il bambino è di David o di George. Grace e Jack finalmente coronano il loro amore andando a letto insieme mentre Ruben cerca di impedire che Adrian e Ricky facciano lo stesso. Ben è sempre più geloso di Ricky mentre suo padre  si scopre innamorato di Betty, la quale, però, a sua insaputa fa la prostituta. A seguire nell’episodio, intitolato “Quel che è fatto è fatto“, Ben e Amy litigano, tra le ragioni il fatto di non fare sesso insieme. David è entusiasta della gravidanza di Anne mentre Grace si colpevolizza per la morte del padre. Leo chiede a Betty di sposarlo.