Morte



22
dicembre

UOMINI E DONNE OVER: E’ MORTO GIUSEPPE

Giuseppe

E’ morto Giuseppe, cavaliere del trono over di Uomini e Donne. A dare la notizia della scomparsa dell’arzillo vecchietto è il sito ufficiale della trasmissione pomeridiana di Canale 5. In homepage si legge:

Ci mancherai tanto. Noi speriamo, in questi anni, di averti regalato un po’ di vita, tu ci hai regalato tanti sorrisi. Un bacio da tutti noi: Maria e la Redazione di Uomini e Donne.”

E c’è da scommetterci: Giuseppe mancherà tanto anche al pubblico della trasmissione, che l’ha seguito ogni settimana in tv per oltre due anni. Era il personaggio forse più emblematico del nuovo corso del dating show di Maria de Filippi per le numerose ‘conquiste amorose’ a discapito della sua età ormai avanzata.




18
dicembre

DM LIVE24: 18 DICEMBRE 2012. GRAVI INTERFERENZE SUL SEGNALE RAI IN PIEMONTE E LOMBARDIA, DMAX ANCHE SU TIVUSAT, CI SALUTA FEBO CONTI

DMax

DMax

>>> Dal Diario di ieri…

  • RAI: gravi interferenze segnale in Piemonte e Lombardia

Da ieri mattina in numerose aree del Piemonte e della Lombardia il segnale della Rai è disturbato da una televisione locale, come certificato dall’Ispettorato territoriale del ministero competente, impedendo a molti cittadini di vedere i programmi del Servizio Pubblico. Rai ha chiesto alle autorità competenti di intervenire prontamente per ripristinare la visione dei progammi del Servizio Pubblico. Le trasmissioni sono, comunque, visibili su piattaforma satellitare.

  • DMAX anche su Tivusat

A partire da lunedì 17 dicembre,  DMAX sarà disponibile anche su TIVUSAT, la piattaforma satellitare gratuita, al numero 28 del telecomando.

  • Ci saluta pure Febo Conti

tania ha scritto alle 13:31


14
ottobre

BEAUTIFUL SHOCK: STEPHANIE MORIRA’ A DICEMBRE

Una scena di Beautiful

Stephanie Forrester morirà. Bradley Bell, capo sceneggiatore di Beautiful, ha scelto l’epilogo più drammatico per l’uscita di scena della matriarca della soap. Dopo 25 anni di lotte, sofferenze e liti a dicembre (in America) il personaggio interpretato da Susan Flannery dirà addio per sempre ai numerosi telespettatori della saga dei Forrester. La morte di Stephanie – causata dal cancro – darà vita ad una storyline celebrativa che non ha eguali nella storia di The Bold and The Beautiful.

“…Il nostro obiettivo primario è di onorare sia Stephanie che Susan e dare a chiunque guardi qualcosa di bello da ricordare per tanto tempo”* (the primary goal is to honor both Susan and Stephanie and to give anyone who watches something beautiful to keep with them for a long time to come)

Ha rivelato Bradley Bell che, intervistato da Tv Guide, ha fornito dettagli sul drammatico addio:

“Lei riceve la notizia che il cancro si è diffuso (la puntata è andata in onda lo scorso 12 ottobre 2012 in Usa, ndDM) e che non ci sono chance di sopravvivere. Stephanie è stata sempre una donna di grande forza e carattere ed è determinata ad affrontare questo a modo suo. Lei non vuole lacrime e facce lunghe, vuole una celebrazione della sua vita… Dopo lo shock iniziale per la diagnosi, si trova subito uno scopo – il party – che diventa la sua ossessione. Lei vuole che tutti la ricordino in forma…”* (She receives the diagnosis that the cancer has spread and that there is no chance for survival. Stephanie has always been a woman of great strength and character and she’s determined to deal with this in her own way. She doesn’t want tears and long faces — she wants a celebration of her life… After the diagnosis there is some initial shock, but she is quick to create a purpose — the party — and that becomes her obsession. She wants everyone to remember her in peak form…)





25
luglio

I JEFFERSON: MUORE A 74 ANNI SHERMAN HEMSLEY, INTERPRETE DI GEORGE

Sherman Hemsley

Sherman Hemsley, il burbero George Jefferson dell’omonima serie televisiva targata CBS, si è spento ieri all’età di 74 anni per cause naturali. Secondo TMZ, il corpo è stato rinvenuto dalla sua infermiera che ha chiamato i soccorsi. Rigoroso, truffaldino, ma in fondo dal cuore tenero, il personaggio di George ha appassionato per ben undici stagioni il pubblico statunitense grazie allo spin-off della serie tv Arcibaldo, trasmessa negli anni 80 da Canale 5 e adesso visibile sulla piattaforma Sky su Fox Retro e K2.

La sitcom, scritta da Norman Lear, raccontava il difficile inserimento di una famiglia di colore nella giungla urbana newyorkese, dominata da ricchi bianchi, imprenditori e benpensanti. I riferimenti a tematiche sociali importanti come il razzismo e l’analfabetismo e a ironici connotati politici erano il marchio di fabbrica de I Jefferson, riusciti a sensibilizzare l’opinione pubblica con il mezzo comunicativo più efficace che esista: la risata.

Malgrado il grande successo riscontrato nel corso degli anni, la serie fu cancellata improvvisamente per bassi ascolti nel corso dell’undicesima stagione senza che il cast fosse stato avvertito. Lo stesso Sherman Hemsley apprese della soppressione dei Jefferson dai giornali. Da allora l’attore si dedicò a numerosissime partecipazioni seriali fra cui Lois & Clark – Le nuove avventure di Superman e Il principe di Bel Air, anche se il suo volto e la sua persona sono sempre state associate all’irriverente George.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


15
luglio

DM LIVE24: 15 LUGLIO 2012. BELEN NON HA REGISTRATO COME BRAND LA FARFALLINA, FRANZONI NON PAGA – TAORMINA VUOLE LA VILLETTA, MORTO IL FIGLIO DI STALLONE

Diario della Televisione Italiana del 15 Luglio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Morto Sage Stallone

tinina ha scritto alle 08:41

Sage Stallone, figlio trentaseienne di Sylvester Stallone, è stato trovato morto nella sua casa a Hollywood. Lo riferisce la catena Nbc sulla base di fonti della Polizia di Los Angeles. Secondo altri media Usa causa del decesso sarebbe una overdose di farmaci e gli investigatori starebbero vagliando l’ipotesi di un suicidio. Sage Stallone, secondo il suo legale, George Braunstein, in questo periodo «era in buono stato di salute e psicologico, stava pensando di sposarsi e lavorava ad un gran numero di progetti cinematografici». Sylvester Stallone ha appreso la notizia della morte del figlio, avuto dalla sua prima moglie, Sasha, durante un tour di promozione del film ‘I mercenari 2′ ed è «sconvolto e devastato dal dolore per l’improvvisa scomparsa», secondo una nota diffusa dalla sua agente. Sage ebbe una parte in Rocky 5, in cui interpretò proprio il figlio di Sly. (IlMessaggero.it)

  • L’avvocato Taormina vuole la villetta di Cogne

tinina ha scritto alle 08:44

«Cogne mi ha portato jella, mi ha dato una marea di seccature. Dalla famiglia Franzoni non ho guadagnato manco un euro. Anzi, sto per fare un’azione giudiziaria contro la Franzoni, voglio sequestrare la villa di Cogne. Mi devono dare circa 800 mila euro». Lo dice a “La Zanzara”, su Radio24, Carlo Taormina, ex deputato di Forza Italia, che è stato uno dei difensori di Annamaria Franzoni nella vicenda di Cogne e della morte del piccolo Samuele. «E chi se la prende più quella casa se non la prendo io? – dice Taormina – se mi pagano la casa se la tengono, altrimenti la prendo io. Se lei non ottempera a un contratto alla fine va incontro a un pignoramento. Per me resta innocente, però mi deve dare i soldi. C’è la casa. È una bella casa ma è maledetta, non ci dormirei mai. Se la prendo la rivendo subito». (IlMessaggero.it)

  • Belen non registra la farfallina

tinina ha scritto alle 13:46





15
aprile

LA MORTE DI MOROSINI, LA REAZIONE DEI PROGRAMMI SPORTIVI E LE DISCUTIBILI SCELTE DI SKY SPORT24

Piermario Morosini (via Sky.it)

Niente gol, niente striscioni, niente esultanze o imprecazioni. Nessuna scommessa ne fantacalcio, nessuna polemica su fuorigioco o gol fantasma. E ancora niente Cabello, niente 90°minuto, perfino Ilaria D’Amico resta in panchina nella domenica più triste degli ultimi anni. La morte di Piermario Morosini, scomparso ieri pomeriggio nel corso del match di Serie B Pescara-Livorno a soli 25 anni, provoca lo spegnimento del circo mediatico che ogni domenica ruota intorno al nostro calcio e offre l’occasione di riflettere in silenzio su argomenti come defibrillatori e tempestività delle cure mediche.

Stravolti, come ovvio, i palinsesti delle tv che costruiscono la programmazione intorno a ciò che accade sui campi della Serie A: Rai2 ha sostituito Quelli che il calcio con uno speciale Stadio Sprint mentre 90°minuto non andrà in onda; Sky Sport punta forte sul calcio estero (Liga e Premier League) e mette in campo l’immancabile puntata speciale di Sky in Campo che ospita il cardiologo Bruno Carù, già presente ieri in collegamento a Sky Sport24.

Proprio sulla all news della pay tv satellitare è doveroso spendere due parole per come è stato affrontato l’argomento. Premesso che i conduttori del tg trasmesso dal canale 200 avevano il compito più difficile, essendo chiamati a capire quel che stava succedendo sul campo dello stadio “Adriatico” di Pescara e contemporaneamente a informare in diretta e con la massima delicatezza gli spettatori, ciò che non si può giustificare è invece l’ossessiva (proprio perchè si tratta di una all news in onda per 24 ore di fila) riproposizione delle drammatiche immagini di Morosini, della sua caduta e dei – purtroppo vani – tentativi di alzarsi. Perchè la continua messa in onda di quelle immagini che non sono state risparmiate nemmeno ai telespettatori della notte (dall’1 alle 7 del mattino vanno in onda repliche delle edizioni precedenti)?


1
marzo

CHE COMMOZIONE CHE TENEREZZA… (BALLA BALLA BALLERINO)

Lucio Dalla

Prima di iniziare a “far parlare il mio cuore“ perché sarebbe errato dire “prima di iniziare a scrivere” questo articolo, vorrei fare una piccolissima premessa: avrei voluto intitolare questo articolo  “Caro Lucio ti scrivo”, forse scontato ma diretto ed esaustivo. Poi mi sono ricordato che nel testo di “Balla balla ballerino” lui, Lucio, chiosava cantando Che commozione che tenerezza” esattamente la conditio nella quale ci troviamo un po’ tutti, addetti ai lavori e non. Ma con il titolo di questa canzone (“Balla balla ballerino”) il Maestro ha inconsapevolmente ricordato la triste dipartita di un amico di tutti noi, un ballerino conosciuto da tutti come Er Califfo, Fabio Benedetti, un grande professionista, morto ieri anche lui stroncato da un infarto. E lui, Lucio il poeta, è stato grande anche in questo, attraverso la sua musica e la sua poesia, ha inconsapevolmente permesso di ricordare una persona amata da tutti, forse conosciuta da pochi ma che credo meritasse di avere l’onore di essere citato in un articolo.

Non ero amico di Lucio Dalla, sarei un venditore di fumo, ma l’ho conosciuto per lavoro 5 o 6 volte al Festivalbar, con Maurizio Costanzo, con Fiorello e a Buona Domenica. Ecco, quelle volte che ci siamo incontrati per lavoro mi sono bastati per capirne la grandezza.

Quando lo incontravi la prima volta veniva spontaneo parlarci normalmente perché lui era così, senza barriere, una persona gentile, sorridente che non faceva distinzioni dei ruoli: autori, conduttori, macchinisti per lui erano tutti uguali. Era l’anno 1997 venne a Buona Domenica a cantare “Canzone “ scritta da Samuele Bersani e quando entrò in studio e vide Costanzo, si salutarono calorosamente poi girandosi disse a tutti i presenti:

Lui, quando non mi voleva nessuno perchè ero brutto, piccolo, calvo e peloso fu l’unico che mi invitò al Costanzo Show e mi dette l’opportunità di andarci più volte a parlare della mia musica e dei miei interessi”.

Costanzo, arricciandosi i baffi, si ritrasse e gli rivolse un sorriso pieno di affetto.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


12
febbraio

E’ MORTA WHITNEY HOUSTON. SI E’ SPENTA AL BEVERLY HILTON, ERA ATTESA AI GRAMMY

Whitney Houston è morta (nella foto: ad X Factor in Italia)

La cantante americana Whitney Houston è morta sabato pomeriggio all’età di 48 anni. Lo comunica il suo portavoce Kristen Foster.

Il luogo e le cause della morte non sono chiare, aveva dichiarato la Foster all’agenzia Associated Press. E’ il tenente Rosen della polizia di Beverly Hills a fare un po’ di luce sull’accaduto informando la stampa che il decesso è stato constatato alle 15:55 nella stanza della cantante, al quarto piano del Beverly Hilton Hotel. E’ stata la sicurezza dell’albergo a chiamare il 911 (il nostro 113, ndDM) alle 3:43 del pomeriggio ma in albergo era già presente del personale paramedico per una festa dei Grammy che ha cercato senza successo di rianimare la cantante. La polizia sta indagando ma, al momento, non ci sono segni di alcun intento criminale.

La morte della Houston arriva alla vigilia della cerimonia dei Grammy Awards che si terrà questa sera. E sembra che la Houston avrebbe dovuto prendervi parte. Il suo manager storico Clive Davis aveva dichiarato all’Associated Press che “E’ la sua notte preferita dell’anno … e chissà che alla fine della serata…“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,