canzoni



19
novembre

ZECCHINO D’ORO 2016: PROGRAMMA COMPLETO DELLE PUNTATE, CANZONI E PICCOLI CANTANTI IN GARA

Lo Zecchino D'Oro 2016 - I piccoli interpreti con Sabrina Simoni

Rai 1 dedicherà alle canzoni per i più piccoli quattro pomeriggi, con la 59° edizione de Lo Zecchino D’Oro al via oggi, 19 novembre 2016. Ogni sabato fino al 10 dicembre Francesca Fialdini e Giovanni Caccamo accoglieranno il pubblico, i piccoli interpreti ed il Piccolo Coro dell’Antoniano per fare festa insieme a suon di musica; ecco a seguire il programma completo delle puntate e le canzoni in gara.




3
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2016: DI COSA TRATTANO LE CANZONI?

Festival di Sanremo 2016 - Logo

Al Festival di Sanremo 2016 gareggeranno ventotto canzoni: venti nella sezione Big e otto nella sezione Nuove Proposte. Gli artisti scelti da Carlo Conti e dalla commissione hanno presentato testi qualche volta particolari, in alcuni casi anche difficili da capire, ma come sempre accade l’argomento portante della musica all’Ariston sarà l’amore, al quale è dedicata la metà delle canzoni.


10
settembre

FESTIVAL DI SANREMO 2015: CARLO CONTI REINTRODUCE LO SPETTRO DELL’ELIMINAZIONE

Carlo Conti

La stagione televisiva di Carlo Conti sta per cominciare e si preannuncia intensa. Il conduttore toscano “debutterà” venerdì 12 settembre 2014 con la quarta edizione di Tale e Quale Show, dopodichè sarà la volta de L’Eredità, programma che conduce con successo nel preserale di Rai 1.

Festival di Sanremo 2015: big  e giovani a rischio eliminazione

Se però questi due programmi sono ormai rodati, ce n’è un terzo che per Conti è una grande novità e per il quale è già al lavoro: parliamo del Festival di Sanremo 2015, ancora lontano nel tempo ma vicinissimo per lui che, tra un impegno e l’altro, sta ultimando il regolamento e si dedicherà poi alla scelta delle canzoni. Pur volendo realizzare un Festival che abbracci la tradizione sanremese, Conti, intervistato da Tv Sorrisi e Canzoni, ha dichiarato che apporterà alcune novità.

“Ho riportato il pepe sulla gara, reintroducendo le eliminazioni sia tra i big che tra i giovani: non tutti potranno arrivare alla serata finale. Tra poco il regolamento sarà ultimato e messo on line. Da lì inizieranno le iscrizioni. [...] Sono orientato su 16 big e 8 giovani”.

Quali ospiti nel Sanremo di Carlo Conti?

Il cast è ancora tutto da fare, ma Conti ha ribadito di non avere alcuna preclusione nei confronti dei cantanti emersi dai talent show né tantomeno da quelli “supportati” da personaggi dello spettacolo: in barba alle critiche, ha infatti ammesso che farà particolare attenzione alle canzoni presentate dai ragazzi che hanno partecipato all’ultimo Festival di Castrocaro, dopo il pubblico appello rivoltogli al riguardo da Pupo, “che di musica ci capisce“. Quanto alle canzoni, la sua idea è quella di sperimentare, ma con “rispetto”.

“Vorrei proporre tanti generi musicali, anche qualcosa di alternativo al solito cuore-amore che a Sanremo va sempre forte. In fondo l’amore è al centro della nostra esistenza ed è normale che la musica ne parli”.





23
gennaio

FESTIVAL DI SANREMO 2014, CANZONI IN GARA: TANTA MELODIA, POCA ATTUALITA’

Fabio Fazio

Nel complesso la proposta musicale è un po’ superiore all’anno scorso“. Garantisce Fabio Fazio. Presentando i brani ammessi al Festival di Sanremo 2014, il conduttore della kermesse si è lasciato andare ad un giudizio positivo sulle scelte effettuate in vista della gara. In questa 64esima edizione, in particolare, il tema ricorrente nelle canzoni sarà quello del sentimento, declinato nelle sue molteplici forme.

In occasione dell’ascolto dei brani organizzato per la stampa nella sede Rai di Milano, il conduttore ha inoltre precisato che le scelte hanno tenuto in considerazione “il valore delle canzoni, la loro potenzialità rispetto al mercato, e in questo senso – ha aggiunto – abbiamo pensato a brani che fossero scaricabili, cioè adatti al pubblico dei consumatori“. Ventotto le canzoni in gara (due per ogni big), che si dimezzeranno con l’esito della prima votazione, sancito per il 50% dalla sala stampa e per l’altra metà dal televoto.

Osservando i nomi del cast, da Franki Hi Nrg a Renzo Rubino, si nota un generale svecchiamento, che il conduttore della kermesse ha rivendicato come scelta voluta.

Mi sembra assurdo pensare al cast di Sanremo in base al pubblico di riferimento di Rai1. La scelta di puntare su uno svecchiamento la rivendico e poi dobbiamo pensare al tipo di canzoni che si ascoltano e l’offerta è tale da soddisfare la platea più ampia, che poi è quella che segue il festival” ha detto Fazio.

Festival di Sanremo 2014: canzoni e testi – anticipazioni


14
febbraio

DM CHARTS SPECIALE SANREMO: VOTA LA MIGLIORE CANZONE VINCITRICE DEL FESTIVAL

Da Alexia ad Emma, qual è la migliore canzone del Festival di Sanremo?

Come è anche nelle intenzioni di Fabio Fazio, è arrivato il momento di porre l’attenzione sulle canzoni in gara al Festival di Sanremo. D’altronde, gioco (almeno sulla carta) vuole che a vincere sia il brano e non l’artista; e noi di DM, alla vigilia della 63° edizione, abbiamo pensato di dedicare una speciale DM Chart proprio alle canzoni vincitrici degli ultimi dieci Festival.

Un decennio (2003/2012) che segna, se vogliamo, una svolta. O meglio, un passaggio: dall’ultimo Sanremo senza televoto all’ultimo che, invece, ha visto trionfare chi, proprio grazie al televoto, ha ottenuto le sue più grandi fortune. In mezzo riscosse e polemiche, proteste del pubblico e dell’orchestra, vittorie clamorose e scontate. Vi chiediamo, dunque, a quale canzone vincitrice assegnereste un ulteriore premio come miglior brano tra gli ultimi dieci Festival di Sanremo, ricordandovi che è possibile votare anche sulla nostra pagina Facebook o, utilizzando l’hashtag #sanremostory, su Twitter.

Ecco la top10 nel dettaglio:

“Per dire di no” di Alexia (Sanremo 2003): E’ con questa ballata soul che Alexia, reduce dal successo soltanto sfiorato nel Festival del 2002, trionfa tra i big in gara, avendo la meglio su Alex Britti con “7000 caffè” (secondo classificato) e Sergio Cammariere con “Tutto quello che un uomo” (terzo). Il brano, tradotto dall’inglese e scritto da Alberto Salerno insieme alla stessa cantante, lancia l’album “Il cuore a modo mio”.

Festival di Sanremo: qual è la miglior canzone vincitrice degli ultimi 10 anni

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...





7
settembre

GLEE 4 – LE CANZONI DEI PRIMI DUE EPISODI: DAL MASHUP DI “AMERICANO” E “DANCE AGAIN” A “CALL ME MAYBE” (ASCOLTA)

Lea Michele e Kate Hudson

Come vi avevamo precedentemente annunciato, i successi musicali più probabili per il debutto della quarta stagione di Glee sono stati confermati con la pubblicazione in rete delle canzoni che ascolteremo nei primi due episodi della serie, “The New Rachel” e “Britney 2.0″. Il primo episodio si concentrerà sulla nuova avventura newyorkese di Rachel Berry alla prestigiosa NYADA, dove dovrà dimostrare il suo talento ad un’affascinante quanto severa Kate Hudson, vista di recente sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia.

Per lei un meraviglioso mashup di due grandi successi pop: “Americano” di Lady Gaga e “Dance Again” di Jennifer Lopez. Dalle immagini del promo, sembra che la Hudson intonerà le due hit danzando nella spaziosa sala prove dell’Accademia accompagnata da un nugolo di ballerini pronti a stupirci con le loro acrobazie. Immancabile “Call me maybe” di Carly Rae Jepsen, eseguita da Brittany (Heather Morris) e l’intero cast del McKinley. Conclude il primo episodio “It’s time” degli Imagine Dragons. Dopo numerosissimi rumors, arriva finalmente la playlist del secondo episodio, nonché rinnovato tributo a Britney Spears.

Ecco quindi: “Gimme more” incorniciata da una spettacolare coreografia di Brittany S. Pears, la storica “Ops…I did again”, “Everytime” e un nuovo mashup di “Boys” e “Boyfriend” di Justin Bieber, eseguito il 2 giugno scorso live all’Arena di Verona durante lo show dedicato alla lirica e condotto da Antonella Clerici “Lo spettacolo sta per iniziare”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,


12
agosto

GLEE: QUALI CANZONI VORRESTE ASCOLTARE NELLA QUARTA STAGIONE?

Lea Michele e Kate Hudson

Ormai manca poco alla partenza della quarta stagione di Glee, resa ancora più invitante dalle foto sul set pubblicate dal suo creatore Ryan Murphy su Twitter. Oltre alle new entry, al destino incerto di diversi personaggi e alla ghiotta partecipazione di Sarah Jessica Parker e Kate Hudson, un altro interrogativo solletica la mente dei numerosi seguaci della serie: le performance canore che animeranno la quarta stagione. Il sito americano Tv Guide si è divertito ad individuare le più calzanti tra i pezzi del momento.

E così ecco arrivare la proposta della nuova hit di Carly Rae Jepsen “Call me maybe”, che potrebbe essere benissimo riproposta da Rachel (Lea Michele) in una versione acustica durante la sua trasferta newyorkese, lontano dal suo amato Finn e corteggiata dall’avvenente Brody (Dean Geyer).

Fra le altre proposte si fanno avanti anche i Maroon Five (il cui frontman Adam Levine approderà nella seconda stagione dell’altra creatura di Murphy, American Horror Story) con la loro “Payphone”, che potrebbe essere eseguita da Blaine (Darren Criss) nel caso di un’eventuale rottura con il suo Kurt (Chris Colfer), ormai preso dai suoi piani futuri nella Grande Mela. “Wide awake”, l’ultimo successo di Katy Perry, verrebbe ben vista se accostata al nome di Quinn (Dianna Agron), ripresasi dal grave incidente automobilistico che l’ha colpita e ora pronta a dar prova delle sue capacità e della sua intraprendenza all’Università di Yale.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


9
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2012: I TESTI

Festival di Sanremo 2012 - i testi

Come da tradizione con il numero di Sorrisi dedicato al Festival di Sanremo conosciamo meglio le canzoni che si sfideranno sul palco dell’Ariston (qui un assaggio della scenografia). La vittoria di Roberto Vecchioni nella passata edizione non ha fatto altro che ribadire la centralità della parola nel momento musicale, persino in quello che per anni è stato marchiato come il tempio della canzonetta.

Sarà così anche questa volta? Il miglior testo o la creazione poetica più brillante riusciranno a sconfiggere il tormento dell’abbinamento canzonetta-festival? Bando alle ciance, spazio ai contenuti. Ad una prima occhiata spicca sicuramente per originalità di prospettiva il brano di Samuele Bersani (Un Pallone), talento non nuovo a combinazioni di immagini sofisticate e particolari. Non delude Francesco Renga (La tua bellezza): testo in fondo semplice (è un canto alla bellezza) con una forza creata da un bell’accostamento di immagini quotidiane ma potenti.

Taglio col passato, rottura con lo stile da suoneria nerd per Arisa (La notte) che si presenta in una nuova veste artistica e musicale valorizzando a tutto tondo la sua finestra privilegiata sul mondo femminile. Conforme alle grandi aspettative la scrittura di Eugenio Finardi (E tu lo chiami Dio) con un testo dedicato alla riflessione sul senso di Dio che ha sicuramente delle atmosfere interessanti. Pregevole anche la composizione di Davide Van De Sfroos per Irene Fornaciari (Grande Mistero). 


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »