Restyling



16
gennaio

PAOLO BONOLIS: “IL RESTYLING FUNZIONA, BISOGNA INNOVARE NEL LINGUAGGIO E NEL RITMO”. VOI QUALI PROGRAMMI VORRESTE ‘ATTUALIZZARE’?

Paolo Bonolis

Con quasi 6 milioni e mezzo di spettatori (6.478.000) e il 26,97% di share, il nuovo Scherzi a Parte di Paolo Bonolis e Le Iene è senza alcun dubbio – almeno fino ad oggi – il successo televisivo della stagione in corso. Numeri del genere sembra(va)no diventati quasi un’eccezione per la tv di questi tempi, figuriamoci per la prima serata di Canale 5, che dallo scorso settembre vive un’annata tutt’altro che da incorniciare. Lunedì prossimo, dunque, gli scherzi tornano in onda con la seconda ed ultima puntata, in vista di una inevitabile nuova edizione (già annunciata dal direttore della rete Giancarlo Scheri).

Il conduttore, che nel frattempo si è legato a Mediaset per altri due anni, ha saputo nuovamente brillare in un format che vanta già tredici edizioni (e che mancava da tre anni, dopo la brutta edizione del 2012 targata Luca e Paolo). E in una tv che poco investe e poco rischia come quella di oggi, preferendo puntare sull’usato sicuro (ma non sempre garantito), l’estro di chi sa rispolverare un prodotto, rendendolo “nuovo” e vincente, è quanto di meglio possano desiderare gli addetti ai lavori. E Bonolis lo sa:

“Vorrei ragionarci ancora un po’, ci saranno altre cose (che farò a Mediaset, ndDM) ma la sperimentazione non garantisce l’efficacia commerciale – dichiara il conduttore a Repubblica – La prima cosa che ti chiedono è: ‘E se poi non funziona?’. Questo vale per la Rai e per Mediaset. Chi deve investire denaro cerca garanzie”.

Paolo Bonolis: “Il restyling funziona”




9
gennaio

LINEA GIALLA SLITTA LA (RI)PARTENZA DI UNA SETTIMANA. SOTTILE VIRA SU INCHIESTE E POLITICA IN UNO STUDIO RINNOVATO

Linea Gialla

Linea Gialla

Salvo è salvo? Vista l’aria che tira a La7, ci siamo chiesti se la Sottile Linea Gialla della settima rete generalista fosse al sicuro. Anche, e soprattutto, in considerazione delle recenti dichiarazioni di Urbano Cairo che non va troppo per il… Sottile: “dobbiamo crescere al martedì“.

E il martedì va in onda proprio lo show del giornalista siciliano, dopo l’abbandono di Quarto Grado su Rete4. Se Linea Gialla sembra al sicuro, è altrettanto vero che si preannunciano delle novità.

La prossima settimana, infatti, non andrà in onda la prevista prima puntata post-feste, ma si cederà il posto ad un secondo best of. Il movito è presto detto: d’intesa con l’editore, Salvo Sottile – pur non abbandonando i grandi casi di cronaca – virerà su inchieste e politica e lo farà in uno studio rinnovato.





30
agosto

TG4: LE NEWS DI RETE4 SI RINNOVANO. ECCO IL NUOVO LOGO

Logo Tg4

A più di vent’anni dalla nascita, il Tg4 si rinnova. Dal 3 settembre al via una nuova edizione alle 14, nuova grafica, nuova sigla e nuovo studio per lo storico telegiornale Mediaset diretto dal 29 aprile scorso da Giovanni Toti. Dopo sei mesi di “prove sul campo” il notiziario della rete diretta da Giuseppe Feyles cambia volto con l’obiettivo di essere sempre più centrale nel panorama dell’informazione italiana.

Con la nuova edizione delle 14, ancora più spazio alla politica e all’economia nazionale e internazionale, alla cronaca e all’attualità. Lo studio di Milano Due è stato rinnovato con una scenografia dai toni neutri. Rivisitate anche la sigla e le grafiche che accompagnano servizi e collegamenti per coordinare l’immagine del notiziario con quella della Rete.

Da lunedì le edizioni del Tg4 saranno quattro: alle 11.30, alle 14.00, alle 18.55 e l’appuntamento in seconda serata con le Night News che chiudono gli spazi quotidiani dedicati alle news di Retequattro.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


1
agosto

DM LIVE24: 1 AGOSTO 2012. RESTYLING PER IL TG4, SODDISFAZIONE PER RAI MOVIE E RAI PREMIUM, PARTE MALE THE GLASS HOUSE

Diario della Televisione Italiana del 1 Agosto 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Restyling per il Tg4

Mr.Gabry ha scritto alle 12:49

Dal 3 settembre restyling di studio, sigla e grafica per il Tg4 (Tv Sorrisi&Canzoni)

  • Soddisfazione per Rai Movie e Rai Premium

Soddisfazione per il primato raggiunto da Rai Movie e Rai Premium negli ascolti del prime time a luglio è stata espressa dal direttore di Rai Gold, Roberto Nepote, nel giorno della visita del presidente Rai, Anna Maria Tarantola e del direttore generale, Luigi Gubitosi presso la sede Rai di Borgo Pio. “I dati di ascolto del mese di luglio diffusi oggi, con Rai Movie prima tra le reti Dtt nel prime time, seguita Rai Premium – ha commentato il direttore di Rai Gold, Roberto Nepote – confermano il trend positivo dei canali avviato già a partire da questa primavera. Performance importanti come il 6,89% di share toccato da Rai Premium il 26 luglio con Terra Nostra e il 3,04 % raggiunto da Rai Movie il 10 luglio in prima serata, hanno contribuito al successo delle reti della Direzione Rai Gold, che registrano un generale aumento di ascolti in tutte le fasce orarie”.

  • Non parte bene The Glass House

PierVivaCanale5 ha scritto:alle 14:15





1
settembre

DM LIVE24: 1 SETTEMBRE 2011. SKYSPORT24 CON TELO, CHI SALVERA’ ENDEMOL?, LEI VUOLE SECHI

Diario della Televisione Italiana del 1° Settembre 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • SkySport24 con telo

pietro89 ha scritto alle 10:06

Oggi SkySport24 sta andando in onda con un telo dietro i giornalisti. Il 6 settembre ci sarà un restyling grafico e scenografico.

  • Chi salverà Endemol?

lauretta ha scritto alle 16:07

Chi salverà la Endemol? La crisi dell’azienda mette a rischio i format e arrivano le prime ipotesi sul salvataggio. Secondo il Financial Times sarebbe molto concreta la possibilità che per mantenere in vita ‘Il Grande Fratello’ scendano in campo le banche, data l’impossibilità della Endemol di sancire il debito di due miliardi di euro proprio con le banche. I tre proprietari della società dei format, Mediaset, Goldman Sachs e Cyrte hanno affidato a una banca d’affari il compito di trattare con i creditori ma, nonostante i colloqui vadano avanti da mesi – come riporta il Corriere della Sera – non è stata ancora trovata la quadra. Tra l’altro, a metà agosto Endemol avrebbe dovuto presentare un documento dettagliato sugli accordi presi con le banche riguardo i finanziamenti, ma non lo ha fatto e ora ha tempo fino a metà settembre. Quella della ristrutturazione del debito, che vedrebbe le banche convertire i loro crediti, tutti o in parte, in azioni della società sembrerebbe dunque la strada principale. L’alternativa sarebbe il fallimento. Secondo il Financial Times la trattativa in corso con le banche porterebbe in mano agli istituti di credito una quota superiore al 50%. Lasciando però a Mediaset, Goldman e Cyrte il controllo e la gestione di Endemol. Tra le altre soluzioni, ce n’è una che parla di una trattativa tra Mediaset e la rete britannica Itv per rilevare insieme il controllo di Endemol, liquidando Cyrte e Goldman Sachs. Sul tavolo però ci sarebbe anche un’altra opzione: il ritorno del fondatore, John de Mol, rimasto socio di Endemol attraverso Cyrte. A luglio, dopo le dimissioni del numero uno Ynon Kreiz, sostituito ad interim da Marco Bassetti e Just Spee, gli sarebbe stato chiesto di assumere la carica di presidente esecutivo o amministratore delegato di Endemol. (fonte Leggo)

  • Lei vuoi Sechi

lauretta ha scritto alle 21:29

Lady Lei vuole mettere Mario Sechi al Tg2, ordine del Cav. Ma la redazione sta con Marcellone Masi. Se piazza Sechi potrebbero rimuovere Minzo, dicono.. (fonte Dagospia)


18
giugno

GIOVANNI TOTI PARLA DEL RESTYLING DI STUDIO APERTO E SU BENEDETTA PARODI: “LA SOSTITUIREMO. COTTO E MANGIATO E’ UN PATRIMONIO DEL TG”

Benedetta Parodi

Il “caso Studio Apertoandrebbe studiato e approfondito su testi specializzati in materia televisiva. E’ raro, infatti, trovare sul piccolo schermo qualcosa che – a feroci critiche negative su contenuti e linea editoriale – abbini un successo di ascolti davvero eccezionale. Stiamo parlando del telegiornale più visto in termini di share in Italia, che nell’edizione meridiana attualmente viaggia intorno al 25% con oltre tre milioni di spettatori, ma per gran parte dei teledipendenti – che lo apostrofano spregiativamente come ‘quotidiano di gossip’ o ‘rotocalco’ – non è neppure degno di fregiarsi della qualità di tg.

A partire da martedì 21 giugno Studio Aperto si rinnova nel look e nei contenuti e per l’occasione il direttore, Giovanni Toti ha deciso di illustrare le novità in un’intervista rilasciata ieri a Libero nella quale anticipa come il cambiamento partirà dallo studio, che sarà reso più moderno con un grande tavolo centrale e due maxi-schermi alle spalle del conduttore. Un restyling anche dei contenuti, che riguarderà prevalentemente l’edizione domenicale del tg, la cui durata è spesso ridotta per lasciare spazio alle dirette delle gare del Motomondiale: “Sarà ispirata ai quotidiani anglosassoni. Avremo più interviste, una storia di copertina, alcune rubriche tra cui una sul fitness e sui giovani fenomeni di internet: scrittori, blogger…“.

Di certo l’approfondimento giornalistico di Italia1 non perderà il suo spazio più celebre. Nonostante il passaggio di Benedetta Parodi a La7, confermato dallo stesso Toti (“Si è dimessa giusto ieri”), Cotto e Mangiato continuerà a vivere sugli schermi della rete giovane Mediaset: “La volontà è di tenere viva la rubrica. Stiamo riflettendo se affidarla a una giornalista o no. Cotto e mangiato è un patrimonio del tg a prescindere dalla conduttrice“.  Inoltre, il direttore respinge l’accostamento del nuovo approfondimento Tabloid all’”indimenticabile” Lucignolo.


9
giugno

IL TG1 SI RINNOVA: NUOVO STUDIO, GRAFICA, STILE, LOGO E SITO WEB. COSI’ RINASCE IL TG DI MINZOLINI.

Il 2010 sarà ricordato come un anno intenso per la RAI. Le varie polemiche sull’orientamento politico di alcuni personaggi di spicco dell’informazione e del giornalismo della tv di Stato, il difficile passaggio dall’analogico al digitale, i conflitti con i concorrenti-rivali Sky e Mediaset sempre più frequenti, la rivoluzione e l’ampliamento dell’offerta digitale gratuita e l’ammodernamento di loghi e grafiche.

Un susseguirsi di innovazioni e discussioni. E tra questi due ardenti fuochi, anche il TG1, il telegiornale della prima rete nazionale, ha deciso di cambiare il suo stile, al passo con i tempi digitali.  Andiamo a vedere le novità presentate a Saxa Rubra dal direttore Augusto Minzolini.

Manca poco, solo un giorno e poi vedremo il nuovo studio. Sfavillante, con colori decisi, si presenta ampliato e multimediale. La postazione del giornalista-conduttore, per capirci la scrivania, è stata progettata come un ponte verso le telecamere che lo inquadreranno. Ci saranno infatti due rampe ai lati del desktop principale che collegheranno lo studio al dietro alle quinte. Dietro ci saranno grandissimi schermi, come tante finestre sul mondo, che seguiranno gli eventi del giorno senza interruzioni, nemmeno durante la presentazione delle notizie.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »