Raitre



21
giugno

IL RITORNO DI ALESSANDRO GRECO. CONDURRA’ “MA CHE MUSICA MAESTRO”

Alessandro Greco (Ma che Musica Maestro) @ Davide Maggio .it

Mentre il resto dei media si affannava a caccia di indiscrezioni e dettagli relativi all’annunciato ritorno di un pilastro della televisione italiana come Raffaella Carrà, all’interno di questo sito si andava ben oltre, offrendone addirittura un inatteso prologo. In assoluta esclusiva, infatti, veniva annunciato che “Miss Tuca Tuca”, ancora prima di tornare in video tra lustrini, intrattenimento e Lotteria Italia, rispolverava una sua vecchia passione, quel ruolo di autrice poco sfruttato e, tutto sommato, a suo tempo svolto senza grandi pretese ma con risultati soddisfacenti. E, pure questa volta, Raffa non sembra smentirsi firmando un lavoro autorale in collaborazione con l’orchestra sinfonica della Rai di Torino per una trasmissione incentrata sulla musica classica e la cui messa in onda, prossimamente, troverà spazio nella domenica mattina di Rai Tre. Nome previsto? “Ma che musica Maestro!”, titolo di un’intramontabile sigla-cult della soubrette, tanto per calcarne ulteriormente quel filo d’appartenenza che, in fin dei conti, resta il principale punto di forza su cui i vertici di viale Mazzini puntano per decretarne un successo.

Ma a chi andrà il compito di dirigere l’orchestra?

Stando al conduttore in pole position per la firma del contratto è facilmente ipotizzabile che la Pelloni abbia accuratamente rovistato tra gli scheletri del suo armadio, ripescando la “promessa mancata” Alessandro Greco. Al conduttore tarantino, persosi per strada dopo il travolgente successo di “Furore” (firmato appunto dalla premiata ditta Carrà-Japino) seguito da una repentina serie di flop per ‘Mamma Rai’, un’infinità di imbarazzanti televendite sulle emittenti locali, un’occasione mancata a livello contrattuale con Mediaset (ridottasi alla sola, e non certo indimenticabile, partecipazione al reality show “La Talpa”) ed una collaborazione radiofonica con RTL 102.5, dovrebbe ora spettare il ruolo di divulgare il fascino del ‘bel canto’ ai bambini. Un ruolo inedito, per certi versi non facile che potrebbe tuttavia ridare lustro ad un personaggio che, negli ultimi anni, ha oscillato vorticosamente tra gli status di “meteora” ed “eterno emergente”.

Due i quesiti. “Raffa-autrice” riuscirà nuovamente a convincere ancor prima della “Raffa-show girl”? Ma, soprattutto, riuscirà a miracolare per la seconda volta Alessandro Greco? Premettendo che quest’ultimo avrà ben poco da perdere e tanto da sperare, è più che mai evidente che per la prossima stagione la Carrà auspica di non dover ripreparare le valigie per la Spagna.




15
maggio

MA CHE MUSICA MAESTRO! LA CARRA’ TORNA IN RAI CON UN PROGRAMMA MUSICALE.

Raffaella Carrà (RaiTre) @ Davide Maggio .it

Pensavate di dover aspettare il sabato sera di RaiUno per avere notizie del ritorno in Rai di Raffaella Carrà?

Bene! Vi sbagliavate.

Si dice, infatti, che la nota showgirl si stia dedicando ad un nuovo progetto di RaiTre che si propone l’ambizioso obiettivo di avvicinare i ragazzi alla musica classica.

Un obiettivo che da una parte conferma l’attenzione della terza rete di Viale Mazzini nei confronti dei più giovani e dall’altra avrà l’onore di riportare sulla tv di Stato una delle icone del varietà nostrano.

Non in video, però.

Se in veste autorale, di consulente o di curatrice non è dato sapere ma l’unica certezza sembrerebbe riguardare la “non visibilità” dell’artista destinata a ricoprire, per l’occasione, vesti insolite.

Le registrazioni del programma dovrebbero prendere il via quest’estate presso il CPTV RAI di Torino.

A far da cornice la prestigiosa Orchestra Sinfonica Nazionale della Radio Televisione Italiana.


21
marzo

ANTEPRIMA DM : SU RAITRE ARRIVA “GARGANTUA”. PER DIGERIRE LA FRETTA DI CONSUMARE… ANCHE LA CULTURA.

Giovanna Zucconi @ Davide Maggio .itLa novità? Niente auto promozioni, niente ammiccamenti al “leggi questo, ascolta quello.. che è appena uscito”.

Non male per essere un programma Tv. Un programma che parla di Cultura, o forse in cui parla la Cultura, intesa nel senso più ampio : film, mostre, concerti, opera, balletto, teatro, e ciò che di culturale accade su giornali, riviste, web. Ma, per assurdo, niente televisione.
Dovrebbe succedere a partire dalll’8 aprile a “Gargantua”, il nuovo programma nella seconda serata di Raitre condotto, stando ad indiscrezioni, da Giovanna Zucconi. Ma – a dispetto del titolo – nessuna abbuffata : anzi, il tentativo di “digerire” le migliaia di informazioni quotidiane, di “leggerle” da punti di vista inconsueti, senza essere snob. Con ospiti (scrittori, registi, attori, musicisti, artisti a 360 gradi) che parlano tra loro, che raccontano le proprie passioni anche al di là della propria quotidianità (o etichetta) più nota, che spiegano la propria chiave di lettura della vita. Quella che poi diventa cultura senza doversi dichiarare per tale.
C di cultura, ma soprattutto C di curiosità, insomma. Quella della conduttrice, Giovanna Zucconi, curiosa per natura (forse per questo dimentica gli occhiali qua e là), capace di non spaventarsi a fare le domande che farebbe il pubblico, capace soprattutto… di ascoltare.

E poi ci sono altri personaggi: un cast fisso di giovani, che partecipa alla creazione delle puntate, facce nuove (incredibile, ma esistono anche quelle…) con le proprie passioni dai libri alla visual art.

Che c’entra tutto questo con la Tv di oggi? Niente. Almeno fino all’8 aprile…





9
giugno

MOMENTI DA (NON) DIMENTICARE : L’AFFANNO DI ALESSANDRA CANALE

Alessandra Canale @ Davide Maggio .it 

Cari Lettori,

perdonate la mia assenza durante la settimana appena trascorsa ma, come sapete, alcuni impegni mi stanno trattenendo a Milano.

Spero, tra l’altro, che siano forieri di piacevoli novità anche per voi. Ne parleremo a tempo debito.

Fatta questa doverosa premessa, passiamo al consueto appuntamento settimanale con i Momenti da (NON) Dimenticare della TV Italiana.

Protagonista del video che sto per riproporVi è Alessandra Canale.

Dovete sapere, infatti, che all’ex annunciatrice di Mamma Rai è accaduto anche questo…

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


21
febbraio

GOVERNO SOTTO : SPECIALE BALLARO’ ALLE 21.05

Oggi è accaduto questo…

Per quanto avete visto, questa sera ci sarà una puntata speciale di Ballarò su RaiTre alle 21.05.

Mentre Vi scrivo (h. 19.48) il Presidente del Consiglio Prodi ha appena lasciato il Quirinale.

Secondo un’agenzia, Antonio Di Pietro ha annunciato : Prodi ha deciso di rimettere il mandato nelle mani del presidente Napolitano.

Aggiornamento delle 20.00 : Prodi si è dimesso (TG1)

Ci sarà da ballare!





12
dicembre

CHE FAZIO…SITA’!

Che Tempo Che Fa @ Davide Maggio .it

RaiTre è una rete palesemente di sinistra. E fin qui, per quanto la Radio Televisione Italiana dovrebbe essere assolutamente super partes, diciamo che potrebbe parlarsi, seppur forzatamente, di espressione di un pluralismo che, al pari della terzietà, deve (o dovrebbe) essere garantito.

Allo stesso tempo RaiTre rappresenta la terza e la minore delle 3 emittenti della TV pubblica.

Probabilmente se lo stesso “atteggiamento” caratterizzasse la prima rete della RAI non si riuscirebbe a tollerare una situazione di parte qual è quella di RaiTre.

Ultimamente, però, c’è qualcosa che non va e questo “qualcosa” si chiama “Che Tempo Che Fa“.

A prescindere da valutazioni strettamente artistiche sul conduttore che, fosse stato per me, dopo la realizzazione della più pietosa edizione della storia del Festival di SanRemo, non gli avrei affidato nemmeno la conduzione dell’oroscopo che segue SottoVoce di Gigi Marzullo, c’è da dire che i conti non tornano.

L’aver sottolineato, infatti, che RaiTre rappresenta la terza e la minore delle emittenti della TV pubblica non è stato fatto a caso.

Gli ascolti di un programma (ed in generale di un rete) sono quelli che determinano il budget di cui la rete stessa può disporre per la produzione dei propri programmi. Tra questi costi ci sono, ovviamente, anche quelli che vengono spesi per gli ospiti da invitare nei suddetti programmi.

E’ una regola abbastanza ovvia e comprensibile che a rete “maggiore” corrisponda ospite di levatura maggiore e a rete minore ospite di levatura minore. 

In questo caso, guarda un po’, le cose stanno diversamente! Che Tempo Che Fa è diventato un programma in cui Fabio Fazio, in barba alle regole fondamentali dello showbiz, regala ai propri telespettatori ospiti e rivelazioni eccellenti.

Ospiti e rivelazioni eccellenti destinate ad un pubblico di nicchia qual è quello di RaiTre.

Non è naturalmente nemmeno un caso che ad essere ospitati con incredibile disponibilità e garbo siano personaggi vicini alla sinistra italiana.

Riuscire ad ospitare nientepopodimenoche Adriano Celentano ha rappresentato l’elemento di spicco di questa esclation.

Un corteggiamento durato mesi ma che, alla fine, ha dato i Suoi frutti.

Come dire : “Lo so che non degni della Tua presenza nemmeno il più prestigioso dei programmi perchè devi mitizzare il Tuo personaggio, ma non puoi non venire ospite in quello che è ormai il tempio della faziosità. Quel programma che rispecchia appieno le Tue ideologie politiche nel quale non puoi non sentirti a casa”.

Non trascurabile nemmeno l’ultima ospitata da urlo con scoop compreso : il ritorno di Enzo Biagi in RAI.

Un ritorno in video di cui non sono per niente contento. Assolutamente d’accordo nel riconoscere a Biagi l’eccellenza in campo giornalistico ma a me non piace, anzi mi urta, il modo in cui quest’eccellenza viene “gestita” e portata in video. D’altronde sarebbe stato più saggio, vista la veneranda età di 86 anni, rimanere a casa e lasciar spazio a giornalisti in erba (sono, come saprete, un forte sostenitore dello svecchiamento delle nostre tv). 

Ma anche in questo caso c’è poco da scandalizzarsi. Il ritorno di Biagi come quello di Santoro & Co è una questione strettamente politica. E al telespettatore tocca accettare passivamente le scelte di una politica televisiva, poco televisiva ma molto politica dove la faziosità partitica ruba la scena alla qualità.

Ne è un chiarissimo esempio, d’altro canto, una risposta che il giornalista ha dato a Fazio. Alla domanda su quale sarebbe il suo nome in codice se dovesse collaborare con i servizi segreti (riferendosi ai recenti casi di giornalisti che collaborano con i servizi segreti ed ai nomi in codice usati) un affaticato e poco brillante Biagi risponde “COGLIONE”. 

A questo punto mi sento di appoggiare Luttazzi che in un’intervista pubblicata oggi su Repubblica dichiara di vedere difficile un Suo ritorno sulla TV di Stato e non a caso il quotidiano titola ”Luttazzi non crede alla nuova Rai”. Anche in questo caso non sarei favorevole ad una disepurazione di un personaggio che esordiva in ogni puntata del suo Satirycon con queste testuali parole : “Attenzione! Il programma che sta per andare in onda contiene fellatio, cunnilingus, masturbazione, feci, urina, sadomasochismo, Bruno Vespa e qualsiasi altra cosa la fetida mente di Daniele Luttazzi abbia fermentato in quest’ultimo periodo. Il suo linguaggio esplicito è fatto apposta per turbare gli imbecilli. A tutti gli altri, buon divertimento.”

Diamine! E’ questione di buongusto! Non solo di politica.

Mi viene da sorridere pensando alla possibili reazioni che potrebbero scatenarsi se a realizzare un programma come il “meteo di Fazio” (e relativi ospiti) fosse stato Emilio Fede su Rete4. Con un indirizzo politico completamente opposto, sia chiaro! Si griderebbe allo scandalo, si parlerebbe di regime, si parlerebbe di stumentalizzazione delle emittenti di Berlusconi, si tornerebbe a ciò che ha caratterizzato gli ultimi 5 anni della vita politica di questo paese. Si tornerebbe a spargere O D I O!

Tuttavia ho cercato di chiedermi il perchè. Sapete com’è, forse non è mai accaduto che un programma della terza rete goda di tutti questi apprezzamenti e sia tenuta in così alta considerazione da vertici dell’azienda e dagli stessi personaggi ospitati.

Escluderei che si tratti di semplice benevolenza nei confronti di un programma “compagno” da parte dei rinnovati vertici RAI.

Credo che la questione sia ancora più sottile.

Come saprete, con la proposta di legge Gentiloni, nel 2009 RAI e Mediaset dovrebbero spegnare il segnale terrestre di una emittente per portarla in via definitiva sul digitale.

Bene! Se da una parte c’è certezza sul fronte Berlusconiano in relazione allo spostamento di Rete4, dall’altra non c’è assolutamente la certezza che ci si aspettava.

C’è, infatti, chi sostiene che ad essere spostata potrebbe benissimo essere RaiDue e non RaiTre (l’ipotesi più plausibile).

Chissà per quale motivo!

Nella situazione attuale, però, uno spostamento sul digitale della seconda rete invece della terza, significherebbe un vero e proprio suicidio (in termini di ascolti e, dunque, di profitti) per la televisione di Stato. 

La voglia di mantenere in chiaro, per tutti, sul terrestre la rete dagli accenti purpurei è forte. Così forte che si è riusciti addirittura a pensare di preferire per lo spostamento l’ “anonima” RaiDue. Tanto, qualora le cose andassero male, si può sempre aumentare il canone, figuriamoci. Ci sono i telespettatori a pagare!

Proprio per questo mi viene da pensare che un “rafforzamento” della terza rete possa essere dettato da queste necessità. Garantire ascolti degni di nota a giustificazione di un’eventuale permamenza di quella sembrava la prima destinataria del provvedimento di Gentiloni sul terrestre.

Qualora così dovesse essere prevedo anche la scusa che sarà fornita agli ignari telespettatori. RaiTre bisognava lasciarla lì dov’era poichè caratteristica saliente dell’emittente è l’informazione regionale che non può venir meno!

Prima di chiudere, do un’occhiata fuori dalla finestra. Che Tempo Che Fa? Sembra che si stia per abbattare un temporale!

  • UPDATE del 12 dicembre 2006, h. 20.35

Due precisazioni :

  1. Non mi si venga a dire che il salotto di Fazio sarebbe destinato a divenire il nuovo “centro del confronto politico in TV” se soltanto i politici di destra si degnassero di accettare gli inviti che lo stesso Fazio non tarda ad inviare. Sarebbe come chiedere ad Eva Henger di girare un film porno in un convento sotto l’occhio vigile di una “squadra” di Suore.

  2. Da non trascurare la modifica di palinsesto che il ritorno di Biagi potrebbe comportare. Non è un’ipotesi così remota la sottrazione di una seconda serata a Porta a Porta per cederla all’anziano ed affaticato giornalista.


30
novembre

UN PONTE DELL’IMMACOLATA…SPETTACOLARE!

Pubblico TV @ Davide Maggio .it

Non avete ancora programmato il Vostro 8 dicembre?

Perchè non passare una serata divertente e sicuramente originale andando in TV?

E’ con piacere che Vi segnalo che ci sono posti a Vostra disposizione per :

“LE INVASIONI BARBARICHE” LA7

Quando : venerdì 8 dicembre 2006, si arriva in studio alle ore 20,00 e si termina per le ore 23,50 circa (IL PROGRAMMA VA IN ONDA IN DIRETTA)

Dove : Milano, studi “Cinevideo Studio“, via Gioacchino Belli 14 (vicino a viale Padova)

Età minima per partecipare : 18 anni

Età massima : 50 anni

“GLOB” RAITRE

il simpatico programma condotto con ironia da ENRICO BERTOLINO in onda su “Rai tre” ogni venerdì in seconda serata!

Quando : venerdì 8 dicembre 2006, si arriva in studio alle 14,30 e si termina alle ore 17,30

Dove : Milano, studi “Rai – Radio Televisione Italiana“, corso Sempione 27

Età minima per partecipare : 18 anni

Età massima : 65 anni

Per ogni puntata sono previsti ospiti VIP!!!

“CANDID CAMERA SHOW” ITALIA1

Il fortunato programma condotto da GIACOMO VALENTI approda alla prima serata con una puntata speciale.

Quando : mercoledì 6 dicembre 2006, si arriva in studio alle ore 14,00 e si termina per le ore 19,30

Dove : Cologno Monzese (MI) presso “Studi Robinie“, via Michelangelo Buonarroti 31/A

Età minima per partecipare : 16 anni

Età massima : non prevista

TRA TUTTI COLORO CHE INTERVERRANNO SARANNO SORTEGGIATI MOLTI PREMI E GADGET TELEVISIVI!!!

La registrazione sarà poi trasmessa in prima serata su Italia1 l’ 11 dicembre.

Tra gli ospiti VIP della puntata, ALDO MONTANO

Qualora foste interessati, per prenotare GRATUITAMENTE il Vostro posto potete contattare ANTONIO :

chiamando il numero 339.1042048 dalle ore 13,00 alle ore 20,00

oppure

inviando un’email cliccando qui

Dite pure che siete fedeli lettori di Davide Maggio .it


12
luglio

PALINSESTI 2006/2007 (4) / RAITRE

Quando mi era venuta in mente l’idea di occuparmi dei palinsesti autunnali delle reti italiane, non credevo che l’iniziativa potesse riscuotere tutto il successo che, invece, sta riscuotendo. Ogni giorno “piombano” sul mio blog tante persone in cerca di informazioni su ciò che la tv italiana ci riserverà per il prossimo autunno.

Ricapitolando (soprattutto per chi capita su davidemaggio.it per la prima volta) :

abbiamo il palinsesto completo della nuova stagione autunnale di RaiUno e RaiDue e qualche anticipazione su Canale5.

Per tenerti aggiornato sui palinsesti 2006/2007, tieni d’occhio l’apposita categoria cliccando qui.

Oggi completiamo le novità della Rai con il palinsesto completo di RaiTre e Vi preannuncio che, salvo colpi di mano dell’ultimo minuto, in giornata, dovrei entrare in possesso del palinsesto completo delle tre reti Mediaset (Canale5, Italia1 e Rete4).

Per non perdere nemmeno un post sui nuovi palinsesti, potete cliccare nel menu “categorie” a destra su “palinsesti 2006/2007″.

Vi comunico, inoltre, che è possibile tenersi aggiornati sui nuovi post effettuando la registrazione a questo blog cliccando qui.

Detto questo, andiamo a noi…

RaiTre Logo @ Davide Maggio .it

M A T T I N A

COMINCIAMO BENE (Lun – Ven) :  (dopo RaiNews24 ed Educational) anche quest’anno la mattina di RaiTre è occupata da Cominciamo Bene. Un cast di tutto rispetto : Pino Strabioli, Elsa Di Gati, Licia Colò, Corrado Augias e Fabrizio Frizzi.
Dal 2 ottobre.

RUBRICHE TG3 (Lun – Sab) : a cura delle testate regionali, troveranno spazio in tarda mattinata dal Lunedi al Venerdi (intervallando Cominciamo Bene) e Sabato per l’intera mattinata

TGR Economia, dal 14 ottobre;
TGR Est/Ovest, dal 14 ottobre;
TGR Levante, dal 14 ottobre;
TG3 Agricoltura, dal 16 settembre;
TGR Il settimanale, dal 14 ottobre
TGR Bellitalia, dal 14 ottobre
TGR Mediterraneo, dal 14 ottobre
TGR Ambiente Italia, dal 16 settembre

E’ DOMENICA PAPA’ (Domenica) : Armando Traverso intrattiene i bambini tra un cartone animato e l’altro fornendo anche informazioni utili ai giovani e ai loro genitori per organizzare al meglio la domenica;

SCREEN SAVER (Domenica) : programma di Fabrizio Taddia dove a farla da protagonisti sono i ragazzi che raccontano storie con video e reportage girati da loro stessi

PASSEPARTOUT (Domenica) : un programma tutto dedicato all’arte condotto da Philippe Daverio. Dal 22 ottobre;

P O M E R I G G I O

TRE PER TE (Lun – Ven) : ancora non confermato il titolo di questo contenitore per ragazzi condotto da Danilo Bertazzi. Dal 2 ottobre, tra cartoni animati e telefilm troveranno anche spazio :

GT RAGAZZI : un telegiornale realizzato appositamente per i ragazzi in coproduzione col TG3 e in collaborazione con il Comune di Roma;

MELEVISIONE : giochi e teatro per sviluppare la manualità e la creatività dei più piccoli e canzoni e filastrocche per le capacità verbali. Repliche fino al 1 dicembre;

GEO&GEO (Lun – Ven) :  Sveva Sagramola ci condurrà tra natura scienza e ambiente. Interessante l’interattivita’ del programma : col televoto, il pubblico sceglierà il documentario da mandare in onda;

TG AMBIENTE ITALIA & SPORT (Sabato) : occuparanno il sabato pomeriggio di RaiTre;

IN 1/2 ORA (Domenica) : Mezz’ora di tempo è concessa a Lucia Annunziata per mettere sotto torchio i propri ospiti. Dal 5 novembre;

ALLE FALDE DEL KILIMANGIARO (Domenica) : torna Licia Colò ad illustrarci culture e tradizioni di paesi lontani. Dal 15 ottobre;

P R E S E R A L E

BLOB ( Lun – Dom) : inutile qualunque parola!

UN POSTO AL SOLE ( Lun – Gio ) : continua il successo della fiction napoletana che, da anni, incolla allo schermo milioni di telespettatori.

CHE TEMPO CHE FA ( Ven – Dom ) : programma di intrattenimento di Fabio Fabio che trova una più ampia collocazione nel nuovo palinsesto guadagnando anche il prime time  il sabato e la domenica sino alle 21.30. Dal 7 ottobre;

PER UN PUGNO DI LIBRI (Domenica) : ad anticipare Blob e il programma di Fabio Fazio ci sarà un confronto tra maturandi ed autori moderato da  Neri Marcorè e Piero Dorfles.

P R I M E    T I M E

CHI L’HA VISTO (lunedi) : formula ormai invariata da anni per Chi l’Ha Visto. Condotto da Federica Sciarelli, il programma si occuperà della ricerca di persone scomparse e di latitanti eccellenti. Dal 18 settembre;

BALLARO’ (Martedi) : confermato anche il programma di Giovanni Floris sull’attualità politica. Dal 19 settembre con pause per il calcio (nazionale under 21) il 10 ottobre e il 14 novembre;

MEDIUM (Mercoledi fino al 15 novembre) : Torna la serie (tratta da una storia vera) interpretata da Patricia Arquette (premiata per questo ruolo con l’Emmy® Award) nei panni Allison DuBois, una praticante avvocatessa, madre di tre bambine, che scopre di avere poteri paranormali: sogna eventi accaduti o che stanno per accadere, parla con i morti. Accanto a lei Jake Weber nel ruolo del marito Joe, Sofia Vassilieva e Maria Lark nel ruolo delle piccole Ariel e Bridget Du Bois. Dal 20 settembre al 15 novembre;

LA GRANDE STORIA (Mercoledi, 26 ottobre) : Karol Il Grande, documentario dedicato a Giovanni Paolo II;

LA SQUADRA (Giovedi) : torna con nuovi episodi il serial poliziesco prodotto dal Centro di Produzione Rai di Napoli. Dal 21 settembre;

MI MANDA RAITRE (Venerdi) : Andrea Vianello torna a difendere i cittadini/consumatori da ingustizie, truffe e malasanità. Ogni venerdi dal 22 settembre (pausa il 6 ottobre per dare spazio alla nazionale di calcio under 21);

ULISSE (Sabato fino al 21 ottobre) : Natura Natura e ancora Natura con il “piccolo” di casa Angela,Alberto. Fino al 21 ottobre;

GAIA (Sabato) : programma scientifico condotto dal geologo Mario Tozzi. Dal  18 novembre;

REPORT (Domenica fino al 19 novembre) : In prima serata, la domenica, le inchieste di Milena Gabanelli. Dal 24 settembre al 19 novembre;

ELISIR (Domenica dal 26 novembre) : Confermato il programma di medicina del Prof. Mirabella che riprende dal 26 novembre;

S E C O N D A    S E R A T A

LA STORIA SIAMO NOI (Lunedi) : progetto editoriale unico in Europa con 230 ore di storia. Ritorna Giovanni Minoli;

DIRETTISSIMI ALTROVE (Martedi) : programma in 12 puntate di Carlo Lucarelli che ci svelerà quante cose si possono scoprire girando intorno ad una parola (usata al cinema o in letteratura). Dal 7 novembre;

GAIA FILES (Mercoledi fino al 18 ottobre) : pillole quptidiane del programma che tornera’, al sabato, in prima serata, dal 18 novembre. Lo spazio quotidiano ci sarà sino al 18 ottobre;

C’ERA UNA VOLTA (Mercoledi dal 25 ottobre) : programma di approfondimento storico e culturale. Dal 25 ottobre al posto di Gaia Files.

TACCUINO INDIANO (Giovedi fino al 19 ottobre) : Racconto di un viaggio alla scoperta del grande sviluppo economico e del nuovo protagonismo politico del subcontinente indiano, fra contraddizioni e opportunità, singolari convivenze e fenomeni innovativi. Cinque puntate firmate da Francesco Conversano e Nene Grignaffini. Dal 21 settembre al 19 ottobre;

CORREVA L’ANNO (Giovedi, dal 2 novembre) : Biografie di personaggi e racconti di momenti di storia da non dimenticare, rivissuti e riletti con lo stile incalzante dell’inchiesta-documentari. Dal 2 novembre;

SFIDE (Venerdi, fino al 13 ottobre) : rotocalco sportivo di Simona Ercolano. Fino al 13 ottobre;

GLOB (Venerdi, dal 20 ottobre) : indagini comiche di Enrico Bertolino sull’attualità e la comunicazione .Dal 20 ottobre;

UN GIORNO IN PRETURA (Sabato) : i casi più interessanti di cronaca giudiziaria approfonditi da Roberta Petrelluzzi. Dal 23 settembre al 2 dicembre;

PARLA CON ME (Domenica) : confermato il talk show di Serena Dandini e Dario Vergassola. Dal 15 ottobre.

M A M M A   M I A   C H E   N O I A!!!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,