24
aprile

HELL’S KITCHEN ITALIA: CRACCO CHE IMITA RAMSAY NON CONVINCE. MA IL CAST E’ AZZECCATO

Hell's Kitchen Italia - Carlo Cracco

Hell's Kitchen Italia - Carlo Cracco

Sostituire Gordon Ramsay è un’impresa ardua, e infatti è stato un errore imporre a Carlo Cracco, nella versione italiana di Hell’s Kitchen in onda il giovedì su SkyUno, di “esplodere” come lo chef pluristellato scozzese, solo per mere questioni televisive (così come dichiarato dal diretto interessato). Se non altro perché è evidente che il nostro Ramsay ci tiene a mantenere un atteggiamento molto più equilibrato e meno altezzoso del collega, così come ci ha abituato per anni a Masterchef, fatto di sguardi fulminanti e silenzi tombali piuttosto che di urla e offese a destra e manca.

Così se dal primo – divertente – episodio, sembrava che si volesse puntare più sul reality che sul talent culinario, proprio per sopperire alla “mancanza” di Ramsay e rimediare alle “mancanze” di Cracco, ma anche per marcare le distanze dall’altro cooking show di Sky Uno, dal secondo – con l’apertura del ristorante, peraltro molto più piccolo e meno scenografico di quello statunitense – le premesse sono state in parte smentite. Lo chef di origini venete – che per fisicità rimane un personaggio adeguato – ha infatti conquistato la scena ma è stato fin troppe volte tentato dal prendere ispirazione oltreoceano, risultando inutilmente forzato e poco convincente tra grida, rimproveri e prime cacciate, che – assieme al servizio – hanno messo in secondo piano l’evolversi dei rapporti tra i concorrenti.

Il format, invece, è pressoché identico alla versione originale, come la discreta varietà dei piatti cucinati nei servizi (siamo pur sempre in Italia!), che nella versione statunitense tendono un po’ troppo a ripetersi. Pare inoltre azzeccatissimo, almeno fino ad ora, il cast (qui tutti i concorrenti) che già nei primi due episodi ha fatto faville: c’è della pesante competizione non solo nella squadra delle donne, tutte già contro la povera Amelia, ma anche in quella degli uomini tra cui – dopo il primo disastroso servizio – hanno iniziato a correre fulmini e saette, sia in cucina che nel loft. Il che fa ben sperare per i prossimi episodi.

Hell’s Kitchen Italia – Anticipazioni puntata 24 aprile 2014

In quello in onda stasera alle 21.10 su Sky Uno, un finto chef stellato – tale Frank Salvino – avrà il compito di depistare le capacità gustative dei concorrenti, ma chi uscirà indenne dalla prova degli assaggi bendati potrà godersi una rilassante giornata alle terme. Non mancherà, comunque, il servizio, che vedrà ancora scontrarsi la squadra rossa delle donne e quella blu degli uomini, che dovranno cucinare un intero menu per 70 coperti. Come da meccanismo, chi riuscirà a completare prima la preparazione di tutti i piatti (ammesso che una delle due squadre ci riesca) risulterà vincitore. La squadra perdente dovrà, invece, segnalare, i due concorrenti peggiori allo chef Cracco, cui spetterà il compito di mandare il peggiore a casa.

Nel secondo episodio, in onda alle 22, ci sarà invece un primo rimescolamento nelle due squadre: un elemento degli uomini finirà infatti tra le donne e questo creerà più di qualche scompenso nella squadra rossa. Prima del consueto servizio, i due team dovranno sfidarsi nella prima prova in esterna in fattoria, dove dovranno lottare per accaparrarsi i migliori ingredienti.



Articoli che potrebbero interessarti


Pechino Express 2015 - seconda puntata
PECHINO EXPRESS 2015, SECONDA PUNTATA: COSTANTINO CEDE LA CONDUZIONE A MAGALLI. VINCONO ANCORA GLI ANTIPODI


Per Amore del Mio Popolo - Don Diana
PER AMORE DEL MIO POPOLO – DON DIANA: ANTICIPAZIONI SECONDA PUNTATA


ispettore
LE INCHIESTE DELL’ISPETTORE ZEN: UN’OTTIMA SERIE TV MA IL PUBBLICO DI CANALE 5 APPREZZERA’?


Pechino Express 2017 - Antonella Elia si commuove
Pechino Express 2017, seconda puntata: nelle Filippine si piange

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.