Mediaset Premium



23
luglio

CHAMPIONS LEAGUE IN TV: LA JUVENTUS MAI IN CHIARO. L’IRA DI SKY, IL RISCHIO DI MEDIASET… E LA GIOIA DELLA RAI

Champions League

“Mediaset bluffa. La Juve solo a pagamento non è legale. E voglio vedere come faranno a rinunciare agli introiti della pubblicità in chiaro. Parlava così, qualche settimana fa, Fabio Caressa in occasione della presentazione dei palinsesti di SkySport per la stagione tv 2015/2016. Una stagione che, come noto, non vedrà la Champions League sui canali della pay tv, bensì su quelli di Mediaset, che si è assicurata l’esclusiva della prestigiosa competizione sportiva fino al 2018.

A far discutere, però, è la strategia “acchiappa-abbonati” adoperata dai vertici del Biscione per quanto riguarda le partite in Champions della Juventus, la squadra che notoriamente vanta il maggior numero di tifosi, quindi anche di telespettatori. Mediaset ha deciso che, almeno per l’intera fase a gironi, tutti i match dei bianconeri da settembre a dicembre (in totale sono sei) saranno trasmessi solo a pagamento sui canali Premium. Quest’anno, dunque, non avere un abbonamento significa non guardare la Juventus in coppa.

Il “calendario”, giocoforza, vien da sé: in chiaro – di martedì o di mercoledì, a seconda della programmazione (che verrà stabilita una volta avvenuti i sorteggi dei gironi) – Mediaset trasmetterà un match a giornata soltanto della Roma (o della Lazio qualora dovesse superare i preliminari) su Italia 1, senza scomodare più l’ammiraglia Canale 5.




21
luglio

LIGUE 1 E SCOTTISH PREMIERSHIP IN ESCLUSIVA SU PREMIUM MEDIASET PER TRE ANNI

Ligue 1

Ligue 1

Tutti i match in diretta e gli highlights del campionato francese (Ligue 1) e del campionato scozzese (Scottish Premiership) saranno visibili in esclusiva su Mediaset Premium per il triennio 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018.

Ligue 1 in esclusiva su Premium

La Ligue 1 è disputata da 20 squadre per un totale di 380 partite e l’anticipo del venerdì sera riserva solitamente la partita più attesa del turno. Il campionato francese prenderà il via già venerdì 7 agosto con il big match Lille-Paris Saint Germain. Nella rosa del club parigino numerosi top player internazionali molto noti ai tifosi italiani come Ibrahimovic, Cavani, Lavezzi, Thiago Silva, Verratti, Pastore e David Luiz (al netto dalle anticipazioni di France Football su un forte interessamento del Psg per Cristiano Ronaldo o Neymar). Il giorno dopo, sabato 8 agosto, subito il derby Nizza-Monaco (con il nuovo acquisto El Shaarawy). Come in Italia, a fine campionato i primi tre club della Ligue 1 accedono alla Champions League.

Mediaset Premium si è aggiudicata anche la Coupe de France, equivalente della Coppa Italia, che si svolge per tutta la stagione e il cui vincitore approda all’Europa League.

Scottish Premiership

Scottish Premiership

Scottish Premiership in esclusiva su Premium


20
luglio

PALINSESTI PREMIUM MEDIASET 2015/2016: IL CALENDARIO DI TUTTE LE SERIE TV

Premium Mediaset

Saranno quindici i titoli nuovi – tra serie inedite e nuove stagioni – che Premium Mediaset offrirà ai suoi abbonati a partire da settembre 2015.

Palinsesti 2015/2016, Premium Mediaset: le novità

Si va dalla serie bulgara poliziesca Undercover (Premium Action dal 3 settembre) al drama Chasing Life (Premium Stories dal 4 settembre), storia di una giornalista che affronta la scoperta di un tumore al grido di “cancer sucks”; dal poliziesco dramedy Mysteries of Laura (Premium Stories dal 5 settembre) che vede il ritorno in tv di Debra Messing di “Will&Grace” e presto avrà una versione italiana, alle spy-story ai vertici del potere di Allegiance e State of Affairs (serata a tema su Premium Stories dal 7 settembre), fino all’avvio di Satisfacion (Premium Stories dall’11 settembre), riguardante gli eventi che inducono un tranquillo investitore finanziario a diventare un gigolò dopo aver scoperto la moglie a letto con uno di loro.

Palinsesti 2015/2016, Premium Mediaset: le nuove stagioni

Ci saranno poi, sempre a settembre, le nuove stagioni in anteprima di The Musketeers (la seconda, su Premium Action dal 13 settembre), Murder in the First (la seconda, su Premium Crime dal 16 settembre), Orange Is The New Black (la terza, su Premium Stories dal 17 settembre) in accoppiata con Shameless (la quinta, sempre su Premium Stories dal 17 settembre subito dopo OITNB); The Following (la terza e conclusiva, su Premium Crime dal 21 settembre), Chicago Fire (la terza, su Premium Action dal 22 settembre), Mom (la seconda, su Joi dal 24 settembre), Undateable (la seconda, su Joi dal 29 settembre) e The 100 (la seconda, su Premium Action dal 30 settembre).

Ma ecco l’elenco completo delle serie tv in onda nella nuova stagione tv su Premium Mediaset.

Palinsesti 2015/2016, Premium Mediaset: il calendario





13
marzo

MEDIASET PREMIUM NOVITA’: JOI E MYA DIVENTANO FUN E DRAMA E ARRIVA PREMIUM ONLINE?

Mediaset Premium

Mediaset Premium

Nuova gestione (si fa per dire) e nuovi restyling in arrivo per Mediaset Premium. Con la nascita della società – con Telefonica nuovo socio con l’11% e in attesa di nuovi investitori esteri – , per il Biscione è tempo di rivedere la propria strategia nel segmento pay, anche in vista delle novità calcistiche in arrivo in esclusiva. Con l’acquisto della Champions League per il prossimo triennio, soffiata a Sky a suon di milioni, la piccola pay tv vuole fare la parte da leone e convincere gli abbonati satellitari a passare al digitale terrestre, con l’obiettivo di raggiungere il più in fretta possibile l’agognato e desiderato pareggio di bilancio.

Mediaset Premium – Joi diventa Fun, Mya diventa Drama

Si parte con il rebranding di Joi e Mya, ancora in mano a RTI, che – stando a quanto risulta a Daily Media – dovrebbero cambiare nome in vista dell’ennesimo riposizionamento (più di forma che di sostanza però): Mya potrebbe diventare Drama, e acquisire un taglio più drama (appunto) concentrandosi maggiormente sul pubblico femminile -, mentre per Joi si punta maggiormente sulla comicità, e potrebbe cambiar nome in Fun. Insomma, due nuovi brand assolutamente anonimi con lo scopo di suggerire immediatamente il taglio dei contenuti proposti nei rispettivi palinsesti.

Mediaset Premium – I canali cinema perdono il prefisso. Nuovi canali calcio in HD

Anche sul versante cinema diverse le ipotesi in campo, come rivelato da E-duesse: tutti i canali dovrebbero definitivamente perdere il prefisso Premium o Premium Cinema, lasciando invariati i brand già assegnati anzitempo con il lancio della nuova offerta. Per quanto riguarda il calcio, allo studio vi sarebbero invece dei nuovi canali dedicati alla Champions League (questi insieme alla Serie A in capo invece a Mediaset Premium SpA), oltre al fatto che si punterà maggiormente sull’alta definizione con l’acquisto di nuova banda.

Nasce Premium Online, ispirato a Sky Online

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , , ,


21
gennaio

CHAMPIONS LEAGUE 2015/2018: MEDIASET CONFERMA L’ESCLUSIVA ED ATTACCA (SKY?)

Uefa Champions League

Da un po’ di tempo in Italia il calciomercato più avvincente ed interessante lo fanno le tv, più che le squadre. I diritti televisivi per la trasmissione dello sport più amato e seguito animano scontri e battibecchi tra Sky e Mediaset Premium particolarmente cari ai tifosi-abbonati, ansiosi ogni stagione di conoscere dove seguire la propria squadra in campionato e nelle coppe europee. Una diatriba che puntualmente – come già successo per la Serie A – si risolve con un accordo tra le parti. Non, a quanto pare, per la Uefa Champions League 2015/2018, acquistata in esclusiva da Mediaset per la sonora cifra di quasi 700 milioni di euro.

Champions League 2015/2018: Mediaset smentisce l’accordo con Sky e polemizza

C’è voluto un comunicato della stessa Mediaset, diramato poche ore fa, per porre fine alle voci riguardanti un possibile nuovo accordo con Sky per i diritti tv delle stagioni 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018 della Champions League. La Gazzetta dello Sport, infatti, ha lanciato l’indiscrezione di un canale unico dedicato esclusivamente alle partite di coppa; un canale creato appositamente da Mediaset, che Sky affitterebbe. Così facendo, la tv del Biscione sarebbe rientrata della folle spesa e quella satellitare avrebbe trattenuto i possibili abbonati in partenza. Ma Mediaset smentisce decisa:

“In relazione a indiscrezioni e ambiguità di stampa sul tema diritti tv “Champions League 2015-2018″, Mediaset invita i mezzi di informazione a non alimentare fantasiose ipotesi fatte circolare con la sola finalità di confondere il pubblico. Non sono in corso trattative per accordi di sub-cessione ad altre emittenti dei diritti tv della Champions League acquisiti in esclusiva da Mediaset per il triennio 2015-2018. Trattative che non si apriranno né ora né nei prossimi mesi. Ribadiamo, al contrario, che per i prossimi tre anni, un match del mercoledì sera sarà trasmesso in esclusiva da Canale 5, mentre tutti gli altri incontri del martedì e del mercoledì saranno un’esclusiva assoluta di Mediaset Premium fino al 2018″.





17
novembre

MEDIASET PREMIUM DIVENTA SPA: RTI E TELEFONICA SOCI, FRANCO RICCI DESIGNATO AD

Franco Ricci, Ad Mediaset Premium SpA

Il Biscione scorpora Mediaset Premium e la trasforma in una società per azioni. La rivoluzione, anticipata nelle scorse settimane, è avvenuta. Il Consiglio di Amministrazione di Rti ha deciso deciso di conferire le sue attività di tv a pagamento in Mediaset Premium SpA. La nuova società sarà operativa a partire dal 1° dicembre prossimo, ma già se ne conosce la composizione. In una nota, l’azienda di Cologno Monzese comunica che entro il mese di dicembre l’operatore spagnolo Telefonica (tramite la controllata Telefonica de Contenidos) acquisirà una partecipazione nella nuova società pari all’11,11%, mentre il restante 88,89% rimarrà al momento in capo alla stessa Rti.

Mediaset Premium Spa: Al Jazeera e Vivendi nuovi soci?

La nuova Premium SpA, che varrebbe circa 900 milioni, potrebbe anche essere quotata in Borsa oppure aprire il capitale a nuovi soci. Rti ha infatti ribadito la propria disponibilità a “esaminare eventuali ingressi di partner industriali di rilievo per rafforzare la dimensione tecnologica e internazionale della nuova offerta“. Al riguardo, si fanno i nomi di Al Jazeera e del gruppo francese Vivendi, principale azionista di canal Plus. “Ma non c’è da aspettarsi nulla a breve” ha precisato il direttore finanziario, Marco Giordani. Il Biscione, inoltre, starebbe pensando alla collaborazione con un operatore che consenta di fornire ai 2 milioni di abbonati il collegamento ad internet assieme ai contenuti, e il socio prescelto per questa operazione potrebbe essere Telecom (che presto avrà tra i soci anche Vivendi, con una quota dell’8,3%).

Mediaset Premium Spa: l’offerta commerciale

In merito all’offerta commerciale di Premium SpA, il Biscione ha dichiarato di volersi focalizzare sulle attività di produzione e distribuzione di contenuti della pay tv e sulla valorizzazione dei recenti investimenti effettuati per ottenere alcuni eventi sportivi in esclusiva: dal 2015 al 2018 Mediaset trasmetterà infatti in esclusiva la Champions League. Per perseguire i risultati auspicati – informa l’azienda – a Mediaset Premium Spa saranno conferiti 267 dipendenti tra dirigenti, impiegati, tecnici e giornalisti già in forza al Gruppo Mediaset.

Mediaset Premium Spa: Franco Ricci designato Ad


11
ottobre

MED 4 DIVENTA MEDIASET PREMIUM SPA

Mediaset Premium

Come vi avevamo già riportato, Med 4 cambia denominazione per renderla coerente con il servizio che si appresta ad offrire. Nasce infatti Mediaset Premum SpA, la newco che si assorbirà la pay tv di Cologno Monzese, attualmente in dote a Reti Televisive Italiane. Una decisione, quella di Mediaset, dettata dalla volontà di conservare – come riporta Radiocor – il legame con il brand.

Anche perché ormai Premium è “on air” da ben 9 anni e può contare su due milioni di abbonati. Ancora pochi, certo, ma va anche detto che la martellante pubblicità sulle reti del Biscione ha aiutato, e non poco, a far conoscere il brand tra gli spettatori italiani, brand che può far leva oggi su un’offerta discretamente completa, seppur nettamente inferiore a quella del competitor satellitare.

Con la modifica della ragione sociale, comunque, la strada pare tutta in salita per il Biscione. Dopo l’acquisizione di una quota di minoranza da parte di Telefonica, sempre molto interessata al mercato televisivo, che deterrà l’11% della nuova società, le tappe prevedono l’assorbimento di 250 dipendenti da Mediaset-RTI e la ricerca di nuovi soci.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


6
ottobre

PREMIUM PRESTIGE: IL 15 NOVEMBRE AL VIA IL PRIMO TEMPORARY CHANNEL NATALIZIO DI MEDIASET

Premium Prestige

Premium Prestige

Aria di novità in casa Mediaset. Seppur solo in via temporanea. Prende infatti il via, il 15 novembre 2014 alle 21, il primo temporary channel del Biscione: Premium Prestige. Il canale, ideato da RTI, sarà disponibile fino al 6 gennaio per tutti gli abbonati a Mediaset Premium. Per quanto concerne il palinsesto, si punta in alto con grandi storie, film e serie ambientati nei luoghi più emblematici.

Il canale, ideato in collaborazione con Digitalia 80, nasce ovviamente per esigenze pubblicitarie, per ospitare prevalentemente la comunicazione natalizia di quegli investitori alla ricerca di target specifici e piuttosto particolari. Così, se Sky durante il Natale allarga la propria offerta con canali tipici per il periodo in questione, Mediaset punta su un pubblico più pregiato.

E su una particolare tipologia di investitori, accuratamente selezionati dalla concessionaria, che avranno l’opportunità di sfruttare il temporary channel in toto, anche perché i break risulteranno notevolmente limitati, tanto che è previsto un affollamento inferiore al 6%, break inferiori ai 120 secondi e posizioni singole fuori dai break.