Mediaset Premium



18
agosto

SPORT MEDIASET 2014/2015: SU CANALE 5 IL BIG MATCH DI CHAMPIONS LEAGUE IN ESCLUSIVA E LA NOVITA’ HEROES. ARRUOLATO CANNAVARO

Sport Mediaset

Con il fischio d’inizio della Premier League su Fox Sports è scattata ufficialmente anche la stagione tv 2014/2015 per lo sport sui canali Mediaset. E’ il calcio, inevitabilmente, il punto di forza dell’offerta del Biscione, che si arricchisce quest’anno di quattro nuovi volti provenienti dal rettangolo verde di gioco: Fabio Cannavaro, Alessio Tacchinardi, Antonio Di Gennaro e l’ex arbitro Andrea De Marco.

Offerta Sport Mediaset 2014/2015: su Premium l’esclusiva dell’Europa League

Andiamo a conoscere nel dettaglio la programmazione, a cominciare dall’offerta riservata agli abbonati Mediaset Premium, che comprende la messa in onda di tutte le partite in casa e in trasferta di 12 squadre della Serie A di calcio: Juventus, Milan, Inter, Roma, Napoli, Lazio, Verona, Fiorentina, Atalanta, Genoa, Torino e Palermo. A queste vanno aggiunti gli anticipi, i posticipi e le due migliori partite della domenica pomeriggio. Inoltre, c’è anche la Serie B, che Premium Calcio coprirà garantendo gli anticipi del venerdì, i posticipi del lunedì e, con “Dirette Premium Serie B” del sabato, il meglio live da tutti i campi.

L’offerta di Mediaset Premium, poi, è arricchita ogni giovedì dall’esclusiva dell’Europa League: tutte le partite delle squadre italiane, le migliori di quelle straniere e “Diretta Europa League” per vivere live quanto succede sui campi. Confermati gli appuntamenti con La Tribù del Calcio (la rubrica sul calcio di ieri e di oggi, ogni venerdì in seconda serata), La moviola è uguale per tutti (con Simone Malagutti e Graziano Cesari ogni lunedì alle 23.00), le tre edizioni del tg sportivo (tutti i giorni alle 14.00, 18.30 e 00.00) e nuovi approfondimenti come The Legend (per raccontare le grandi storie di calcio in prima serata). Gli abbonati, infine, godranno della ricca offerta sportiva dei canali Fox Sports, Eurosport ed Eurosport 2.




1
agosto

MEDIASET PREMIUM, LISTINO PREZZI 2014/2015: BASE DI PARTENZA PIU’ ALTA DI SKY MA INCLUDE CINEMA O SPORT/CALCIO

Mediaset Premium

Mediaset Premium

Dopo aver dato uno sguardo ai prezzi degli abbonamenti a Sky, ci spostiamo ora alla concorrenza targata Mediaset. Mediaset Premium, complice la meno varietà della propria offerta, sembra più generosa con il listino prezzi in vigore.

Mediaset Premium Listino Prezzi 2014/2015 – Abbonamenti

Tutti gli abbonamenti attuali includono i canali Serie e Doc, Premium Play e l’alta definizione, visibili però solo con l’aggiunta di uno dei pacchetti Premium, e prevedono un corrispettivo iniziale pari a 59 euro una tantum. Con Cinema e il Decoder Premium HD il costo è di 26 euro al mese (la base di partenza di Sky è di 19 euro a fronte di canali parzialmente diversi per quantità e area tematica e dell’assenza dell’alta definizione), stesso prezzo per Calcio e Sport mentre l’offerta totale – con Cinema, Calcio e Sport – ha un costo di 36 euro al mese. Se a queste ultime due offerte si vuole aggiungere il decoder Premium HD bisogna versare altri 6 euro mensili, e 50 euro per la consegna dell’hardware. Il pacchetto bambini viene venduto come optional a 5 euro al mese, mentre Infinity a 4.99 euro.

Mediaset Premium Listino Prezzi 2014/2015 – Offerte Abbonamenti

Con le offerte in vigore si risparmia ma solo per i primi 6 mesi (12 se si stipula l’abbonamento online), dopo i quali si paga il prezzo di listino già illustrato. L’abbonamento base con Cinema e Decoder Premium HD ha un prezzo di 19 euro al mese, stesso prezzo per Calcio e Sport mentre per l’offerta totale – con Cinema, Calcio e Sport – sono necessari 29 euro e viene offerto gratuitamente anche Infinity per i primi 4 mesi. Se a queste ultime due offerte si aggiunge il Decoder Premium HD il prezzo è di 6 euro al mese ma la consegna del decoder viene scontata a 20 euro. Si risparmia anche sul corrispettivo iniziale pari a 39 euro invece di 59 e sull’eventuale consegna decoder che passa da 50 a 20 euro.

Mediaset Premium Listino Prezzi 2014/2015 – Ricaricabili


28
luglio

PALINSESTI PREMIUM CALCIO, FOX SPORTS E EUROSPORT AUTUNNO 2014: SERIE A, SERIE B E L’EUROPA LEAGUE E’ IN ESCLUSIVA

Premium Calcio, Fox Sports e Eurosport

Premium Calcio, Fox Sports e Eurosport

Dopo aver dato uno sguardo alle serie tv (qui quelle di Action e Crimequi quelle di Joi e Mya) in onda nella prossima stagione sui canali Premium, ci trasferiamo su un terreno ben più fertile – quantomeno nel Belpaese – ovvero quello del calcio e dello sport, nazionale e internazionale. Trainante sia per Mediaset che per Sky, anche per l’autunno 2014 il calcio sarà la punta di diamante della pay tv di Cologno Monzese, nonostante abbia dovuto rinunciare alla Champions League, in onda su Sky e – con la partita di cartello del mercoledì in esclusiva – su Canale 5, in attesa della stagione successiva di cui Mediaset deterrà l’esclusiva assoluta su tutte le piattaforme.

Partite Premium Calcio autunno 2014. Europa League in esclusiva

Ad allietare i palati degli spettatori calciofili ci dovranno pensare la Serie A e la Serie B. La prima sarà in onda con le partite in casa e trasferta di Inter, Milan, Juventus, Roma, Napoli, Lazio, Fiorentina, Verona, Genoa, Torino, Atalanta e, infine, Palermo. La seconda, invece, solo con gli anticipi e posticipi, mentre le restanti partite andranno in onda su Sky. I tifosi di Fiorentina, Inter e Torino potranno poi godersi anche l’intera Europa League, che sarà in esclusiva sui canali Premium, mentre quelli del Milan potranno gustarsi le amichevoli precampionato, assieme a quelli del Napoli (ma solo in pay per view, per i secondi).

Palinsesti Eurosport autunno 2014

Per quanto riguarda lo sport, a coprire gran parte delle competizioni ci penseranno Eurosport e Fox Sports. Il canale del gruppo Discovery proporrà tra il 25 agosto e l’8 settembre l’US Open in esclusiva, mentre successivamente le fasi finali del Campionato mondiale Superbike e di Motocross per le due ruote, il Campionato Mondiale Turismo e di Rally per le quattro ruote. Ma i campionati mondiali andranno anche oltre i motori: Eurosport proporrà infatti le Coppe del Mondo di gran parte degli sport invernali tra ottobre e novembre e tra febbraio e marzo. Ad ottobre, inoltre, spazio all’Eurocup di basket su Eurosport 2 mentre tra gli appuntamenti imperdibili ci sono anche la Maratona di New York il 2 novembre e i Mondiali in vasca corta dal 3 al 7 dicembre.

Palinsesti Fox Sports autunno 2014





14
luglio

DM LIVE24: 14 LUGLIO 2014. GIANLUCA GRIGNANI ARRESTATO – INZAGHI E TEVEZ TESTIMONIAL DI MEDIASET PREMIUM

Inzaghi - Mediaset Premium

Inzaghi - Mediaset Premium

Grignani arrestato

Principessa_Vespa ha scritto alle 20:07

(da Ansa) Gianluca Grignani è stato arrestato questa notte dai carabinieri di Riccione per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il cantautore milanese, 42 anni, è in vacanza a Riccione con la moglie e i 4 figli da un mese e ha preso a calci due carabinieri. Ieri sera intorno alle 20.30, la moglie ha chiamato i carabinieri perché Grignani, in preda ad alcol e droga, dava in escandescenza e la situazione stava diventando pericolosa. Un militare è stato buttato giù dalle scale.

Nella casa presa in affitto a Riccione, oltre alla moglie e ai figli, il più grande ha otto anni, il più piccolo due, ci sarebbe stato anche un cugino del cantante che vive a Riccione. All’arrivo dei carabinieri, però, il cantante non solo non si è calmato, ma addirittura è sceso in strada e ha tentato di scappare entrando in un hotel vicino. Ancora fuori di sé, Grignani ha scaraventato per le scale dell’hotel un carabiniere e ha tirato calci, ferendo ad una gamba, ad un altro militare. Alla fine, i carabinieri di Riccione sono riusciti a calmare Gringani che è stato prima accompagnato al Pronto soccorso del “Ceccarini”, dove i sanitari l’hanno sottoposto a flebo calmanti, poi quando è stato dimesso è stato portato in caserma dove intorno alle tre di notte è stato formalmente arrestato. Grignani, difeso dall’avvocato Mastracci, del Foro di Rimini, è a casa, tecnicamente per detenzione domiciliare cautelare, e sarà giudicato per direttissima in Tribunale a Rimini.

IL CANTANTE CHIEDE SCUSA, MA NON HO SPINTO NESSUNO – In seguito alla notizia dell’arresto, Gianluca Grignani sottolinea di non aver “spinto nessun carabiniere giù dalle scale” e chiede “sentitamente scusa” ai militari intervenuti sul posto per il comportamento assunto. E’ quanto si legge in una nota dell’ufficio stampa del cantante. I militari dell’Arma – precisa la nota – “sono intervenuti su segnalazione del cugino (unico presente al momento dell’accaduto) di Grignani, il quale, in stato confusionale dovuto a una forte crisi di panico, ha reagito all’intervento in modo sconclusionato”.


7
luglio

MEDIASET PREMIUM: TELEFONICA NUOVO PARTNER. E IN SPAGNA IL BISCIONE ESCE DAL MERCATO PAY

Telefonica nuovo partner Mediaset Premium

Telefonica nuovo partner Mediaset Premium

Ora è ufficiale: Mediaset Premium diventa una pay tv internazionale. O meglio, rimarrà ben salda – almeno per il momento – nelle mani di Mediaset ma vedrà l’ingresso di soci esteri, pronti ad investire nella piattaforma di Cologno complice forse l’acquisizione dei diritti televisivi della Serie A recentemente vinti dal Biscione all’asta, che si è assicurato le 8 squadre “top” in esclusiva, rivendendo invece le restanti 12 (escludendo la Roma che sarà un jolly condiviso) a Sky. Ad entrare in Premium, per ora, è solo la spagnola Telefonica, già primo azionista di Telecom, che investirà 100 milioni di euro acquistando l’11% della nuova società.

Telefonica nuovo socio di Mediaset Premium

Così ha anticipato Pier Silvio Berlusconi in un’intervista al Corriere della Sera, dove ha anche precisato che, comunque, Telefonica non sarà l’unico investitore estero. Mediaset sta infatti discutendo anche con altri partner – Al Jazeera e Vivendi in primis, ma non sono escluse delle sorprese – interessati alle attività pay del gruppo, come peraltro vociferato da diversi mesi, che varrebbero la bellezza di 900 milioni di euro.

Va d’altro canto segnalato che la pay tv di Cologno non sta vivendo un periodo roseo, tanto che il pareggio di bilancio è stato rimandato “di anno in anno”, nonostante Berlusconi Jr si dichiari assolutamente ottimista in tal senso e, anzi, in riferimento ai presunti 400 milioni di perdite, ha voluto sottolineare che si tratta perlopiù di “investimenti”.

“Altro falso mito. I 400 milioni di perdite dei quali ogni tanto si legge sono in realtà gli investimenti. Lo stesso calcolo cumulato fatto sui conti di Murdoch in Italia, come sa chi conosce bene i bilanci, porterebbe a una cifra quasi doppia.”

Mediaset esce dalla pay tv spagnola, venduta a Telefonica

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





21
maggio

SERIE A 2015-2018: MEDIASET PREMIUM DOVRA’ RINUNCIARE ALLE PARTITE DI ROMA O NAPOLI? SI VA VERSO L’ESCLUSIVA SKY

Roma o Napoli: chi resterà fuori da Mediaset Premium?

Lo scontro tra Sky e Mediaset Premium per l’assegnazione dei diritti tv della Serie A di calcio per il triennio 2015-2018 continua. Un nuovo capitolo, però, ha gettato malcontento dalle parti del Biscione: si tratta del nuovo bando della Lega Calcio che rischia di impoverire l’offerta dei canali Premium, a fronte di un’esclusiva dell’intero campionato sempre più probabile sulla tv satellitare di Rupert Murdoch.

Diritti tv Serie A 2015-2018: una sola emittente avrà tutta la Serie A

Il bando per la Serie A di calcio, relativo alle stagioni 2015-2016, 2016-2017 e 2017-2018, prevede un pacchetto base in esclusiva. I primi due, che sono identici sia per il digitale che per il satellite, fanno riferimento alle partite di otto squadre (e, dunque, di quattro big), per un valore di partenza di circa 273-275 milioni di euro. Il terzo, invece, riguarda l’assegnazione di tutte le altre partite in esclusiva ad un unico operatore, ad un prezzo minimo di 234 milioni di euro. In soldoni, è proprio il caso di dire, l’intera Serie A costerà circa 570 milioni di euro, di cui 70 fanno riferimento ai cosiddetti diritti accessori (vale a dire immagini da bordo campo, dagli spogliatoi, dal tunnel, etc…).

Mediaset Premium, dunque, alla stessa cifra pagata fino ad “oggi”, potrà garantire meno partite (da 324 a 248) e quattro big su cinque. Fatte salve Juventus, Inter e Milan, il nodo da scogliere riguarda Roma e Napoli, che rappresentano comunque una bella fetta di pubblico. A Cologno va fatta una scelta: puntare sui match della squadra giallorossa o su quelli della squadra azzurra? Difficile, infatti, che venga presa anche solo in considerazione l’eventualità di raddoppiare la spesa prevista, visto anche il notevole sforzo economico dovuto all’acquisizione dei diritti tv della Champions League per l’analogo triennio (2015-2018).


1
maggio

SERIE A 2015-2018: E’ SCONTRO TRA SKY E MEDIASET PREMIUM PER L’ASSEGNAZIONE DEI DIRITTI TV

Fedele Confalonieri con Piersilvio Berlusconi

Deliberato l’accordo tra la Lega Calcio e l’advisor Infront, tra pochi giorni scatta l’asta per l’assegnazione dei diritti tv relativi al triennio 2015-2018 della Serie A di calcio, nella quale è atteso un inevitabile testa a testa tra Sky e Mediaset Premium. Tra le due aziende, dunque, è di nuovo scontro, dopo la già delicata questione coppe europee che ha visto la tv del Biscione fare la parte del leone, assicurandosi l’esclusiva della Champions League. E questo è un fattore da non sottovalutare nella nuova gara relativa al campionato.

Diritti tv Serie A 2015-2018: Mediaset chiede una ripartizione equa…

Il timore in casa Mediaset è che la tv di Rupert Murdoch, persa la prestigiosa coppa con le orecchie (garantendosi l’esclusiva della “sola” Europa League), possa non riservare sconti sul fronte diritti tv della Serie A. E per questo motivo, aggiungeremmo noi anche ingenuamente, il presidente Fedele Confalonieri auspica ora una ripartizione equa:

“L’augurio è che la cessione dei diritti della Serie A vada in una direzione di equilibrio tra le due piattaforme concorrenti. Con l’acquisto dei diritti della Champions League per il 2015-2018 abbiamo aggredito un mercato e in particolare un concorrente con molta convinzione. Oggi il panorama dei diritti pregiati è sicuramente più equilibrato”.

…ma Sky non ci sta e medita la vendetta-Champions!


5
aprile

LOW BUDGET: IL SABATO SERA SU STUDIO UNIVERSAL UNA SERIE CHE RACCONTA COME SI FA CINEMA

Low Budget

Se vi piacciono le serie tv ed il cinema ma ancora non avete capito esattamente cosa significano espressioni come “flash back” o “flash forward”, allora forse c’è qualcuno che può aiutarvi. Da oggi – sabato 5 aprile 2014 – su Studio Universal alle 20:30 faranno capolino Antonio (Pisu), Federico (Tolardo), Ciccio (Francesco La Mantia) e Piero (Codrano), i quattro aspiranti attori/sceneggiatori protagonisti di Low Budget.

Low Budget: una nuova serie ogni sabato alle 20:30 su studio Universal

In una sorta di racconto meta-filmico, i personaggi racconteranno in dodici episodi da dieci minuti ciascuno la loro vita di disoccupati perenni a cui finalmente è capitata la grande occasione: l’incontro con un produttore che vuole investire su di loro. Nella ricerca di una sceneggiatura originale da portare in scena, i quattro ripercorreranno i più bei film del cinema americano a cui ruberanno battute e citazioni scoprendo che, però, tutto ciò che inventano finisce per materializzarsi.

La serie, scritta dai due interpreti Antonio Pisu e Federico Tolardo per la regia di Matteo Giangaspro, è una produzione NBC Universal Global Network Italia Srl e I-Mage. Andrà in onda il sabato in prima serata alle ore 20.30 e in replica la domenica alle ore 18.30 ed il martedì alle ore 23.00 sempre sul canale Mediaset Premium. A seguire le anticipazioni di tutti i dodici episodi.

Low Budget: tutti gli episodi