Sciopero



27
agosto

IL CALCIO SCIOPERA MA NON IN TV: TRA AMICHEVOLI (L’INTER SU LA7, IL NAPOLI ANCORA IN PAY PER VIEW) E SPECIALI, RIPARTE CONTROCAMPO CON DIEGO ABATANTUONO

Diego Abatantuono, new entry nel cast di Controcampo - Linea Notte

Abbiate pazienza amici calciofili, abbiamo aspettato tre lunghi mesi senza nemmeno il conforto di un Mondiale o un Europeo (la sola Copa America ha soddisfatto la vostra sete di pallone?), attendiamo anche questi quindici giorni che ci separano dall’inizio di quello che – una volta – era il campionato più bello del mondo. Certo, questo poco comprensibile sciopero dei calciatori ha fatto imbufalire un po’ tutti ma ormai è inutile recriminare: guardiamo piuttosto i lati positivi della sosta forzata.

Non ci riferiamo al maggior tempo da trascorrere con la fidanzata o alle serate libere per poter fare un altro weekend di relax, basterà accendere il televisore per rendersi conto che siamo stati privati “soltanto”delle gare ufficiali strictu sensu ma la baracca pallonara prende comunque il via. Non ci credete? Tra amichevoli di prestigio, calcio internazionale, speciali e programmi di approfondimento che iniziano ugualmente, lo sciopero sembrerà soltanto un brutto sogno!

Per quanto riguarda il calcio giocato, infatti, questa sera alle 20.45 La7 manderà in onda l’amichevole Inter-Chievo, organizzata in fretta e furia per non far perdere il ritmo partita agli “scioperati” e un’ora dopo su Sky e Mediaset Premium potremo assistere al derby del Sud con Napoli e Palermo che si affronteranno al San Paolo in una serata di gala per il club azzurro, con tanto di presentazione della squadra e del nuovo acquisto Goran Pandev. Volete vedere questo spettacolo? “Dieci Euro” e non è lo spot di Claudio Amendola, ma il prezzo richiesto per poter seguire la gara, trasmessa ovviamente in pay per view secondo l’ormai noto ‘Metodo De Laurentiis” che assicura però:” Il ricavato della pay per view andrà in beneficienza“. Il paradosso è che l’ingresso al San Paolo è completamente gratuito!




21
luglio

JUVENTUS CHANNEL A TELECAMERE SPENTE. ROMA CHANNEL POTREBBE RIAPRIRE OGGI

Juventus Channel

Juventus Channel chiude (almeno per ora) i battenti. Il canale sportivo dedicato alla squadra più titolata d’Italia, affittato dalla Rai sotto la gestione della Blind Turn Srl e visibile sulla piattaforma Sky, sospende la messa in onda di tutti i programmi previsti. Le difficoltà economiche dell’azienda, che dallo scorso maggio non retribuisce più i suoi dipendenti, sono diventate insostenibili e, come comunica una nota sindacale della Cgil, “sino a nuova comunicazione, il personale è esonerato dal recarsi sul posto di lavoro.

A tutti i tifosi e abbonati del canale, i 25 dipendenti torinesi della società (con sede a Milano) precisano, tramite la medesima nota, di non aver dichiarato la mancata retribuzione degli stipendi e aver comunque continuato a prestare servizio fino al volere della stessa azienda, che da oggi comunica l’impossibilità di continuare e dunque sospende “l’erogazione del servizio di produzione e messa in onda del canale”.

La Blind Turn Srl, inoltre, è protagonista di un’analoga vicenda anche con Roma Channel, il canale sportivo (234 su Sky) della squadra giallorossa. In questo caso è stato uno sciopero a portare alla sospensione della programmazione che, però, stando alle parole del direttore Alessandro Spartà, oggi al 99% Roma Channel tornerà in onda. Grazie al lavoro della nuova società tutto tornerà a posto e i programmi ripartiranno normalmente” e il canale verrà assorbito “da un nuovo gruppo editoriale”. L’intento è di riuscire a trasmettere almeno gli ultimi giorni di ritiro della Roma a Riscone.


19
maggio

SKY, SCIOPERO IN VISTA PER DOMENICA (ULTIMA GIORNATA DI CAMPIONATO). MA SONO IN CORSO TRATTATIVE.

Ilaria D'Amico e Cristian Panucci

E’ vero che ormai tutti i verdetti del campionato sono già stati decretati. E’ vero anche che le gare dell’ultimo turno della Serie A 2010/11 hanno il medesimo appeal di quelle del campionato cileno. E’ vero probabilmente – come già avvenuto in altre circostanze – che la ‘minaccia’ paventata in queste ore si dissolverà come una bolla di sapone e che domenica sera assisteremo regolarmente alle partite in programma ma si sta diffondendo una notizia che non può essere ignorata.

Sembra infatti che i sindacati di categoria confederali Uilcom-Uil, Slc Cgil e Fistel Cisl abbiano indetto per domenica 22 e lunedì 23 maggio due giornate di sciopero nazionale insieme alle Rsu del gruppo Sky che interesserà i lavoratori degli studi televisivi del tg, dello sport e dell’intrattenimento. La conseguenza dell’annunciata serrata è di agevole deduzione: potrebbe saltare la messa in onda live delle dieci partite dell’ultima giornata di campionato previste alle 18 e alle 20.45.

I motivi dello sciopero sono spiegati dal segretario nazionale della Uilcom-Uil Pierpaolo Mischi: “Siamo arrivati a proclamare lo sciopero dopo che l’amministratore delegato del gruppo (Tom Mockridge, nDM) ha dato risposte evasive sui futuri investimenti da destinare in Italia e sul mantenimento delle attuali sedi in particolare per Roma e Cagliari. Le risposte sono state negative anche sulla dinamica delle politiche retributive, sulla riduzione del lavoro esterno e sulle delocalizzazioni. L’unica risposta a questo punto è lo sciopero“.





10
dicembre

RAI, SCIOPERO GENERALE CONTRO IL PIANO DEL CDA. SANTORO DA’ SPAZIO ALLA PROTESTA [VIDEO]

Cavallo Viale Mazzini

Il cavallo della Rai è sempre più morente, fate qualcosa o stramazzerà a terra. In estrema sintesi è il messaggio lanciato dai lavoratori dell’azienda pubblica che hanno indetto per oggi uno sciopero generale contro il piano del Cda. Ad incrociare le braccia operai, macchinisti, microfonisti e operatori associati alle sigle sindacali Slc Cgil, Uilcom Uil, Snater, Ugl Comunicazioni, Libersind Conf.Sal (contraria invece la Cisl). Hanno voluto alzare la voce contro le strategie del Piano Industriale 2010-2012 che prevede tagli del personale ed esternalizzazione del lavoro. All’iniziativa ha aderito, per solidarietà, anche l’Usigrai; quindi i tg vanno in onda in forma ridotta.

Stamattina lo sciopero si è articolato in una manifestazione davanti alla sede Rai di Viale Mazzini. Erano oltre un migliaio a ribadire il loro no “ad un piano industriale che impoverisce la più grande azienda culturale del paese; alle cessioni di assetti aziendali; alla esternalizzazione del lavoro e ai conseguenti esuberi di personale“. Presente alla protesta anche Michele Santoro, che smessi i panni del tribuno televisivo ha indossato quelli del capopopolo. Il giornalista si è infiltrato tra il pueblo en movimiento per dargli il suo appoggio e sottolineare che “è importante che il piano industriale sia vero, fondato sullo sviluppo delle forze Rai e non sulla riduzione della capacità di fare prodotto“.

Già ieri sera il conduttore di Annozero aveva dato spazio ai lavoratori della Rai durante la sua trasmissione ospitando tra il pubblico alcuni loro rappresentati. Durante l’anteprima del programma Santoro aveva affermato (dopo il salto il video):”La Rai e’ stata un’azienda solida mentre in questi giorni i giornali dicono che le previsioni di bilancio sono che la Rai perdera’ 100 milioni nel 2011, 200 milioni nel 2012 e che in due anni avra’ circa 650 milioni di debiti se non si faranno scelte coraggiose“. Un messaggio allarmato, diretto ai piani nobili dell’azienda: noi siamo pronti a raccogliere la sfida e voi?


9
luglio

DDL INTERCETTAZIONI: L’INFORMAZIONE SCIOPERA, ANCHE I TG CADONO NELLA CONTRADDIZIONE DELL’AUTO-BAVAGLIO

Contro il bavaglio, un altro bavaglio: ragazzi che trovata! Eureka, questo sì che è un colpo di genio. Oggi tutti zitti, il mondo dell’informazione tace per protestare contro le norme restrittive previste dal disegno di legge sulle intercettazioni con uno sciopero organizzato dalla Federazione Nazionale della Stampa. Quando il sindacato chiama, lo scioperante risponde di scatto: obbedisco! Anche la tv sarà coinvolta nella protesta e andranno in onda solo notiziari in versione ridotta. Rai e Sky, quindi, non trasmetteranno rubriche di approfondimento giornalistico, nemmeno in forma registrata. Black out totale dell’informazione. Le ragioni della protesta sono condivisibili, ma i modi lasciano perplessi perché mostrano un’evidente contraddizione.

Che senso ha che la stampa protesti contro chi la vuole mettere a tacere auto-imbavagliandosi? In questo modo si fa il gioco della “cricca” e si assecondano quanti, a destra e a sinistra indistintamente, traggono vantaggi dal silenzio. Si grida alla censura, alla dittatura, si avverte un reale pericolo ma alla fine, quando arriva il momento di usare i media per denunciare le imperfezioni di questo ddl, che si fa? Tutti in silenzio, zitti e mosca. E’ il cane che si morde la coda, la sindrome di Tafazzi. L’informazione televisiva, di cui ci occupiamo, è la prima che dovrebbe farsi un esamino di coscienza. Se è vero che l’italiano medio si informa principalmente dai notiziari del piccolo schermo, è una grave mancanza che questi gli impediscano intenzionalmente di sapere cosa accade nel Paese. Poi nessuno venga a lamentarsi di Minzolini, a dirci che in Italia non c’è abbastanza libertà di parola.

Allo sciopero silenzioso e fine a se stesso, ai tg dimezzati e in forma ridotta, preferiremmo altra forme di denuncia più utili e ‘democratiche’. DM, ad esempio, vi ha raccontato l’urlo della Gabanelli in diretta tv. La conduttrice di Report, a chiusura di una puntata, aveva lanciato un personale allarme contro le norme della ‘legge bavaglio’ che avrebbero danneggiato la tv-realtà con le sue inchieste. Sempre meglio che stare zitti, imbavagliati dal sindacato. Skytg24 aveva listato a lutto lo schermo in segno di protesta, e anche Federica Sciarelli di Chi l’ha visto aveva detto la sua sull’argomento.





14
gennaio

DM LIVE24: 14 GENNAIO 2010. IL TG4 SCIOPERA PER LA SOPPRESSIONE DELL’EDIZIONE DELLE 13.30

DM Live24: 14 Gennaio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Nuovo sciopero a Mediaset

AleJonica ha scritto alle 22:02

[ANSA] Sciopero del Tg4 il 20/1 contro la soppressione dell’edizione delle 13.30

L’Assemblea del Tg4 proclama all’unanimità una giornata di sciopero dei giornalisti per mercoledì 20 gennaio contro la decisione dell’azienda di cancellare l’edizione del telegiornale delle 13.30.

“Sarà ampliata l’edizione delle 11.30 ma – spiega una nota – privando i telespettatori di un appuntamento tradizionale all’ora di pranzo che esiste fin dalla nascita del tg. Un riassetto motivato dagli scarsi ascolti che non sono certamente imputabili al lavoro dei giornalisti. A questo si aggiunge la soppressione dal palinsesto 2010 del settimanale di approfondimento del Tg4 Passwor*d. La scelta dell’azienda che comporta un impoverimento dell’offerta informativa del Tg4 e una radicale riorganizzazione del lavoro arriva a poche settimane dell’annuncio di un drastico ridimensionamento della testata con lo spostamento di 30-35 giornalisti ad un’agenzia giornalistica, per la cui definizione è in corso una delicata trattativa sindacale”.

Per questo motivo, l’assemblea del Tg4 chiede un immediato incontro con i vertici aziendali e affida un pacchetto di ulteriori due giorni di sciopero al comitato di redazione.

  • Alba Parietti in radio

lauretta ha scritto alle 15:05

Alba Parietti, allontanata ancora per motivi sconosciuti da Rai 1, starebbe preparando una trasmissione in radio a suo dire “stravolgente, destinata a diventare un cult della radio”. È gia stata registrata la puntata zero e andrà in onda presto su un network a livello nazionale. E noi naturalmente non vediamo l’ora!


11
gennaio

DM LIVE24: 11 GENNAIO 2010. PIPPO SENTENZIA, SARAY, GERARDO, PIT E DONNA CAMMELA RINCASANO, L’EMISSIONE SBAGLIA E LA BISLACCA CAMBIA

DM Live24: 11 Gennaio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • L’originale vince sempre

lauretta ha scritto alle 16:24

A Domenica In, ad una Milly Carlucci in collegamento telefonico Pippo Baudo dice: “mia cara Milly, ricordati che l’originale vince sempre!”. E anche Pippo ha detto la sua!

  • Back to Spain

pynky ha scritto alle 10:22

Alle 10 in punto Saray e Gerardo hanno lasciato la casa del Grande Fratello per tornare in Spagna. Unici svegli per salutarli Maicol Carmen e Giorgio. Maicol e Carmen piangevano ma ho un dubbio: tristezza per la partenza dei due o terrore del ritorno di Pit e Donna Carmela?

  • Back to Italy

lauretta ha scritto alle 14:59

Alle 14.40 circa Massimo e Carmela lasciano la casa del Gran Hermano per tornare nella loro casetta a Cinecittà!

  • ControCampo, bollino rosso

MetaMorph ha scritto alle 14:32

Ore 12.50: su Rete 4 passa il promo di Controcampo… con il “bollino rosso”! Errore tecnico o qualche ammiccamento di troppo delle vallette?

  • Mancava il frustino

NicolaPG88 ha scritto alle 14:51

NUOVO LOOK PER BARBARA A DOMENICA5

  • Tutti Fuori

lauretta ha scritto alle 16:50

A Domenica In, fuori tutti. Pippo baudo fa uscire tutto il pubblico in studio, orchestrali compresi, perchè deve intervistare un poliziotto della squadra catturandi boss di Palermo che non deve assolutamente essere riconosciuto. Onestamente mi è sembrata un pò una farsa! Bastava registrarla prima…e evitare tutto quel trambusto!

  • Sciopero

Marco82 ha scritto alle 23:26

Causa sciopero adetti Mediaset, Controcampo va in onda da Torino con mezzi privati. Domani (oggi, ndDM) come fara’ il GF?


9
gennaio

DM LIVE24: 9 GENNAIO 2010. LA BERTE’ SMASCHERA, LA DAVID E GIANNI SPERTI SCAPPANO, LA VALIGIA VOLA E LA D’URSO REGISTRA

DM Live24: 9 Gennaio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • DM International

busb ha scritto alle 00:18

DM INTERNATIONAL! Il blog di Davide Maggio si è beccato 1 citazione sul forum di Tele5, 1 sul blog di Mercedes Milà e ben 2 citazioni sul gato encerrado, il famosissimo blog di Tele5 che parla del Gran Hermano!

L’ultima citazione dice: Me gustaría citar unos links de un blog italiano, DAVIDE MAGGIO, numero uno en Italia sobre tv…, donde siguen las galas de Gran Hermano español desde Italia y las minutan en italiano para los italianos. Han bautizado en este blog a Mercedes como “Serpientita”.http://gente5.telecinco.es/blogs/gatoencerrado/2010/01/08/ni-principe-ni-delfin/

  • Sabato Cinque

GIOBOND ha scritto alle 15:35

CONFERMATO LO SCIOPERO A MEDIASET!
Domenica 5 verrà registrato oggi sabato 09/01.

  • Mitica

lauretta ha scritto alle 22:02

[Durante i Raccomandati] Alla domanda di Pupo su chi avesse scelto tra i cantanti da raccomandare, la Bertè risponde: “io non ho scelto nessuno, li ho trovati già qui”. Invece ho notato che il raccomandato di Beppe Braida è uno dei comici presenti nel cast di Check In e in più presentano lo stesso sketch fatto l’altra sera. Lui invece fà credere di averlo visto lì x la prima volta!!

  • Arianna David, la tetta toccata e l’abbandono dello studio

Oggi a Italia sul 2 si parlava tranquillamente dell’Isola dei Famosi che parte a febbraio. Alle ospiti in studio (Arianna David, Cristina Quaranta, Manuela Villa e una che non ricordo), venivano mostrati dei vecchi filmati delle passate edizioni. Uno di questi riguardava le nomination e la querelle scoppiata tra la Quaranta e la David, che sembrava assopita con la riappacificazione in diretta con la Ventura. La David sostiene che è acqua passata dicendo che con la Quaranta si sentono ancora, cosa smentita dalla Quaranta che dice che la chiama solo lei. Della serie… puoi risparmiare anche i gettoni (anche se non ci sono più).
Il clima si surriscalda.
Per gettare acqua sul fuoco… pardon benzina… gli autori mandano in onda il filmato con le presunte molestie del comico Ferrini che (sintetizzo) voleva toccare una tetta al silicone della David per capire la differenza da quelle vere. Se per gioco o per burla non si è mai capito, comunque la David si sentì e si sente tuttora molestata, e lamenta ancora di non essere stata difesa da nessuna delle colleghe. Non riesco a comprendere cosa dice la Quaranta, ma vedo schizzare via la David che abbandona lo studio, incavolata nera.

  • Gentilezze

lauretta ha scritto alle 15:08

Uomini e Donne la tronista Laura rivolta a Gianni Sperti: ”quanti anni di visibilità ti servono ancora per diventare famoso?“. E il pubblico, capeggiato da Daniela, grida: “fuori, fuori!”.

  • Toccare il fondo

lauretta ha scritto alle 15:21

Uomini e Donne Gianni Sperti abbandona lo studio per evitare – lui dice - di gonfiare la faccia a Laura e al fratello. E poi continua dicendo che si sente molto deluso da Tina. Oggi si sta toccando davvero il fondo!

  • Tanto pe’ cambià

lauretta ha scritto alle 09:30

Nottata turbolenta quella trascorsa al GF. Mauro ha gettato per un gioco (mica tanto gioco, ndDM) la valigia di Sarah (vuota) in piscina e lei per reazione allo scherzo gli ha mollato due sonori schiaffoni, sbraitando frasi del tipo: ”tu non dovevi stare qui ma in manicomio” oppure ”chi ti ha dato tutta questa confidenza?”. Ora non so come si comporterà Grande Fratello, ma so che in Spagna è stata espulsa una concorrente proprio perchè aveva schiaffegiato una coinquilina! (In Italia c’è il precedente di Ascanio VS Patrick, ndDM).