Pupo



8
settembre

TI LASCIO UNA CANZONE TORNA STASERA E PREME L’ACCELERATORE SUL FATTORE TALENT

Ti lascio una canzone

Tocca ancora ad Antonella Clerici sfidare la corazzata di C’è posta per te con una versione rinnovata di Ti lascio una canzone. Per evitare l’effetto stanchezza, che potrebbe abbattersi sul programma canterino più che sul rituale della busta, fisiologicamente ‘conservatore, cambiano i meccanismi e la gara si fa più pepata.

Lo show sposa, infatti, una formula più talent. Addio buonismo? Forse. Una volta si diceva che bastasse un po’ di zucchero per far sì che la pillola andasse giù ai bambini. Stavolta meno giri di parole per nascondere la vera natura di sfida e di concorso. In gara trenta ragazzi, dai 6 ai 15 anni, che si alterneranno sul palco con i successi storici della canzone italiana. Per ogni puntata oltre la canzone vincitrice verranno decretati anche i bambini vincitori.

Arriva anche il podio, su cui saliranno  i tre bambini più votati, e che cambierà con l’incognita delle sfide. Così colui o colei che trionferà nella singola puntata potrà decidere di sfidare uno dei componenti del podio. Nella prima puntata sui tre gradini arrivano delle vecchie conoscenze: Mattia Lever (vincitore della quarta edizione), Giada&Micheal (duo di melodie liriche della quinta edizione) e Stefan Atirgovitoa (vincitore dell’ultima annata).  Chi rimarrà più a lungo sul podio avrà più possibilità di accedere alla finale. Non ci sono le casette come ad Amici ma garantita una piccola incursione nella vita quotidiana dei giovani concorrenti con delle piccole pillole filmate.




14
agosto

BOOM! TI LASCIO UNA CANZONE: PUPO E CECILIA GASDIA IN GIURIA

Pupo

La rivoluzione copernicana che investirà il format non poteva non avere ripercussioni anche sulla composizione della giuria. A meno di un mese dalla prima puntata, prevista per sabato 8 settembre, trapelano succosi dettagli sulla sesta edizione di Ti Lascio Una Canzone. Manca ancora la firma sui contratti, ma DM è in grado di rivelarvi in anteprima i nomi dei successori di Francesco Facchinetti e Orietta Berti nel varietà di Antonella Clerici.

A giudicare le ugole d’oro, e non più le canzoni, ci saranno un volto familiare di Rai1 e una numero uno della lirica. Accanto al confermato Massimiliano Pani siederanno, infatti, Pupo e il soprano Cecilia Gasdia. Quest’ultima, classe 1960, è stata già ospite musicale nella scorsa edizione del programma. Per Pupo, che in passato non era stato tenerissimo con show come Ti Lascio Una Canzone e Io Canto, si tratterà di un ritorno al sabato sera a distanza di quattro anni dalla sfortunata esperienza con Volami nel cuore, realizzata in tandem con Ernestino Schinella, lanciato proprio dal baby talent.

Da sottolineare altresì che la presenza, con annesse polemiche, di Enzo Ghinazzi, al fianco di Emanuele Filiberto e Luca Canonici, portò tanta fortuna al Festival di Sanremo di Antonella Clerici. Allora, proprio come oggi, i pronostici non sorridevano al volto di punta di Rai1. Deluso, invece, chi si aspettava in giuria un nome da “prima pagina” come quelli  di Elisabetta Canalis o Anna Tatangelo: la scelta di Rai1 e di Ballandi sembra prediligere tradizione e competenza.


31
maggio

TELERATTI 2012: ECCO TUTTI I VINCITORI. BELEN E’ LA NUOVA REGINA DELLA PEGGIORE TV DELL’ANNO. IMMANCABILE LA REGINA MADRE BARBARA D’URSO. GF PEGGIOR PROGRAMMA

TeleRatti 2012 - vincitori

Capolinea! I vincitori ci sono e i TeleRatti sono pronti a raggiungere i protagonisti della Peggiore TV dell’Anno, decretata dagli internauti, unitamente ad una prestigiosa Giuria di Qualità e una spietata Web Academy.

Annunciati questa mattina a Buongiorno Cielo, i topi catodici sono pronti a svelarsi anche a casa loro, DavideMaggio.it. L’edizione in dirittura d’arrivo ha una nuova Regina, Belen Rodriguez (2 premi come personaggio), accanto all’immarcescibile Regina Madre Barbara D’Urso che ne porta a casa tre (ma solo uno come personaggio; gli altri due per i programmi condotti).

Grande predominio, comunque, delle donne: premiate, infatti, anche Domenica Cinque, condotto da Federica Panicucci su Canale 5, Simona Goes to Hollywood, condotto da Simona Ventura e andato in onda su Skyuno, e Tamarreide, presentato da Fiammetta Cicogna e trasmesso da Italia 1.

La Peggior Fiction è made in Rai: vince, infatti, la miniserie fortemente voluta dalla Lega, Barbarossa.

Manbassa di voti anche per Valerio Scanu che trionfa in ben due cateogorie (soffia persino il posto alla Farfallina di Belen nella categoria ‘Lo Scostumato dell’Anno‘); premiata per la prima volta anche un’emittente non generalista (con l’eccezione della categoria NanoRatto): 7Gold si aggiudica il TeleRatto per il Peggior Programma Sportivo con Il Processo di Biscardi.

Inaspettato, poi, il vincitore del TeleRattone 2012, ovvero il Peggior Programma dell’Anno, che per la stagione 2011/2012 va al Grande Fratello, condotto da Alessia Marcuzzi su Canale 5. Il Peggior Momento Televisivo dell’Anno, I 5 Minuti da Dimenticare, vanno invece a Pupo e alla sua perfomance al Festival di Sanremo 2012, in onda su Rai 1.

Ma abbiniamo nomi, cognomi e titoli dei programmi alle rispettive categorie. Ecco a voi tutti i vincitori dei TeleRatti 2012:





20
aprile

DM LIVE24: 20 APRILE 2012. PUPO VUOL FARE PACE CON MARIA CARMELA, NESSMA TV DENUNCIATA, PAOLINI CONDANNATO

Diario della Televisione Italiana del 20 aprile 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Ah, queste denunce!

Giuseppe ha scritto alle 16:59

Pupo invita Barbara D’Urso a fare pace nel programma di Antonella Clerici. “Propongo a Barbara D’Urso di andare da Antonella Clerici ad ‘E’ stato solo un flirt?’”. Approfittando della super ospite della puntata di ‘Attenti a Pupo’ di giovedì 19 aprile, in onda su Radio 1, Pupo lancia un appello a Barbara D’Urso di lasciar perdere gli avvocati e di andare davanti all’unico giudice dell’amore ovvero Antonella Clerici che, da sabato 21 aprile, debutta su Rai Uno con il suo nuovo programma. Il conduttore di Radio Uno ha infatti ricordato nel corso della diretta, di aver avuto un flirt da ragazzino con Barbara D’Urso, che gli e’ costato pero’ una denuncia da parte della conduttrice. (fonte Adnkronos)

  • Nessma Tv denunciata

Giuseppe ha scritto alle 17:33

Denunciata l’emittente tunisina Nessma Tv per aver trasmesso il film Persepolis. In una scena la protagonista parla con Maometto, ma secondo chi ha sporto denuncia, Maometto non può essere rappresentato senza commettere blasfemia. Il caso costituisce un rompicapo per tutti i tunisini che si trovano a difendere la libertà d’espressione nel paese arabo recentemente attraversato dalla “rivoluzione di primavera”. Da notare che dal 21 maggio 2008, il gruppo italiano Mediaset fa parte della società Nessma Entertainment. (fonte Giornalettismo – Wikipedia)

  • Paolini condannato

Giuseppe ha scritto alle 18:06


27
marzo

CARO PUPO, ORA PUOI DORMIRE SERENO! I DILDO CITATI ANCHE NELLA BIBBIA

Pupo

Pupo

Sentir parlare Pupo di vibratori è davvero esilarante, se non altro perché mai ti aspetteresti dal cantante toscano un argomento così “friccicarello”, come l’ha definito lui stesso durante la puntata incriminata di Attenti a Pupo. Tutto è nato dalle polemiche su Fisica o Chimica partite da Libero e diffusesi in men che non si dica in rete, in cui appunto si sottolineavano le “tinte forti”, soprattutto il sesso e la droga, della serie spagnola in onda su Rai4, trasmessa ad un orario forse poco consono per la tipologia di pubblico che potrebbe sintonizzarsi (l’ora di pranzo, appunto).

Pupo, forse ingenuamente o forse no, ha voluto cavalcare l’argomento nel suo programma radiofonico su Radio Rai 1: tema della puntata del 16 marzo sono infatti stati il sesso e i vibratori, “quegli aggeggi” che stimolano il piacere sessuale. Nulla di male fondamentalmente, se non fosse che il programma va in onda sul servizio pubblico radiofonico all’ora di pranzo, e i radioascoltatori si sono ritrovati tra una forchettata e l’altra a sentir Pupo disquisire sulle varie tipologie di questi utili strumenti.

Il conduttore toscano però può stare assolutamente tranquillo, a scagionarlo e a scagionare Radio 1 da qualsivoglia polemica ed eventuale osservazione dei piani alti di Viale Mazzini ci ha pensato direttamente la Bibbia. Ebbene sì, grazie ad un servizio di Sex Education Show in onda su Fox Life, siamo venuti a scoprire che anche il libro sacro per eccellenza interviene sull’argomento “hot” in un brano di Ezechiele.





20
marzo

PORNO(RADIO)RAI: DOPO LE POLEMICHE SU FISICA O CHIMICA, PUPO PORTA I VIBRATORI SU RADIO 1

Pupo

Pupo

Ménage à trois? Omosessualità? Nudo? Violenza? Macchè, Pupo gli fa un baffo a Fisica o Chimica e Romanzo Criminale 2, le due serie “scandalo” di Rai4 e Italia 2, che stanno facendo discutere, viste le tematiche affrontate, per il loro orario di messa in onda, forse poco consono per la tipologia di pubblico che potrebbe ritrovarsi davanti ai due canali giovani di Rai e Mediaset. E in piena polemica ci si è messo di mezzo pure Pupo, che ad Attenti a Pupo su Radio Uno Rai, diretta da Antonio Preziosi, ha avuto la geniale idea di trattare un argomento piuttosto “delicato” per il servizio pubblico.

Come riportato da Dagospia, nella puntata di venerdì, in onda come di consueto all’ora di pranzo, Ghinazzi e i suoi ospiti hanno disquisito tranquillamente di… vibratori. Si, proprio quegli stimolatori che servono a provocare piacere sessuale. Ad Attenti a Pupo, il cantante toscano pare abbia illustrato ai suoi radioascoltatori tutte le caratteristiche salienti di tali, e a loro modo utili, strumenti.

Dalla classica forma fallica ai vibratori griffati Cavalli: la scelta pare sia proprio ampia e variegata, e a Pupo sembra non ne sia sfuggito manco uno. Certo, non tutti sono pratici di queste eccitanti novità, tant’è che un ascoltatore anzianotto ha rivendicato le proprie capacità sotto le coperte riattaccando il telefono in faccia al povero conduttore.


14
marzo

VALERIO SCANU NON QUERELA PUPO PER DIFFAMAZIONE

Valerio Scanu

UPDATE del 15 marzo 2012Riceviamo e segnaliamo da EMI Music: da parte dell’avv. Paola Castiglione è stata inviata una lettera per conto di Valerio che contestava a Pupo le sue dichiarazioni su Panorama e riprese da altri organi di Stampa, molto  gravi nei confronti di Valerio, Rai e Comune di Sanremo. Nessuna querela è stata presentata nei confronti di Pupo nè di altri.

A distanza di un anno dall’ultima fatica discografica, Valerio Scanu tenta di tornare alla ribalta musicale col singolo “Amami”, che anticipa l’uscita, prevista il 20 marzo, del nuovo album “Così diverso” (per maggiori info clicca qui). E mentre i fans sono in attesa di osannarlo (e televotarlo) al nuovo serale di Amici (che lo vedrà in sfida con altre otto vecchie glorie del talent), c’è una questione ancora in sospeso che il cantante sardo vuole risolvere.

In una recente intervista a Panorama, Pupo accusò il mancato trionfo al Festival di Sanremo del 2010 (vinto proprio da Scanu), sollevando più di un dubbio sul reale esito della gara:

“Nel 2010 sono stato vittima di un’ingiustizia pazzesca. La mia canzone Italia amore mio aveva stravinto, lo sanno tutti. Poi, a un quarto d’ora dalla fine, come per magia, tutta Italia s’è messa a votare per Valerio Scanu. Un trionfo scippato. La Guardia di Finanza sta ancora indagando”.

Parole che non sono passate inosservate allo stesso Scanu, che – come riporta Panorama – avrebbe deciso di querelare Pupo per diffamazione. A supportarlo l’avvocato Paola Castiglione che, allo stesso settimanale, smentisce categoricamente una presunta indagine della Guardia di Finanza riguardo alla regolarità del televoto che portò al trionfo il suo assistito.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


9
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO, PUPO ACCUSA: OGGI LA GARA E’ PULITA PERCHE’ NON GIRANO SOLDI. SCANU? VITTORIA SCIPPATA. EMMA ‘FAVORITA’

Pupo

Pupo non si nasconde dietro ad un dito e attacca frontalmente il Festival di Sanremo, manifestazione a cui avrebbe dovuto prendere parte anche quest’anno, almeno secondo molte indiscrezioni della vigilia. E’ un Enzo Ghinazzi, alla prova di romanziere con il suo primo libro, che ha molta voglia di togliersi qualche sassolino dalla scarpa e di azzardare pronostici, non scevri da una polemica di fondo.

Dato che non è stato difficile per Panorama estorcergli pensieri che ne rivelassero la filosofia di vita, di questo momento non troppo felice di carriera mediatica, lasciamo alle sue parole il compito di raccontare alcune verità, viste ovviamente dalla sua angolazione. Se prima era solo Striscia a denunciare apertamente alcuni sospetti sulle vittorie del Festival -ricorderete il caso di Ron- adesso ci si mette palesemente anche Pupo a tirar fuori gli scheletri dall’armadio.

″(Sanremo, ndr) è una città con una congenita predisposizione al losco. Intorno al Festival sono nati intrighi, imbrogli, sabotaggi.″[...] ″Fino a 10 anni fa si compravano e si vendevano le posizioni fino a 10 minuti dalla fine. Oggi forse si usano trucchetti diversi, si modifica la scaletta per avvantaggiare qualcuno, si tenta di condizionare il televoto, ma non di più. Di Sanremo non importa più niente a nessuno. Se oggi la gara è pulita è solo perché non girano soldi. E dove non ci sono soldi non c’è neanche corruzione.″