Enrico Mentana



19
settembre

URBANO CAIRO: DA FLORIS MI ASPETTO COSE BUONISSIME, DIAMOGLI TEMPO. SOGNO UN LETTERMAN SHOW, MENTANA SAREBBE ADATTO

Urbano Cairo, La7

Floris l’ho sempre voluto“. Quella pronunciata da Urbano Cairo sembra una dichiarazione d’amore. In un’intervista a Sette del Corriere della Sera, l’editore di La7 ha così rivendicato la propria scelta di riempire il palinsesto con approfondimenti d’attualità, per i quali – assicura – ha “tenuto e preso il meglio“. L’ultimo arrivato è proprio l’ex conduttore di Ballarò, il quale però non ha fatto faville al debutto dei suoi nuovi programmi.

I dati d’ascolto lasciano poco spazio alle interpretazioni, ma Cairo è fiducioso sui tempi lunghi. Forse fin troppo. In merito allo spazio quotidiano affidato a Giovanni Floris dichiara: “DiciannovEquaranta è in crescita e ha un bel target. Diamogli un paio di mesi per farsi conoscere“.

E’ una fascia difficile (…) Ma ci vuole tempo, appunto: una striscia quotidiana si carica giorno per giorno. E quando va bene aiuta sia il Tg sia le prime serate” ha detto.

Urbano Cairo: da Floris mi aspetto cose buonissime

Cose buonissime” il deus ex machina di La7 se le aspetta anche dall’altro appuntamento targato Floris. “L’impianto di diMartedì è efficace e poi c’è la ciliegina Maurizio Crozza“. All’esordio, però, il programma ha ottenuto il 3,47% di share. Certo, i margini di crescita ci sono anche per l’ex conduttore di Ballarò ma – a giudicare dal format poco innovativo – sembra improbabile che Floris riesca a fare il miracolo.

Urbano Cairo: vorrei che Formigli confermasse il 5%




17
settembre

AAA LILLI GRUBER CERCASI: LA GIORNALISTA DI LA7 INDISPOSTA, DA STASERA ALLE 20.30 FACCIA A FACCIA CON ENRICO MENTANA

Lilli Gruber

Lilli Gruber

E’ proprio il caso di dirlo: Lilli se ne è andata e non ritorna più. La giornalista di La7, infatti, è ricercata da ben tre giorni dagli spettatori della rete di proprietà di Urbano Cairo. Assente da lunedì, la Gruber ha lasciato l’access prime time scoperto, costringendo i volti di La7 a fare supplenza a Otto e mezzo. Se lunedì ci ha pensato Corrado Formigli, anticipando Piazza Pulita dopo il telegiornale, ieri – nonostante servisse un traino importante per Giovanni Floris e il nuovo diMartedì – si è optato per una replica del talk show con ospite il Ministro Maria Elena Boschi. Stasera, 17 settembre 2014, ennesimo giorno di assenza con la supplenza di Enrico Mentana.

Il Direttore e volto del TG La7 proporrà infatti una nuova produzione, si fa per dire: Faccia a faccia, ennesimo approfondimento politico condotto da Enrico Mentana, ormai usato a mò di jolly in qualsiasi fascia, come una soap qualsiasi. A comunicarlo è stata la stessa emittente che, pure, ci lascia con più di qualche dubbio:

“Perdurando l’indisposizione di Lilly Gruber, che ci auguriamo di rivedere al più presto alla guida di Otto e mezzo, da oggi nell’access prime time di La7 andrà in onda Faccia a Faccia, 30 minuti di approfondimento condotto da Enrico Mentana”.

Quali siano i motivi dell’assenza della Gruber, non ci è dato saperlo. Si spera – per usare le parole di Formigli e Mentana – in un problema momentaneo, ci si augura – come recita il comunicato – di rivederla presto in video, si dice che la colpa potrebbe addirittura essere del nuovo preserale targato Floris che infastidisce il talk dell’access prime time, si mormora pure che l’indisposizione di lunedì, che perdurerà senza scadenza, sia dovuta ad un malore non meglio specificato che l’abbia portata al pronto soccorso.


19
luglio

BERSAGLIO MOBILE, GIULIANO FERRARA CONTRO MENTANA E TRAVAGLIO: “ENRICO, FALLO TACERE O TI MANDO AFFANC*LO” (VIDEO)

Giuliano Ferrara, Bersaglio Mobile

Giuliano Ferrara torna a Bersaglio Mobile e, ad un anno dalla sua ultima apparizione nel programma di La7, scoppia ancora la bagarre. Volano provocazioni ed insulti: è subito telerissa. Ospite della puntata speciale dedicata all’assoluzione di Silvio Berlusconi nel Processo Ruby, ieri sera l’Elefantino ha barrito nuovamente contro Enrico Mentana e se l’è presa con Marco Travaglio. Acceso lo scambio di battute tra i due. L’episodio fa il paio con la sfuriata che il direttore del Foglio fece nel giugno 2013, proprio in collegamento con il talk show del Mitraglietta.

Bersaglio Mobile, Travaglio vs Ferrara: sei un somaro!

Che l’assoluzione dell’ex premier potesse accendere gli animi lo si era percepito sin da subito. Ad un tratto, però, nel gioco del botta e risposta i due hanno iniziato a stuzzicarsi sempre più, dando fuoco alle polveri. “Sei un somaro” ha attaccato il vicedirettore del Fatto, in risposta all’Elefantino. E quest’ultimo: “Stai buono sennò ti spazzolo lo sgabello dove hai messo il tuo culetto nella trasmissione con Berlusconi. Sei l’uomo più sp*ttanato dopo Berlusconi. Mentana, fammi finire!”. Inutile il tentativo del conduttore di sedare gli animi; di lì a poco l’Elefantino avrebbe inveito anche contro di lui.

Io non voglio sapere con chi scopa Travaglio e non voglio che lui si occupi di chi scopava con Berlusconi. Va bene? Mentana, fammi parlare sennò finisce come l’altra volta con Bisignani

ha proseguito Ferrara, replicando con raffiche incrociate sia alle provocazioni di Travaglio (“Mettiti il rossetto e la parrucca“), sia agli interventi di Mentana.





22
maggio

DM LIVE24: 22 MAGGIO 2014. MENTANA: RENZI PIU’ REATTIVO, BERLUSCONI PIU’ TONICO ALLA SERA – CAMPIONATO EUROPEO DI BEACH VOLLEY 2014 SU FOXSPORTS 2 HD

Enrico Mentana e Silvio Berlusconi

Enrico Mentana e Silvio Berlusconi

Mentana: Renzi più reattivo, Berlusconi più tonico alla sera

Enrico Mentana, che ieri sera ha ospitato a Bersaglio Mobile sia Renzi che Berlusconi, oggi al programma di Radio2 Rai ‘Un Giorno da Pecora’ ha spiegato chi dei due gli è apparso più ‘in forma’. “E’ ovvio che Renzi sia più reattivo, visto che ha la metà degli anni di Berlusconi”, ha esordito Mentana. E Berlusconi? “Il Cavaliere lo avevo visto in un’altra trasmissione, l’Aria che Tira, al mattino. E, devo dire, che lui è più tonico alla sera…”.

Campionato Europeo di Beach Volley 2014 su FoxSports 2HD

Arriva in esclusiva su FoxSports 2HD il Campionato Europeo di Beach Volley 2014. Da venerdì 6 a domenica 8 giugno, il canale 213 di Sky trasmetterà le ultime fasi del campionato che vedranno protagoniste le migliori coppie europee impegnate nelle semifinali e finali maschili e femminili. Il commento degli incontri è affidato a Stefano Locatelli


24
aprile

AGCOM, RICHIAMO AL TGLA7: TROPPO SPAZIO A MATTEO RENZI

Matteo Renzi ed Enrico Mentana

Troppo spazio concesso al premier Matteo Renzi: e così, il TgLa7 si è beccato un richiamo dall’Agcom. In base al vigente regolamento sulla par condicio, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha ordinato al notiziario un riequilibrio per gli eccessivi tempi di parola fruiti dal Presidente del Consiglio dei Ministri. Chissà che beffa per il direttore Enrico Mentana, sempre così attento a rilevare l’imparzialità della propria testata e a rigettare certe accuse di filo renzismo rivoltegli recentemente.

I dati presi in esame dall’Agcom, in particolare, sono relativi al monitoraggio sul pluralismo tv politico e istituzionale nel periodo dal 5 al 18 aprile. E La7 non ci sta. In una nota, l’emittente terzopolista ha fatto sapere che il dato contestato riguardante la sovraesposizione di Renzi è stato “fortemente condizionato” dalla messa in onda di uno Speciale condotto da Enrico Mentana trasmesso il 18 aprile dalle 17.51 per circa due ore, “che non rientra quindi tra le edizioni del TG, oggetto della specifica rilevazione di Agcom nel periodo di par condicio“.

Par condicio, la replica di La7

“La diretta in oggetto era interamente dedicata alla conferenza stampa del Presidente del Consiglio, nella quale il Premier illustrava i provvedimenti intrapresi dal Governo in materia fiscale. Un evento che La7 ha trasmesso per dare ai propri telespettatori un’informazione tempestiva, come accade normalmente su tutti i fatti di estrema rilevanza che interessano il nostro Paese. La7 ritiene pertanto che la rilevazione alla base del richiamo avrebbe dovuto tener conto della natura straordinaria dell’evento oltre che della rilevanza informativa dello stesso e conferma la propria linea di equilibrio nei confronti di tutti i soggetti politici ed istituzionali” si legge nel comunicato di La7.

Studio Aperto, Rainews e Sky: poco spazio al Movimento 5 Stelle

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





15
aprile

ENRICO MENTANA CONTRO LETTA: MI DIMETTO SE TROVA UNA NOTIZIA INVENTATA DAL TGLA7

Enrico Mentana

Enrico Mentana ha messo la propria testa sul piatto in risposta alle accuse inoltrategli da Enrico Letta. Lo ha fatto ieri sera, sfidando pubblicamente l’esponente democratico durante il notiziario delle 20. Il giornalista lo ha invitato a trovare entro un mese una notizia falsa divulgata dal TgLa7 sul suo conto: se l’ex premier dovesse riuscirci, il Mitraglietta lascerà la direzione del notiziario.

Il contenzioso tra i due era deflagrato l’altro ieri sui social network, quando Letta – smentendo le indiscrezioni di Libero su un suo passaggio al Nuovo Centro Destra – aveva accusato il TgLa7 di divulgare notizie inventate. A stretto giro, il giornalista aveva invitato l’ex premier a recuperare la sua “antica pacatezza”, rimandando la replica più sferzante a ieri sera.

Davanti alle telecamere, Mentana ha contrattaccato così:

“…La correttezza del nostro lavoro è il nostro pane, senza un riconoscimento della nostra correttezza non potremmo andare avanti. Quindi sfidiamo pubblicamente l’onorevole Letta a trovare entro un mese, da oggi, una volta sola in cui questo telegiornale ha inventato una notizia. Se la trova, lo dico già da oggi, mi dimetterò da direttore di questo telegiornale. Spero che se invece non la troverà penserà lui a come fare fede alla mancata parola”.


14
aprile

ENRICO LETTA CONTRO IL TGLA7: INVENTA NOTIZIE SU DI ME. MENTANA REPLICA

Enrico Letta

Ogni tanto, anche i democristiani perdono la pazienza. E, quando capita, è per loro un’occasione per togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Ieri, a tradire la sua proverbiale pacatezza, è stato Enrico Letta, che sui social network ha rifilato una stoccata ad Enrico Mentana e al suo TgLa7. In particolare, l’ex premier ha accusato il notiziario del Mitraglietta di divulgare spesso notizie prive di fondamento sul suo conto. La replica del giornalista non si è fatta attendere.

Prima di sfogarsi su Facebook, l’esponente Pd era stato interpellato da alcuni internauti sulle indiscrezioni riguardanti un suo possibile passaggio al Nuovo Centro Destra. Il rumor in questione era stato lanciato dal quotidiano Libero e poi ripreso dal TgLa7 in un servizio. Infastidito da queste voci di corridoio, Letta ha risposto ad una utente, prendendosela direttamente col telegiornale di Mentana (ma non con il quotidiano milanese):

“Qui su facebook Pinuccia Banfi mi ha chiesto se intendo entrare nel NCD. Tranquilla… è notizia inventata dal #tgla7, priva di fondamento come spesso capita quando il tg di Mentana parla di me”

ha scritto l’ex premier. Un episodio analogo si è ripetuto su Twitter. E, a stretto giro, Mentana ha replicato.

TgLa7: Mentana replica a Letta


23
marzo

BERSAGLIO MOBILE, ENRICO MENTANA SOGNA LA PRIMA SERATA? IL GIORNALISTA SMENTISCE: VOGLIONO METTERMI CONTRO SANTORO

Enrico Mentana

Enrico Mentana, sotto sotto, gongola assai. Il suo Bersaglio Mobile, da poco posizionato nella seconda serata del venerdì di La7, sta superando bene la prova degli ascolti. Nell’ultima puntata, ad esempio, grazie ad un’intervista esclusiva a Beppe Grillo, il programma d’approfondimento del Mitraglietta ha totalizzato il 10.7% di share, battendo Canale5 in quella fascia. E per il futuro le previsione sembrano rosee: all’orizzonte ci sono infatti le elezioni europee ed il racconto della politica renziana al governo. Una buona calamita per il pubblico.

Mentana al posto di Santoro? Il direttore smentisce

Tale scenario galvanizzerebbe non poco il direttore del TgLa7, che – secondo indiscrezioni – potrebbe persino pensare in grande. Come ipotizza Il Giornale, infatti, qualora Bersaglio Mobile si consolidasse negli ascolti sinora raggiunti, per Mentana potrebbe paventarsi la possibilità di una promozione in prima serata. Fantasie? Forse. Del resto, si tratta solo di suggestioni. Secondo il quotidiano diretto da Alessandro Sallusti, Mentana avrebbe persino valutato la possibilità di conquistare il prime time del giovedì, attualmente occupato da Servizio Pubblico. Ma, con un messaggio pubblicato sul suo profilo Facebook, il giornalista ha smentito tale ipotesi:

Stamattina il Giornale cerca di mettermi contro Santoro. Non ci riuscirà. Michele è il numero uno nei programmi giornalistici di prima serata della tv italiana. Punto” ha scritto il direttore del TgLa7.