Nicola Savino



27
novembre

UN MINUTO PER VINCERE IN ONDA DOMANI SERA CONTRO IL CONFRONTO DI RENZI E BERSANI

Nicola Savino - Un minuto per vincere

Giovedì scorso ha debuttato con 1.778.000 spettatori pari al 6.70% di share: risultato in linea con la premiere di Pechino Express ma per Un minuto per vincere è già tempo dei primi cambiamenti. Questa settimana il game show condotto da Nicola Savino cambia serata di programmazione e passa al mercoledì sera. La seconda puntata andrà, quindi, in onda domani sera alle 21 su Rai2.

La decisione è stata presa nelle ultime ore dopo che il palinsesto di Rai1 è stato stravolto per accogliere il confronto tra Matteo Renzi e Pierluigi Bersani in vista del ballottaggio delle primarie di domenica. Rimandata a data da destinarsi la produzione d’intrattenimento dedicata a Domenico Modugno “Credo che un sogno così…” condotta da Massimo Giletti (gli spot indicano ora un generico prossimamente), Rai2 ha deciso di far respirare il suo nuovo programma, “stritolato” nella concorrenza del giovedì sera.

Giovedì, infatti, andrà in scena la semifinale di X Factor, il finale della fiction Un passo dal cielo 2 con Terence Hill (ultima puntata oltre i 7 milioni di spettatori), oltre che Santoro su La7. Sul secondo canale la serata rewind di Criminal minds passa, invece, dal mercoledì al giovedì.




22
novembre

UN MINUTO PER VINCERE: NICOLA SAVINO TORNA SU RAI2 CON IL GAME SHOW GIA’ TESTATO DA MAX GIUSTI

1 Minuto per Vincere

Messa in panchina L’Isola dei famosi, Nicola Savino ritorna in prima serata su Rai2 con un “nuovo” game show. Nuovo (tra virgolette) perchè Un minuto per vincere è già stato testato nel preserale di Rai1 da Max Giusti e ora rispolverato per il giovedì sera del secondo canale a partire da questa sera per 5 puntate. “Un programma molto popolare – lo definisce il direttore di rete Pasquale D’Alessandro - che Savino saprà trasformare nelle sue corde ironiche“.

Il format è molto semplice: i concorrenti devono superare delle prove fisiche e di abilità in 60 secondi per aggiudicarsi un montepremi che va da 1.000 fino ad un massimo di 500.000 euro in gettoni d’oro. Ma per arrivare al traguardo finale servirà abilità, concentrazione e… tanto allenamento. Nella prima puntata i concorrenti si cimenteranno in diversi giochi tra i quali l’aerobico “Diavolo in me”, dove occorre totalizzare 500 o più passi usando 4 contapassi attaccati a gambe e braccia, il goloso “Una ciliegia tira l’altra” nel quale il concorrente deve soffiare su 3 ciliegie legate a tre fili e farle dondolare fino portarle alla bocca e mangiarle e “Cocktail Matto” in cui il concorrente deve far rimbalzare sul pavimento una pallina da ping pong e raccoglierla al volo con un bicchiere.

Giochi che anche il direttore di Rai Intrattenimento, Giancarlo Leone, ha testato in conferenza stampa (qui il video): “Giancarlo da Roma”, come lo ha chiamato Savino, ha superato le prove tra gli applausi della Sala degli Arazzi di Viale Mazzini. “Cercherò di essere ironico – sottolinea Savino – ma non mi sfugge che i concorrenti, in questi tempi di crisi, verranno nella speranza di vincere soldi“. Oltre ai concorrenti, anche Savino dovrà superare una prova: totalizzare un buon risultato d’ascolto senza far rimpiangere Pechino Express che ha viaggiato su una media dell’8% di share nella non facile serata del giovedì:


22
novembre

NICOLA SAVINO SI “CANDIDA” PER QUELLI CHE: IO AMO IL CALCIO E LO CONOSCO, VICTORIA CABELLO NO

Nicola Savino

Dalle soddisfazioni per l’Isola dei Famosi 9 a Un Minuto per Vincere, al via stasera in prima serata su Rai 2. Per Nicola Savino l’impresa – neanche tanto ardua, ad essere sinceri – di non far rimpiangere il giovedì targato Pechino Express, che ha chiuso sette giorni fa regalando all’ex serata santoriana una media di 2 milioni di spettatori e uno share del 7.82%. Numeri ben lontani dallo storico reality della rete che, a detta del conduttore, pare non sia del tutto naufragato:

L’Isola non è stata cancellata, ma solo congelata - dichiara Savino in un’intervista a Libero - Mi spiace che quest’anno non ci sia (…) Poi, però, mi sforzo di ragionare in un’ottica aziendale: la Rai è il servizio pubblico e non può badare solo agli ascolti; secondo me è giusto non mandare su un’isola con chiappe al vento un gruppo di vip, mentre il Paese è in crisi. C’è bisogno di sobrietà”.

Sorvolando sul concetto di sobrietà (Pechino Express è tanto più sobrio dell’Isola dei Famosi?), Nicola Savino dichiara che guiderebbe al volo il “carrozzone” Quelli Che, altro programma di Simona Ventura, finito però nelle mani di un’inesperta Victoria Cabello. E il motivo è semplice. Lui ha la “patente” per condurlo:





18
novembre

QUELLI CHE: LA CABELLO IRONIZZA SUGLI ASCOLTI DI CIELO, SAVINO SCONSIGLIA SERVIZIO PUBBLICO (MA NON X FACTOR)

Victoria Cabello in versione Minetti

Victoria Cabello in versione Minetti

Grasse risate oggi a Quelli che con Victoria Cabello e Nicola Savino, che non si sono posti particolari problemi a lanciare frecciatine – mascherate dalla solita vela ironica che li contraddistingue – alla concorrenza per promuoversi a vicenda. La prima ha dato il meglio di sè durante il momento dedicato al confronto televisivo delle primarie del centrosinistra, ribattezzato per l’occasione lo Strama Confronto su Stra TG 24 con gli interventi del finto Stramaccioni.

E tra le risate dei commensali, durante una gag con il Trio Medusa la conduttrice ha chiesto lumi sugli ascolti del confronto, ma solo perché “quella rete (con ogni probabilità Cielo, ndDM) non la guarda nessuno”. Che, a dire il vero, sapeva molto di frecciata al diretto competitor, che vede alla guida proprio la “ex” di Quelli che il calcio, Simona Ventura. Non che la Cabello abbia tutti i torti, anzi, se non fosse che lei stessa è dovuta ricorrere, ai fini degli ascolti, alla segmentazione del programma per separare la disastrosa prima parte (Quelli che aspettano, ben due ore di trasmissione) dalla seconda (Quelli che).

Savino invece per promuovere il game show targato Magnolia Un minuto per vincere, in onda su Rai2 da giovedì prossimo al posto di Pechino Express, ha fatto un appello ai telespettatori di Quelli che affinché evitino almeno il giovedì sera l’informazione politica, ovverosia Servizio Pubblico su La7. Dimenticando però che il vero problema di Rai2 al giovedì sarà rappresentato da Italia 1 in prima battuta (che però non propone intrattenimento), ma anche da X Factor su SkyUno (anch’esso Magnolia) – su cui però nessuno casualmente si è permesso di ironizzare.


30
ottobre

DM LIVE24: 30 OTTOBRE 2012. A SAVINO GLI RODE, NOVANTA MINUTI SU RAISPORT 1

Nicola Savino

Nicola Savino

>>> Dal Diario di ieri…

  • Novanta minuti su Rai Sport 1

Valerio ha scritto alle 09:20

“Parte lunedì 29 ottobre alle 17.00 su Raisport 1 il nuovo programma di RaiSport ‘Novanta Minuti’. Condotto e ideato da Enrico Varriale affiancato da Valeria Ciardiello, ‘90 Minuti’ sarà il nuovo appuntamento di informazione e approfondimento per tutti gli appassionati di sport. Ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 19.00, ‘Novanta Minuti’ tratterà i principali temi sportivi del giorno con ospiti e opinionisti. All’interno programma, oltre all’informazione e al talk show sportivo, spazio a tante nuove rubriche per vivere e conoscere il mondo dello sport a 360°. ‘Novanta Minuti’ sarà anche la trasmissione dove i telespettatori potranno continuamente interagire con lo studio e i suoi ospiti attraverso i principali social network per entrare sempre nel vivo del dibattito. Nella prima puntata di ‘Novanta Minuti’, ospite della nuova rubrica ‘Libro e pallone’ creata in collaborazione con l’Associazione Italiana Calciatori, sarà il Presidentre dell’Aic Damiano Tommasi. Durante lo spazio dedicato al talk show, si parlerà di Serie A con il neo allenatore del Genoa Gigi Del Neri”. (Fonte: Digital-Sat.it)

  • A Savino gli rode!

Gah! ha scritto alle 14:57

Nicola Savino, ospite del Cristina Parodi Live: “Detto senza perifrasi, mi rode il c…o che abbiano chiuso l’Isola dei Famosi”.





17
aprile

NICOLA SAVINO A DM: CE L’HO DURO MA NON SOPPORTO I PROCLAMI. HO VINTO NON ACCENDENDO MATERIALE ALTAMENTE INFIAMMABILE.

Nicola Savino

E’ andata avanti così per 11 settimane: non riuscivo mai a dormire ed ero costretto a svegliarmi alle 8“. No, Nicola Savino non era agitato per la conduzione del reality show della seconda rete della tv di Stato, ma proprio durante le settimane di messa in onda ha dovuto fare i conti con i lavori in atto sulla parete della sua camera da letto. A fargli fare, invece, i conti con la nona edizione dell’Isola dei Famosi, ci pensiamo noi che l’abbiamo portato su DM per un bilancio post-isolano.

E’ stata un prova importante…

Moltissimo. Ma l’ho affrontata con molta rilassatezza, visto che una chance all’Isola il telespettatore la dà sempre. Con un cast così e con le nostre astuzie era difficile non guardarla. E alla fine ce l’abbiamo fatta, nonostante tutti dicessero il contrario. La cosa che mi stupisce è che a volte ci sono delle ciambelle che riescono perfettamente col buco: è andata esattamente come volevano. La torta l’hanno fatta D’Alessandro (direttore di Rai 2, ndDM), Marano (vice DG Rai) e Magnolia; io sono un ingrediente. E sono felice e orgoglioso di aver fatto vincere loro questa scommessa.

Come si è arrivati alla scelta Savino?

Ci pensavo ancora oggi e… non lo so! Pasquale D’Alessandro non mi ha mai detto niente, in quanto non era sicuro. Me l’ha detto tra la fine di novembre e i primi di dicembre, quando ormai c’era la certezza.

Prima c’erano delle indiscrezioni…

In televisione è vero tutto e il contrario di tutto. E’ come il calciomercato, spesso si dice ‘bianco’ ma si decide ‘nero’; sono lusingato sempre delle voci che mi riguardano, ma dentro di me non ci credo. E poi la mia vita è organizzata per più del 50% su una ‘routine radiofonica’ che va avanti da 25 anni; quindi mi sposta poco il fare un programma televisivo.

Ma professionalmente cambia tanto, invece…

Cambia tantissimo, si cresce, si fanno nuove esperienze. Ma non lo vivo con l’ansia di arrivare a fine mese.

Come sei entrato e come sei uscito dall’Isola dei Famosi?

Sono entrato tenendo un basso profilo, in punta di piedi. Nella puntata finale, invece, ero più vicino a ciò che sono realmente. Quando prima ti parlavo di ‘arguzie nostre’ c’era anche questa. Essere un po’ più ironici, non entrare tanto nelle discussioni…

Non pensi che l’ironia ammazzi quelle ‘dinamiche da reality’ che appassionano il pubblico?

E’ tutto un gioco di pesi diversi e di diversi linguaggi. Fai un po’ di ironia, poi riesci a ritornare serio, anche semplicemente con dei cambi di tono, e risulti più liturgico. L’importante è non buttare in vacca quei momenti lì.

Io mi sarei divertito a cavalcare quei momenti…

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


2
aprile

NICOLA SAVINO SPIEGA LA RIUSCITA (O LA MANCATA ESPLOSIONE?) DELL’ISOLA 9 E SI CANDIDA PER LA DECIMA EDIZIONE

Isola dei Famosi 9 - Nicola Savino

Si chiude giovedì sera l’Isola dei Famosi numero nove. Un’edizione che resterà sicuramente nella storia del reality di Rai 2; vuoi per l’assenza di Simona Ventura, vuoi per il ritorno sul “luogo del delitto” di alcune vecchie glorie e per la presenza di un bel gruppetto di “prepotenti” Eletti, il programma è riuscito nell’intento di non passare inosservato. E i meriti vanno anche al “neo-patentato” Nicola Savino, per la prima volta alla guida di uno show che conta:

“Su di me c’erano i fucili puntati – dichiara in un’intervista a Il Giornale – Io ho mantenuto sempre un basso profilo, perchè è nella mia natura e perchè quando ci si mette nella casa di un altro bisogna stare ancor più attenti. E penso che tutto questo abbia pagato. Contro ogni pronostico, avevano ragione i dirigenti Rai e Magnolia (la casa di produzione) a puntare su di me”.

Tornato in grande spolvero il daytime – capace di toccare anche i 3 milioni di spettatori (non succedeva dal 2008) – resta forse l’amaro in bocca per le puntate serali, inchiodate ad una media di quasi 3 milioni e mezzo di affezionati (share del 14.88%). Un risultato più che dignitoso, ma che, a conti fatti, suona come un’occasione sprecata per un’Isola che poteva dare (e ottenere) molto di più. Savino spiega le ragioni della riuscita del programma… che testimoniano, invece, il perchè della sua mancata esplosione:


3
febbraio

ISOLA DEI FAMOSI 9, CRISTIANO MALGIOGLIO CHIAMATO RICCHIONE DA APICELLA UMILIA SAVINO: LA VENTURA MI AVREBBE PROTETTO. NON SIAMO AL GF

Cristiano Malgioglio - ©Frezza La Fata per DM

Se a Lei non piacevano i reality dopo questa puntata di autentico delirio la Rai molto probabilmente accompagnerà per l’ultima volta questo genere di spettacolo al tramonto. E’ successo di tutto, ma il vero caso è scoppiato a fine puntata costringendo la trasmissione a sforare. Per Nicola Savino una puntata dell’Isola dei Famosi al fulmicotone.

La furia che ha preso piede facendo saltare gli schemi già precari del gioco porta il nome di Cristiano Malgioglio, irritato dall’incredibile inabissamento di toni che ha raggiunto il programma. A suo dire è tutta colpa degli eletti, la categoria di provocatori arruolati nel cast per tenere alta la tensione e il ritmo. Il detonatore? Mariano Apicella, reo di averlo appellato durante la settimana ‘ricchione‘.

A nulla è valsa la pronta precisazione di Luxuria che ha cercato di salvare capre e cavoli, tanto che Cristiano annuncia a Nicola Savino:

“Io stasera lascio l’Isola dei Famosi. Mi meraviglio di te perchè Simona Ventura non si sarebbe mai comportata così, con queste volgarità. Sono venuto all’Isola dei Famosi per fare una grande Isola, per dimostrare il meglio di me stesso, ma non mi piace tutto questo. [...] Per queste volgarità me ne vado via.