11
aprile

LE MANI DENTRO LA CITTA’: ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA – 18 APRILE 2014

Le Mani dentro la Città

Si sta per concludere su Canale5 la quinta e penultima puntata de Le mani dentro la città, ultima fatica in materia di fiction in casa Valsecchi. La serie, con protagonisti Simona Cavallari e Giuseppe Zeno, non si può certo considerare un successo. Lo scorso venerdì, pur vincendo la serata e il confronto con lo strampalato show La Pista condotto da Flavio Insinna, la fiction Taodue ha ottenuto una media di appena 3.602.000 spettatori e il 14,37% di share. Gli ascolti al lumicino non sono però l’unico problema della serie tv di Canale 5. Come riportato dal quotidiano La Stampa, la Pepito Produzioni di Agostino Saccà avrebbe, infatti, avviato un’azione legale presso la nona sezione del tribunale civile di Roma, contro Taodue e Rti.

Le Mani dentro la Città plagio di Denaro Rosso Sangue?

L’accusa che l’ex dirigente Rai muove nei confronti delle società riguarda un presunto plagio. A detta di Saccà, Le mani dentro la città somiglierebbe, infatti, a Denaro Rosso Sangue, una fiction che la sua casa di produzione aveva tempo fa proposto al gruppo Mediaset. Dopo svariate riunioni, incontri, e trattative con i dirigenti del Biscione, il progetto venne però temporaneamente messo da parte. Una sceneggiatura dunque finita nel cassetto, ma ben impressa nella mente di Alberto Taraglio, che per la Pepito aveva scritto la serie.

Taraglio, visti i primi due appuntamenti de Le Mani dentro la Città, avrebbe riscontrato diverse coincidenze, analogie, e somiglianze con Denaro Rosso Sangue. Da qui, la richiesta di sospendere la messa in onda della serie televisiva di Canale 5. La questione è ora finita nelle mani del Giudice, che nei prossimi giorni si esprimerà. Spetterà dunque al tribunale valutare se le analogie, elencate nell’esposto presentato dai legali di Saccà, sono frutto della casualità o celano un clamoroso plagio. Difficile pensare che la serie Mediaset, ormai giunta al suo epilogo, possa essere sospesa. In attesa del verdetto del giudice, ecco le anticipazioni dell’ultima puntata che, salvo sorprese, dovrebbe andare in onda venerdì 18 aprile alle 21,10 su Canale5.

Le Mani dentro la città – Anticipazioni ultima puntata

Pinuccio (Marco Rossetti) e’ latitante quando Carmine (Andrea Tidona) viene trovato morto a causa di una overdose di barbiturici. Nuzzo si candida al ruolo di capo della ‘ndrangheta in Lombardia. Benevento (Giuseppe Zeno) cerca una sponda nella giovane Maria (Daniela Marra) e cerca di convincerla a diventare collaboratrice di giustizia. Il sindaco Pagani (Massimo Bonetti) ormai messo alle strette sia dall’opinione pubblica che dai Marruso, decide finalmente di dimettersi.



Articoli che potrebbero interessarti


Sirene
Sirene: anticipazioni ultima puntata di giovedì 30 novembre 2017


Giampaolo Morelli è L'Ispettore Coliandro
L’Ispettore Coliandro – Il Ritorno: anticipazioni ultima puntata di venerdì 24 novembre 2017


Sotto Copertura - La Cattura di Zagaria
Sotto Copertura 2: anticipazioni ultima puntata di lunedì 6 novembre 2017


Giorgio Tirabassi
Squadra Mobile 2: anticipazioni ultima puntata di mercoledì 1 novembre 2017

3 Commenti dei lettori »

1. Ivan ha scritto:

11 aprile 2014 alle 23:34

Devo dire che dopo le puntate iniziali che non mi avevano molto entusiasmato ,le ultime due son state veramente belle!



2. Marco89 ha scritto:

12 aprile 2014 alle 10:57

Bella la puntata di iera sera, sicuramente gli ascolti non sono meritati. La serie è veramente ben fatta, molto realista. Non ha quello spicco di originalità però vale molto.
Certo che la Morra…se farà la collaboratrice stesso ruolo in Baciamo le mani proprio…



3. ar.vd ha scritto:

12 aprile 2014 alle 13:48

veramente bella fiction, bravi attori, spero ci sia la continuazione, devo dire che mediaset fa belle fiction mentre quelle della Rai sono di una lagna infinita!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.