21
gennaio

I SEGRETI DI BORGO LARICI – TUTTI I PERSONAGGI

il segreti di Borgo Larici personaggi

Giulio Berruti e Daniela Virgilio

Domani, mercoledì 22 gennaio, alle 21.10 su Canale5, prenderà il via I Segreti di Borgo Larici, miniserie in costume con protagonisti Giulio Berruti e Serena Iansiti. Il regista Alessandro Capone ha definito la serie, composta di 7 puntate, priva di furberie e di soluzioni “facili” o ad effetto, soprattutto lontana dall’idea del fotoromanzone. In attesa di scoprire se la nuova produzione riuscirà effettivamente a discostarsi dalle numerose fiction melò a cui siamo abituati, val la pena sottolineare l’assenza nel cast de I Segreti di Borgo Larici di una “superstar”, un nome di spicco, spesso utilizzato da altre fiction come specchietto per le allodole. La serie punta, infatti, su un gruppo di attori in buona parte giovani e nel complesso ancora poco conosciuti. Vediamo insieme le schede di tutti i protagonisti.

I Segreti di Borgo Larici – Personaggi

Francesco Sormani (Giulio Berruti – qui la nostra intervista e le sue foto di nudo)

E’ il primogenito di Giulio e il protagonista maschile della  serie. E’ laureato in ingegneria e fa il pilota di auto da corsa in giro per l’Europa. Francesco è affascinante, passionale, e dongiovanni. Sua madre si era uccisa quando lui era un bambino. Il dolore e la profonda sofferenza dell’infanzia si sono trasformati in una rabbia violenta durante l’adolescenza. Nel 1915, allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, Francesco è stato richiamato sotto le armi, in aviazione. Grazie alle sue conoscenze e alla passione per i motori, è diventato pilota di aerei.  Finita la guerra, si è laureato e poi ha intrapreso la carriera di pilota di automobili con il sogno, nemmeno troppo segreto, di aprire un giorno una fabbrica propria. La morte improvvisa di suo padre lo costringe però ad occuparsi degli affari di famiglia e ad entrare in contatto con i numerosi segreti dei Sormani e con una realtà, quella operaia, a lui praticamente sconosciuta. Ed è qui che incontra la donna della sua vita, Anita Sclavi, di cui si innamora. Malgrado le forti differenze sociali. Malgrado nonno Giovanni abbia deciso, per il bene della famiglia e della ditta, che Francesco sposi Claudia, unica figlia di Augusto Beltrami, un ex generale, appena eletto alla camera nelle liste del partito fascista.

Anita Sclavi (Serena Iansiti)

Figlia di operai, è la giovane maestra elementare di Borgo Larici, nonché la protagonista femminile della serie. E’ una ragazza con molti interessi soprattutto in ambito scientifico; dettagli che la rendono diversa e molto più “moderna” delle sue coetanee. E’ una donna forte e fragile nello stesso tempo, molto razionale nella vita di tutti i giorni e quanto mai impacciata e timida nelle faccende amorose. Ma è nel momento del bisogno, che Anita tira fuori una risolutezza inimmaginabile. Suo fratello Nicola viene ingiustamente accusato dell’omicidio di padron Giulio? Lei, convinta della sua innocenza, non si ferma davanti a niente e nessuno pur di discolparlo. Il suo amore per Francesco si scontra con ostacoli sempre più impervi e le convenzioni sociali? Lei lotta e oltrepassa con sicurezza un ostacolo dopo l’altro. Fin da piccola Anita è stata una bambina molto intelligente e si è sempre interessata di scienza. Questo aveva colpito molto padron Giulio che, finite le elementari, invece di mandarla a lavorare in fabbrica come gli altri bambini, le aveva pagato gli studi a Torino. Così Anita, che nutre ancora oggi un’autentica venerazione nei confronti di Giulio Sormani, si era potuta diplomare per poi tornare a Borgo Larici da maestra.

I Segreti di Borgo Larici – Foto

Sonia Ghelfi Sormani (Daniela Virgilio)

Moglie di Ludovico. Viene da una famiglia nobile finita in rovina quando lei era ancora una bambina. E’ molto furba e spregiudicata. Ha un disperato bisogno di piacere e deve essere sempre al centro delle attenzioni di tutti, soprattutto degli uomini: cosa peraltro non difficile visto che Sonia è molto bella e sexy. Ha visto in Ludovico l’affare della sua vita e non se l’è lasciato scappare. È un’abile stratega.

Ettore Giardini (Jesus Emiliano Contorti)

E’ il maggiordomo di casa Sormani. Ha conosciuto Giacomo Sormani in guerra, era il suo capitano. Nel 1916, durante un’azione, il capitano gli aveva salvato la vita e questo aveva creato un forte legame tra loro. Alla fine della grande Guerra, Ettore si era recato a Borgo Larici, per consegnare alla famiglia Sormani gli effetti personali del loro congiunto, morto durante la battaglia di Caporetto. E non se n’era più andato.

Claudia Beltrami (Nathalie Rapti Gomez)

Snob, sofisticata e, apparentemente forte, Claudia è, in realtà, una donna insicura che tiene molto all’opinione degli altri. Adora suo padre – l’ex generale ed ora senatore del regno, Augusto Beltrami – ed è spaventata all’idea di poterlo deludere. Cosa che, immancabilmente, fa quando rimane incinta di uno sconosciuto. Pur di non far saltare il matrimonio tra lei e Francesco, lungamente programmato dal senatore e da Giovanni, dice che il bambino che porta in grembo è del ragazzo, che lei ha provveduto a sedurre e a portarsi a letto durante la sua ultima visita al Castello, per il compleanno di Giovanni.

Ludovico Sormani (Davide Jacopini)

Secondogenito di Giulio e Margherita. E’ cresciuto all’ombra del padre e del nonno senza però possederne né la stoffa imprenditoriale del primo né il carisma e la spregiudicatezza del secondo. Malgrado questo, grazie all’assenza di Francesco, è riuscito comunque a ritagliarsi un ruolo da delfino.

Elsa Sormani (Desirée Valentino)

E’ la nipote di Giulio, la figlia di suo fratello Giacomo, capitano del Regio Esercito Italiano, morto durante la disfatta di Caporetto. Malgrado sia ancora una bambina, Elsa è decisamente più sveglia e decisa di quanto la sua età potrebbe lasciar supporre. Ma è una bambina strana, solitaria.

Margherita Stella Sormani (Sara D’Amario)

E’ la moglie di Giulio, nonché la madre di Francesco e Ludovico. Donna pia e devota nonché impegnata in ogni genere di attività benefica, Margherita ha sposato Giulio per amore. La donna aveva sempre assecondato con entusiasmo i progetti del marito e si è spesa in prima persona per la costruzione di Borgo Larici. Poi era stata colpita da una grave depressione la notte del 14 Aprile 1899, in seguito alla tragica morte del fratello Bartolomeo – chimico, perito in un grave incidente sul lavoro – aveva lasciato sula scrivania del marito un biglietto scritto a macchina con tre parole: Pietà per me e poi si è tolta la vita gettandosi nel Po.

Rachele Macchi (Simona Borioni)

E’ la governante di casa Sormani e lavora per la famiglia da sette anni. E’ stata lei ad allevare Elsa. Inutile dire come la bambina le sia affezionata. Sì perché, al di là di un’assoluta inappuntabilità sul lavoro, Rachele è una donna buona, di cuore. E’ anche per questo motivo che ha preso, fin da subito, in grande simpatia Eva per cui, letteralmente stravede.

Dino Sclavi (Franco Trevisi)

E’ il padre di Nicola, ma non di Anita. Quando Dino l’ha sposata, Antonietta – ormai morta da tempo – era già incinta della bambina. Ma all’uomo questo non importava. La amava e ha amato e cresciuto Anita come fosse figlia sua. All’inizio un sospetto che il padre di Anita potesse essere Giulio Sormani, Dino lo aveva anche avuto, ma la moglie gli aveva sempre giurato che non era così e lui le aveva creduto.

Il maresciallo Ghirri (Adolfo Margiotta)

E’ il maresciallo della locale stazione dei Carabinieri, appena un piccolo distaccamento. All’inizio ci prova anche a far rispettare la legge, anche a costo di mettersi contro Giovanni Sormani. Ma ben presto capisce che questo porta solo guai.

“Rico” Bastiani (Marco Falaguasta)

Capofabbrica dell’opificio. Contrariamente a quanto può sembrare a prima vista, Bastiani non è un uomo rozzo. Certo non ha studiato, ma è comunque molto intelligente. E privo di scrupoli. Fin da subito aveva aderito entusiasticamente ai Fasci di combattimento e si era distinto per la sua violenza in occasione della repressione delle prime proteste operaie del biennio 1919/20. Comportamento, questo, che gli è valso il ruolo che occupa da meno di un anno in fabbrica. Era stato Giovanni ad assumerlo, contro il volere di Giulio, certo che sarebbe stato in grado di tenere a bada gli operai molto meglio dei predecessori scelti da suo figlio.

Eva Cravero (Giulia Elettra Gorietti)

Cameriera, malgrado sia rimasta orfana in tenera età, Eva è una ragazza allegra e solare che ha una sola grande paura nella vita: quella di rimanere sola. Anche per questo, forse, le piacciono così tanto gli uomini. All’inizio ha una relazione con Antonio, uno dei camerieri.  Poi si innamora di Ettore. Come la maggior parte dei servi e degli operai, anche Eva non sa leggere.

Irene Berti (Camilla Ferranti)

E’ la cameriera personale di Sonia che la usa anche per spiare ed essere informata su tutto quello che accade al Castello. Superficiale, ma non cattiva, Irene è un po’ una spina nel fianco di Eva. La governante di casa Soriani, Rachele, non la sopporta.

Il dottor Novelli (Gianni Bissaca)

È il medico di Borgo Larici da sempre, da quando la “Sormani Tessile” era solo una piccola realtà locale e non la grande azienda che è oggi. Novelli c’era già anche ventitré anni fa, nel 1899,  quando Bartolomeo Stella il fratello di Margherita, era morto in circostanze a dir poco sospette. Era stato proprio Novelli a testimoniare che si era trattato di un incidente come tanti che succedono e succedevano in fabbrica. Non c’era stato nemmeno stato bisogno che Giovanni Sormani gli chiedesse di farlo. Era bastato uno scambio di sguardi fra i due. Giovanni sapeva che Novelli aveva capito. E sapeva anche che sarebbe stato zitto perché, per lui, quella testimonianza rappresentava una fortuna insperata.

Rosa Olivieri (Antonella Attili)

Maestra elementare. Insegna a Borgo Larici da molto prima che il paese venisse restaurato. Avrebbe già dovuto andarsene con l’inizio dell’anno scolastico in corso, ma il maestro che doveva sostituirla ha rimandato il suo arrivo di qualche settimana e così lei può rimanere al suo posto fino a quando non arriverà. Il suo problema non è tanto quello di smettere di lavorare, quanto che, una volta abbandonata la scuola, sarà costretta a lasciare anche Borgo Larici e la sua casa.

Luigi Conti (Giampiero Mancini)

E’ il medico di Borgo Larici.  Da quando nel paese si è passati da poche decine di persone a qualche centinaia di abitanti, Novelli è stato costretto a prendere con sé un giovane assistente cui in realtà demanda tutti i compiti più ingrati. Buono, generoso, altruista, Luigi, nato da famiglia nobile, ha scelto la medicina per vocazione. A differenza di Novelli, Luigi è davvero un ottimo medico che vede nei malati delle persone e non delle seccature, perciò mal sopporta il carattere astioso e prepotente del suo collega.

Giulio Sormani (Simone Colombari)

E’ il primogenito di Giovanni. Perito chimico, nel 1899 ha brevettato il rivoluzionario sistema per la mercerizzazione dei tessuti che ha permesso all’azienda di famiglia di decollare. L’anno seguente, dopo averla trasformata in una società anonima e averla quotata in borsa, ne è diventato amministratore delegato succedendo al padre.

Don Costante (Massimo Wertmuller)

Questo prete di ottimi studi è il parroco di Borgo Larici da più di vent’anni, ancora prima che il borgo venisse restaurato. Pur aderendo formalmente all’ideologia paternalistica che regna a Borgo Larici, si è ritagliato man mano la sua dose di autonomia, guadagnandosi la fiducia degli abitanti del Borgo. Conosce la loro condizione disagiata, ma sa anche che andare allo scontro frontale coi padroni non porterebbe alcun beneficio.

Fausto Ferraris (Nicola Pistoia).

Ex maresciallo dei carabinieri. In passato ha lavorato a lungo per i Sormani ed è al corrente di molti dei segreti della famiglia. Come la morte di Bartolomeo Stella. O il fatto, di cui è all’oscuro anche Giovanni, che Margherita sia ancora viva. Violento, crudele e sadico, prima di lasciare l’arma, aveva terrorizzato Borgo Larici e le campagne circostanti. Dopo la partenza di Ferraris, erano fiorite numerose leggende su di lui. Leggende nere e terribili che, per molto tempo, i vecchi avevano raccontato intorno al fuoco per spaventare i più piccoli. E di cui, ancora oggi, a più di vent’anni di distanza, permane una sorta di eco.

Nicola Sclavi (Matteo Anselmi)

E’ il fratello di Anita. Ha forti simpatie socialiste ed è considerato una testa calda, cosa non troppo lontana dal vero.  Fumantino, orgoglioso e “capatosta” – tutte caratteristiche che lo fanno finire spesso nei guai – mal digerisce le ingiustizie e si ribella, cosa che, come detto, lo pone spesso in contrasto con il padre Dino.

Giovanni Sormani (Adalberto Maria Merli)

Il patriarca della famiglia Sormani è uno che ha costruito la propria fortuna da sé. Alto, imponente, ancora forte come una quercia, elegante è l’incarnazione del padrone ottocentesco così come ci è stata tramandata dalla letteratura e dalle fotografie d’epoca. Prima di fondare l’opificio nel 1878, Giovanni è stato uno spirito inquieto e ha fatto parecchi mestieri in giro per il mondo; di alcuni di essi si è perso anche il ricordo, forse perché non erano esattamente legali, come mormora ancora qualcuno a bassa voce. E’ spietato, privo di scrupoli, spregiudicato ed è molto abile a tessere rapporti personali, soprattutto quelli che poi sono spendibili negli affari.

[I SEGRETI DI BORGO LARICI - TRAMA E ANTICIPAZIONI]

[INTERVISTA A GIULIO BERRUTI]

[FOTO DI GIULIO BERRUTI COMPLETAMENTE NUDO]



Articoli che potrebbero interessarti


I Segreti di Borgo Larici 4
I SEGRETI DI BORGO LARICI: ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA – 5 MARZO 2014


I Segreti di Borgo Larici 15
I SEGRETI DI BORGO LARICI: ANTICIPAZIONI QUARTA PUNTATA – MERCOLEDÌ 12 FEBBRAIO 2014


I Segreti di Borgo Larici 15
I SEGRETI DI BORGO LARICI: ANTICIPAZIONI TERZA PUNTATA – MERCOLEDI 5 FEBBRAIO 2014


I Segreti di Borgo Larici anticipazioni seconda puntata (2)
I SEGRETI DI BORGO LARICI: ANTICIPAZIONI SECONDA PUNTATA – MERCOLEDI 29 GENNAIO 2014

2 Commenti dei lettori »

1. Andrea ha scritto:

21 gennaio 2014 alle 14:34

Non vedo l’ora!! In bocca al lupo a tutti



2. Davide Maggio ha scritto:

22 gennaio 2014 alle 22:57



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.