22
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2014, CARLO DEGLI ESPOSTI CONTRO CASCHETTO: “A SANREMO C’E’ DON MATTEO E NON I BRACCIALETTI ROSSI”

Festival di Sanremo 2014

In effetti è curioso come sia stata gestita la promozione dei prodotti Rai, al Festival di Sanremo 2014. Lo scopo della kermesse è sempre stato e sempre rimarrà anche quello di fare da vetrina per il periodo di garanzia primaverile dell’azienda pubblica che, non a caso, si inaugura proprio con il Festvial. Se The Voice è stato ampiamente “coperto”, grazie indirettamente a Noemi e, ovviamente, all’ospitata di Raffaella Carrà, lo stesso non si può dire per altre produzioni.

Prendiamo Rai Fiction ad esempio, che è riuscita a portare all’Ariston Claudio Santamaria per Non è mai troppo tardi, Luca Zingaretti per Il giudice meschino, e Terence Hill per Don Matteo. Ma si è dimenticata di Braccialetti Rossi, ovvero l’unica fiction dell’azienda pubblica che abbraccia un target trasversale e funziona soprattutto sul pubblico più giovane, quello che in sostanza ogni conduttore e dirigente aspira di agganciare, in Rai. Ebbene, Fazio se ne è ben guardato dall’invitare il cast, nonostante la vocazione musicale della serie (e l’esempio lampante della “bellezza della diversità”, come decantato dalla Littizzetto nel monologo di giovedì), puntando per la serata finale su Don Matteo che, con tutto il rispetto, tutto ha fuorché bisogno di essere pubblicizzato, visto l’ampissimo successo (seppur sul target over).

Sanremo 2014, Carlo Degli Esposti contro Beppe Caschetto

Inevitabile, quindi, che Carlo Degli Esposti – produttore con Palomar di Braccialetti Rossi – abbia avuto da ridire sul fatto. E, come ormai consuetudine tra i protagonisti del piccolo schermo, si è lasciato andare con una frecciata su Twitter, attaccando direttamente Beppe Caschetto, noto agente di Fazio e Littizzetto e artefice delle ospitate di gran parte dei personaggi che si sono susseguiti all’Ariston (buona parte, ovviamente, curati da lui stesso).

“a #sanremo2014 c’è Don Matteo e non ci sono i #BraccialettiRossi, non sapevo che Terence HILL fosse entrato nell’agenzia di #BeppeCaschetto”

Come dargli torto? Peraltro durante il Festival si sono spesso dimenticati nei break della fiction rivelazione di Palomar, come a voler liquidare quello che è invece (potenzialmente) il prodotto più forte dell’azienda pubblica. Il prodotto su cui puntare per convincere i più giovani che anche la Rai, ogni tanto, qualcosa per loro la fa.



Articoli che potrebbero interessarti


Braccialetti Rossi Live su Rai1
BRACCIALETTI LIVE: IL CONCERTO DEI BRACCIALETTI ROSSI ARRIVA SU RAI1


Claudio Brachino
Claudio Brachino e Maurizio Pistocchi se le dicono di santa ragione sui social


Ilaria D'Amico - Sky Calcio Show
Milan boicotta Sky per colpa di Ilaria D’Amico. Lei: «Questa decisione si commenta da sola»


barbara-d-urso-alfonso-signorini
Alfonso Signorini vs Barbara D’Urso: «Quando passi 7 giorni su 7 in uno studio tv corri il rischio di avere seri problemi di connessione con la realtà»

7 Commenti dei lettori »

1. nicola83 ha scritto:

22 febbraio 2014 alle 23:28

Braccialetti Rossi fa molti meno spettatori rispetto a Don Matteo, pertanto è giusto che non sia presente all’Ariston. Non vedo carlo Degli Esposti perché si lamenta.



2. lea ha scritto:

22 febbraio 2014 alle 23:40

Dovevano invitare Braccialetti Rossi anche perché era l’occasione per attirare i giovani visto che quest’anno con chiunque parlo del festival la risposta è non lo guardo perché è noioso e il bello che lo dicono sia i ragazzini , ma anche i vecchietti e se si guardano gli ascolti io due domandine se fossi in Fazio me la farei



3. emanuele ha scritto:

22 febbraio 2014 alle 23:54

anche io mi aspettavo l’ospitata del cast ” braccialetti rossi”…



4. simplemay ha scritto:

23 febbraio 2014 alle 01:31

Ormai è in atto una gara a chi critica meglio Fazio e il Festival, si è capito… Qualsiasi scusa è buona: da una parte chi si lamenta perché le markette son troppe, dall’altra chi si lamenta perché son poche, dall’altra ancora chi si lamenta perché non sono quelle che voleva lui! Si è oltrepassato il ridicolo, davvero.



5. Marcourli ha scritto:

23 febbraio 2014 alle 09:34

Che tristezza. Gli agenti dello spettacolo tengono sempre più in scacco il mezzo di comunicazione di massa.



6. Marco89 ha scritto:

23 febbraio 2014 alle 12:32

Al di là della polemica, non credo sia stato errato invitare Don Matteo ( forse doveva rimanere di più) ma ospitare i ragazzi di Braccialetti Rossi che sono amatissimi dai ragazzi giovani, sarebbe stata una buona mossa per attirare quella tipologia di pubblico visto anche i risultato scarsi di quest’ anno…avrebbero potuto ospitarli entrambi.



7. Rosaria ha scritto:

1 marzo 2014 alle 12:19

Il festival come si sà lo si prepara con mesi e mesi di anticipo.. certo un cambio poteva farlo.. anchè perchè sto Don Matteo, non è poi tanto più una novità..! Braccialetti Rossi invece lo è. Ed è una novita anche che molti giovani si siano avvicinati alla Fiction Rai, io ho la prova in casa. Mia cognata di appena 18 anni.. non ha mai guardato nessuna Fiction sui canali Rai, le dissi si provare a vedere una puntata insieme di Braccialetti Rossi, e se ne è innamorata perdutamente :) Quindi secondo me essendo questa una Fiction che attira molti giovani, se avessero dedicato uno spazio, anche piccolo a questo Movimento (perchè oramai è diventato un Movimento pazzeco sui Social) Ci avrebbero guadagnato molto di più.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.