Luca e Paolo



2
aprile

SCHERZI A PARTE: COME ANDRA’ IL DEBUTTO DI LUCA E PAOLO SU CANALE 5?

Luca e Paolo

Finalmente! Dopo rinvii e polemiche a distanza, assisteremo questa sera all’attesissimo debutto di Scherzi a Parte con Luca e Paolo, chiamati a una vera e propria prova di maturità (clicca qui per leggere gli ospiti della prima puntata). Le ex Iene, infatti, per la prima volta nella loro carriera, saranno al timone di un programma prestigioso su una rete ammiraglia, attesi al varco da una critica che non ha esitato a definirli snob e ad accusarli di essersi montati la testa dopo le performance Sanremesi.

La loro mission, a dire il vero, non è delle più facili: al successo di ascolti – che peraltro una trasmissione come Scherzi a Parte ha sempre avuto – dovranno infatti coniugare una certa qualità per un’edizione che si preannuncia rivoluzionaria rispetto alle precedenti. Dalla diretta (fortemente voluta dai conduttori) alla presenza di un corpo di ballo formato da ginnaste (le Rhyth.mix) passando per l’orchestra diretta dal maestro Luca Colombo. Non solo burle e gag, insomma, ma come dichiarato da Paolo Kessisoglu:

Gli scherzi restano fondamentali, ma sono calati in un vero varietà. Non ci limiteremo a cucire uno scherzo con l’altro ma proporremo monologhi e sketch con gli ospiti

Dimenticate insomma la comicità demenziale, le poltrone con la scossa e i gavettoni. I due ”ex amici” di Davide Parenti aspirano a qualcosa di più alto dando spazio anche alla satira politica rivisitata attraverso un espediente originale.




28
marzo

LE IENE: CONTINUA LA SINDROME POST DIVORZIO TRA PARENTI E LUCA E PAOLO

Luca e Paolo

Sembra la classica scena dei primi mesi post divorzio tra coniugi che si sono amati, forse tanto, almeno per un po’. Non volano piatti ma solo parole tramite interviste e frecciate: del resto parliamo di Iene. Complici la nuova partenza di Luca e Paolo in salsa ammiraglia con un restyling del grande brand Scherzi a Parte e dall’altra parte la maledizione della seconda iena (l’ultima new entry Amendola, costretto al riposo a causa dello stress, non sarà presente nelle prossime puntate) non mancano le occasioni per sentire sempre più spesso le due campane ricordare e/o recriminare.

Bizzarri e Kessisoglou non la mandano certo a dire da qualche mese a questa parte alla iena mater Davide Parenti. Fresco fresco di covata l’ultimo racconto della separazione, dalle pagine di Grazia:

Paolo: ”Mi fa piacere scoprire che a Enrico Brignano è stata data la possibilità di fare pezzi più lunghi di trenta secondi. Addirittura monologhi. A noi era vietato. [...] Al di là delle incomprensioni, comunque, avevamo già deciso di passare a Canale 5. Anzi, forse abbiamo aspettato qualche anno di troppo: ci siamo adagiati sugli allori.”

Luca: ”Che soddisfazione però quando mi hanno detto che Pippo Baudo è stato al mio posto. Io non l’ho visto, perché tratto i programmi tv come le fidanzate: se lascio o vengo lasciato da una ragazza, spero sempre nel suo annullamento fisico e mi comporto come se lei non esistesse più.”


21
marzo

LUCA E PAOLO ATTACCANO DAVIDE PARENTI, IDEATORE DE LE IENE, E BOCCIANO ARGENTERO E CHIABOTTO.

Luca e Paolo

Luca e Paolo

Luca e Paolo hanno il dente avvelenato. L’addio a Le Iene non è stato dei più felici, soprattutto a causa degli screzi con Davide Parenti, che pare abbia fatto di tutto per tarpare le ali al duo comico. Sono i diretti interessati, che il 2 aprile torneranno in video su Canale5 con una nuova e rivoluzionata edizione di Scherzi a Parte, a rivelarlo in un’intervista sul settimanale Chi.

A differenza di Enrico Brignano, new entry al fianco di Ilary Blasi, al quale è stato concesso uno spazio all’interno di ogni puntata per un monologo, a Luca e Paolo invece non è mai stata data tale libertà, anche dopo il successo sanremese:

“Sembrava che a lui (Davide Parenti, ndDm) il nostro successo non facesse piacere e che ogni minuto di monologo preso per noi fosse rubato al programma”

Ed è così che i due hanno deciso di abbandonare definitivamente lo show di Italia 1. Anche perché già in passato pare che il papà de Le Iene abbia tentato invano di sostituirli, ma – stando a quanto raccontano – fu costretto ad un dietrofront:

“Avevamo il freno a mano tirato, anzi la macchina era già parcheggiata e non per volontà nostra. Avevano già provato a sostituirci in passato e poi ci hanno richiamato”





15
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2012: MAZZA BACCHETTA LA SCURRILITA’ DI LUCA E PAOLO

Luca e Paolo al Festival di Sanremo

Pochezza di idee, quando si usano troppe parolacce. E’ questa la frecciata esibita senza timore da Mauro Mazza a Luca e Paolo, futuri conduttori di Scherzi a Parte. A suo parere lo scherzetto l’hanno giocato al Festival di Sanremo. Di qui la sfida del direttore di Raiuno che ha il sapore di una provocazione sul coraggio che la coppia mostrerebbe molto in Rai e poco a Mediaset.

Agnellini nella tana del lupo e leoni nella foresta intricata della televisione di Stato? Che ieri sera fossero volate un po’ troppe parolacce rispetto alla media lo si era percepito. Stasera probabilmente rincareranno la dose I soliti idioti e la polemica lieviterà. C’è da dire che il fatto di poter lanciare la bomba e poi scappare ha sicuramente aiutato le ex iene. E infatti a vederli correre a gambe levate alla fine del numero si percepiva la loro consapevolezza di essersi liberati, di un grandissimo peso e quasi senza filtro.

A Mazza ha dato fastidio soprattutto il loro essere stizziti per i limiti istituzionali del primo canale come se loro, nonostante le vesti molto meno ingessanti di iene, avessero prodotto attacchi a denti stretti ai loro principali obiettivi di satira. Anche su questo fronte rischia di aprirsi una breccia di polemica. Un’altra manna dal cielo per l’attenzione che si riserverà al Festival, stavolta anche a beneficio del programma di Mediaset, in partenza a marzo.


14
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2012: LUCA E PAOLO APRONO LA PRIMA PUNTATA CON “UOMINI SOLI” E “VA PENSIERO” (VIDEO)

Luca e Paolo via Corriere.it

Al via il Festival di Sanremo 2012: con Ivana Mrazova fuori dal giochi, la squadra della scorsa edizione è al completo. Prima di Belen Rodriguez ed Elisabetta Canalis, tocca a Luca e Paolo aprire la 62esima edizione della kermesse. Lo hanno fatto come sempre a modo loro, cantando “Uomini Soli” dopo una breve rievocazione dei “fasti” di “Ti sputtanerò“.

Ci vedi in televisione con la faccia mogia mogia, facciamo battute più tristi di un dossier sulla cambogia. Sperduti, senza più vittime vere, vanno a puttane le nostre carriere. Ci manca tanto il cavaliere“.

Con queste parole Luca e Paolo raccontano la satira senza Berlusconi e nell’era dell’austerity di Mario Monti, in cui anche i comici non hanno più la certezza di un posto fisso. La lunga introduzione del duo comico è proseguita con un pezzo cantato a cappella sulle note di “Va pensiero” che ha avuto come oggetto ancora una volta Silvio Berlusconi.





3
febbraio

FERMI TUTTI! SCHERZI A PARTE SLITTA A MARTEDI 20 MARZO

Luca e Paolo

Luca e Paolo possono attendere. Ebbene si, DM è in grado di rivelarvi che l’attesissima nuova edizione di Scherzi a Parte, condotta dal duo ligure, slitta di un mese. Lo storico programma di Fatma Ruffini previsto su Canale 5 per fine febbraio, al termine della settimana festivaliera, prenderà il via martedi 20 marzo per un totale di 8 o 9 appuntamenti in prima serata.

Trattasi dell’ennesimo dietrofront inerente alla messa in onda del varietà comico: prima prevista a febbraio, poi a marzo, poi nuovamente fissata a fine febbraio (con tanto di copertina questa settimana su Tv Sorrisi & Canzoni) e adesso di nuovo a marzo (sarà quello definitivo?). Non si conoscono ancora i motivi dello spostamento, anche se è ipotizzabile che alla base ci siano logiche di palinsesto o inconvenienti legati alla messa a punto dello show che quest’anno si prospetta assai più ardua.

Per Scherzi a Parte Luca e Paolo hanno progettato una vera e propria rivoluzione (per maggiori info clicca qui). Bizzarri e Kessisoglu stanno lavorando per fare della trasmissione di Canale 5 un vero e proprio varietà, in onda per la prima volta in diretta, con un’orchestra di trenta elementi accompagnata dalle voci di Marco Evans e (probabilmente) Valentina Cenci, un corpo di ballo composto da ex ginnaste professioniste. Novità anche per quanto riguarda gli ospiti: alle vittime degli scherzi si aggiungeranno personaggi del mondo dello spettacolo disposti a mettersi in gioco.


12
dicembre

SCHERZI A PARTE: LUCA E PAOLO CHIEDONO IL VARIETA’ IN STUDIO. CON LORO ELISABETTA CANALIS?

Scherzi a Parte

C’è nell’aria qualcosa di buono: Luca e Paolo sono pronti a fare il grande salto. Loro ancora non lo danno per certo, ma con ogni probabilità lo storico duo delle Iene sarà al timone della nuova edizione di Scherzi a Parte. Da volti simbolo della rete cadetta all’impegno più ambizioso di una prima serata sulla rete ammiraglia: dopo il successo riscosso a Sanremo, il passaggio era quasi d’obbligo. D’altra parte, i diretti interessati non nascondo di averci pensato a lungo:

Era nell’aria. Già da alcuni anni l’azienda ci chiedeva di fare qualcosa per Canale5. Quando è arrivata una proposta più concreta, abbiamo deciso di lasciare (Le Iene, ndDM). D’altra parte, dopo dieci anni ci stava”.

Il programma di Fatma Ruffini che dovrebbe tornare in onda a febbraio, potrà finalmente contare su una conduzione già rodata. Nell’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni, Luca e Paolo dichiarano anche di essere al lavoro per trovare un punto d’incontro sulle garanzie che hanno chiesto:

noi siamo perfezionisti, pignoli, due rompiscatole. Abbiamo chiesto di fare un programma che sia un buon mix fra scherzi in esterna e varietà in studio. Abbiamo alcune idee e sembra che ci sia buona volontà”.


3
dicembre

DM LIVE24: 3 DICEMBRE 2011. LUCA E PAOLO: FIORELLO NULLA DI NUOVO, I PROBLEMI DI DEL DEBBIO, IL CUOCO DI FERRO, LA SORDITA’ DI BANFI

Diario della Televisione Italiana del 3 Dicembre 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Luca e Paolo: Fiorello, niente di nuovo

pippo ha scritto alle 15:17

“(in televisione) Non vediamo grandi novità. Siamo felici del successo di Fiorello a cui vogliamo bene, ma in realtà lui non fa nulla di nuovo propone quello che ha sempre fatto”. (Luca e Paolo a TgCom)

  • I problemi di Del Debbio

lauretta ha scritto alle 10:06

A Mattino Cinque, dopo la pausa del Tg, Paolo Del Debbio: Purtroppo per problemi tecnici incomprensibili, non posso intervistare due ospiti, quindi Federica tocca subito a te. Ma tanto credo che di ospiti ne abbia in abbondanza. – A quel punto a Panicucci entra tutta trafelata in studio: Oddio mi dispiace Paolo. Mamma mia, ho fatto una corsa…

  • Il cuoco di Ferro

lauretta ha scritto alle 11:11

Tiziano Ferro a Deejay chiama Italia: “Mi danno per fidanzato con uno dei ragazzi di Masterchef, ma ve lo dico: non è così! Certo un cuoco in casa non guasterebbe…”

  • La sordità di Lino Banfi

lauretta ha scritto alle 11:24

La sordità è un handicap che non accetti a cuor leggero”. Lino Banfi racconta la sua storia, di come si possa perdere l’udito per un non nulla. E lo fa con la schiettezza e la semplicità che lo hanno reso tanto popolare nel nostro Paese. Nella testimonianza, raccolta da Maria Cristina Giongo per il Corriere, l’attore spiega dell’incidente che gli ha cambiato la vita: “L’anno scorso, mentre iniziavo a girare la serie televisiva «Il commissario Zagaria», sono andato a un poligono di tiro. Come tutti, avevo i tappi per proteggere le orecchie. Solo che continuavo a metterli e toglierli per sentire le domande dei giornalisti presenti. E certi colpi d’arma da fuoco me li sono beccati in pieno nei timpani. Quando sono tornato a casa, ero frastornato, mi girava la testa e avevo qualche problema di equilibrio. Soprattutto, le voci dei miei figli avevano assunto un suono metallico”. Banfi racconta delle visite dall’otorino e della amarezza nel saper che “quegli spari si erano «fregheti» un 25-30% della mia capacità auditiva”. Adesso l’attore si affida ad apparecchi acustici che, con qualche accortezza, gli consentono di condurre comunque una vita “normale”. “Nella vita ci si adatta a tutto – dice Banfi – e anche il mio cervello ha accettato questo difetto”.