Luisella Costamagna



29
luglio

IN ONDA, MARIO BORGHEZIO ALLA GOGNA: “L’HO FATTA FUORI DAL VASO MA NON MI DIMETTO”

Mario Borghezio

Fora dai ball per tre mesi. Il Consiglio federale della Lega Nord ha deciso di sospendere dal partito l’europarlamentare Mario Borghezio per le imbarazzanti dichiarazioni rilasciate sulla strage in Norvegia. Il corpulento esponente del Carroccio, in particolare, aveva definito condivisibili” le idee del terrorista Breivik, spiegando che ”è per colpa dell’invasione degli immigrati se poi sono sfociate nella violenza“. Parole che hanno scatenato una bufera politica e mediatica, di fronte alla quale il movimento di Bossi non ha potuto che prendere le distanze con il provvedimento odierno. Stasera Borghezio è stato ospite di una incandescente puntata di In Onda durante la quale l’onorevole ha (s)parlato soprattutto della sua sospensione.

Di fronte alla punizione infertagli dal Consiglio della Lega, l’esponente ‘celodurista’ ha detto a La7: “Obbedisco, come disse il famigerato Garibaldi. Ma obbedisco anche se la sanzione è totalmente ingiustificata nelle sue dimensioni“. Innanzi alle telecamere l’europarlamentare si è dimostrato pentito per i toni utilizzati nelle dichiarazioni incriminate, ma non per i loro contenuti. “Premesso che ritengo di non aver detto niente di censurabile dal punto di vista né penale, né morale, sicuramente dal punto di vista dell’opportunità e della comunicazione, ho comunicato molto male un’idea che ritengo giusta” ha affermato, richiamandosi al pericolo fondamentalista di cui parlò anche Oriana Fallaci.

Di fronte alle espressioni quasi sbalordite di Luca Telese e Luisella Costamagna, conduttori di In Onda, Borghezio ha ribadito che su quelle idee la base leghista è con lui, “basta registrare Radio Padania e sentirete voi stessi…“. Il dibattito si accende quando Nunzia De Girolamo (Pdl) e Marco Rizzo (Sinistra Popolare) esprimono il loro disappunto sferrando un attacco incrociato che ha quasi il sapore di un involontario ed improvvisato compromesso storico in diretta tv. La deputata di centrodestra ha definito giusto” il provvedimento contro l’europarlamentare, mentre Rizzo ha parlato di “teatrino” in riferimento a certi slogan propagandistici utilizzati dalla Lega. In quel momento Borghezio avverte di essere stato messo alla gogna dall’eco mediatica delle sue stesse affermazioni e ammette: “forse l’ho fatta fuori dal vaso ma ho chiesto scusa“.




21
luglio

POLITICA IN TV: NEL ‘GIORNO DELLA MANETTA’ L’INFORMAZIONE E’ LATITANTE (O QUASI)

Silvio Berlusconi, Umberto Bossi

Dentro e fuori i palazzi della politica tira un’aria strana. Un venticello pungente che, a folate, ricorda quello di Tangentopoli e, in generale, quello degli anni più burrascosi per il transatlatico Italia. Le ventiquattro ore politiche di ieri, così dense di accadimenti, hanno infatti sancito un inesorabile cambio di rotta: preparate le scialuppe di salvataggio. Con l’autorizzazione della Camera all’arresto dell’On. Papa, abbiamo assistito al penultimo ko del premier Silvio Berlusconi e alla rottura del suo patto d’acciaio con la Lega. Nel partito celodurista di Bossi, inoltre, si è aperta una nuova fase segnata dall’ascesa di Roberto Maroni ai danni del Senatur. Accidenti, che terremoto! In tutto questo bailamme, però, l’informazione televisiva ha latitato o quasi, restandosene in vacanza e lasciando i telespettatori a digiuno di necessari approfondimenti giornalistici.

Nel Giorno della Manetta, delle clamorose implosioni politiche, degli esasperati slogan anti-Casta, i talk show che ci tengono compagnia durante tutto l’anno sono stati grandi assenti. Soprattutto in Rai. L’unico spazio informativo è infatti stato quello dei telegiornali, costretti a riassumere avvenimenti e retroscena in un servizio giornalistico di pochi minuti. Niente Porta porta, Ballarò, né Annozero, niente confronti tra i protagonisti o necessarie analisi sull’attualità. Eppure gli spunti di reflessione non mancavano. Ci si chiede dunque se sia normale che un servizio pubblico spedisca in vacanza le sue principali trasmissioni d’approfondimento e, dai primi di giugno, lasci così scoperta l’informazione.

E’ il secondo anno che l’interrogativo sorge spontaneo dopo che, la scorsa estate, i talk show avevano ‘bucato’ sulla spaccatura tra Berlusconi e Fini. Stasera Mediaset trasmetterà una nuova puntata de La versione di Banfi, il talk show di Rete4 che in diretta si soffermerà sulle vicende degli ultimi giorni, chiedendosi se la Casta dei politici sia davvero diventata intoccabile. In questo modo protrà recuperare l’assenza di approfondimento registrata ieri sera, quando solamente In onda su La7 prolungava la sua puntata per commentare la burrascosa giornata assieme ad alcuni ospiti. Una scelta degna di nota.


27
ottobre

CONDUTTRICI ILLUMINATE: DOPO PAOLA FERRARI, CONTINUANO LE “APPARIZIONI” IN TV

Paola Ferrari e Lilli Gruber illuminate a giorno

Se vostra nonna, comodamente seduta sul divano di casa, dice di aver visto la Madonna, non chiamate il medico. Potrebbe trattarsi di un’apparizione in piena regola. In queste settimane è facile imbattersi in presenze eteree, figure tra sogno e realtà, volti che sembrano rifulgere di luce propria. Ma non si tratta di santi, bensì di conduttrici televisive. Comodamente sedute su una poltrona o su una scrivania, o in piedi davanti a un monitor, incarnano la discesa di un dio (minore) in terra.

Ebbene sì, la moda del momento, lanciata dalla giornalista sportiva Paola Ferrari, è farsi sparare in faccia luci da stadio, apparire angelicamente  esenti da rughe, lisce e vellutate come  il pò-pò di un neonato. Dopo le molte segnalazioni della domenica sera, proprio durante la diretta de La domenica sportiva, i casi si sono moltiplicati e hanno cominciato a fare notizia.

Dopo la Ferrari a mille volt, anche la rete minore La7 è stata colpita dai miracoli della luce. E così Lilli Gruber durante Otto e mezzo e Luisella Costamagna nel corso di In onda appaiono tanto illuminate a giorno, quanto giovani e perfette. E dai fasci di luce è investita anche Barbara d’Urso, specialmente a Domenica cinque, dove dimostra dieci anni di meno (foto dopo il salto). Insomma, il trucco c’è, e palesemente si vede.





10
settembre

LUISELLA COSTAMAGNA E LUCA TELESE ANCORA “IN ONDA” NEL WEEKEND DE LA7

In Onda continua nel week end de La7

Lilli Gruber sarà verde dalla rabbia. Non solo In onda durante tutta l’estate ha totalizzato ascolti migliori del suo Otto e mezzo, ma, a quanto scrive Marco Castoro su “Italia Oggi”, il programma condotto da Luisella Costamagna e Luca Telese continuerà anche in autunno occupando la fascia dell’access prime time del week end.

Grazie all’effetto Mentana, il programma della coppia inedita Costamagna-Telese ha raggiunto picchi del 7% di share, incrementando gli ascolti di settimana in settimana: dal 19 luglio a ieri sera, In onda ha siglato una media del 4.2% di share. Ma l’ultima settimana al 6.4% medio fa ben sperare anche per le prossime puntate che potrebbero andare in onda sabato e domenica sera (nella stessa fascia di Fazio), visto l’immimente ritorno in access della Gruber da lunedì prossimo.

Con questi risultati La7 comincia a fare sul serio: dopo il grande successo del nuovo Tg, stabilizzatosi attorno ai 2 milioni di spettatori e il 9% di share, e un access azzeccato, la settima rete generalista sta pensando a un nuovo preserale per garantire un traino soddisfaciente a Chicco Mentana.


6
agosto

LA 7 VOLA CON “IN ONDA” E MENTANA PENSA A UNA STRISCIA POMERIDIANA DI NEWS

Luisella Costamagna e Luca Telese, "In onda"

La rete cenerentola delle generaliste non ha mai trovato grande spazio su giornali e web, ma grazie al nuovo direttore del telegiornale e ai soddisfacenti ascolti estivi, La7 comincia a far parlare di sè. Con l’arrivo di Enrico Mentana il Tg delle 20 è ormai stabile attorno al 4%, in attesa del restyling autunnale che vedrà alla conduzione lo stesso Chicco Mitraglia. Inoltre, la rubrica del mattino Omnibus gode di ottima salute (5-6% di share) e l’access estivo In onda condotto da Luca Telese e Luisella Costamagna sta dando risultati insperati (media oltre il 4%, picchi superiori al 5%), complice una calda situazione politica.

Come se non bastasse, per l’autunno, Mentana sta pensando a una striscia pomeridiana di news e attualità per il pubblico attento della rete. Il programma è allo studio con la collaborazione di Myrta Merlino e Armando Sommajuolo, e se il progetto andasse in porto, andrà a rosicchiare qualche telespettatore dai collaudati “La vita in diretta” e “Pomeriggio 5″. Un esperimento di questo tipo partì già lo scorso anno con “Così stanno le cose” condotto da Luisella Costamagna, soppresso però dopo poche settimane per ascolti decisamente bassi.

Ora la Costamagna si sta prendendo una bella rivincita e si gode gli ottimi risultati di In onda (dal lunedì al venerdì, ore 20.35). Risultati che mettono in ombra quelli invernali di Lilly Gruber con Otto e mezzo. Sarà la conduzione a due, sarà il clima disteso del programma, ma il nuovo access de La7 è uno dei programmi più interessanti dell’estate 2010.





6
luglio

DM LIVE24: 6 LUGLIO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Contattate una ditta produttrice di mobili per asilo

lauretta ha scritto alle 09:10

Ad Uno Mattina estate la Luzi e Diaco, durante lo spazio culinario dedicato ai meloni, si lamentano perchè i tavoli (e di conseguenza i cesti) sono troppo alti e loro faticano a farsi inquadrare.

  • Modestamente

Taichi ha scritto alle 12:53

E’ confermato dalla guida tv di Mediaset il rumor che Davide ci ha dato tempo fa: da lunedì 12 luglio al posto della D’urso arrivano le repliche di 1 contro 100.

  • Mitico

lauretta ha scritto alle 21:15

A In Onda su La7, il ministro Brunetta ai due presentatori, la Costamagna e Telese: “Piani, calmi, uno alla volta, non vi accavallate… altrimenti a casa non capiscono niente! Ma ve lo devo insegnare io?!?”.


21
gennaio

DM LIVE24: 21 GENNAIO 2010

DM Live24: 21 Gennaio 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Che fine ha fatto la Costamagna?

simonevarese ha scritto alle 09:10

Scusate, una curiosità: ma il programma di Luisella Costamagna su La7 è già stato soppresso? E’ già scomparso dal palinsesto! Per quale motivo? Audience?

  • Isola dei Famosi, tutti alla terme!

lauretta ha scritto alle 20:15

E’ previsto per il primo febraio l’inizio del ritiro dei partecipanti all’Isola dei Famosi 7. Dopo 6 anni di Trentino ora i concorrenti del reality si ritroveranno in Val d’Aosta alle terme di Pre-saint-didier. E intanto la Ventura per prepararsi all’evento segue una dieta a base di infusi di agrumi e miele..! (fonte dagospia)

  • Completamente nudo

lauretta ha scritto alle 21:05

Inquadratura molto strana nella casa del GF. Mauro nel bagno completamente nudo sulla tazza del water! Errore della regia?

  • ForumFolies

MariaRoma ha scritto alle 12:15

A Forum uno dei granduchi del pubblico parlante ha appena illustrato le proprietà miracolose di una certa polvere che si compra in farmacia e che “se magna tutte le puzze, te la puoi mette’ nelle scarpe, sotto le ascelle, proprio se magna la puzza”. Bonjour finesse

  • Vai a far del bene

lauretta ha scritto alle 14:43

Nella sessione pomeridiana di Forum, Rita dalla Chiesa, ad un Fabrizio Bracconeri che si offriva di darle un fazzoletto (lei piangeva dal ridere) ha risposto: ”no, grazie perchè il tuo fazzoletto è sempre pieno di gomme da masticare!”” Vai a far del bene.

  • Come contraddirla?

lauretta ha scritto alle 15:42

All’Italia sul 2 Alba Parietti sostiene di non essere affatto una donna seria. Come contraddirla?

  • E’ tutta una bufala!

mickylog ha scritto alle 22:14

Questa sera Striscia ha parlato del caso del commissariamento, per contraffazione, del Consorzio Mozzarella di Bufala Campana DOP. Dopo circa un’ora, Le Iene affrontano lo stesso argomento con un servizio di Giulio Golia…


23
novembre

COSI’ STANNO LE COSE: IL NUOVO E CORAGGIOSO PROGRAMMA D’INFORMAZIONE DI LUISELLA COSTAMAGNA

Luisella Costamagna (Così stanno le cose)

Così stanno le cose: è questo il titolo della nuova scomessa de La7. Un programma che ha tutta l’aria di essere coraggioso, senza gossip e opiniositi vip ma alla ricerca del volto inedito dell’attualità. Condotto da Luisella Costamagna, il primo programma live del pomeriggio della settima rete italiana, dovrà ritagliarsi uno spazio nella giungla degli appuntamenti pomeridiani, tra Amici e La vita in diretta.

La mission non sarà facile, ma il programma potrebbe seguire le orme del collega Omnibus che mai come in questa stagione sta andando a gonfie vele (media del 5-6% di share) affrontando temi di politica ed economia alle prime ore del mattino. In Così stanno le cose si analizzeranno temi di stretta attualità con un approccio diverso che privilegerà il racconto filmato al dibattito in studio, ormai padrone incontrastato nei contenitori pomeridiani. La Costamagna, in un’intervista a La Stampa dichiara di non sentirsi la risposta colta a Sposini e D’Urso (“anche La vita in diretta tocca temi alti“), ma nella sua trasmissione si eviterà il gusto della lacrima e il parere dei vip.

Qualche esperto, pochi politici e il parere della gente comune in collegamento da bar, università e centri per anziani per commentare temi impegnativi ma comunque vicini al popolo. Il tutto sotto la guida della giornalista che nella sua lunga gavetta ha avuto due maestri d’eccezione: Michele Santoro in Moby Dick, Sciuscià, Il raggio verde e Maurizio Costanzo in Maurizio Costanzo Show, Buon Pomeriggio, Tutte le mattine, Il diario.

Scopri dopo il salto il tema e gli ospiti della prima puntata.