Droga



16
luglio

DM LIVE24: 16 LUGLIO 2012. ELTON JOHN: “QUANDO ASSUMI DROGHE E BEVI UN DRINK, CREDI DI ESSERE INVINCIBILE”

Diario della Televisione Italiana del 16 luglio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Elton John e le droghe

PierVivaCanale5 ha scritto alle 11:38

”Ho perso gran parte della mia vita dietro alle droghe, ma ero troppo egocentrico per occuparmi della mia dipendenza”: lo ha confessato sir Elton John al Today Show, aggiungendo di essersi sentito ”l’uomo piu’ fortunato del mondo” per non aver contratto l’Aids negli anni ‘80. Oltre a dire di aver rischiato di morire come Whitney Houston, ha affermato: ”Quando assumi droghe e bevi un drink, e li mischi, credi di essere invincibile”. In autunno esce il nuovo cd The Diving Board. (ansa)




28
giugno

SPACCIO A MEDIASET. PAOLA BARALE A DM: MAI VISTO O SENTITO NULLA. FARE NOMI SENZA VERIFICARE E’ DA IDIOTI. SI ROVINA LA REPUTAZIONE DELLE PERSONE.

Paola Barale

“Sono totalmente estranea ai fatti e di tutto quello che hanno scritto e di cui parlano non ho mai visto nè sentito niente. La cosa che mi spiace è che comunque ci possa essere qualcuno che faccia così facilmente dei nomi, senza aver prima verificato se la cosa sia vera o meno. Queste nomee e questi fatti rovinano la reputazione delle persone. Lo dico per esperienza perchè ci sono già passata e, in relazione a quella storia, scritta in un modo sbagliato, sono stata risarcita. Essere abbinata di nuovo, oggi, ad una storia del genere non è che mi faccia molto piacere. Concordo anche io con Costanzo, l’unica persona che conosco in questo marasma di nomi, e per citare una frase che dice sempre: ‘La madre dei cretini è sempre incinta’. Per il resto sono tranquilla perchè non ho niente di cui spaventarmi o aver paura. Mi spiace solo dover chiamare di nuovo i miei per dire che non è vera questa cosa. Ogni volta gli prende un coccolone.”

E’ questo il commento che Paola Barale rilascia a DavideMaggio.it in relazione all’arresto di 22 trafficanti di stupefacenti che avrebbero rifornito di droga tre dipendenti Mediaset. Nell’articolo pubblicato stamane dal sito Corriere della Sera, infatti, è stata anche riportata un’intercettazione telefonica nella quale vengono fuori i nomi di Maurizio Costanzo e Paola Barale. Costanzo, dal canto suo, ha già smentito (“non so di cosa si stia parlando”) e il pm Sangermano spiega che «Mediaset è completamente estranea alle indagini». Per assenza di riscontri sui personaggi sopra citati, infatti, non ha ritenuto necessario nemmeno doverli ascoltare.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


19
giugno

DM LIVE24: 19 GIUGNO 2012. SARA TOMMASI DROGATA PER GIRARE IL FILM PORNO, GIUSY FERRERI CREA A LA, IL VIAGGIO DI BAUDO GIA’ INIZIATO

Diario della Televisione Italiana del 19 giugno 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Giusy Ferreri crea a Los Angeles

elodie ha scritto alle 12:53

Giusy Ferreri, dal suo profilo Facebook, fa sapere di trovarsi a Los Angeles insieme al suo primo punto di riferimento artistico, Linda Perry (la voce dei 4 Non Blondes), con cui sta collaborando: “E’ già trascorsa una settimana e stare tutti i giorni accanto al mio grande idolo mi sconvolge le energie. La creatività si evolve tra il mio inglese balbuziente e scarso e in preda ai miei block estatici. Difficile distinguere il sogno dalla realtà. Penso che il prossimo album sarà di puro, vero, profondo e infinito sentimento artistico. Linda Perry numero 1!!! Sopra chiunque!!!”. Il prossimo album della Ferreri dovrebbe uscire in autunno e conterrà brani inediti scritti dalla stessa Giusy ed altri composti per lei da grandi autori, fra cui Linda Perry.

  • Sara Tommasi: “Il Porno? Girato sotto cocaina”

Critico Tritatutto ha scritto alle 16:29

Si tinge di giallo la vicenda del film porno girato da Sara Tommasi. Dopo alcune smentite e controsmentite riguardo il fatto di averlo girato, ora la soubrette, in una lettera scritta di suo pugno, accusa il produttore del film, Federico De Vincenzo, di averla drogata al fine di girare le scene incriminate. Il produttore dal canto suo nega e ribatte: “Mai assunte sostanze e con me Sara ha firmato un regolare contratto di collaborazione”. Il comunicato della Tommasi arriva qualche giorno dopo un’intervista dell’avvocato Alfonso Luigi Marra nella quale veniva ipotizzato l’uso di cocaina da parte della Tommasi prima o durante le riprese. Proprio a Marra e all’avvocato Saverio Campana, Sara avrebbe conferito il mandato di presentare un esposto alla Procura di Milano ai fini del sequestro del video e quant’altro, e all’avv. Marra di agire per il risarcimento dei danni. La risposta del produttore del film, Federico De Vincenzo, non si è fatta attendere. “La signorina Sara Tommasi, con la quale ho sottoscritto un regolare contratto di collaborazione, non ha mai assunto alcuna sostanza stupefacente né prima e né durante le riprese del video porno di cui sono produttore” ha detto interpellato da Tgcom24. Per lui lo stupore è tanto più grande quanto, a suo dire, la Tommasi in realtà non avrebbe fatto passi indietro. “Non so cosa pensare? L’ho sentita poco fa – spiega -, dopo la diffusione del comunicato, e mi ha confermato di voler continuare con gli altri progetti che avevamo in cantiere”. La vicenda insomma si fa sempre più ingarbugliata. Il risultato è che, in un modo o nell’altro, si continua a parlare della vicenda e dei personaggi che vi ruotano attorno. [TGCom24]

  • Il Viaggio di Baudo già iniziato

Reuccio ha scritto alle 17:50





12
novembre

ALBANO SHOCK A TELECINCO: IL MATRIMONIO CON ROMINA DISTRUTTO DALLA DROGA. SOSPETTAVO AVESSE UNA RELAZIONE COL FIDANZATO DI YLENIA

Albano a Telecinco (Salvame Deluxe)

La droga ha distrutto il nostro matrimonio.” Albano non ci sta, le dichiarazioni rese da Romina a Salvame Deluxe il 4 novembre scorso gli hanno ’scombussolato la vita’ e, per questo, vuota il sacco sulla sua ex moglie nello stesso studio di Telecinco in cui la madre dei suoi figli, sette giorni prima, l’aveva descritto come un dittatore violento. Albano racconta la sua verità cominciando proprio dal problema che Romina ha avuto, per sua stessa ammissione in alcuni libri, con gli stupefacenti. Romina – racconta il cantante – consumava marihuana fino a quattro volte al giorno. Ad “iniziarla” sarebbe stata la madre Linda Cristian, descritta come una donna avida e approfittatrice.

Quando la conobbi non sapevo che consumava droga. La mia droga era la vita, la sua era [...] Diceva che era parte della sua cultura. [...] Io volevo solo amarla e aiutarla ad uscire da quel mondo. Quando cominciammo ad uscire lei la lasciò totalmente poi ci ricascò negli anni ‘70 e non ne faceva uso solo quando era incinta”.

Proprio l’effetto della droga secondo Albano avrebbe con ogni probabilità spinto la Power a raccontare così tante menzogne sul suo conto. In una precedente intervista, rilasciata nella sua casa di Malibu, l’ex compagna aveva usato tutt’altri toni.

“Penso che prima di esser venuta in studio possa aver fumato perchè non ha rispettato nè l’uomo, nè il padre, nè i suoi figli”.

Il cantante pugliese parla per tutta l’intervista di marihuana, poi sbotta dicendo “forse anche qualcos’altro di più forte”. Ma non c’è stato verso di far dire ad Albano cosa potesse essere questo ‘algo mas fuerte’, e a nulla è servito l’incalzare del conduttore Jorge Javier Vasquez che chiedeva se si trattasse di cocaina.


23
settembre

EMILIO FEDE: ‘NICHI VENDOLA MERITAVA ANCHE DI PIU’ DI QUELLO CHE HO DETTO. MI HA ACCUSATO DI ESSERE PROCACCIATORE DI DROGA’

Emilio Fede

Nell’occhio del ciclone, prima per le intercettazioni e le allusioni che lo tirano in ballo, poi per un intervento radiofonico non troppo diplomatico nei confronti di Nichi Vendola, Emilio Fede passa al contrattacco e risponde all’accusa di omofobia che rimbalza dal web e dalla carta stampata a seguito delle sue frecciatine a distanza al leader di Sel (che intanto si era premurato di precisare: “Io sono gay, ma non sono un porco. Ovviamente mi riferisco a Emilio Fede”).

Si difende innanzitutto così il direttore del Tg4:

La mia è stata una risposta a Nichi Vendola che mi ha, pubblicamente, accusato di essere procacciatore di droga, realtà mai esistita nella mia vita. [...] Meritava anche di più di quello che ho detto.

Le battutine, per chi non avesse avuto modo di leggerle, durante l’ospitata alla trasmissione radiofonica La Zanzara risuonavano così ai microfoni:

Va capito davanti e… di dietro perché uno non è che davanti dice una cosa e poi di dietro ne fa un’altra. Lui la fa davanti e di dietro

Se vado in cella speriamo che mi venga a trovare, però io mi paro il c..o

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,





9
maggio

IL MIO CANTO LIBERO: SGARBI PRONTO AD ARRUOLARE MORGAN SU RAI1

Morgan, Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi cerca voci fuori dal coro per il suo programma su Rai1. Il mio canto libero dovrà suonare diverso, sarà fuori dagli schemi. Tra i colpi di genio che il noto critico d’arte sta partorendo in vista del debutto in prima serata, ora ne spunta uno particolarmente suggestivo che riguarda il cantante Morgan. Forse l’artista “maledetto” sarà ospite fisso della trasmissione per tutte le sue cinque puntate. Secondo indiscrezioni riportate da Il Giornale, sarebbe solo questione di ore e poi l’esclusiva partecipazione del cantante sarà affare fatto.

Se quel contratto venisse davvero firmato, Morgan, dopo la mancata realizzazione dei Morgan Music Award su Rai 2, rientrerebbe in Rai dal portone principale e troverebbe posto nel prestigioso spazio del prime time della rete ammiraglia. L’artista, lo ricordiamo, lo scorso anno era stato ostracizzato senza appello da Viale Mazzini a seguito di un’improvvida intervista nella quale aveva dichiarato di fumare crack come antidepressivo. Quell’uscita gli era costata la partecipazione al Festival di Sanremo e, a seguire, altre ospitate in programmi della tv pubblica. Ora, grazie alla chiamata alle armi di Vittorio Sgarbi, quell’embargo potrebbe finire.

Il critico d’arte ci tiene molto, è convinto che la presenza fissa di Morgan possa offrire un quid in più al suo show televisivo. In Rai, invece, c’è qualcuno che non la pensa allo stesso modo e che in queste ore starebbe frenando sulla firma del contratto. Immaginatevi le possibili reazioni di Sgarbi, noto al pubblico per l’autocontrollo e la spiccata capacità di mediazione. Forse a breve sapremo come si è concluso questo tira e molla.


1
aprile

STORIA DI LAURA: ISABELLA FERRARI PORTA SU RAI 1 IL DRAMMA DELLA COCAINA

Storia di Laura

Nell’insolita collocazione del venerdì, generalmente destinata all’intrattenimento, andrà in onda questa sera  su Rai 1, Storia di Laura, film tv con protagonista Isabella Ferrari. La fiction, sceneggiata da Ivan Cotroneo – che per il piccolo schermo ha firmato successi come Tutti pazzi per amore e Sissi - è diretta da Andrea Porporati. Girata nel 2009 e prevista inizialmente per l’autunno del 2010, arriva finalmente in tv, dopo diversi rinvii.

Una reticenza forse dovuta al tema trattato, la droga e i problemi di tossicodipendenza, argomenti piuttosto spinosi da affrontare, verso i quali la tv di Stato ha da sempre mostrato più di una riserva.  Contrariamente all’immaginario collettivo, la fiction non ha nulla a che vedere con le classiche storie di persone disadattate o ai margini della società, ma racconta come la tossicodipendenza in realtà investa tutte le classi sociali, dai professionisti alle casalinghe, dagli impiegati agli studenti. La storia di Laura punta quindi a descrivere il disagio dovuto alla fragilità dell’essere umano, obbligato dalla società a essere perfetto, e spesso costretto per via di un senso d’inadeguatezza a percorrere strade sbagliate.

Isabella Ferrari nei panni di Laura, è una donna che grazie a un matrimonio borghese con Luigi (Vincenzo Amato), è riuscita a raggiungere una posizione sociale privilegiata: ha un marito che la ama, due figli, un negozio in centro a Roma. Ad un certo punto dentro di lei si spezza qualcosa e, in un momento di debolezza, cede alle insistenze di un amico Edo Martini (Andrea Gherpelli) che la invita a provare la cocaina e la ricatta fino a usarle violenza. Da questo momento Laura perde del tutto il controllo della sua vita piomba in una spirale di bugie e minacce, tanto da arrivare al punto di simulare un furto nel suo negozio per pagare i debiti di droga ed esaudire le pretese sempre più incalzanti di Edo.


15
ottobre

NINO RIZZO NERVO: CON TEST ANTIDROGA IN RAI CHIUDEREBBERO I PROGRAMMI DEL POMERIGGIO. SPOSINI SI INFURIA, GIOVANARDI CHIEDE SPIEGAZIONI

Nino Rizzo Nervo

Se si facessero i test antidroga in Rai i programmi non andrebbero più in onda perché si svuoterebbero i contenitori, soprattutto quelli del pomeriggio“. Le parole di Nino Rizzo Nervo lasciano di sasso, fanno discutere e accendono subito le polemiche. Ma a chi si riferiva il consigliere Rai durante l’intervista rilasciata a Klauscondicio? Chi sono i tossicodipendenti che si aggirano nei programmi pomeridiani della tv pubblica, manco fossero i giardinetti di un quartiere di periferia? La domanda cerca ancora una risposta e genera reazioni stizzite.

Il primo a chiedere spiegazioni al componente del Cda è stato Lamberto Sposini, cerimoniere del pomeriggio televisivo di Raiuno con La vita in diretta. “Che anche un consigliere di amministrazione della RAI, quindi una figura istituzionale come Rizzo Nervo, si lasci andare allo sport nazionale più in voga del momento – gettare un po’ di fango nel ventilatore – mi stupisce e mi amareggia” scrive il conduttore al sito Dagospia. ”Rizzo Nervo conosce conduttori drogati alla guida di programmi pomeridiani oppure si riferisce a dirigenti? Oppure ad autori? E se pensasse invece agli innumerevoli ospiti delle stesse trasmissioni?Sposini non risparmia le domande, e poi ipotizza due casi: se Rizzo Nervo è a conoscenza di uso di droga nei programmi RAI del pomeriggio dovrebbe denunciarlo in tutte le sedi possibili, se invece era una battuta era meglio risparmiarsela.

Sul caso è intervenuto anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Carlo Giovanardi, chiedendo al consigliere Rai cosa intendesse insinuare con quelle sue dichiarazioni. “Se Rizzo Nervo ritiene che questi programmi siano delle specie di fumerie d’oppio faccia intervenire il direttore generale perchè questo scandalo finisca, oppure chieda scusa a tutti coloro che ha gratuitamente offeso”. Nei giorni scorsi lo stesso Giovanardi aveva chiesto ai conduttori Rai di sottoporsi ad un test antidroga prima di firmare il contratto (maggiori info qui). Una proposta che suonava più come una provocazione, anche se in più sedi il sottosegretario aveva dichiarato di voler andare fino in fondo con la sua iniziativa.