Sciopero



8
gennaio

DM LIVE24: 8 GENNAIO 2010

DM Live24: 8 Gennaio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • ForumFolies

lauretta ha scritto alle 12:21

Forum una coppia sicula di mezza etá litiga perchè lui ha bruciato le foto che ritraevano lei con il suo ex marito. Rita Dalla Chiesa s’infervora per l’accaduto e si meraviglia anzi che i figli di lei non l’abbiano ancora preso a calci nel sedere. Vedere la Dalla Chiesa arrabiata così per qualcosa che non abbia a che fare con gli animali è un pò una novità!

  • Niente più Distretto per la Guzzanti?

lauretta ha scritto alle 14:14

A quanto pare è saltato l’accordo e Caterina Guzzanti non farà piú parte del cast di Distretto di Polizia 10!

  • Mi scusi, ci siamo sbagliati

lauretta ha scritto alle 14:32

Malgioglio al Fatto del Giorno racconta che un suo amico americano “molto famoso” venuto in Italia per le feste si è sentito male e portato da lui all’ospedale gli è stato riscontrato un infarto. Dopo ore di panico totale (Malgioglio ha chiamato anche i parenti in america) gli è stato detto: ”mi scusi, ci siamo sbagliati”. Ha detto che è stato il Natale più brutto della sua vita!

  • Trucco e Parrucco

AleJonica ha scritto alle 16:39

(ASCA) – Roma, 7 gen – Le segreteria nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil hanno indetto per domenica 10 gennaio una giornata di sciopero dei lavoratori del Gruppo Mediaset contro l’ipotesi di esternalizzazione che riguardano attivita’ o reparti del Gruppo Mediaset. Lo comunicano, in una nota congiunta, gli stessi sindacati precisando che martedi’ 5 gennaio 2010, le Segreterie Nazionali e le Rsu di Videotime di Milano e Roma hanno ricevuto la comunicazione ufficiale che Videotime intende procedere, prevedibilmente a partire dal 1* febbraio 2010, alla cessione a Pragma Service srl del ramo d’azienda relativo alle attivita’ di Sartoria, Trucco e Acconciatura, costituito da un organico complessivo di 56 addetti di cui 26 a Cologno Monzese, 4 a Milano Due e 26 a Roma.

Videotime – si legge nella nota – intende procedere alla cessione del ramo d’Azienda poiche’ non considera i servizi di Sartoria, Trucco e Acconciatura ”attivita’ caratteristica del processo produttivo televisivo”, ma attivita’ ”che potrebbero essere piu’ opportunamente svolte da una societa’ che e’ specializzata nella fornitura di servizi a supporto della realizzazione di produzioni televisive”. Come gia’ avvenuto con il comunicato del 22 dicembre 2009, SLC CGIL, FISTEL CISL e UILCOM UIL ribadiscono la loro contrarieta’ a ipotesi di esternalizzazione che riguardino attivita’ o reparti del Gruppo Mediaset.

Grazie all’apporto di tutti – proseguono i rappresentanti dei lavratori -, ”Mediaset ha fin qui affrontato il cambiamento del Settore televisivo con scelte strategiche importanti e con interventi sull’organizzazione del lavoro che non prescindevano dal confronto e dalla ricerca di soluzioni condivise a tutti i livelli. Questa impostazione ha prodotto risultati economici e di relazioni sindacali positivi per l’Azienda e per tutti i Lavoratori. Da qualche tempo registriamo un graduale allentamento della qualita’ delle relazioni, che l’operazione di esternalizzazione rischia di compromettere in modo pesante.

Siamo convinti che questa non sia la strada migliore per affrontare le trasformazioni in atto”.

  • Momenti Storici

iLollo ha scritto alle 22:00

Ah ah, momento storico: Santoro incita il pubblico ad applaudire Castelli.




21
luglio

LA CRISI DI MTV: QUANDO IL BILANCIO INCIDE SUL PALINSESTO E SUL NUMERO DEI DIPENDENTI. CHE SCIOPERANO (ECCO UN VIDEO)

MTV Manda Tutti Via

Si sa, la televisione è un business, e dietro le scelte di un palinsesto, non ci sono solo motivazioni, idee e personaggi, ma ci sono anche “conti da far quadrare”, investimenti e cifre.

Succede così che è facile farsi un’idea sui “conti economici” di un’emittente televisiva, anche sulla base delle trasmissioni che vengono fatte di anno in anno. Ne abbiamo già avuto prova con le presentazioni per le nuove annate RAI e Mediaset: poche novità, pochi “colpi ad effetto”, scarsa propensione al rischio pur di non perdere gli inserzionisti pubblicitari. E se i due colossi generalisti si sfidano a colpi di repliche per scongiurare la crisi (mentre il “terzo incomodo” SKY avanza), succede che le conseguenze di un momento economico critico, siano più evidenti e difficili da gestire per una rete con un giro di affari inferiore. E’ il caso di MTV Italia il canale più giovane, scanzonato e musicale della TV generalista.

Nato sulla base di un modello televisivo già rodato sui mercati anglosassoni, MTV Italia (posseduta per il 51% da Telecom Italia e per il 49% da Viacom) è entrata di diritto negli usi e nei consumi dei nostri telecomandi, e facendo un veloce excursus dei suoi dodici anni di storia ci torneranno alla memoria molte cose.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,