Luca e Paolo



28
maggio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (21-27/05/2012). PROMOSSI GIRO D’ITALIA E EUROFESTIVAL, BOCCIATI LA RAI SENZA FORMULA 1 E LE VELINE

Ryder Hesjedal

10 al Giro d’Italia. Il ciclismo non è il più patinato tra gli sport e nemmeno il più chiacchierato. Eppure anche quest’anno la caccia alla maglia rosa, conclusasi ieri con il trionfo del canadese Ryder Hesjedal, è riuscita a far impennare gli ascolti di Rai3 e Raisport 2.

9 all’Eurovision Song Contest. D’accordo, è un tantino kitsch, ma è pur sempre un evento, la cui dirompenza a livello europeo è tale da rendere poco ammissibile l’assenza dell’Italia. Inoltre, è interessante guardarlo per cogliere uno spaccato di costume del nostro continente.

8 al ritorno in tv di Monica Leofreddi. Dopo un periodo d’assenza, per l’indimenticata padrona di casa dell’Italia sul due si sta per ripresentare una nuova occasione alla guida de L’estate in diretta, trasmissione che nella scorsa stagione ha rilanciato Marco Liorni. E chissà che anche lei non possa avere la stessa fortuna. Di sicuro se lo merita.

7 Il momento della verità, “trash” che acchiappa. Se la versione italiana non è mai andata in porto, malgrado le premesse per una buona riuscita ci fossero tutte, quella a stelle e strisce è una stuzzicante proposta del palinsesto notturno di Sky Uno. 

6 alla terza stagione di Glee. I personaggi, il concept, l’ambientazione restano da lode ma la sceneggiatura è risultata poco convincente e comunque ben al di sotto delle potenzialità. Non è un caso, forse, che negli Usa si sia registrato un calo d’ascolti.




6
aprile

LUCA E PAOLO OSPITI DI AMICI 11, SIMONE ANNICCHIARICO IN GIURIA

Luca e Paolo

Luca e Paolo

Tutti al cospetto di Maria: d’altronde quando un programma va bene, non c’è posto migliore per fare un po’ di sana promozione. E così dopo Luciana Littizzetto, che in nome dell’amicizia si è sacrificata accettando l’invito ad uno dei programmi “schifosi” dell’intelligente amica (così si era espressa tempo fa), la parte comica della seconda puntata di Amici spetterà a Luca e Paolo.

Anche in questo caso si tratterà di una duplice promozione: Amici è partito senza dubbio col piede giusto ma nella settimana pasquale i telespettatori calano e il competitor schiera oltretutto la finalissima di Ballando con Te con un “tutti contro tutti” che potrebbe creare qualche problemino al talent di Canale5; d’altro canto il duo comico ha l’assoluta necessità di pubblicizzare Scherzi a Parte che, nella première di lunedì scorso, ha dovuto fare i conti con la Madonna di Rai1.

Certo, gli ascolti sono stati comunque buoni, soprattutto nel target più giovane, ma – come si suol dire – meglio prevenire che curare, anche perchè il giorno di Pasquetta è “rischioso” visto il fuggi fuggi dei ragazzi. Ad aiutare la coppia comica genovese ci penserà anche Rai1, che nei giorni di festa è solita prendersi una vacanza e anche per Pasqua non ha alcuna intenzione di smentirsi: stoppate le miniserie, lunedì a, contrastare la seconda di Scherzi a Parte – Varietà, ci dovrà pensare il film in prima tv Alice in Wonderland.


2
aprile

SCHERZI (D)A PARTE

Scherzi a Parte - Luca e Paolo

Beh, già che c’erano, Luca e Paolo potevano parlare di Sanremino anche la nuova edizione di Scherzi a Parte. Avevano anche Gianni Morandi a calcare il palco dello studio 20 di Cologno Monzese. Meglio di così!

L’idea di una sana iniezione di varietà per lo storico formato di Fatma Ruffini era interessante. Ma se è vero che il varietà sembra essere l’unico antidoto per l’infertile tubo catodico nostrano, è altrettanto vero che una ‘assunzione non controllata’ fa si che si possa correre il rischio di un effetto boomerang; soprattutto se, come nel caso specifico, il varietà non è servito, come avrebbe dovuto, a far cambiar d’abito a Scherzi a Parte, ma ne ha cambiato proprio la sostanza, mantenendo però inalterato il titolo dello show.

Che senso ha, infatti, chiamare uno show ‘Scherzi a parte’ quando lo scherzo sembra diventato elemento di contorno ad una sorta di two men show di Luca e Paolo, probabilmente desiderosi – legittimamente – di dare una svolta al loro percorso artistico?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





2
aprile

SCHERZI A PARTE: COME ANDRA’ IL DEBUTTO DI LUCA E PAOLO SU CANALE 5?

Luca e Paolo

Finalmente! Dopo rinvii e polemiche a distanza, assisteremo questa sera all’attesissimo debutto di Scherzi a Parte con Luca e Paolo, chiamati a una vera e propria prova di maturità (clicca qui per leggere gli ospiti della prima puntata). Le ex Iene, infatti, per la prima volta nella loro carriera, saranno al timone di un programma prestigioso su una rete ammiraglia, attesi al varco da una critica che non ha esitato a definirli snob e ad accusarli di essersi montati la testa dopo le performance Sanremesi.

La loro mission, a dire il vero, non è delle più facili: al successo di ascolti – che peraltro una trasmissione come Scherzi a Parte ha sempre avuto – dovranno infatti coniugare una certa qualità per un’edizione che si preannuncia rivoluzionaria rispetto alle precedenti. Dalla diretta (fortemente voluta dai conduttori) alla presenza di un corpo di ballo formato da ginnaste (le Rhyth.mix) passando per l’orchestra diretta dal maestro Luca Colombo. Non solo burle e gag, insomma, ma come dichiarato da Paolo Kessisoglu:

Gli scherzi restano fondamentali, ma sono calati in un vero varietà. Non ci limiteremo a cucire uno scherzo con l’altro ma proporremo monologhi e sketch con gli ospiti

Dimenticate insomma la comicità demenziale, le poltrone con la scossa e i gavettoni. I due ”ex amici” di Davide Parenti aspirano a qualcosa di più alto dando spazio anche alla satira politica rivisitata attraverso un espediente originale.


28
marzo

LE IENE: CONTINUA LA SINDROME POST DIVORZIO TRA PARENTI E LUCA E PAOLO

Luca e Paolo

Sembra la classica scena dei primi mesi post divorzio tra coniugi che si sono amati, forse tanto, almeno per un po’. Non volano piatti ma solo parole tramite interviste e frecciate: del resto parliamo di Iene. Complici la nuova partenza di Luca e Paolo in salsa ammiraglia con un restyling del grande brand Scherzi a Parte e dall’altra parte la maledizione della seconda iena (l’ultima new entry Amendola, costretto al riposo a causa dello stress, non sarà presente nelle prossime puntate) non mancano le occasioni per sentire sempre più spesso le due campane ricordare e/o recriminare.

Bizzarri e Kessisoglou non la mandano certo a dire da qualche mese a questa parte alla iena mater Davide Parenti. Fresco fresco di covata l’ultimo racconto della separazione, dalle pagine di Grazia:

Paolo: ”Mi fa piacere scoprire che a Enrico Brignano è stata data la possibilità di fare pezzi più lunghi di trenta secondi. Addirittura monologhi. A noi era vietato. [...] Al di là delle incomprensioni, comunque, avevamo già deciso di passare a Canale 5. Anzi, forse abbiamo aspettato qualche anno di troppo: ci siamo adagiati sugli allori.”

Luca: ”Che soddisfazione però quando mi hanno detto che Pippo Baudo è stato al mio posto. Io non l’ho visto, perché tratto i programmi tv come le fidanzate: se lascio o vengo lasciato da una ragazza, spero sempre nel suo annullamento fisico e mi comporto come se lei non esistesse più.”





21
marzo

LUCA E PAOLO ATTACCANO DAVIDE PARENTI, IDEATORE DE LE IENE, E BOCCIANO ARGENTERO E CHIABOTTO.

Luca e Paolo

Luca e Paolo

Luca e Paolo hanno il dente avvelenato. L’addio a Le Iene non è stato dei più felici, soprattutto a causa degli screzi con Davide Parenti, che pare abbia fatto di tutto per tarpare le ali al duo comico. Sono i diretti interessati, che il 2 aprile torneranno in video su Canale5 con una nuova e rivoluzionata edizione di Scherzi a Parte, a rivelarlo in un’intervista sul settimanale Chi.

A differenza di Enrico Brignano, new entry al fianco di Ilary Blasi, al quale è stato concesso uno spazio all’interno di ogni puntata per un monologo, a Luca e Paolo invece non è mai stata data tale libertà, anche dopo il successo sanremese:

“Sembrava che a lui (Davide Parenti, ndDm) il nostro successo non facesse piacere e che ogni minuto di monologo preso per noi fosse rubato al programma”

Ed è così che i due hanno deciso di abbandonare definitivamente lo show di Italia 1. Anche perché già in passato pare che il papà de Le Iene abbia tentato invano di sostituirli, ma – stando a quanto raccontano – fu costretto ad un dietrofront:

“Avevamo il freno a mano tirato, anzi la macchina era già parcheggiata e non per volontà nostra. Avevano già provato a sostituirci in passato e poi ci hanno richiamato”


15
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2012: MAZZA BACCHETTA LA SCURRILITA’ DI LUCA E PAOLO

Luca e Paolo al Festival di Sanremo

Pochezza di idee, quando si usano troppe parolacce. E’ questa la frecciata esibita senza timore da Mauro Mazza a Luca e Paolo, futuri conduttori di Scherzi a Parte. A suo parere lo scherzetto l’hanno giocato al Festival di Sanremo. Di qui la sfida del direttore di Raiuno che ha il sapore di una provocazione sul coraggio che la coppia mostrerebbe molto in Rai e poco a Mediaset.

Agnellini nella tana del lupo e leoni nella foresta intricata della televisione di Stato? Che ieri sera fossero volate un po’ troppe parolacce rispetto alla media lo si era percepito. Stasera probabilmente rincareranno la dose I soliti idioti e la polemica lieviterà. C’è da dire che il fatto di poter lanciare la bomba e poi scappare ha sicuramente aiutato le ex iene. E infatti a vederli correre a gambe levate alla fine del numero si percepiva la loro consapevolezza di essersi liberati, di un grandissimo peso e quasi senza filtro.

A Mazza ha dato fastidio soprattutto il loro essere stizziti per i limiti istituzionali del primo canale come se loro, nonostante le vesti molto meno ingessanti di iene, avessero prodotto attacchi a denti stretti ai loro principali obiettivi di satira. Anche su questo fronte rischia di aprirsi una breccia di polemica. Un’altra manna dal cielo per l’attenzione che si riserverà al Festival, stavolta anche a beneficio del programma di Mediaset, in partenza a marzo.


14
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2012: LUCA E PAOLO APRONO LA PRIMA PUNTATA CON “UOMINI SOLI” E “VA PENSIERO” (VIDEO)

Luca e Paolo via Corriere.it

Al via il Festival di Sanremo 2012: con Ivana Mrazova fuori dal giochi, la squadra della scorsa edizione è al completo. Prima di Belen Rodriguez ed Elisabetta Canalis, tocca a Luca e Paolo aprire la 62esima edizione della kermesse. Lo hanno fatto come sempre a modo loro, cantando “Uomini Soli” dopo una breve rievocazione dei “fasti” di “Ti sputtanerò“.

Ci vedi in televisione con la faccia mogia mogia, facciamo battute più tristi di un dossier sulla cambogia. Sperduti, senza più vittime vere, vanno a puttane le nostre carriere. Ci manca tanto il cavaliere“.

Con queste parole Luca e Paolo raccontano la satira senza Berlusconi e nell’era dell’austerity di Mario Monti, in cui anche i comici non hanno più la certezza di un posto fisso. La lunga introduzione del duo comico è proseguita con un pezzo cantato a cappella sulle note di “Va pensiero” che ha avuto come oggetto ancora una volta Silvio Berlusconi.